Firenze, commercianti: “Ztl 24h è un flop: va ritirata”

Firenze, commercianti: “Ztl 24h è un flop: va ritirata”

“Con Ztl no stop perdita giro affari locali fino a 30%” denunciano Confesercenti e Confcommercio Firenze: “nessun cambiamento parcheggi o sollievo ai residenti: ritiratela.”

La sperimentazione della ztl non stop in centro a Firenze ha cambiato poco o nulla in merito al numero delle soste irregolari, sull’uso dei parcheggi a servizio del centro storico e su quello del servizio navetta (sospeso da Firenze Parcheggi perché improduttivo), ma, al contrario, ha depresso gli affari dei locali nell’area; dunque deve essere ritirata. E’, in sintesi, quanto espresso oggi da Confesercenti e Confcommercio Firenze.

Rispetto all’impatto della chiusura ‘rafforzata’ del centro storico, le associazioni hanno parlato di diminuzione degli affari nei locali con picchi di calo fino al 30% degli incassi. “La chiusura fa più male che bene alla città. Per tutelare la vivibilità del centro e il rispetto delle regole è più che sufficiente un presidio maggiore da parte della polizia municipale. Mettere a rischio le imprese non serve” è stato spiegato.

“A questo punto, visto che il sindaco in Consiglio comunale aveva dichiarato la sua disponibilità a rivedere a trenta giorni lo stato del provvedimento, chiediamo che l’Amministrazione torni sui suoi passi e consideri chiuso in via definitiva il periodo sperimentale di prova dell’ampliamento della ztl”, dicono il presidente di Fipe-Confcommercio Toscana Aldo Cursano e il presidente di Confesercenti Città di Firenze Santino Cannamela. Mercoledì, 19 luglio, fanno sapere le associazioni, saranno ricevuti a Palazzo Vecchio dagli assessori Del Re e Giorgetti per discutere dell’argomento.

 

 

L'articolo Firenze, commercianti: “Ztl 24h è un flop: va ritirata” proviene da www.controradio.it.

FIRENZE, ZTL NO STOP: PER COMITATI BUONA LA PRIMA

Giugno Ztl

A tutela delle esigenze di vivibilità dei residenti il comitato Manoiquandosidorme ha dato l’ok a Ztl 24h: “primi giorni Ztl di Sant’Ambrogio efficaci ma sia una Ztl efficiente e non colabrodo.”

Il comitato Manoiquandosidorme ha fatto sapere in un comunicato che sostiene con forza la richiesta di Ztl 24h per tutto il centro storico di Firenze “al fine di soddisfare basilari esigenze di vivibilità per i residenti”. Tra questi si annoverano “la tutela della salute minacciata dall’inquinamento acustico e ambientale, diritto a tenere il proprio autoveicolo non lontano dalla propria abitazione, tutela della mobilità pedonale, soprattutto per le fasce più deboli, come disabili, bambini e vecchi”.

Per il comitato la particolare struttura urbanistica della città “con le sue stradine strette, la fragilità dei suoi monumenti e il pregio architettonico di tutti i suoi edifici ed arredi antichi”, non sarebbero  in grado di accogliere il massiccio assalto degli autoveicoli privati dei numerosissimi visitatori. I primi giorni dell’attuale ZTL a fascia oraria lunga nella zona di Sant’Ambrogio avrebbero “confermato che quando applicata con rigore (la notte del giovedì, venerdì e sabato, con la presenza della polizia Municipale) i risultati sono straordinariamente positivi”.

Un via libera, dunque, da parte del comitato che, tuttavia, mette in luce la “mancanza di una telecamera all’inizio di via dell’Agnolo rende invece ancora più critica questa zona durante tutti gli altri giorni”. Si fa notare anche che “per il buon funzionamento della Ztl 24h per tutto il centro storico è necessario che  da parte dell’Amministrazione Comunale se ne garantisca la tenuta attraverso deterrenti efficaci”. Insomma “non può essere una ZTL colabrodo”.

Si chiede, inoltre, l’attivazione di “mezzi di trasporto sostitutivi, in particolare bussini elettrici per far sì che tutti possano entrare in centro pur non usando il loro autoveicolo”. Ecco perché “i parcheggi collocati fuori della città devono essere resi economicamente più accessibili”. Il no secco arriva alla possibilità di aprire la Ztl ai veicoli del car sharing: “stanno diventando sempre di più e vengono abbandonate dove capita, riteniamo che i diritti non si debbano poter comprare.”

“Ricordando che le vie pedonalizzate, a suo tempo tanto osteggiate dai commercianti sono risultate alla prova dei fatti le più favorevoli al commercio” conclude il comunicato “i Comitati si dichiarano disponibili a mettere a disposizione la loro capillare esperienza sul territorio affinché la ZTL24h possa attuarsi”.

The post FIRENZE, ZTL NO STOP: PER COMITATI BUONA LA PRIMA appeared first on Controradio.

Nuovo parcheggio per scooter

In arrivo 60 posti per scooter in pieno centro storico.Il parcheggio nei locali dell’ex Tribunale in via dell’Anguillara. Sessanta posti per scooter a due passi dall’area pedonale di San Firenze.


Oggi la giunta comunale ha approvato, su proposta dell’assessore alla mobilità Filippo Bonaccorsi, l’istituzione di un nuovo parcheggio a pagamento per moto e scooter in via dell’Anguillara. Si tratta di uno spazio in passato utilizzato dal Tribunale e quindi lasciato libero al momento del trasferimento delle funzioni giudiziarie al Palagiustizia di Novoli. I locali sono posti al piano terra in via dell’Anguillara ai numeri civici 45R e 47R, appena prima dell’inizio dell’area pedonale di San Firenze, e necessitano di alcuni lavori di adeguamento che saranno effettuati da SAS, che poi gestirà il parcheggio.
“È il secondo posteggio per scooter che istituiremo in centro dopo l’esperienza molto positiva della struttura in via del Parione – dichiara l’assessore Bonaccorsi – e la filosofia è la stessa: il recupero di spazi pubblici lasciati vuoti, quello di via del Parione dall’Università e quello di via dell’Anguillara dal Tribunale, e il loro immediato utilizzo per dare risposta alle esigenze dei cittadini”.
“Parcheggiare in centro storico per gli scooter e motocicli è un problema – sottolinea l’assessore – e spesso assistiamo a situazioni di vera e propria sosta selvaggia. Vogliamo che i cittadini rispettino le regole ma vogliamo anche dare loro la possibilità di rispettarle. E questo parcheggio, come pure con quello di via del Parione, va appunto in questa direzione”.
I locali di via dell’Anguillara potranno ospitare fino a 60 tra ciclomotori e motocicli e saranno gestiti da SAS con le stesse modalità già utilizzati in via del Parione. Quindi apertura tutti i giorni, festivi compresi, con orario 6.30-21.30 e tariffa di 1 euro per ogni accesso