Pisa, venerdì concerto Michielin, prefettura: “Capienza 200 posti, non consentite deroghe”

Pisa, venerdì concerto Michielin, prefettura: “Capienza 200 posti, non consentite deroghe”

“Non saranno consentite deroghe alla capienza” alla discoteca Reverse Sound Cafè, alla periferia di Pisa, nel territorio del comune di San Giuliano Terme, in occasione del concerto di Francesca Michielin, in programma venerdì sera.

Lo si apprende da una nota della prefettura di Pisa dopo la riunione promossa stamani dal viceprefetto vicario reggente, Valerio Massimo Romeo, con il questore, il comandante provinciale dei vigili del fuoco, e il comandante della polizia municipale, in vista del concerto della cantante Francesca Michielin.

“Sono tutti concordi – spiega una nota – nel consentire l’evento musicale nel massimo rispetto delle norme di sicurezza, in mancanza delle quali, anche a seguito di verifica disposta dal viceprefetto vicario tramite i vigili del fuoco, non sarà consentito lo svolgimento della manifestazione”. La capienza consentita dalla commissione comunale di vigilanza per il locale, uno dei più frequentati dagli adolescenti del Pisano, non supera le 200 persone.

“Pertanto – conclude la prefettura – non saranno consentite deroghe. In un incontro che avverrà nei prossimi giorni tra il questore e gli organizzatori saranno indicate le misure necessarie affinché non venga superata la capienza prevista nonché ogni altra misura atta a consentire il regolare svolgimento dell’iniziativa. Il questore ha già disposto specifica ordinanza per i servizi di ordine pubblico”.

L'articolo Pisa, venerdì concerto Michielin, prefettura: “Capienza 200 posti, non consentite deroghe” proviene da www.controradio.it.

Pisa: Snai cede locali a polizia municipale

Pisa: Snai cede locali a polizia municipale

Dall’inizio dell’anno la polizia municipale di Pisa aprirà un nuovo presidio nei locali di una porzione della sala scommesse che Snai ha ceduto al Comune in comodato d’uso nei pressi della stazione ferroviaria, in una delle zone maggiormente frequentate da pusher e acquirenti di sostanze stupefacenti.

L’accordo è stato illustrato stamani dal sindaco Michele Conti e dall’amministratore unico di Area Scom, Maurizio Ughi.
“Abbiamo avviato in tutta quest’area – ha spiegato Conti – un progetto di riqualificazione, che non si limita all’arredo urbano, ma che guarda anche a un radicale cambiamento dell’offerta commerciale per questo ringrazio Snai e rivolgo un appello ai proprietari dei fondi commerciali per rivedere le condizioni di affitto cercando di aiutarci ad attrarre attività che non siano i soliti minimarket o kebab, ma che guardino alla qualità”.

“Siamo concessionari dello Stato – ha aggiunto Ughi – e quindi abbiamo accolto volentieri le richieste del Comune. Anche per noi è importante la riqualificazione di questa zona, perché ciò può avere importanti ricadute sul nostro fatturato, liberandola da malintenzionati e persone che spesso tengono lontana la clientela”.

Il nuovo presidio, ha spiegato il comandante dei vigili urbani, Michele Stefanelli, “ha l’obiettivo di diventare al più presto un luogo interforze, un punto d’appoggio per le pattuglie che controllano su strada questa che è sicuramente una zona calda: non sarà solo al servizio della polizia municipale ma di tutte le forze dell’ordine”

L'articolo Pisa: Snai cede locali a polizia municipale proviene da www.controradio.it.

Toscana, ‘Allerta Gialla’ fino a lunedì su costa e centronord

Toscana, ‘Allerta Gialla’ fino a lunedì su costa e centronord

Firenze, dalla sera di domenica, una debole perturbazione interesserà la Toscana con precipitazioni sulle zone centro settentrionali, un rinforzo dei venti di Libeccio e una intensificazione del moto ondoso.

Le province della Toscana ad essere interessate saranno Firenze, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Pisa e Pistoia.

Per questo la Sala operativa unificata permanente della Regione Toscana ha emesso un codice giallo per rischio idrogeologico e idraulico sulla costa e nell’entroterra centro settentrionali, valido dalla mezzanotte di oggi, domenica 2 e fino alle 13 di domani lunedì 3 dicembre.

La perturbazione porterà piogge di debole o moderata intensità, attese inizialmente sul nord ovest in estensione nel corso della notte e per la giornata di domani alle zone interne settentrionali e successivamente su quelle centrali; le precipitazioni potranno assumere a tratti carattere di rovescio e risultare insistenti, in particolare nel corso delle ore notturne sul nord ovest.

Nel corso della mattina e nel pomeriggio precipitazioni in cessazione sulle zone di nord ovest, mentre potranno insistere fino alla serata-nottata, seppur con minore intensità, sulle zone centrali.

Si assisterà anche a un locale rinforzo dei venti di Libeccio (con possibili raffiche fino a 50-60 km/h in Arcipelago, lungo la costa centro settentrionale e zone collinari retrostanti e fino a 60-80 km/h sui crinali appenninici e alto Mugello).

Dalla sera di oggi, domenica, e per tutta la giornata di domani, lunedì, mari fino a molto mossi lungo la costa centro settentrionali e fino a temporaneamente agitati a largo a nord dell’isola d’Elba.

Per informazioni più dettagliate e per le norme di comportamento da tenere in occasione di tali fenomeni consultare la pagina www.regione.toscana.it/allertameteo

L'articolo Toscana, ‘Allerta Gialla’ fino a lunedì su costa e centronord proviene da www.controradio.it.

Pisa: gravi perdite per il People Mover, società chiede riequilibrio PEF

Pisa: gravi perdite per il People Mover, società chiede riequilibrio PEF

L’attività del People Mover rischia di tradursi in un danno economico per le casse comunali. La società PisaMover spa che ha avuto dall’amministrazione Filippeschi la gestione dell’opera a compensazione dei costi sostenuti per la sua realizzazione, ha infatti recentemente ( 3 ottobre) inoltrato e successivamente sollecitato, in data 17 ottobre, al Comune di Pisa la richiesta di riequilibrio del Piano economico finanziario (PEF).

A fronte di questa richiesta il sindaco Conti ha chiesto la proroga dal 31 ottobre, termine previsto per la risposta, al 31 dicembre, cosa che la Pisamover spa ha accettato. E’ opportuno ricordare che il PEF costituisce di fatto la proiezione dei ricavi ottenibili dalla gestione dell’opera a garanzia degli utili che la società di gestione dovrebbe incassare.

Tali previsioni erano state concordate con l’amministrazione di centro- sinistra, che aveva anche garantito al gestore provvedimenti a favore dell’utilizzo sia del People Mover che dei parcheggi annessi. Per questi motivi la giunta Filippeschi aveva addirittura eliminato l’arrivo della LAM Rossa all’aeroporto Galilei.

Era stata anche prevista la possibilità di revisione (tecnicamente “riequilibrio”) del piano economico finanziario, se gli scostamenti dalle previsioni di utilizzo fossero significativi. Proprio perché tali scostamenti sono stati “significativi” è avvenuta la richiesta di riequilibrio: come era prevedibile e come abbiamo sempre denunciato in tutti questi anni si sono verificate in pochi mesi minori entrate dovute ad un numero di passeggeri inferiore al previsto e minori introiti anche dal parcheggio scambiatore.

Come si legge nel comunicato diffuso da Una città in comune, Rifondazione Comunista e Pisa Possibile: “A questo punto si tratta di capire concretamente a quanti milioni ammonta la perdita rispetto a quanto era scritto nel PEF e quali saranno le risposte del Comune di Pisa rispetto a questa richiesta, e soprattutto se e come vi potranno essere anche ricadute negative sulle casse comunali.”

“Da quando la Lega amministra la città di Pisa – continua il comunicato – è calato il più totale silenzio sul People mover e su tutte le criticità ad esso legate in particolare per quanto riguarda la sostenibilità finanziaria di quest’opera. Ora l’amministrazione comunale e il suo braccio operativo Pisamo, invece di perseguire l’interesse comune, si devono dannare a non far fallire un progetto privato, prendendo decisioni per garantire un business plan di una società privata, la PisaMover Spa.”

“Ad oggi – spiega il comunicato – Conti ha preso tempo ed in fretta e furia ha diffuso un avviso pubblico aperto per appena 8 giorni – dal 22 novembre al 30 novembre – per un supporto legale per il controllo sulla corretta esecuzione e gestione della Convezione e per il supporto per la redazione di modifiche contrattuali che si renda necessario apportare in conseguenza di interventi di riequilibrio del Pef”. Più semplicemente verrà dato un incarico esterno in tempi record – e già questo non è un buon segnale – per supportare gli uffici comunali.”

“Chiediamo che il sindaco – concludono – venga a riferire con urgenza nelle commissioni competenti sullo stato dell’arte e sulla dimensione economica del riequilibrio richiesto da PisaMover, ma soprattutto chiediamo che nessun costo di un’opera profondamente sbagliata possa in alcun modo ricadere sulle casse e comunali e quindi sui cittadini e sulle cittadine.”

L'articolo Pisa: gravi perdite per il People Mover, società chiede riequilibrio PEF proviene da www.controradio.it.

Pisa: tre casi di scabbia in scuola, via a misure sanitarie

Pisa: tre casi di scabbia in scuola, via a misure sanitarie

Scoperti tre casi di scabbia, relativi ad altrettanti studenti della scuola secondaria di primo grado di Putignano, alla periferia di Pisa.

Lo ha reso noto il Comune di Pisa dopo aver ricevuto la segnalazione dell’Asl Toscana Nord Ovest relativa all’istituto comprensivo statale ‘Gamerra’ con la quale “si raccomanda di effettuare le opportune misure di sorveglianza sanitaria nei confronti di quanti possono avere avuto un contatto cutaneo con i casi”.

“Le misure – prosegue la Asl – consistono nel controllare, per sei settimane, la comparsa di eruzioni pruriginose e, qualora le stesse si dovessero manifestare, recarsi dal pediatra o dal medico curante informandolo del pregresso eventuale contatto con un caso di scabbia”.

“La situazione è sotto controllo – rassicura Rosanna Cardia, assessore locale alle Politiche socioeducative – ma sollecitiamo gli organismi preposti a rafforzare la sorveglianza sanitaria e il monitoraggio degli istituti scolastici per evitare che questi episodi si ripresentino con una certa frequenza”.

Per quanto riguarda i locali scolastici, non è necessaria la disinfestazione ambientale, ma è sufficiente assicurare una pulizia maggiormente accurata dei locali da parte del personale scolastico usando i comuni detergenti”.

“Nel territorio di Putignano – aggiunge Gianna Gambaccini, assessore alle politiche sociosanitarie – ci sono purtroppo zone in cui vivono famiglie con bambini in condizioni igienico sanitarie precarie, situazioni che possono favorire la trasmissione di queste malattie. Come amministrazione faremo tutto il possibile per limitare, fino a eliminare questo tipo di problematiche, per i diretti interessati e anche per tutti i bambini che frequentano le nostre scuole”.

L'articolo Pisa: tre casi di scabbia in scuola, via a misure sanitarie proviene da www.controradio.it.