Tramvia 3.2, saggi archeologici: da lunedì 19 cambia mobilità

Tramvia 3.2, saggi archeologici: da lunedì 19 cambia mobilità

Si prepara la prima fase dell’indagine archeologica non invasiva lungo il percorso della linea 3.2 per Bagno a Ripoli, i lavori avranno inizio lunedì 19 agosto. I saggi archeologici richiesti dalla Soprintendenza riguarderanno inizialmente il tratto da viale Matteotti a viale Giovine Italia comprese piazzale Donatello e piazza Beccaria. Di seguito i dettegli diffusi in un comunicato del Comune di Firenze.

Le lavorazioni sono organizzate in modo da minimizzare l’impatto sulla circolazione: lo scavo con occupazione più ampia della carreggiata (due corsie) sarà effettuato di notte, in orario diurno l’area di cantiere sarà ridotta alla zona intorno all’apertura dove saranno impegnati gli archeologi e la notte successiva è previsto il ripristino della pavimentazione. I saggi inizieranno in viale Giovine Italia e piazza Beccaria, poi a seguire viale Matteotti, piazzale Donatello per chiudere in viale Gramsci.
Questa l’articolazione per fasi.

Saggi Beccaria: dalle 5 del 19 alle 12 del 23 agosto nel tratto da viale Gramsci a viale Giovine Italia saranno in vigore divieti di sosta e restringimenti di carreggiata (resta una corsia). Per mettere a disposizione una seconda corsia di scorrimento saranno istituiti divieti di sosta anche nello spicchio interno lato della piazza lato edifici.

Saggi Pecori Giraldi: divieti di sosta e restringimenti di carreggiata in viale Giovine Italia nel tratto che si immette sul lungarno in vigore dalle 5 del 19 alle 17 del 21 agosto; stessi provvedimenti all’intersezione tra lungarno Pecori Giraldi e viale Giovine Italia. Restano due corsia in direzione viale Amendola.

Saggi Matteotti: dalle 21 del 20 alle 5.30 del 23 agosto saranno in vigore divieti di sosta e restringimenti carreggiata in viale Matteotti da piazza della Libertà a via La Marmora. In orario diurno saranno disponibili due corsie mentre dalle 21 alle 5.30 la corsia diventerà una sola. Nello stesso orario sarà chiusa la corsia preferenziale di via La Marmora da viale Matteotti a via Modena.

Saggi Donatello: dalle 21 del 26 alle 6 del 29 agosto divieti di sosta e restringimenti di carreggiata in piazzale Donatello nel tratto da viale Matteotti in direzione di viale Gramsci compresa la direttrice proveniente da via degli Artisti. In orario notturno (21-6) resterà a disposizione una corsia.

Saggi Gramsci: dalle 21 del 28 alle 6 del 30 agosto divieti di sosta e restringimenti di carreggiata in viale Gramsci nel tratto compreso fra i numeri civici 45 e 41. In orario diurno nella direttrice verso piazza Beccaria saranno a disposizione due corsie. In orario notturno (21-6) invece nello stesso tratto è previsto un ulteriore restringimento con una sola corsia per il transito, mentre sull’altra direttrice verso piazzale Donatello le corsie a disposizione saranno due.

Il pdf del programma visto sulla mappa della città.
cronoprogramma saggi archeologici linea tramvia 3.2

L'articolo Tramvia 3.2, saggi archeologici: da lunedì 19 cambia mobilità proviene da www.controradio.it.

Firenze: l’Astra 2 di piazza Beccaria rimarrà cinema

Firenze: l’Astra 2 di piazza Beccaria rimarrà cinema

Astra 2, ok alla convenzione con il privato per mantenere l’attività. L’assessore Bettarini: “Un risultato importante per la cultura e la storia di questa città”

Il cinema Astra 2 di piazza Beccaria manterrà la funzione cinematografica. È quanto prevede la convenzione che ha avuto oggi il via libera della giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell’assessore all’Urbanistica Giovanni Bettarini. La convenzione si basa sulla norma ‘salva-cinema’ prevista dal regolamento urbanistico e impone al privato il mantenimento dell’attività cinematografica sul 60% della superficie totale dell’immobile originariamente destinata a cinema.

“Un risultato importante per la cultura e la storia di questa città – ha detto l’assessore Bettarini – Una convenzione che mette nero su bianco l’impegno del privato a mantenere la funzione cinematografica dell’Astra 2 anche in caso di vendita parziale o totale dell’immobile. La norma ‘salva-cinema’ funziona e noi la utilizziamo per favorire la permanenza di attività culturalmente rilevanti per la città, garantendo al tempo stesso una maggiore attrattività del servizio e la sostenibilità dell’attività cinematografica e teatrale”.

L’immobile è attualmente inutilizzato e da anni non svolge più funzione cinematografica. Con la convenzione, il privato si impegna a mantenere per 10 anni l’attività cinematografica su una superficie non inferiore a 450 metri quadri, pari al 60% della superficie totale originariamente destinata a cinema. La superficie restante sarà utilizzata dall’operatore per attività bancaria. In caso di alienazione parziale o totale degli immobili oggetto della convenzione, gli obblighi assunti dall’operatore si estendono agli acquirenti, indipendentemente da eventuali clausole di vendita diverse o contrarie.

L'articolo Firenze: l’Astra 2 di piazza Beccaria rimarrà cinema proviene da www.controradio.it.