Consigliere Pd minacciato e picchiato in Lucchesia

Consigliere Pd minacciato e picchiato in Lucchesia

Lo ha denunciato il sindaco di Porcari, ragioni politiche.

Il consigliere comunale di Porcari (Lucca) David Del Prete è stato minacciato e picchiato da un uomo che lo ha aspettato sotto casa. Il fatto, avvenuto ieri, è stato denunciato dal sindaco Leonardo Fornaciari (Pd).
“É accaduto un fatto gravissimo, che coincide con il punto più basso di una stagione che ha avvelenato Porcari ben prima delle elezioni dell’11 giugno”, ha detto il sindaco ricordando che l’aggressione è avvenuta contro il più giovane consigliere di Porcari, Del Prete ha 21 anni, ed è stato eletto nelle fila della maggioranza.
Ieri, intorno alle 14.30, secondo quanto riportato da Fornaciari è stato prima offeso, insultato e dileggiato sulla pagina Facebook (“Sei un vero Porcarese”) e poi aggredito fisicamente e colpito al volto sotto casa da un cittadino alla presenza di testimoni.
“L’aggressione fisica – ha proseguito – è sempre e comunque grave ma appare ancora più
inconcepibile se condita da minacce gravissime udite anche da testimoni e soprattutto perché il consigliere Del Prete è stato assalito per ragioni puramente politiche”.
Del Prete, che ieri sera ha dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso riportando una prognosi per trauma contusivo da percosse, ha preferito non essere presente alla conferenza (alla quale erano presente tutti gli altri consiglieri di maggioranza) perché ancora molto scosso dall’episodio.
“Vi confesso – precisa Fornaciari – che ieri il consigliere mi ha più volte chiesto di potersi dimettere dal suo incarico, a causa del clima di odio che serpeggia da tempo in paese. Ed è su questo che voglio soffermarmi e non sulla notizia di reato, sarà a lui a valutare se procedere o meno. Quello che posso sicuramente dirvi è che ho fermamente respinto le sue dimissioni invitandolo a continuare il suo impegno al servizio della comunità. E così sarà, anche se so di chiedergli un grande sacrificio alla luce dei fatti accaduti”.
“L’episodio di ieri – ha detto ancora il sindaco – è l’epilogo di una stagione avvelenata iniziata ancor prima della campagna elettorale, dove l’attacco personale, la delegittimazione sistematica dell’avversario politico, che per alcuni diventa un nemico, si è materializzata nel modo peggiore, disegnando una comunità che alcuni hanno voluto scientificamente dividere. Una comunità, quella di Porcari, da sempre unita e pacifica pur nelle rispettive differenze. Quel che invece raccontiamo oggi ci riporta ad un periodo buio della nostra storia”.
“Il nostro impegno nell’amministrare il paese continua – ha concluso Fornaciari – al di là di minacce, intimidazioni, calunnie che ci sono piovute addosso negli ultimi mesi. L’episodio di ieri segna il punto più basso della vita politica di un paese preso a modello nella Piana di Lucca per le eccellenze che esprime. É arrivato il momento di dire basta: ciò che ha subito David, nella sua veste di cittadino e rappresentante delle Istituzioni, non può e non deve essere tollerato. Come sindaco di questa comunità, chiedo con forza che ognuno dimostri la massima responsabilità e la consapevolezza del ruolo assegnatogli nelle ultime elezioni. E lo faccio nell’interesse di tutto il paese di Porcari”.

L'articolo Consigliere Pd minacciato e picchiato in Lucchesia proviene da www.controradio.it.

Aeroporto: Firenze; Confindustria, la nuova pista va fatta

Aeroporto: Firenze; Confindustria, la nuova pista va fatta

Salvadori: “Pista parallela non ha controindicazioni da un punto di vista ambientale, né da un punto di vista sociale”.

“Io non accetto più di parlare di non fare la pista parallela dell’aeroporto di Firenze”: lo ha affermato Luigi Salvadori, presidente di Confindustria Firenze, commentando l’ipotesi di referendum sul potenziamento dello scalo fiorentino, avanzata dal Pd di Sesto Fiorentino ma criticata dal sindaco metropolitano Dario Nardella.
“Io posso arrivare ad un paradosso – ha detto, a margine della firma di un protocollo con Unicoop Firenze – che troverei non giusto ma giustificato: che si proponesse la chiusura dell’aeroporto Vespucci, con una grandissima perdita di credibilità ed attrattività della città, di posti di lavoro soprattutto. Ma il fatto di non migliorare l’aeroporto, perché la pista parallela non ha controindicazioni da un punto di vista ambientale, né da un punto di vista sociale, io lo trovo un discorso assurdo, e una lotta veramente fatta da dei Don Chisciotte che non so neanche che obiettivi abbiano”.

L'articolo Aeroporto: Firenze; Confindustria, la nuova pista va fatta proviene da www.controradio.it.

Consiglio Toscana: commissione, ok piano razionalizzazione partecipate

Consiglio Toscana: commissione, ok piano razionalizzazione partecipate

Scelta della Regione si muove verso una “annessione” delle nuove società energetiche ex provinciali in un unico soggetto, individuato in Arrr (Agenzia regionale recupero risorse) spa.

La commissione ambiente del Consiglio regionale, guidata da Stefano Baccelli (Pd), ha espresso parere, secondario, favorevole, al Piano straordinario di razionalizzazione delle society partecipate dalla Regione. Secondo Baccelli, spiega una nota, il piano adotta “scelte
opportune. Si mantengono partecipazioni di carattere strategico e di interesse regionale”, in riferimento alle società aeroportuali e ai due interporti.
È inoltre “corretto”, ha osservato ancora, l’inserimento nel Piano di quelle società che “necessitano di un monitoraggio e di attività volte ad aumentare il fatturato e quindi l’efficienza”, ha detto Baccelli citando la Società esercizio aeroporto Maremma spa (Seam) e la Società consortile energia toscana Scarl.
Il Piano dimostra quindi che la scelta della Regione, giudicata da Baccelli “anticipatoria” del decreto Madia, si muove verso una “annessione” delle nuove società energetiche ex provinciali in un unico soggetto, individuato in Arrr (Agenzia regionale recupero risorse) spa.

L'articolo Consiglio Toscana: commissione, ok piano razionalizzazione partecipate proviene da www.controradio.it.

Consiglio Toscana: no a rigassificatore Rosignano

Consiglio Toscana: no a rigassificatore Rosignano

Approvata mozione di Francesco Gazzetti (Pd).

No al rigassificatore di Rosignano Marittimo (Livorno) così come presentato dalla società Edison spa. È quanto chiede una mozione approvata oggi in commissione ambiente del Consiglio regionale, presieduta da Stefano Baccelli (Pd). L’atto, primo firmatario il consigliere Francesco Gazzetti (Pd), impegna la Giunta a non sottoscrivere intese, a livello ministeriale, che approvino il progetto di terminale di rigassificazione di Rosignano.
Nella mozione, spiega una nota, si chiede inoltre a Governo e Regione di continuare a seguire con attenzione gli sviluppi dell’iter relativo alla revisione alla variante Progetto Rosignano, dopo che il ministero dell’Ambiente ha escluso la procedura di valutazione di impatto ambientale (Via) per il progetto.
Come ricordato dallo stesso Gazzetti, la mozione “sostiene le posizioni già espresse dal Comune di Rosignano”. L’ultima variante disegna un progetto “depotenziato nei suoi profili produttivi, impattante sul piano ambientale e con scarse ricadute territoriali a partire da quella occupazionale”.
La stessa Regione ha già espresso un parere negativo in merito all’esclusione della procedura di Via del progetto di revisione alla variante, e si è detta contraria alla realizzazione perché impattante sul piano ambientale.

L'articolo Consiglio Toscana: no a rigassificatore Rosignano proviene da www.controradio.it.

Pd: Hubble, mille giovani con Renzi il 21/10 a Firenze

Pd: Hubble, mille giovani con Renzi il 21/10 a Firenze

25 tavoli tematici per elaborare proposte da portare in Senato.

Più di mille giovani innovatori under 35 a Firenze sabato 21 ottobre per l’evento di apertura del progetto nazionale “Hubble: lo spazio delle idee”, promosso dalla fondazione Cultura Democratica in collaborazione con i gruppi parlamentari Pd di Camera e Senato. L’evento, presentato oggi a Firenze, comprende 25 tavoli tematici dove i giovani si confronteranno con esponenti del mondo politico, accademico e dell’impresa, per elaborare idee e proposte per l’Italia e l’Europa in vista della nuova legislatura.
Le proposte emerse dalla giornata, a cui parteciperà anche il segretario del Pd Matteo Renzi che si confronterà sui giovani in quattro talk su lavoro, welfare, Made in Italy e smart cities, saranno presentate l’1 dicembre in Senato.
“É la nostra risposta – afferma Monia Monni, coordinatrice dell’evento – a chi dice che i giovani non si interessano e non partecipano: i giovani lo fanno, con il loro contributo di idee, con il loro portato di innovazione, se vengono messi a disposizione gli strumenti giusti che danno loro l’opportunità, poi, di vedere in concreto i risultati del loro lavoro”.
Alla domanda dei giornalisti che le chiedevano se l’evento Hubble di cui è coordinatrice rappresenti una sorta di “investitura” renziana della stessa Monni come candidata alla segreteria regionale del Pd, Monni ha risposto che “Non c’entra assolutamente niente, è una ricostruzione giornalistica. L’unico interesse che io ho come dirigente di questo partito – ha continuato – è quello di dare un tavolo di confronto, uno spazio di confronto ai giovani che sono un interlocutore che riusciamo a intercettare molto poco, l’analisi del voto ce lo dice chiaramente”.
L’evento di Firenze sarà anche occasione per presentare un nuovo spazio di confronto per
sviluppare idee e proposte da veicolare alle istituzioni, l’app #Ioinnovo, un’infrastruttura dove ogni iscritto potrà creare il proprio profilo da innovatore. Ogni partecipante potrà essere geo-localizzato in una mappa dinamica a livello italiano e internazionale (per gli italiani all’estero) e connettersi con gli altri profili.
“Hubble è una grande opportunità per i giovani di tutta Italia di diventare protagonisti dell’innovazione con le loro idee valorizzando energie e competenze delle nuove generazioni’, ha detto Federico Castorina, presidente di Cultura Democratica, che riunisce un network di circa 5.000 giovani innovatori under 35 in Italia e all’estero: nel corso dell’attuale legislatura, Cultura Democratica ha coinvolto oltre 2.000 giovani nell’elaborazione di oltre 20 disegni di legge.
“É di fondamentale importanza – ha aggiunto Giuseppe Benagiano, presidente dell’Istituto superiore di Sanità, presente alla presentazione di oggi – l’impegno e la partecipazione dei giovani al processo di innovazione del nostro Paese anche attraverso la politica e lo sviluppo di una cultura scientifica. Fondamentale è l’istituzione dell’Unità di missione per la ricerca biomedica così da poter realizzare un sistema di welfare integrato e sostenibile”.

L'articolo Pd: Hubble, mille giovani con Renzi il 21/10 a Firenze proviene da www.controradio.it.