Arno in piena

Arno in piena a Pisa, ma anche al rilevamento di Firenze-Uffizi è sopra il livello di allerta 1.La foto testimonia la situazione dell’Arno delle ore  11 a Piazza Ognissanti a Firenze.

Live webcam Florence - Hotel room with a view over the Arno river and Ponte Vecchio

Il meteo  per Firenze prevede pioggia o pioggia debole praticamente per tutto il fine settimana

Firenze ricorda Enrica Calabresi

Shoah, a 70 anni dalla sua scomparsa Firenze ricorda Enrica Calabresi,zoologa ed entomologa.

File:Ecalabresi.jpg

Nata a Ferrara, si laurea all’Università di Firenze in Scienze naturali il 1º luglio 1914 con una tesi “Sul comportamento del condrioma nel pancreas e nelle ghiandole salivari del riccio durante il letargo invernale e l’attività estiva”. Il 1º febbraio 1914, ancora prima di laurearsi, viene assunta come Assistente presso il Gabinetto di zoologia e anatomia comparata dei vertebrati dell’Università di Firenze. Nel 1924 le viene conferito il diploma di abilitazione alla docenza. Negli anni accademici 1936-37 e 1937-38 ottiene la cattedra di Entomologia agraria presso la Facoltà di agraria della R. Università degli studi di Pisa. Fu segretaria della Società Entomologica Italiana dal 1918 al 1921.
Il 14 dicembre 1938, fu dichiarata decaduta dall’abilitazione alla libera docenza di Zoologia perché “appartenente alla razza ebraica”.
Margherita Hack fu sua allieva al liceo e testimone della sua cacciata dopo l’introduzione delle leggi razziali. Un giorno avrebbe dichiarato: “L’ho vista cacciare dalla scuola da un giorno all’altro a causa delle leggi razziali. Questo mi ha aperto gli occhi su cosa può fare una dittatura e ha segnato in me una frattura: è allora che sono diventata antifascista”.
Dal 1939 al 1943 insegnò scienze nella Scuola ebraica di Firenze.
Nel gennaio del 1944 fu arrestata da fascisti italiani nella sua abitazione fiorentina e portata nel carcere di  Santa Verdiana. Sapeva che da lì sarebbe stata deportata al lager di sterminio di Auschwitz. Si sottrasse a questo tremendo destino ingoiando un veleno che da tempo portava sempre con sé,morendo durante la notte fra il 19 e il 20 gennaio. La sua vita è stata raccontata nel libro “Un nome” di Paolo Ciampi e nello spettacolo teatrale “Un nome nel vento”.

 

 

INTERNET FESTIVAL A PISA DAL 10 AL 13 OTTOBRE 2013 : FORME DI FUTURO

_FED6025

Incubatori è la parola chiave dell’edizione 2013. L’Internet Festival esplorerà come l’utilizzo delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione possa rappresentare un humus capace di trasformare il territorio in un luogo fertile per lo sviluppo e la crescita di idee, invenzioni, opportunità, prodotti, servizi e start up, che possano anche facilitare l’uscita dalla crisi, indicare la via per uno sviluppo condiviso e rappresentare un futuro percorribile.

Imprenditori, istituzioni, venture capitalists, università, centri di ricerca si confronteranno e mostreranno progetti e case histories lungo tutti e quattro i giorni del Festival, in una ventina, circa, di sedi, distribuite su tutta Pisa.

L’intenso programma sarà declinato in base alle seguenti aree tematiche:

I4C – INTERNET FOR CITIZENS
L’area dedicata ai Citizens ha come obiettivo generale quello di mettere a fuoco i temi dell’innovazione sociale, intesa come miglioramento della qualità della vita quotidiana, legata all’innovazione della Rete. Nell’area Citizens il tema delle Smart Cities sarà visto dalla prospettiva del cittadino, che è il destinatario e, nel contempo, il protagonista delle innovazioni tecnologiche che modificano il vissuto quotidiano.I4M – INTERNET FOR MAKERS
L’area dedicata ai Makers ha come obiettivo generale quello di esplorare la Rete come incubatore di idee e opportunità sia lavorative che economiche. Indagherà su come il Web divenga veicolo per rinnovare antiche pratiche di business, tradizionalmente offline, come l’editoria; su come i Big Data dell’informazione possano incrementare nuove e antiche pratiche di business; e su come la Rete crei connessioni e relazioni efficaci e produttive.I4T – INTERNET FOR TELLERS
L’area Tellers ha come obiettivo generale quello di parlare della Rete come incubatore di nuovi flussi informativi, generati dalla mole di contenuti in essa riversati. La gestione di questi flussi sembra rendere possibile intervenire in anticipo sulle potenziali intenzioni, suggerire pubblicità, individuare target differenti, conoscere l’orientamento dell’opinione pubblica e in generale il “sentiment” della Rete.T-TOUR
L’edizione 2012 dell’Internet Festival ha visto lo straordinario successo dei cosiddetti T-Tours, una esplorazione della Rete in termini educativo-formativi che ha rivolto la sua attenzione ad un pubblico di età, competenze e interessi diversi.

SMARTUP
Una delle principali novità dell’edizione del 2013 è l’introduzione di una sezione trasversale dedicata alle imprese, progettata non solo per essere una piattaforma di networking, ma per diventare un vero e proprio incubatore di nuove opportunità di business e un terreno fertile per la germinazione di idee.

EBOOKERIA
La sezione dedicata al mondo dei books e degli e-books darà spazio a workshops di scrittura creativa e collettiva, presentazioni di libri ed e-books che parlano della Rete, riflettono su di essa e interagiscono con lei in varie forme.