TOSCANA INDENNE DA XYLELLA, COLDIRETTI ESULTA

ulivi toscana xylella Coldiretti

Coldiretti espirme soddisfazione per l’esito controlli del Servizio Fitosanitario toscano su xylella: “sorveglianza conferma: la Toscana è indenne”

“Con una nota della Regione Toscana sui principali risultati ottenuti nel 2016 sull’attività di sorveglianza effettuata dal Servizio Fitosanitario si conferma che il territorio della Toscana è indenne nei confronti dell’organismo nocivo da quarantena Xylella fastidiosa che sta creando enormi danni in altre aree del Paese”. E’ quanto spiega, con una nota, Coldiretti Toscana che, attraverso il suo direttore generale Antonio De Concilio, esprime soddisfazione per l’esito dei controlli.

Complessivamente, riporta sempre l’associazione, il numero dei campioni prelevati e analizzati sul territorio regionale, nel corso dell’anno 2016, è stato di 4312 (3663 vegetali + 649 insetti). Il prelievo dei campioni ha interessato 54 specie vegetali di vivai, garden e oliveti. I risultati analitici dei campionamenti effettuati nel 2016, sono risultati tutti negativi, confermando che il territorio della Toscana “è area indenne da Xylella fastidiosa, così come sancito dal decreto ministeriale del 18 febbraio del 2016″. “E’ bene – commenta De Concilio – che le attività di sorveglianza continuano anche nel 2017 per garantire che lo stato di zona indenne possa essere confermato a fronte dei controlli effettuati.

Una notizia molto importante soprattutto per le 3.600 aziende florovivaistiche della regione che operano su una superficie di 7.500 ettari ripartiti tra vivaismo e floricoltura che rappresentano il 3.4% delle aziende agricole totali, solo lo 0.9% della Sau toscana, ma contribuiscono per circa il 29% al valore della produzione agricola regionale con una plv di circa 750 milioni di euro”.

The post TOSCANA INDENNE DA XYLELLA, COLDIRETTI ESULTA appeared first on Controradio.

Il 1 aprile riapre il Giardino dei Semplici

Il 1 aprile riapre il Giardino dei Semplici. Da martedì 1° aprile riapre al pubblico l’Orto botanico del Museo di Storia Naturale dell’Unifi (via Micheli, 3), con orario estivo: dal lunedì alla domenica, tranne il mercoledì, dalle ore 10 alle 19. E per tutto il mese di aprile il biglietto d’ingresso è ridotto a 3 euro.

orto botanico di firenze

L’Orto Botanico è nato come Giardino di piante medicinali (i Semplici) nel 1545 ed è fra i tre Orti più antichi al mondo insieme con quelli di Pisa e Padova.
Oggi il Giardino dei Semplici, secondo la definizione del Botanic Garden Conservation Interational (Organismo che annovera gli orti botanici di tutto il mondo), è “un’istituzione che possiede documentate collezioni di piante viventi per le finalità di ricerca scientifica, conservazione, esposizione ed educazione”.
Nel 2004 l’Orto è stato nominato CESFL (Centro  per la conservazione ex situ della flora) dalla Regione Toscana e svolge tale attività in collaborazione con gli Orti di Pisa e Siena.
Con visite guidate, laboratori e attività culturali l’Orto si apre alla cittadinanza e alle scuole per diffondere la cultura botanica.
Da maggio 2008 sono disponibili percorsi multisensoriali tattili e olfattivi per non vedenti.