Pd: Nardella, buon percorso quello tracciato da Martina 

Pd: Nardella, buon percorso quello tracciato da Martina 

Il sindaco di Firenze Dario Nardella, a margine di un evento a Loiano, nel Bolognese, sull’intesa tre le Città Metropolitane di Bologna e Firenze, ha esortato M5S e Lega a dimostrare di sapere e volere governare, dati i risultati che hanno conseguito alle elezioni.

Il sindaco fiorentino, Dario Nardella, ha detto: “Io credo che quello tracciato da Maurizio Martina sia un buon percorso. Non dobbiamo demonizzare gli italiani che hanno votato Lega o Movimento 5 Stelle: primo perché molti di questi erano anche nostri elettori, secondo perché una cosa é distinguere tra i politici, altro é invece parlare all’elettorato”.
Il primo cittadino toscano ha aggiunto che “noi dobbiamo recuperare tutti quegli italiani che hanno avuto fiducia nella riforma costituzionale, quel 40%, e tutti quegli italiani che, nel 2014, alle europee e anche alle amministrative, penso alla mia città Firenze, hanno creduto in un progetto di centrosinistra. Visto che c’è una grande fluidità del voto – ha concluso Nardella – noi non dobbiamo disperare. Ora è venuto che il Movimento 5 Stelle e Lega, per il risultato elettorale che hanno conseguito, dimostrino di volere e di sapere governare il Paese in modo coerente con le promesse che hanno fatto in campagna elettorale a milioni di italiani”.

L'articolo Pd: Nardella, buon percorso quello tracciato da Martina  proviene da www.controradio.it.

Dimissioni del segretario Pd di Viareggio

Dimissioni del segretario Pd di Viareggio

Viareggio, si dimette dall’incarico il segretario del Pd di Viareggio Filippo Guidi, lo rende noto lo stesso Guidi spiegando che la sua è una decisione “irrevocabile”.

“È finita da tempo in me la voglia e la passione nel fare politica. Già prima dell’inizio della campagna elettorale avevo più volte meditato su questa eventualità – spiega l’ex segretario – e oggi dopo alcuni giorni di riflessione personale post elettorale sono arrivato a questa inevitabile e dolorosa conclusione. Naturalmente i risultati dell’ultima tornata elettorale, molto negativi per il mio partito, hanno aumentato questa mia personale sensazione di disagio e di difficoltà ed ho quindi deciso di prendere questa decisione”.

Guidi ritiene che il Pd di Viareggio “abbia davanti a sé un periodo piuttosto lungo di tregua elettorale in cui sono certo saprà trovare al suo interno una guida forte ed autorevole per i prossimi anni. Ringrazio tutti gli amici e i compagni del Pd Viareggio e del Pd Versilia che mi hanno accompagnato ed aiutato in questo difficile percorso”.

L'articolo Dimissioni del segretario Pd di Viareggio proviene da www.controradio.it.

Elezioni: Toscana, eletti in totale 56 parlamentari

Elezioni: Toscana, eletti in totale 56 parlamentari

E’ ‘pareggio’ in Toscana tra centrodestra e centrosinistra per numero di eletti in regione alle politiche di domenica scorsa. Dei 56 che andranno in Parlamento grazie al voto toscano (18 senatori e 38 deputati), 23 appartengono al centrodestra, altrettanti al centrosinistra. Nove invece gli eletti da M5s e uno da Leu.

Come spiega il direttore dell’Osservatorio elettorale e del settore ‘Politiche per la partecipazione della Regione Toscana Antonio Floridia, al Senato “il centrosinistra ha eletto 7 senatori, 4 nel proporzionale e 3 nell’uninominale (6 il Pd e 1 Insieme), il centrodestra ne ha eletti 8, 4 nel proporzionale (2 la Lega, 1 Fi, e 1 Fdi), e altrettanti nell’uninominale (2 Fi, 1 Fdi e Lega). Tre i senatori M5s, tutti eletti nel proporzionale”. Alla Camera, ha spiegato ancora Floridia, “nell’uninominale sono stati eletti 7 deputati dal centrosinistra (tra cui uno con Civica popolare), e 9 in quota proporzionale dal Pd. Il centrodestra ha eletto 7 deputati in quota uninominale e nel proporzionale altri 8: 4 della Lega, 3 di Forza Italia, e 1 di Fratelli d’Italia. M5s ne ha eletti 6 nel proporzionale e 1 Leu”.

L'articolo Elezioni: Toscana, eletti in totale 56 parlamentari proviene da www.controradio.it.

Elezioni: Di Giorgi (PD), Noi forza responsabile, scongiurare alleanza estremismi M5S-Lega

Elezioni: Di Giorgi (PD), Noi forza responsabile, scongiurare alleanza estremismi M5S-Lega

Rosa Maria Di Giorgi ai microfoni idi Controradio. La vicepresidente del Senato, candidata alla Camera nel Collegio uninominale Firenze-Scandicci: “sono sicura che gli italiani sapranno premiare una forza che ha risollevato il Paese dal baratro in cui l’aveva condotto il centro destra, non consegnando il paese all’alleanza Salvini-Grillo”.

“Sono certa che il Partito Democratico avrà un buon risultato e che gli italiani sapranno dimostrare la propria responsabilità non consegnando il Paese nelle mani dai  populisti ed  estremisti. Ci sono ancora tante persone indecise, non posso pensare che i nostri concittadini vogliano rischiare di gettare l’ Italia in mano ad una alleanza 5Stelle- Salvini con l’aggiunta della Meloni” lo ha dichiarato Rosa Maria Di Giorgi, vicepresidente del Senato e candidata alla Camera nel collegio uninominale Firenze-Scandicci, intervistata questa mattina a Controradio.
“Il Pd ha dimostrato in questi anni di essere una forza di governo responsabile, che ha preso in mano un Paese devastato dalla crisi e dalle politiche del centrodestra e lo ha portato  fuori dalle secche in cui era stato cacciato dopo anni di politiche fallimentari e scellerate” ha sottolineato Di Giorgi. “Noi abbiamo rimesso in moto l’economia, dando alle aziende la possibilità di assumere, e di sfruttare gli incentivi fiscali per l’innovazione e l’acquisto di macchinari” ha proseguito la vicepresidente del Senato.
Che ha aggiunto: “ora il nostro obiettivo è dare sostegno a chi in questi anni non ha ancora goduto della ripresa economica, ovvero innanzitutto alle famiglie con figli: abbiamo già predisposto un pacchetto di 9 miliardi di euro per supportare tutti i nuclei familiari con figli, comprendendo anche gli incapienti, che finora erano esclusi da qualsiasi forma di sussidio. Investiremo sul welfare diffuso in modo ancora più più capillare, con aiuti per l’assunzione di badanti, per le famiglie  con persone affette da malattie croniche invalidanti, per supportare chi deve affrontare il Parkinson o l’Alzheimer di un proprio caro e spesso si trova solo di fronte alle difficoltà”.
“Tutto questo lo faremo -conclude Di Giorgi- perché sono certa che, come già in Francia ed in Germania, gli italiani, che sono un popolo saggio, sapranno dimostrare la loro responsabilità nelle urne, premiando la concretezza ed il buongoverno del PD ”.

L'articolo Elezioni: Di Giorgi (PD), Noi forza responsabile, scongiurare alleanza estremismi M5S-Lega proviene da www.controradio.it.

Casapound al dibattito, esponente LeU lascia sala, Di Giorgi non presenzia

Casapound al dibattito, esponente LeU lascia sala, Di Giorgi non presenzia

Oggi all’ordine dei Commercialisti di Firenze una tavola rotonda elettorale organizzata da Controradio. Appresa la partecipazione dell’esponente di Casapound i rappresentanti di LeU e PD hanno abbandonato la discussione.

Filippo Fossati, deputato di Liberi e Uguali e candidato in Toscana alle elezioni del 4 marzo, ha abbandonato il dibattito di oggi all’Ordine dei Commercialisti di Firenze: il motivo, come ha annunciato lo stesso Fossati al microfono, è stato la presenza all’iniziativa di un esponente di Casapound, Massimiliano Bartolozzi.

“Non vogliamo legittimare una situazione che per noi è fuori dalla legge”, ha detto Fossati, ribadendo come “non accettiamo che in questo confronto elettorale si possano presentare dibattiti a cui partecipa anche Casapound, perché riteniamo che definendosi erede del regime fascista si ponga fuori del nostro arco costituzionale”.

L’esponente di LeU ha concluso ricordando che “le libere professioni in quel periodo furono assoggettate al fascismo”. All’iniziativa non hanno preso parte per lo stesso motivo, secondo quando si è appreso dai loro staff, gli esponenti Pd Rosa Maria Di Giorgi e David Ermini, la cui presenza era prevista dal programma del dibattito.

L'articolo Casapound al dibattito, esponente LeU lascia sala, Di Giorgi non presenzia proviene da www.controradio.it.