ARRESTO SINDACO DI PESCIA, M5S: “PD DOVEVA SFIDUCIARLO UN ANNO FA”

Giurlani: no fusioni dall'alto per piccoli comuni arresto Giurlani

Sull’arresto del sindaco di Pescia Oreste Giurlani si sono espressi consiglieri regionali M5s: “Il Pd doveva sfiduciarlo un anno fa, sapevano e non hanno fatto nulla?”

“L’arresto di Oreste Giurlani ci riporta indietro di un anno, quando chiedemmo che prima di ogni integrazione Uncem-Anci fosse fatta un’operazione di trasparenza almeno sulla gestione toscana in capo all’attuale sindaco di Pescia. Il Pd, del quale Giurlani fa parte, andò dritto ignorando la richiesta. A questo punto, visto come è andata, devono a noi e ai cittadini almeno una risposta: sapevano e hanno cercato di eludere il problema?”. Lo affermano i consiglieri regionali M5s Giacomo Giannarelli e Gabriele Bianchi, a commento della misura di custodia per peculato disposte nei confronti del sindaco di Pescia ed ex presidente di Uncem Toscana Oreste Giurlani.

“Un anno fa agimmo a tutti i livelli istituzionali per approfondire i problemi amministrativi di Uncem Toscana – aggiungono in una nota -, e insieme alla senatrice Laura Bottici riuscimmo ad ottenere alcune conferme. Se il Pd avesse avuto seriamente a cuore l’interesse generale avrebbe dovuto da tempo sfiduciare la gestione Giurlani, mentre l’ha difesa fino a sostenere come sindaco di Pescia una persona arrestata oggi per peculato. Un reato odioso che colpisce proprio la fiducia dei cittadini nei rappresentanti istituzionali” concludono i Cinque Stelle.

The post ARRESTO SINDACO DI PESCIA, M5S: “PD DOVEVA SFIDUCIARLO UN ANNO FA” appeared first on Controradio.

Renzi candidato senza primarie

Renzi candidato senza primarie. Ieri sera  l’assemblea cittadina del Pd ha confermato la ricandidatura di Matteo Renzi a sindaco di Firenze per le elezioni di maggio: niente primarie quindi, avendo Renzi superato con l’80% dei voti – 114 sì, un no e 30 astenuti -la soglia del 60%,prevista dallo statuto del partito per evitare appunto lo svolgimento delle primarie

matteorenziRenzi aveva presentato la sua ricandidatura il 9 gennaio, al segretario cittadino del Pd, Federico Gianassi, che sottolineando il consenso ricevuto dal segretario nelle primarie dello scorso dicembre,aveva chiesto di non ” sottoporre il Segretario nazionale del Partito democratico nuovamente a primarie così ravvicinate”.

Renzi ufficializza candidatura a sindaco

Renzi ufficializza candidatura a sindaco. In una lettera al segretario cittadino del Pd, Federico Gianassi, ieri sera Renzi ha ufficializzato la sua ricandidatura alla guida della citta’ per le prossime elezioni di maggio. Secondo il regolamento del PD toscano,i sindaci in carica che intendevano ricandidarsi dovevavno farlo entro oggi 10 gennaio.

matteorenziAdesso Gianassi dovra’ riunire l’assemblea cittadina per la proclamazione della candidatura. Se avverra’ con almeno il 60% dei voti, non ci sara’ bisogno di ricorrere alle primarie. Il segretario cittadino ha affermato ”Io chiedero’ che la candidatura di Renzi sia proclamata senza passare dalle primarie”,sottolineando l’80% dei consensi ottenuto a Firenze alle elezioni per il segretario del PD. Ricordiamo che l’ex assessore al bilancio della giunta Renzi,Claudio Fantoni, aveva presentato la sua candidatura a Sindaco,chiedendo le primarie e attaccando Renzi per il suo doppio incarico di sindaco e segretario PD.