Firenze, Nardella: ‘Comune non comprerà più plastica monouso”

Firenze, Nardella: ‘Comune non comprerà più plastica monouso”

Firenze ‘plastic-free’. Nardella propone l’eliminazione dei prodotti di plastica monouso dai bandi comunali di acquisto di beni e servizi.

I punti del piano per Firenze ‘plastic-free’, come l’eliminazione dei prodotti di plastica monouso dai bandi comunali di acquisto di beni e servizi, “sono primi atti concreti che poi dovranno svilupparsi anche attraverso l’eliminazione dal circuito della grande distribuzione, del commercio”. Lo ha affermato il sindaco Dario Nardella, parlando a margine della presentazione della mostra ‘La Collezione San Patrignano. Work in progress’.

“Questo ultimo obiettivo certamente più ambizioso – ha aggiunto – lo vogliamo condividere insieme ai protagonisti, quindi ai commercianti, ai ristoratori, ai rappresentanti della grande distribuzione, perché questo tema della plastica diventi un obiettivo comune e non soltanto uno slogan di facciata. Firenze ci crede davvero, noi lo dobbiamo ai nostri ragazzi perché vogliamo contribuire concretamente a salvare il mondo”.

Oltre all’eliminazione della plastica monouso dai bandi di acquisto del Comune, il piano di Palazzo Vecchio prevede una direttiva nello stesso senso rivolta alle società partecipate e alle istituzioni culturali, e iniziative per eliminare i prodotti di plastica dalle manifestazioni pubbliche che hanno patrocinio, adesione o contributo da parte del Comune.

L'articolo Firenze, Nardella: ‘Comune non comprerà più plastica monouso” proviene da www.controradio.it.

Firenze, Nardella: ‘Comune non comprerà più plastica monouso”

Firenze, Nardella: ‘Comune non comprerà più plastica monouso”

Firenze ‘plastic-free’. Nardella propone l’eliminazione dei prodotti di plastica monouso dai bandi comunali di acquisto di beni e servizi.

I punti del piano per Firenze ‘plastic-free’, come l’eliminazione dei prodotti di plastica monouso dai bandi comunali di acquisto di beni e servizi, “sono primi atti concreti che poi dovranno svilupparsi anche attraverso l’eliminazione dal circuito della grande distribuzione, del commercio”. Lo ha affermato il sindaco Dario Nardella, parlando a margine della presentazione della mostra ‘La Collezione San Patrignano. Work in progress’.

“Questo ultimo obiettivo certamente più ambizioso – ha aggiunto – lo vogliamo condividere insieme ai protagonisti, quindi ai commercianti, ai ristoratori, ai rappresentanti della grande distribuzione, perché questo tema della plastica diventi un obiettivo comune e non soltanto uno slogan di facciata. Firenze ci crede davvero, noi lo dobbiamo ai nostri ragazzi perché vogliamo contribuire concretamente a salvare il mondo”.

Oltre all’eliminazione della plastica monouso dai bandi di acquisto del Comune, il piano di Palazzo Vecchio prevede una direttiva nello stesso senso rivolta alle società partecipate e alle istituzioni culturali, e iniziative per eliminare i prodotti di plastica dalle manifestazioni pubbliche che hanno patrocinio, adesione o contributo da parte del Comune.

L'articolo Firenze, Nardella: ‘Comune non comprerà più plastica monouso” proviene da www.controradio.it.

‘Avanti Firenze’, nuova lista che appoggia Nardella

‘Avanti Firenze’, nuova lista che appoggia Nardella

Lista presentata da Riccardo Nencini e Gabriele Toccafondi. Marco Semplici (consigliere della Metrocittà) sarà il capolista. Dario Nardella: ‘Lista rivolta a temi europei, declinati su scala locale’.

E’ stato presentato il simbolo ‘Avanti Firenze’, lista civica che appoggerà Dario Nardella alle prossime elezioni comunali. Marco Semplici (consigliere della Metrocittà) sarà il capolista, mentre il senatore ed ex viceministro alle Infrastrutture e Trasporti Riccardo Nencini (Psi) e l’ex sottosegretario al Miur e deputato Gabriele Toccafondi (Civica Popolare), intervenuti alla presentazione sono i promotori del nuovo movimento. L’obiettivo, ha detto Nencini, è far sì che Firenze sia “protagonista nel mondo” e che, ha aggiunto Toccafondi, “dice sì a tutte le opere che servono a far crescere Firenze, a cominciare dalla nuova pista di Peretola”.

Tra i candidati il presidente della sezione fiorentina dell’ unione degli avvocati italiani Michele Strammiello, imprenditori come Francesco Berti e Simone Bartoli e Alessandro Augier, fra i soci fondatori del Convention Bureau di Firenze.

Il simbolo è su sfondo viola, con un giglio rosso e tre frecce gialle. Oltre all’aeroporto, è stato spiegato, la lista appoggia le altre opere, dalla tramvia all’Alta velocità: Toccafondi ha anche ribadito la necessità “di avere più agenti per la sicurezza”. Per l’ex sottosegretario Toccafondi il tema “sicurezza esiste ma non lo si affronta urlando e sbraitando ma con azioni concrete”.

Nencini ha sottolineato il ruolo centrale di Firenze, affermando che ‘Avanti Firenze’ omaggerà la storia del territorio e in particolare “l’anniversario di Leonardo e Caterina de’ Medici”. Tra le proposte, ha spiegato Semplici, quella di “istituire la polizia turistica in grado di vigilare e sorvegliare” chi non rispetta le regole. Una novità che può essere finanziata “attraverso l’imposta di soggiorno”.

Dario Nardella, sindaco di Firenze, ha detto di essere “molto fiducioso e ottimista sul successo” di ‘Avanti Firenze’. Si tratta, ha aggiunto il sindaco, “di una delle liste che è partita prima e si è subito schierata per un progetto sulla città di Firenze”, con l’ambizione “di tenere insieme anime diverse ma compatibili di un mondo moderato e riformista e che può dare un valore aggiunto a tutta la coalizione. Sta prendendo forma una coalizione con gambe solide, politica e civica allo stesso tempo: può rappresentare una novità sul panorama nazionale”.

“Firenze – ha sottolineato – è la città politicamente più importante dove si andrà a votare in quello che presumibilmente dovrebbe essere l’election day. Aggiungo che questa lista può essere certamente una” di quelle “più apertamente rivolta ai temi europei, declinati su scala locale. Noi non siamo preoccupati della coincidenza delle Europee, tutt’altro. Anzi sappiamo bene che una città come Firenze è una città internazionale e può unire questioni locali a sfide più grandi come quelle per l’Europa”.

L'articolo ‘Avanti Firenze’, nuova lista che appoggia Nardella proviene da www.controradio.it.

Pd: eletti dieci toscani nella direzione nazionale

Pd: eletti dieci toscani nella direzione nazionale

Sono 10 i toscani tra i 120 componenti nella direzione del Pd eletti ieri in occasione della prima assemblea nazionale del partito dopo le primarie svoltasi a Roma.

Tra i dieci toscani eletti nella direzione, secondo quanto appreso, figurano Brenda Barnini, sindaca di Empoli, il senatore Dario Parrini e la vicepresidentessa del gruppo dem a Palazzo Madama Caterina Bini, Alessandra Nardini, consigliera regionale e coordinatrice toscana della mozione Zingaretti, Valerio Fabiani, già candidato a segretario toscano del Pd alle primarie regionali dello scorso ottobre, le deputate Maria Elena Boschi, Susanna Cenni e Rosa Maria Di Giorgi, Marco Simiani e Stefano Bruzzesi.
“Zingaretti ha fatto proposte condivisibili sulla sanità e sulla scuola; anche sulle elezioni europee e sulle amministrative. Vedremo gli sviluppi”. Ha scritto su facebook il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi dopo l’Assemblea del Pd, che ieri ha dato il via libera al nuovo segretario, dicendosi particolarmente colpito da una frase del neo segretario: “‘voglio un partito più inclusivo e pluralista, in cui valorizzare tutti e senza mai fare la caricatura di quelli che la pensano diversamente, di cui sono pronto a riconoscere le ragioni, anche quando non le condivido'”.
“Mi chiedo se le ragioni di un nuovo socialismo, che renda attuale la migliore storia e gli ideali della sinistra italiana, potranno, nel partito di Zingaretti, essere considerate con rispetto e valorizzate – prosegue Rossi -. C’è stato un periodo in cui questo non è avvenuto quando solo a parlare di socialismo si veniva beffeggiati e attaccati perché si consideravano eresie le posizioni di una sinistra socialista. Ora Zingaretti dice di voler ‘cambiare tutto’, riapre il dialogo e lancia un messaggio diverso che a me pare interessante e che seguirò attentamente”.
“Complimenti e auguri di buon lavoro a tutti. C’è un gran lavoro da fare per far vincere il Pd e il centrosinistra a cominciare dalle prossime amministrative ed europee”. Così in una nota la segretaria del Pd toscano, Simona Bonafe’, rivolgendosi ai toscani della direzione nazionale del Pd (a cui  si aggiungono i componenti di diritto, tra cui la stessa Bonafè). Silvia Velo, si spiega ancora, è stata eletta nella commissione nazionale di garanzia.

L'articolo Pd: eletti dieci toscani nella direzione nazionale proviene da www.controradio.it.

Nardella inaugura il suo comitato elettorale

Nardella inaugura il suo comitato elettorale

Firenze, “Non conosciamo” i nostri sfidanti “ma dormiamo lo stesso la notte. Lavoriamo perché per noi l’obiettivo è parlare ai fiorentini”.

Questa la ‘Catchphrase’ usata dal sindaco di Firenze Dario Nardella per inaugurare la sede del suo comitato elettorale, in via del Campofiore.

“Quando M5S e centrodestra troveranno finalmente i loro candidati sindaci avremo modo di capire quali sono le loro proposte, con quali valori e credibilità si presenteranno ai fiorentini – ha detto Nardella – Noi possiamo camminare a testa alta, affrontare tutti gli avversari e parlare ai cittadini di una città che conosciamo”.

“Ufficializzeremo la campagna elettorale con la candidatura mercoledì 27 marzo, alle 21, al Palazzo dei Congressi – ha aggiunto poi il sindaco uscente, e sulle che lo appoggeranno: “Ad oggi siamo a cinque: ‘Sinistra civica’, ‘Avanti Firenze’, ‘Lista civica per Nardella sindaco’, la lista ambientalista che sta nascendo e si sta strutturando in queste settimane e ovviamente il Pd”.

“Siamo inoltre in contatto con ‘+ Europa’, crediamo di avere molti punti in comune. Ad ogni modo teniamo la coalizione aperta finché non avremo la scadenza a metà aprile per la presentazione definitiva di tutti i candidati di tutte le liste. Avremo anche una coalizione molto forte dei quartieri, perché abbiamo elezione diretta dei presidenti dei quartieri”.

“La tramvia è il nostro cavallo di battaglia, lo è stato” in questi “cinque anni, lo sarà nei prossimi anni”. Nel comitato elettorale domina il colore arancio con lo slogan ‘Firenze è la città che siamo’ e in evidenza alcune parole chiave come ‘libertà’, ‘rispetto’, ‘verde’, ‘creatività’, ‘movimento’.

L'articolo Nardella inaugura il suo comitato elettorale proviene da www.controradio.it.