Pugni e sassi ai poliziotti in stazione, arrestato a Firenze

Pugni e sassi ai poliziotti in stazione, arrestato a Firenze

Pugni, calci e testate agli agenti, anche sassi raccolti dai binari e lanciati contro il personale della Polfer che voleva bloccarlo. Le pietre hanno colpito pure un convoglio in sosta. Così un uomo di 38 anni in forte stato di agitazione è stato arrestato in piena notte alla stazione di Santa Maria Novella a Firenze dalla Polfer, verso le 3.

La Polfer è intervenuta appena l’uomo ha scavalcato i varchi di accesso ai binari e ha cominciato a correre da una parte all’altra dei binari costringendo i responsabili del movimento a bloccare gli accessi dei treni per motivi di sicurezza ferroviaria, benché ciò non abbia comportato di fatto alcun danno alla circolazione avvenendo i fatti in ore notturne. I poliziotti lo hanno inseguito ricevendo la reazione dell’uomo, il quale li ha colpiti in vario modo. Poi lo hanno arrestato per violenza e resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e lesioni aggravate. Personale del 118 lo ha dovuto sedare. Curati al pronto soccorso due poliziotti della Polfer feriti, che hanno avuto prognosi di guarigione rispettivamente di cinque e sette giorni. Domani sono previsti al Palazzo di giustizia l’udienza di convalida e processo per direttissima.

L'articolo Pugni e sassi ai poliziotti in stazione, arrestato a Firenze proviene da www.controradio.it.

Coronavirus: Firenze, controlli in stazioni e vie accesso città

Coronavirus: Firenze, controlli in stazioni e vie accesso città

Controlli anche a Firenze in stazioni ferroviarie, all’aeroporto e lungo le principali vie di accesso dopo l’entrata in vigore dell’ultimo decreto governativo per il contenimento della diffusione del coronavirus.

Alla stazione Santa Maria Novella gli agenti della polfer sono impegnati nell’identificazione e nel controllo dei viaggiatori.
Verifiche anche da parte della polizia stradale: secondo quanto appreso, al momento non sarebbero stati istituiti posti di blocco ma controlli ‘mobili’, effettuati dalle pattuglie impegnate nel servizio di controllo del territorio.

E’ attivo sul sito del Ministero dell’Interno il ‘Modulo di auto dichiarazione per gli spostamenti”. Chi intende usufruirne dovrà indicare il proprio nome, cognome, indirizzo e telefono e dichiarare, “sotto la propria responsabilità”, “di essere a conoscenza delle misure di contenimento del contagio” contenute nel decreto del presidente del Consiglio dei ministri concernenti “lo spostamento delle persone fisiche all’interno di tutto il territorio nazionale, nonché delle sanzioni previste in caso di inottemperanza”.
Sul modulo dovrà inoltre essere specificato il motivo per cui si intende uscire. A riguardo, sono riportati alcuni esempi: “lavoro presso…”, “sto rientrando al mio domicilio sito
in…”, “devo effettuare una visita medica…”, o altri motivi particolari.

Il modulo è scaricabile anche QUI.

L'articolo Coronavirus: Firenze, controlli in stazioni e vie accesso città proviene da www.controradio.it.

Dimentica pc e passaporti sul treno, giovane nigeriano li riconsegna

Dimentica pc e passaporti sul treno, giovane nigeriano li riconsegna

Ha trovato sul treno un computer portatile, un iPad e due passaporti smarriti da uno studente americano e li ha riconsegnati alla polizia municipale. Protagonista del gesto un giovane della Nigeria, ospite di ‘Pungiglione – Villaggio dell’Accoglienza’ a Boceda di Mulazzo (Massa Carrara).

Il ragazzo ha consegnato lo zaino col contenuto importante ai vigili di Villafranca (Massa Carrara) i quali, insieme ai carabinieri e tramite la Polfer, hanno rintracciato il proprietario, uno studente Usa da tre mesi a Firenze. Lo studente americano al Comando di Polizia municipale è rientrato in possesso degli oggetti ed ha voluto ricompensare il giovane nigeriano malgrado il ragazzo dicesse che non gli fosse dovuto nulla.

L'articolo Dimentica pc e passaporti sul treno, giovane nigeriano li riconsegna proviene da www.controradio.it.

Dimentica pc e passaporti sul treno, giovane nigeriano li riconsegna

Dimentica pc e passaporti sul treno, giovane nigeriano li riconsegna

Ha trovato sul treno un computer portatile, un iPad e due passaporti smarriti da uno studente americano e li ha riconsegnati alla polizia municipale. Protagonista del gesto un giovane della Nigeria, ospite di ‘Pungiglione – Villaggio dell’Accoglienza’ a Boceda di Mulazzo (Massa Carrara).

Il ragazzo ha consegnato lo zaino col contenuto importante ai vigili di Villafranca (Massa Carrara) i quali, insieme ai carabinieri e tramite la Polfer, hanno rintracciato il proprietario, uno studente Usa da tre mesi a Firenze. Lo studente americano al Comando di Polizia municipale è rientrato in possesso degli oggetti ed ha voluto ricompensare il giovane nigeriano malgrado il ragazzo dicesse che non gli fosse dovuto nulla.

L'articolo Dimentica pc e passaporti sul treno, giovane nigeriano li riconsegna proviene da www.controradio.it.

Bimbo di 6 anni resta solo sul treno, rintracciato dalla polfer

Bimbo di 6 anni resta solo sul treno, rintracciato dalla polfer

Un bimbo di sei anni rimasto solo su un treno partito da Firenze in direzione Roma è stato rintracciato dalla polizia ferroviaria e riconsegnato ai genitori, una coppia di turisti cinesi.

I turisti si sono rivolti agli uffici della polfer della stazione di Santa Maria Novella a Firenze raccontando che il figlio era rimasto solo sul treno. Il capotreno, subito contattato dalla sala operativa della polizia ferroviaria, ha rintracciato il bambino e lo ha preso in custodia fino all’arrivo a Roma Termini. Qui il piccolo è stato accolto negli uffici della polfer, dove è stato accudito e rassicurato fino all’arrivo dei genitori.

L'articolo Bimbo di 6 anni resta solo sul treno, rintracciato dalla polfer proviene da www.controradio.it.