Allarme bomba, annullata visita ministro Padoan nel Senese 

Allarme bomba, annullata visita ministro Padoan nel Senese 

Un allarme bomba ha costretto il ministro Pier Carlo Padoan, candidato del Partito democratico alle elezioni nel collegio uninominale alla Camera per Siena, ad annullare la visita allo stabilimento Prada di Piancastagnaio (Siena).

L’allarme bomba è scattato dopo una telefonata anonima in azienda. I carabinieri stanno provvedendo all’ispezione dei luoghi. Padoan proseguirà nel calendario degli incontri previsti per oggi in provincia di Siena.

L'articolo Allarme bomba, annullata visita ministro Padoan nel Senese  proviene da www.controradio.it.

Elezioni: Padoan, “nulla scontato a Siena ma risultato sarà positivo”

Elezioni: Padoan, “nulla scontato a Siena ma risultato sarà positivo”

“La mia candidatura a Siena è importante e sfidante. Richiede un impegno forte. Nulla è dato per scontato”, ma “i risultati saranno positivi”. Lo ha detto ai cronisti il ministro Pier Carlo Padoan, in un pausa del pranzo elettorale a Serre di Rapolano (Siena), rispondendo a una domanda dei cronisti sulla sua candidatura a Siena nota roccaforte del Pd.

Il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ha lasciato il pranzo elettorale al teatro di Serre di Rapolano (Siena) dopo essere rimasto coi dirigenti locali e i sostenitori del Pd per l’intera iniziativa, che era stata preceduta da una breve riunione organizzativa.
Circa 250 iscritti e sostenitori del Pd, provenienti da tutta la provincia, hanno partecipato al pranzo versando una quota minima di 25 euro, a cui molti hanno aggiunto altre somme a offerta libera. Padoan, sia in un incontro coi dirigenti provinciali del
Pd prima del pranzo, sia nei colloqui informali durante l’iniziativa, ha dato “piena disponibilità – ha riferito il segretario del Pd di Siena Andrea Valenti – a realizzare con la
sua presenza iniziative nel collegio durante la campagna elettorale, non solo in città ma anche nella provincia. Iniziative che stiamo preparando”.
L’evento si è svolto in un clima cordiale dove il ministro e candidato, uscendo dall’ufficialità, si è alzato dal suo posto per portare personalmente il suo saluto a molti dei presenti.
Padoan è andato in cucina per conoscere le cuoche volontarie (menu toscano in tavola), poi in una pausa successiva ha fatto un giro tra i tavoli stringendo mani e tenendo brevi
conversazioni con i sostenitori, quindi, ancora dopo, ha ripercorso coi ricordi il suo periodo giovanile a Siena, agli albori della carriera universitaria, nel 1974, parlandone nel
giardino del teatro insieme ad alcuni dirigenti locali e coi cronisti.
Hanno inoltre partecipato al pranzo, tra gli esponenti del partito, anche l’onorevole Susanna Cenni e il sindaco di Siena, Bruno Valentini.

L'articolo Elezioni: Padoan, “nulla scontato a Siena ma risultato sarà positivo” proviene da www.controradio.it.

Siena: la Lega candida Borghi contro Padoan

Siena: la Lega candida Borghi contro Padoan

Il responsabile economia della Lega, Claudio Borghi, sfidera’ il ministro uscente dell’Economia Pier Carlo Padoan nel collegio di Siena. Lo annuncia Matteo Salvini, in conferenza stampa alla Camera.

“In giornata saro’ a disposizione per commentare i fatti della politica dal Lazio ai vescovi ma questa e’ conferenza stampa dedicata ai temi ‘economia e Europa’, a cosa fara’ il governo Salvini dal 5 marzo”. E presenta “due candidature che renderanno evidente la linea coerente della Lega sul ruolo Italia in Europa”.

Il primo e’ appunto Claudio Borghi “a cui ho chiesto di candidarsi- spiega Salvini- nel collegio di Siena per sfidare Padoan con tutti i temi che rendono distantissime le posizioni della Lega, penso che sara’ un collegio conteso, offriremo ai toscani un futuro diverso rispetto ai drammi del passato”.

“Avrò la possibilità, da senese d’adozione, di dare l’opportunità ai senesi di dire la propria su un partito, il Pd che ha distrutto e non salvato la banca più antica del mondo e di dire che l”onta sarà lavata con il voto”, dice Borghi.

Altra candidatura quella di Alberto Bagnai, docente universitario e autore del libro ‘Il tramonto dell’euro’, che “sara’ candidato in diverse regioni sicuramente in Abruzzo e Lazio. L’euro- osserva il segretario della Lega- resta un esperimento sbagliato, noi non cambiamo idea, vogliamo difendere l’interesse nazionale”. Bagnai “proviene da una cultura da sinistra, ma il Pd ha svenduto l’interesse economico alle multinazionali”. Il docente parla dell’euro come di “fallimento annunciato”, ricordando la sua collaborazione con ‘il Manifesto’, “ho parlato con diversi politici ma Salvini e’ l’unico che ha rispettato i mio lavoro”, sottolinea.

L'articolo Siena: la Lega candida Borghi contro Padoan proviene da www.controradio.it.

Etruria, Padoan: “continue discussione tra me e premier”

Etruria, Padoan: “continue discussione tra me e premier”

Il Ministro dell’economia, in audizione alla Commissione d’inchiesta sulle banche, dice di non aver mai autorizzato a colloqui tra ministri in merito

“Le discussioni a livello di governo sulle questioni delle banche in difficoltà sono avvenute in modo continuativo tra il presidente del Consiglio e me e in altre rare occasioni sono state discusse in gruppi più ampi di governo ma in generale le discussioni erano tra il presidente del consiglio e il sottoscritto”.

Lo ha detto il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan in commissione di inchiesta sulle banche rispondendo a Giovanni Paglia (SI) che gli chiedeva se avesse avuto notizia di un interessamento di suoi colleghi ministri su banca Etruria.

“Io non ho autorizzato nessuno e nessuno mi ha chiesto un’autorizzazione, la responsabilità (del settore bancario, ndr) è in capo al Ministro delle finanze che d’abitudine ne parla con il Presidente del Consiglio”. Così ha continuato il ministro Padoan in risposta al senatore Andrea Augello che gli chiedeva dei colloqui tenuti dai ministro Maria Elena Boschi e Graziano Delrio sulla vicenda Banca Etruria.

 

L'articolo Etruria, Padoan: “continue discussione tra me e premier” proviene da www.controradio.it.