Alberi, Italia Nostra: “A Firenze regnano le motoseghe”.

Alberi, Italia Nostra: “A Firenze regnano le motoseghe”.

Dopo le 500 firme raccolte contro l’abbattimento dei 36 pini in Piazza della Vittoria e consegnate da Italia Nostra al sindaco Dario Nardella a fine gennaio, oggi ne saranno consegnate altre.

“In questi giorni succedono cose gravissime a Firenze,” afferma Mariarita Signorini, Presidente Nazionale di Italia Nostra. “In tutta la città regnano le motoseghe e l’eco della loro azione dagli storici Viali dei Colli di Giuseppe Poggi arriva fino a Palazzo Vecchio, al Duomo, a Piazza della Liberta, a Piazza della Vittoria e all’Isolotto”.

“Mentre gli abbattimenti indiscriminati di alberature sane continuano, ci chiediamo se la gestione del patrimonio verde di Firenze sia improntato alla necessaria trasparenza!” – prosegue Mariarita Signorini – “I cittadini vorrebbero essere coinvolti nelle scelte perché considerano gli alberi un elemento essenziale del decoro urbano, che offre riparo alla calura estiva e, non ultimo, smaltisce la CO2. Per tali ragioni, li vogliono conservare, se sani, fino alla fine del loro ciclo vitale”.

“Qui è in gioco anche il preoccupante cambiamento del clima in atto. Il Sindaco di Firenze ha firmato nel 2010 il ‘Patto 2020 dei Sindaci per il Clima e l’Energia’, con l’impegno di ridurre le emissioni di CO2 di almeno il 40 % entro il 2030. Impegno incompatibile con il continuo abbattimento di alberi sani e pienamente efficaci nella loro lotta contro la CO2, mentre in tutto il mondo si accresce la cura del verde per migliorare la salute del pianeta”, dichiara Leonardo Rombai, presidente di IN Firenze.

Dopo le 500 firme raccolte contro l’abbattimento dei 36 pini in Piazza della Vittoria e consegnate da Italia Nostra al sindaco Dario Nardella a fine gennaio, oggi ne saranno consegnate altre.

L'articolo Alberi, Italia Nostra: “A Firenze regnano le motoseghe”. proviene da www.controradio.it.