Tramvia: Fdi, allarme Centro moda per Pitti causa cantieri

Tramvia: Fdi, allarme Centro moda per Pitti causa cantieri

Torselli: “Presidente lo ha detto in audizione Palazzo Vecchio”.

“L’edizione di Pitti del prossimo gennaio sarà una delle più caotiche mai organizzate. A dirlo non è il sottoscritto, bensì il Presidente del Centro di Firenze per la moda italiana Andrea Cavicchi, di fronte alla commissione controllo di Palazzo Vecchio”. Questo è quanto fa sapere, in una nota, il capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio Comunale, Francesco Torselli.

“Il motivo della preoccupazione – spiega Torselli – è stato individuato nella cantierizzazione per la realizzazione delle nuove linee della tramvia che, proprio nel periodo di Pitti, invaderà piazza Bambini e Bambine di Beslan, sovrapponendosi al già caotico traffico che quotidianamente investe la zona della Fortezza, oltre a quello dei lavoratori e degli espositori coinvolti nella manifestazione”.

“Di fronte ad un allarme del genere – conclude il consigliere – che riguarda la principale
manifestazione fieristica della nostra città e che arriva direttamente da chi gestisce la manifestazione, l’amministrazione comunale ha intenzione di prendere dei provvedimenti per evitare il congestionamento della città, oppure aspetterà il caos di quei giorni per formalizzare le solite scuse ai cittadini, con annesse le inflazionate promesse sul futuro radioso che attenderà la mobilità fiorentina al termine dei lavori per la tramvia?”

L'articolo Tramvia: Fdi, allarme Centro moda per Pitti causa cantieri proviene da www.controradio.it.

Tramvia: Fdi, allarme Centro moda per Pitti causa cantieri

Tramvia: Fdi, allarme Centro moda per Pitti causa cantieri

Torselli: “Presidente lo ha detto in audizione Palazzo Vecchio”.

“L’edizione di Pitti del prossimo gennaio sarà una delle più caotiche mai organizzate. A dirlo non è il sottoscritto, bensì il Presidente del Centro di Firenze per la moda italiana Andrea Cavicchi, di fronte alla commissione controllo di Palazzo Vecchio”. Questo è quanto fa sapere, in una nota, il capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio Comunale, Francesco Torselli.

“Il motivo della preoccupazione – spiega Torselli – è stato individuato nella cantierizzazione per la realizzazione delle nuove linee della tramvia che, proprio nel periodo di Pitti, invaderà piazza Bambini e Bambine di Beslan, sovrapponendosi al già caotico traffico che quotidianamente investe la zona della Fortezza, oltre a quello dei lavoratori e degli espositori coinvolti nella manifestazione”.

“Di fronte ad un allarme del genere – conclude il consigliere – che riguarda la principale
manifestazione fieristica della nostra città e che arriva direttamente da chi gestisce la manifestazione, l’amministrazione comunale ha intenzione di prendere dei provvedimenti per evitare il congestionamento della città, oppure aspetterà il caos di quei giorni per formalizzare le solite scuse ai cittadini, con annesse le inflazionate promesse sul futuro radioso che attenderà la mobilità fiorentina al termine dei lavori per la tramvia?”

L'articolo Tramvia: Fdi, allarme Centro moda per Pitti causa cantieri proviene da www.controradio.it.

Tramvia: Fdi, allarme Centro moda per Pitti causa cantieri

Tramvia: Fdi, allarme Centro moda per Pitti causa cantieri

Torselli: “Presidente lo ha detto in audizione Palazzo Vecchio”.

“L’edizione di Pitti del prossimo gennaio sarà una delle più caotiche mai organizzate. A dirlo non è il sottoscritto, bensì il Presidente del Centro di Firenze per la moda italiana Andrea Cavicchi, di fronte alla commissione controllo di Palazzo Vecchio”. Questo è quanto fa sapere, in una nota, il capogruppo di Fratelli d’Italia in Consiglio Comunale, Francesco Torselli.

“Il motivo della preoccupazione – spiega Torselli – è stato individuato nella cantierizzazione per la realizzazione delle nuove linee della tramvia che, proprio nel periodo di Pitti, invaderà piazza Bambini e Bambine di Beslan, sovrapponendosi al già caotico traffico che quotidianamente investe la zona della Fortezza, oltre a quello dei lavoratori e degli espositori coinvolti nella manifestazione”.

“Di fronte ad un allarme del genere – conclude il consigliere – che riguarda la principale
manifestazione fieristica della nostra città e che arriva direttamente da chi gestisce la manifestazione, l’amministrazione comunale ha intenzione di prendere dei provvedimenti per evitare il congestionamento della città, oppure aspetterà il caos di quei giorni per formalizzare le solite scuse ai cittadini, con annesse le inflazionate promesse sul futuro radioso che attenderà la mobilità fiorentina al termine dei lavori per la tramvia?”

L'articolo Tramvia: Fdi, allarme Centro moda per Pitti causa cantieri proviene da www.controradio.it.

A FIRENZE VENERDI’ ‘NERO’ PER TRAFFICO

smog traffico Venerdì Nero

Domani 17 giugno la circolazione in città rischia il collasso per traffico a causa dello sciopero Ataf, cantieri, giorno finale Pitti. Appello ai fiorentini da Nardella: “abbiate pazienza”

Venerdì ‘nero’ per il traffico domani 17 giugno a Firenze: la circolazione in città, da giorni intasata per l’incrocio di svariati eventi, in particolare la settimana della moda con Pitti Immagine e, ieri sera, il concerto dei Radiohead (50mila fan da tutta Italia), rischia il collasso totale con lo sciopero nazionale dei mezzi pubblici che potrebbe dare il colpo di grazia al traffico, già di per sé affaticato da tempo per la presenza di numerosi cantieri legati alla realizzazione di nuove linee tranviarie. Fermi per tutto il pomeriggio (dalle 15,15 alle 19,15), domani, i bus della società del trasporto pubblico Ataf; a rischio anche il servizio dell’unica linea tranviaria della città, fatte salve, sia per bus che tram, le fasce di garanzia coperte dalla legge.

A complicare la situazione, nell’ultima giornata di Pitti Immagine, saranno anche le complesse operazioni di allestimento della fiera della moda, accolta nella Fortezza da Basso (al centro dei viali che costituiscono le principali direttrici della viabilità a Firenze), che imporranno, come ogni anno modifiche alla circolazione nell’area.

Di fronte a quella che si preannuncia come una giornata di paralisi totale, il sindaco Dario Nardella, parlando con i cronisti a margine di un evento, ha commentato che “lo sciopero nazionale che Firenze subisce, in un momento impegnativo di cantieri e grandi eventi: non ci voleva, ce ne dovremo fare una ragione”. Occorrerà, secondo il sindaco, “muoversi con strumenti alternativi, come il carsharing, che a Firenze è sviluppato ed è una buona alternativa. L’appello che faccio ai fiorentini è di avere pazienza”.

The post A FIRENZE VENERDI’ ‘NERO’ PER TRAFFICO appeared first on Controradio.

MODAPRIMA alla Stazione Leopolda

Dal 22 al 24 novembre 2013,Fast Fashion di qualità con  MODAPRIMA alla Stazione Leopolda di Firenze con la crescita del numero e dell’internazionalità delle aziende.

Dopo il successo registrato nel maggio scorso, l’edizione n.75 di Modaprima va in scena dal 22 al 24 novembre 2013 – da venerdì a domenica – in uno degli spazi più suggestivi di Firenze, la Stazione Leopolda, grande stazione ferroviaria ottocentesca diventata negli ultimi anni una delle location privilegiate per progetti espositivi contemporanei ed eventi della moda. Il salone per il ready-to-wear abbigliamento e accessori donna e uomo presenterà le collezioni autunno-inverno 2014-2015, con un focus sui bestsellers per la primavera-estate 2014.
Modaprima – ormai diventato l’appuntamento fieristico di riferimento per il mercato internazionale del fast fashion per la media e grande distribuzione – metterà in scena circa 150 collezioni, presentate da alcune delle migliori aziende italiane specializzate in questo segmento produttivo.
All’ultima edizione estiva del salone sono stati 1.700 i compratori in totale, e oltre 800 di questi provenienti da quasi 50 paesi esteri (con in testa il Giappone, seguito da Portogallo, Russia, Spagna, Canada, Germania, Turchia, Grecia, Francia, Irlanda, Danimarca, Stati Uniti, Belgio, Hong Kong, Ucraina, Austria, Svizzera e Gran Bretagna).
“Modaprima conferma il suo nuovo corso – afferma Agostino Poletto, vice-direttore generale di Pitti Immagine – ed è sempre più punto di riferimento per il fast-fashion di qualità, che si dà appuntamento a Firenze per presentare le novità al pubblico internazionale. Lo spostamento a Firenze, la centralità e l’appeal della città sono stati un input forte, che ha dato una spinta energetica al salone, e i numeri di questa edizione lo testimoniano ancora una volta: crescono le aziende partecipanti, e in totale saranno oltre 150 le collezioni presentate in anteprima. Modaprima si rafforza anche grazie a una continua attività di scouting a livello nazionale, che individua le migliori realtà di questo segmento produttivo, e soprattutto grazie alle sinergie che in questi anni abbiamo attivato con le istituzioni e gli organismi che promuovono – sia a livello locale sia nazionale – la piccola e media industria italiana. Fondamentali anche gli investimenti nella promozione all’estero: ci sono mercati nuovi su cui puntare e altri già consolidati su cui incrementare la presenza delle nostre aziende, e il programma di missioni di buyer esteri che da diverse stagioni realizziamo assieme a ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane – ha dato i suoi frutti. Nelle ultime edizioni abbiamo registrato un pubblico sempre più qualificato, arrivato a Firenze da tutto il mondo e con un approccio molto concreto al fare ordini e campionature. Perciò abbiamo buone aspettative anche per questo nuovo appuntamento con Modaprima”.