Pitti Uomo si veste di cinema per la 93esima edizione

Pitti Uomo si veste di cinema per la 93esima edizione

Grande cinema a Pitti Uomo con il tema “Pitti Live Movie”. L’edizione n. 93 alla Fortezza da Basso di Firenze, da martedì 9 a venerdì 12 gennaio, che proporrà le collezioni moda e lifestyle uomo per l’autunno/inverno 2018/2019, dedica una particolare attenzione al mondo della celluloide, che sarà il tema conduttore.

Il salone internazionale delle anteprime maschili si trasforma in un ‘Film Festival’, con gli stili delle sue diverse sezioni da interpretare come generi diversi – dai thriller ai film d’avventura, d’azione e sportivi alle spy-stories – e con i suoi padiglioni che diventano sale in cui godersi lo spettacolo. Il piazzale centrale della Fortezza da Basso sarà un animato ‘movie theatres district’ con enormi billboard e locandine che annunciano i blockbuster ma anche i film cult e le pellicole indipendenti in programmazione. Layout e direzione creativa del lifestyler Sergio Colantuoni.

La moda del futuro dovrà essere sempre più green. A lanciare la sfida in occasione di Pitti Immagine 93 è l’Istituto Europeo di Design con quattro giorni di attività che si terranno nella sede fiorentina (via Bufalini 6r) dal 9 al 12 gennaio. Livia Firth designer e ideatrice di Eco-Age, fondazione attiva nella promozione di processi produttivi meno impattanti nell’universo fashion e consumi più consapevoli, sarà a Firenze mercoledì 10 gennaio, alle ore 10 per ispirare gli studenti provenienti dalle sedi di Milano, Roma, Firenze, Torino, Venezia, Como – Accademia Aldo Galli, Cagliari e Barcellona, che dovranno cimentarsi con materiali e tecniche sostenibili per la produzione di una capsule collection eco-friendly. EcoEgo è il nome del progetto studiato da Ied che vede la collaborazione di aziende di eccellenza del made in Italy, selezionate per i processi produttivi attenti all’ambiente e che forniranno tessuti e materie prime necessarie alla realizzazione di abiti e accessori durante le giornate di workshop.

Presso la Galleria dell’Accademia di Firenze, il Lanificio Luigi Ricceri presenta l’evento “Fabric is Art”. Dieci esclusivi ed iconici tessuti del lanificio, vera eccellenza produttiva del tessuto Made in Italy, saranno protagonisti di una video installazione di Felice Limosani che li vedrà proiettati sul David di Michelangelo, in un connubio tra tecnologia e arte.

In collaborazione con Fondazione Pitti Immagine Discovery, martedì 9 gennaio nella cornice della Stazione Leopolda, 12 finalisti provenienti da tutto il mondo presenteranno collezioni innovative per valorizzare le potenzialità della lana merino australiana.

Brooks Brothers, il più antico brand di abbigliamento americano, celebrerà i suoi due secoli di vita Mercoledì 10 gennaio con la sua prima sfilata in assoluto ne Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio.

Sarà una cena per 200 invitati a dare a rappresentare la vigilia di Pitti Uomo. Aprirà i battenti, in via del tutto eccezionale, la Sala Bianca di Palazzo Pitti, luogo storico dell’italian fashion, perché proprio qui negli anni Cinquanta avvenne la prima sfilata della moda italiana. La cena è promossa dal Centro di Firenze per la Moda Italiana, presieduto da Andrea Cavicchi, con la collaborazione della direzione delle Gallerie degli Uffizi, guidate da Eike Schmidt. Non succedeva da oltre trent’anni che la Sala Bianca ospitasse una cena dedicata al mondo della moda. Nell’ultimo periodo la Sala è stata riservata pressoché per incontri istituzionali e riunioni esclusive. La scelta della Sala Bianca, spiegano dal Centro di Firenze per la Moda Italiana, è anche un’occasione per ribadire il rapporto tra cultura e moda che Pitti Immagine e gli Uffizi stanno portando avanti con una serie di iniziative congiunte.

L’articolo Pitti Uomo si veste di cinema per la 93esima edizione proviene da www.controradio.it.