Sciopero negli scali aeroportuali di Firenze e Pisa

Sciopero negli scali aeroportuali di Firenze e Pisa

🔈Firenze, sciopero unitario di quattro ore, dalle 13 alle 17, dei lavoratori degli aeroportuali di Firenze e Pisa.

Agitazione indetta da Filt Cgil, Fit Cisl, UilTrasporti e Ugl contro i progetti di esternalizzazione dei settori Handling e Security che coinvolgono circa 800 posti di lavoro aeroportuali.

Lo sciopero è contro il piano riorganizzativo proposto da Toscana Aeroporti, che prevede la cessione di attività che coinvolgono circa 800 lavoratori tra addetti alla sicurezza su Pisa e personale di check in, biglietterie, rampe e scalo, attualmente svolte da propri dipendenti in entrambi gli scali.

Si legge in un comunicato dei sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, UilTrasporti e Ugl: “Siamo molto preoccupati per questi lavoratori. Il piano dell’azienda è ad oggi piuttosto nebuloso per quanto riguarda la vendita dell’Handling: ad ora non esistono sufficienti garanzie occupazionali e salariali per gli addetti di Toscana Aeroporti, infatti tali garanzie non sono emerse al tavolo aziendale né in quello in Prefettura. In mancanza di garanzie oggettive, pur conoscendo la normativa europea ed italiana di riferimento, riteniamo che Toscana Aeroporti, che è azienda sana ed in crescita, debba fare il massimo sforzo per la tutela del proprio personale. Chiediamo inoltre regole chiare ad Enac circa la regolamentazione e la limitazione di nuovi Handlers negli scali toscani, per evitare il fenomeno accaduto in altri aeroporti italiani di deregolamentazione e dumping sociale”. Per quanto riguarda l’attività di Security, inoltre, i sindacati ritengono questo settore particolarmente delicato: “Esternalizzare comporterebbe non solo esuberi di personale ma anche problemi organizzativi e di sicurezza. Per noi cedere questa attività sarebbe un errore gravissimo”.

Claudio Gherardini ha intervistato Franco Fratini, segretario Fit Cisl Toscana

L'articolo Sciopero negli scali aeroportuali di Firenze e Pisa proviene da www.controradio.it.

Veicolo militare fuoristrada nel Pisano, soldati illesi

Veicolo militare fuoristrada nel Pisano, soldati illesi

Di ritorno da un’esercitazione, veicolo ribaltato in un fosso, illesi i sei soldati.

Un veicolo militare che trasportava armamenti caricati a salve di ritorno da un’esercitazione è finito fuori strada ribaltandosi in un fosso nella tarda mattinata lungo l’Aurelia: a bordo vi erano sei soldati che sono rimasti praticamente illesi e sono riusciti a uscire da soli dal mezzo.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno supportato un’autogru per recuperare il veicolo e riportarlo sul piano stradale.

Secondo quanto si è appreso, il mezzo, in località Mortellini, tra Pisa e Livorno, potrebbe avere perso aderenza dopo aver cercato di evitare un autocarro in manovra al centro della carreggiata: mentre viaggiava in direzione della città della torre pendente il veicolo militare ha accostato troppo sulla destra finendo sullo sterrato e scivolando su un
dislivello di un paio di metri ribaltandosi nel fosso sottostante la carreggiata.

L'articolo Veicolo militare fuoristrada nel Pisano, soldati illesi proviene da www.controradio.it.

Sciopero: voli cancellati a Firenze e Pisa

Sciopero: voli cancellati a Firenze e Pisa

Manifestazioni a Firenze e altre cittĂ . Risulta regolare il servizio tramvia, il 90% dei treni regionali circola normalmente

Voli praticamente tutti cancellati, fatta eccezione per quelli delle fasce di garanzia di stamani e stasera oltre ai collegamenti con le isole, negli aeroporti di Firenze e Pisa a causa dello sciopero generale indetto da Usb, Cobas e Unicobas nel settore pubblico e nel privato, contro le politiche del governo. Diversa la situazione per i treni in Toscana: Fs spiega che circola piĂš del 90% dei regionali, regolari le Frecce. Riguardo agli autobus, nel capoluogo toscano eventuali disagi si attendono per il pomeriggio.

Regolare, cosÏ comunica la società di gestione, il servizio della tramvia a Firenze. In occasione dello sciopero organizzata anche una manifestazione nel capoluogo toscano: il corteo è partito alle 10.30, da piazza Indipendenza, circa 300 i partecipanti che sfileranno per il centro passando da piazza Duomo, verso piazza Santissima Annunziata dove il corteo terminerà coi comizi finali. Manifestazioni analoghe sono in corso a Pisa, Livorno, e a Piombino dove si protesta contro il pericolo di chiusura della Aferpi.

L'articolo Sciopero: voli cancellati a Firenze e Pisa proviene da www.controradio.it.

Rapporto Ecosistema Urbano 2017 di Legambiente

Rapporto Ecosistema Urbano 2017 di Legambiente

Luci e ombre per le città toscane secondo il rapporto Ecosistema Urbano 2017 di Legambiente, l’annuale rapporto sulle performance ambientali delle città capoluogo italiane realizzato col contributo scientifico dell’istituto di ricerche Ambiente Italia.

Pisa 37ª (a livello nazionale) è prima in regione, seguita da Siena 44ª, Arezzo 48ª, Firenze 51ª, Lucca 55ª, mentre il resto delle città ottiene un giudizio al di sotto della sufficienza.

In Toscana, sostiene Legambiente, “nel complesso abbiamo una buona presenza di isole pedonali, gli alberi, un buon trasporto pubblico nella domanda e nell’offerta, bassi consumi di acqua, ed una sufficiente qualità dell’aria: ma ci sono ancora molti aspetti da migliorare quali l’allarme rosso per la produzione dei rifiuti, le dispersioni della rete idrica, i consumi energetici, l’elevato numero di motocicli circolanti e il tasso di incidentalità stradale”.

Si segnalano tuttavia punte di eccellenza come Siena, che primeggia nel trasporto pubblico locale fra le piccole città, e come Firenze che è fra le città leader per nuova mobilità e sharing mobility.

Le tematiche analizzate dal rapporto, in 16 indicatori, comprendono aria, acqua, rifiuti, mobilitĂ , ambiente urbano, energia.

Si ha una buona qualità dell’aria a Grosseto, sufficiente ad Arezzo, Pisa, Pistoia e Siena mentre insufficiente per le altre.

Per il biossido di azoto, Firenze scavalca il limite di oltre il 50% in almeno una centralina.

A fronte di una dispersione idrica “fisiologica” inferiore al 10-15% dell’acqua immessa in rete il dato dei capoluoghi toscani rivela che tra il 20% e 35% ci sono le città di Siena, Livorno, Arezzo, Firenze, Pistoia e Lucca, mentre Prato e Grosseto superano il 35%.

Per la percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti si registra un valore che posiziona le cittĂ  toscane al di sotto della media: a parte Lucca, tutte le altre appartengono alle classi insufficienti e scarse.

In termini di produzione procapite di rifiuti urbani, Massa e Pisa sono tra le 14 città che superano i 650 kg per abitante all’anno.

Lucca e Firenze fanno parte delle 12 città più “camminabili”, che hanno un valore almeno doppio rispetto alla media di isole pedonali (0,40 metri quadrati per abitante).

Sempre Firenze è l’unica città toscana con un tasso inferiore a 500 auto per mille abitanti. Arezzo è invece tra le 21 città italiane che presentano una dotazione superiore a 20 alberi per 100 abitanti, ed è quarta in Italia per diffusione del solare fotovoltaico.

L'articolo Rapporto Ecosistema Urbano 2017 di Legambiente proviene da www.controradio.it.

‘I comizi della Chimera’ in scena al Teatro Nuovo di Pisa

‘I comizi della Chimera’ in scena al Teatro Nuovo di Pisa

Debutta oggi il nuovo spettacolo scritto e diretto da Michelangelo Ricci. Risate e polemica sul teatro e il panorama culturale contemporaneo

In scena oggi e domani al Cinema-Teatro Nuovo di Pisa, piazza della stazione 1, ‘I Comizi della Chimera’, ultima fatica del drammaturgo e regista Michelangelo Ricci, che vedrà sulla scena come protagonista Mariagrazia Fiore nei panni di una Clown, in divertente polemica con il mondo teatraleitaliano, usato a pretesto per estendere la sua pindarica critica al panorama culturale che ci circonda.

Un susseguirsi di gag e scene esilaranti, gioco, divertimento e follia, dove allo scandire dei
comizi della Clown Fiore, che inveisce e spiega il teatro nazionale, si contrappone il lavoro degli attori Giuseppe Scavone e Fabio Buonocore che si scambieranno travestimenti e maschere, sempre ostentando una verve polemica, sino allo scoppiare di una vera e propria battaglia in nome del “compagno Gramsci”, attraversando anche i sentimenti più sentiti e contraddittori, in nome della irraggiungibile e terribile Chimera che si nasconde tra il pubblico… Un’ora di spettacolo comico, ritmico, musicale e vivace, con esplosioni, musiche, danze, clownerie, maschere, e attori tromboloni, attori tacchini, attori da workshop, che inscenano nei loro paradossi la speranza di un nuovo e rinnovato teatro.

INFO: teatrodellassedio@gmail.com

L'articolo ‘I comizi della Chimera’ in scena al Teatro Nuovo di Pisa proviene da www.controradio.it.