Minacce a Consigliera Comunale della Lega di Pisa

Minacce a Consigliera Comunale della Lega di Pisa

Pisa, un nuovo biglietto anonimo contenete delle minacce e con il disegno di una bomba e la scritta “P38”, sull’altra faccia dello stesso foglio, è stato recapitato in Comune a Pisa, alla consigliera comunale della Lega, Veronica Poli.

Questo è la seconda volta in poco più di 20 giorni, che la consigliera leghista riceve un biglietto anonimo contenente delle minacce.

Questa volta, a differenza della volta precedente, la busta è stata regolarmente affrancata e spedita per posta. Poli è una delle più strette collaboratrici dell’assessore comunale al welfare, Gianna Gambaccini, e concentra la sua attività politica soprattutto nel sociale e nel contrasto alle marginalità. Sull’episodio sta indagando la Digos.

Immediata la solidarietà dei vertici del Carroccio alla consigliera comunale: “Ancora minacce – scrive l’eurodeputata leghista, Susanna Ceccardi – alla nostra consigliera comunale a Pisa, Veronica Poli. Le rinnovo la mia solidarietà e vicinanza. A quanto pare, alla concretezza delle sue proposte c’è chi non trova di meglio che ribattere con le solite bassezze”.

E il segretario cittadino della Lega e deputato, Edoardo Ziello ha aggiunto: “La reiterazione delle minacce di morte a Veronica è gravissima. Auspico la massima celerità delle indagini da parte delle autorità al fine di individuare la fonte di cotanto odio”.

L'articolo Minacce a Consigliera Comunale della Lega di Pisa da www.controradio.it.

Universo: ricercatori scoprono due galassie che risalgono all’ alba dell’universo

Universo: ricercatori scoprono  due galassie che risalgono all’ alba dell’universo

La scoperta delel due galassie, pubblicata sulla rivista Nature, indica che l’universo primordiale è probabilmente molto più ricco di quanto sembri. Coordinata da Yoshinobu Fudamoto, della giapponese Waseda University, la ricerca ha un importante contributo italiano con la Scuola Normale Superiore di Pisa e l’Università Sapienza di Roma.

Riuscire a vedere le due galassie è stato possibile grazie al radiotelescopio Alma dell’Osservatorio Meridionale Europeo (Eso), che si trova a 5.000 metri di quota sulle Ande cilene. Le due Galassie  si sono formate circa un miliardo di anni dopo il Big Bang, quando l’universo aveva raggiunto poco meno dell’8% della sua età La scoperta, pubblicata sulla rivista Nature, indica che l’universo primordiale è probabilmente molto più ricco di quanto sembri. Come nel caso delle due galassie appena scoperte, la polvere interstellare potrebbe celare intere popolazioni di galassie finora sconosciute.

Analizzando i dati, Fudamoto ha notato una forte presenza di polvere e carbonio ionizzato da zone dello spazio che precedentemente si ritenevano vuote. Quindi, con i colleghi della collaborazione ‘Rebels’ il ricercatore ha approfondito le ricerche di questi misteriosi segnali e ha scoperto così che provenivano da due galassie precedentemente sconosciute, non visibili nelle lunghezze d’onda dell’ultravioletto in quanto completamente oscurate dalla polvere cosmica.

E’ emerso inoltre che le galassie si sono formate più di 13 miliardi di anni fa e hanno caratteristiche simili a quelle di altre della stessa epoca, se si esclude la massiccia oscurazione dovuta alla polvere che esse stesse hanno prodotto: “un effetto – rileva la Scuola Normale di Pisa in una nota – che tipicamente si osserva solo per oggetti astronomici molto più evoluti”.

E’ emerso inoltre che le galassie si sono formate più di 13 miliardi di anni fa e hanno caratteristiche simili a quelle di altre della stessa epoca, se si esclude la massiccia oscurazione dovuta alla polvere che esse stesse hanno prodotto: “un effetto – rileva la Scuola Normale di Pisa in una nota – che tipicamente si osserva solo per oggetti astronomici molto più evoluti”. Il risultato, secondo la Normale, indica inoltre che “la presenza di questi due oggetti potrebbe essere solo la punta dell’iceberg dell’esistenza di una popolazione di galassie precedentemente sconosciuta agli astronomi”.

Per l’Italia hanno collaborato alla ricerca Andrea Ferrara e Andrea Pallottini, entrambi della Scuola Normale, Raffaella Schneider e Luca Graziani della Sapienza, associati all’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf). Il risultato, osseva Ferrara, “ci suggerisce che l’attuale censimento della formazione delle prime galassie è molto probabilmente incompleto e richiederà indagini più profonde. Le nuove strumentazioni porteranno a significativi progressi in questo campo nei prossimi anni”. Per Schneider “la scoperta di galassie così oscurate in un’epoca in cui l’universo è ancora relativamente giovane apre degli interessanti interrogativi sui meccanismi di formazione della polvere interstellare” .

L'articolo Universo: ricercatori scoprono due galassie che risalgono all’ alba dell’universo da www.controradio.it.

Incidente sul lavoro, uomo muore schiacciato da albero

Incidente sul lavoro, uomo muore schiacciato da albero

Pisa, ennesimo incidente mortale sul lavoro, in Toscana, in un agriturismo di Ghizzano dove un uomo di 33 anni, che lavorava nella società che gestisce la struttura, è rimasto schiacciato da un albero che stava tagliando.

L’incidente è avvenuto domenica mattina intorno alle 9:30. Per l’uomo purtroppo, non c’è stato nulla da fare. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, i carabinieri e la medicina del lavoro dell’Asl per accertare la dinamica dell’incidente.

“Ancora una vittima in Toscana, a Pisa, su un posto di lavoro. Prosegue la strage di Stato senza interruzioni. Bisogna interrompere con tutti i mezzi questa catena di morti – afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni – In Spagna vengono effettuate 270mila ispezioni di lavoro ogni anno – aggiunge in una nota -. In Italia 160mila. E in Spagna con il doppio del personale a disposizione. Come? Dando più responsabilità agli enti locali e permettendo di trattenere gli introiti delle multe per reinvestirli sul territorio. Il risultato? -5,6% di morti sul lavoro rispetto lo scorso anno in Spagna, da noi il +11% dal 2019″.

“Non solo – conclude Fratoianni -. A queste azioni si aggiungono la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario e uno studio sull’effetto della precarietà sui giovani. E se prendessimo spunto?”

L'articolo Incidente sul lavoro, uomo muore schiacciato da albero da www.controradio.it.

Saint-Gobain annuncia 29 licenziamenti

Saint-Gobain annuncia 29 licenziamenti

Pisa, Saint-Gobain Glass Italia ha annunciato un piano di riorganizzazione dello stabilimento di Pisa che prevede il taglio di “29 posti di lavoro su un totale di oltre 300 addetti”.

Lo rende noto la stessa Saint-Gobain precisando che la decisione è la conseguenza dei “risultati economici del 2020 particolarmente negativi (anche a causa del Covid-19) e anche il primo semestre 2021 registra una perdita operativa significativa, che conferma la necessità di interventi strutturali”.

Immediata la replica dei sindacati che si sono opposti alla procedura di licenziamento. E oggi si è aperto il negoziato presso la sede di Confindustria Pisa. “L’incontro – spiega una nota di Saint-Gobain – si è svolto in un clima che ha permesso di avanzare, nel rispetto dei singoli ruoli istituzionali, nel percorso di analisi e approfondimento delle ragioni all’origine della procedura stessa e delle migliori modalità di attuazione. Il tavolo negoziale si è aggiornato al prossimo 7 settembre per il prosieguo della discussione, con l’obiettivo di iniziare a trovare soluzioni propedeutiche alla finalizzazione della procedura”.

Inoltre, secondo Saint-Gobain, “la situazione del mercato italiano del vetro piano che registra uno scompenso dell’equilibrio tra domanda e offerta che, con la ripartenza nel 2019 di un forno nel Sud Italia da parte della concorrenza, ha determinato una sovraccapacità rispetto alle richieste del mercato: questo ha creato un problema di competitività importante, che ha portato la società a predisporre un piano di riorganizzazione per il recupero di redditività attraverso un intervento di riduzione dei costi fissi dello stabilimento di Pisa che, se non attuato, metterebbe a repentaglio un equilibrio economico sostenibile per il business”.

L'articolo Saint-Gobain annuncia 29 licenziamenti da www.controradio.it.

Amministratore municipalizzata si dimette dopo post no vax

Amministratore municipalizzata si dimette dopo post no vax

Pisa, si è dimesso lunedì mattina Iacopo Cavallini, amministratore unico della municipalizzata pisana incaricata della riscossione dei tributi – Sepi – che nei giorni scorsi aveva insultato su Facebook alcune persone vaccinate contro il Covid-19.

“Siete in totale lockdown cognitivo. E siete dei nazisti” – aveva scritto l’amministratore pisano – e augurando loro di subire nei prossimi anni le possibili reazioni avverse del vaccino.

Il post aveva scatenando una bufera politica in città con reazioni sostanzialmente unanimi di indignazione e con le opposizioni, Pd in testa, che ne aveva chiesto immediatamente le dimissioni o la revoca dell’incarico da parte del sindaco, Michele Conti.

Cavallini ha consegnato la sua lettera di dimissioni al primo cittadino che ha commentato: “Le sue dimissioni chiudono questa vicenda, nei prossimi giorni avvieremo l’iter burocratico per la sua sostituzione”.

Inizialmente il manager si era giustificato affermando che quelle affermazioni, postate sulla bacheca Facebook di un suo amico nella quale si commentava il caso di una serie di contagi innescati a Pistoia da un’infermiera no vax, non erano sue ma erano state pronunciate da qualcuno che aveva hackerato il suo profilo Fb. Poi aveva chiesto scusa, con una lettera, per “i toni inappropriati” utilizzati da chi riveste un incarico pubblico, oggi poi le dimissioni accettate dall’amministrazione.

L'articolo Amministratore municipalizzata si dimette dopo post no vax da www.controradio.it.