Turismo: Firenze, guida e app per conoscere l’Oltrarno

Turismo: Firenze, guida e app per conoscere l’Oltrarno

Nardella: “Sull’Oltrarnostiamo mettendo in pratica il piano di riqualificazione più ambizioso degli ultimi anni”.

Una guida cartacea ma anche una App per localizzare dal proprio smartphone strade, palazzi, musei, botteghe artigiane e curiosità dell’Oltrarno fiorentino: è “Oltrarno su misura”, nata da un lavoro lungo due anni ad Opera del Comune di Firenze, la Camera di Commercio di Firenze, Oltrarno Promuove 2.0 e le associazioni di categoria (Confartigianato, Confcommercio, Cna e Confesercenti), con il contributo della Fondazione Cr Firenze.
La guida si compone di 280 pagine con immagini del gruppo di lavoro guidato dal fotografo Dario Garofalo, curato dalla casa editrice Gruppo Editoriale: storia e curiosità di San Frediano, Porta Romana, Santo Spirito e San Niccolò, il cibo e il teatro, le chiese, i giardini, e le oltre 800 “botteghe” del quartiere.
“Credo che la guida serva a conoscere meglio l’Oltrarno, a rispettarlo ed amarlo”, ha affermato il sindaco Dario Nardella, che ha presentato oggi l’iniziativa: “L’internazionalità è fondamentale – ha detto – però è importante mantenere un punto di equilibrio, perché  vive, e possa andar bene a chi ci vuole passare del tempo per divertirsi”.
“Sull’Oltrarno – ha ricordato Nardella – stiamo mettendo in pratica il piano di riqualificazione più ambizioso degli ultimi anni, mi riferisco al rifacimento di Piazza del Carmine, ai lavori di Piazza dei Nerli che sta ormai finendo, per i primi di novembre la inaugureremo con le nuove piante con l’asfalto cosiddetto artistico come in Piazza Pitti; il rifacimento di via dei Bardi in pietra con la piazzetta di Santa Maria Soprarno che sarà finita proprio il 3 di novembre, anche questa tutta in pietra”.
“Questo – ha proseguito il sindaco – si aggiunge al Lungarno Torrigiani che come avevamo promesso dopo il crollo è stato ricostruito in 5 mesi, e non è vero che lo abbiamo richiuso, stiamo semplicemente continuando i lavori proprio per rifare quella parte del fiume; ma penso anche alle piccole cose, il rifacimento della fontana di Piazza del Carmine come le aiuole. Insomma, sono veramente tanti gli interventi che interessano questa parte della città: è ovvio che però l’Oltrarno dobbiamo amarlo tutti, dobbiamo sentirci tutti responsabili rispettando le regole della convivenza, senza travalicare i diritti degli altri”.

L'articolo Turismo: Firenze, guida e app per conoscere l’Oltrarno proviene da www.controradio.it.

Piazza del Carmine, da domani cantiere si apre al pubblico

Piazza del Carmine, da domani cantiere si apre al pubblico

Si tratta del “cantiere sperimentale” con un duplice obiettivo: rendere visibile l’assetto futuro dell’intera piazza e offrire una occasione di confronto con i cittadini sui contenuti della trasformazione.

Da domani per una settimana il cantiere di piazza del Carmine si apre al pubblico. Si tratta del “cantiere sperimentale” previsto già nel progetto esecutivo del 2016 con un duplice obiettivo: rendere visibile l’assetto futuro dell’intera piazza e al tempo stesso offrire una occasione di confronto con i cittadini sui contenuti della trasformazione anche per avviare la ricostruzione del senso di spazio e valore urbano della piazza che si è andato affievolendo.

I cittadini potranno conoscere, tramite pannelli informativi, il progetto della piazza riqualificata e rinnovata, ma anche le sperimentazioni e le campionature del restauro del selciato storico e delle nuove pavimentazioni e ancora le essenze degli alberi che saranno piantati.

Nei giorni di apertura quindi si potrà vedere il plastico del progetto, conoscere nel dettaglio le lavorazioni e le attrezzature utilizzate e i cittadini potranno anche ricevere direttamente informazioni qualificate.

Da domani a venerdì 29, dalle 10 alle 17, sarà possibile visitare il “cantiere sperimentale” e ricevere chiarimenti dal personale. Inoltre da sabato 23 al 28 settembre tutti i pannelli informativi del progetto, compresi quelli delle ricerche e analisi svolte nelle fasi preliminari, saranno esposti sul lato della basilica, insieme alle campionature delle lavorazioni più significative.

L’apertura del “cantiere sperimentale” è anche l’occasione per una riflessione sul ruolo del verde urbano. In Sala Vanni giovedì 28 settembre esperti si confronteranno nel corso del convegno “Verde urbano: indici ambientali, verde spontaneo e microclimi in città. Casi di studio e ricerche in corso”. Dopo i saluti dell’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti e l’introduzione di Giorgio Caselli delle Belle Arti del Comune, interverranno Andrea di Paolo (agronomo e architetto del paesaggio), Federico Selvi (professore di botanica ambientale applicata all’Università di Firenze) e Teodoro Di Cintio (fisico dell’IBIMET-CNR di Bologna). Le conclusioni saranno affidate ad Alberto Di Cintio (professore Università di Firenze – unità di ricerca “Paesaggio, Patrimonio culturale, Progetto”). L’appuntamento è per giovedì dalle 15.30.

L'articolo Piazza del Carmine, da domani cantiere si apre al pubblico proviene da www.controradio.it.

Capodanno fiorentino polare e popolare

Capodanno fiorentino polare e popolare. “Ringrazio i fiorentini, i visitatori e i turisti che, con pochissime eccezioni, hanno accolto il nostro appello a mantenere comportamenti civili e di buon senso”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella a proposito della festa del Capodanno 2015 che si è svolta tra piazza del Carmine, piazzale del Re alle Cascine, piazza Signoria e piazza Santissima Annunziata, registrando un grande successo di partecipazione.
Ai concerti gratuiti nelle piazze hanno assistito 30.000 persone che hanno sfidato le temperature polari pur di esserci: 10.0000 alle Cascine, 8.000 in piazza del Carmine, 8.000 in piazza della Signoria e 4.000 in piazza Santissima Annunziata. A quanto risulta dalle ricognizioni fatte sembra che non ci siano stati incidenti di rilievo a persone per i botti o viabilità. Per quanto riguarda l’ordine pubblico, erano in servizio 120 agenti della Polizia municipale.
“Vorrei rivolgere un ringraziamento sentito a coloro che hanno lavorato tutta la notte – ha continuato il sindaco – e agli addetti di Quadrifoglio che stamani all’alba hanno iniziato a pulire la città dopo i festeggiamenti”.
Il clou della festa è stato al Parco delle Cascine dove il sindaco è salito sul palco con Mario Biondi per attendere l’arrivo del nuovo anno e stappare lo spumante. Nardella ha iniziato il tour tra le piazze del Capodanno 2015 da piazza del Carmine, dove con la vicesindaca Ieri mattina , invece, il sindaco Nardella si è recato al nuovo Teatro dell’Opera di Firenze per il tradizionale concerto di Capodanno che ha avuto come protagoniste tre delle sette orchestre della Scuola di Musica di Fiesole, fondata dal Maestro Piero Farulli: l’Orchestra dei Ragazzi, la Galilei e i valenti musicisti dell’Orchestra Giovanile Italiana.