Pd Toscana: 71% a Bonafè, 29% a Fabiani in voto circoli

Pd Toscana: 71% a Bonafè, 29% a Fabiani in voto circoli

Questi i risultati parziali, secondo quanto appreso, del voto in corso nei 712 circoli del Pd toscano, oltre un terzo quelli dove si è già votato, in vista del congresso regionale del partito fissato per il 14 ottobre

L’europarlamentare Simona Bonafè al 71% circa e il suo contendente Valerio Fabiani al 29%: sono i risultati parziali, secondo quanto appreso, del voto in corso nei 712 circoli del Pd toscano, oltre un terzo quelli dove si è già votato, in vista del congresso regionale del partito fissato per il 14 ottobre. Un andamento ricordato anche nella sua Enews settimanale dal senatore Pd ed ex segretario del partito Matteo Renzi che si complimenta con Bonafè, considerata a lui vicina.
Gli aventi diritto sono circa 41mila e la partecipazione interna sarebbe al momento al 38%. Il voto nei circoli, riservato ai soli iscritti, è partito il 15 settembre e si concluderà il 29 settembre. Nello stesso giorno si terrà a Livorno il congresso locale per l’elezione dei nuovi segretari a livello cittadino e provinciale.

“Domenica prossima il segretario del PD, Martina, ha convocato una grande manifestazione in Piazza del Popolo. L’appuntamento è alle 14. Nel frattempo sono iniziati i congressi, a cominciare da quelli regionali. I primi a bruciare le tappe per i congressi sono i toscani e lasciatemi fare i complimenti a Simona Bonafè che dopo quasi la metà dei circoli sta vincendo con oltre il 70%. Brava Simo, avanti così”.
Questo quanto ha scritto ella sua Enews settimanale il senatore Pd ed ex segretario del partito Matteo Renzi 

L'articolo Pd Toscana: 71% a Bonafè, 29% a Fabiani in voto circoli proviene da www.controradio.it.

Pd Toscana: 71% a Bonafè, 29% a Fabiani in voto circoli

Pd Toscana: 71% a Bonafè, 29% a Fabiani in voto circoli

Questi i risultati parziali, secondo quanto appreso, del voto in corso nei 712 circoli del Pd toscano, oltre un terzo quelli dove si è già votato, in vista del congresso regionale del partito fissato per il 14 ottobre

L’europarlamentare Simona Bonafè al 71% circa e il suo contendente Valerio Fabiani al 29%: sono i risultati parziali, secondo quanto appreso, del voto in corso nei 712 circoli del Pd toscano, oltre un terzo quelli dove si è già votato, in vista del congresso regionale del partito fissato per il 14 ottobre. Un andamento ricordato anche nella sua Enews settimanale dal senatore Pd ed ex segretario del partito Matteo Renzi che si complimenta con Bonafè, considerata a lui vicina.
Gli aventi diritto sono circa 41mila e la partecipazione interna sarebbe al momento al 38%. Il voto nei circoli, riservato ai soli iscritti, è partito il 15 settembre e si concluderà il 29 settembre. Nello stesso giorno si terrà a Livorno il congresso locale per l’elezione dei nuovi segretari a livello cittadino e provinciale.

“Domenica prossima il segretario del PD, Martina, ha convocato una grande manifestazione in Piazza del Popolo. L’appuntamento è alle 14. Nel frattempo sono iniziati i congressi, a cominciare da quelli regionali. I primi a bruciare le tappe per i congressi sono i toscani e lasciatemi fare i complimenti a Simona Bonafè che dopo quasi la metà dei circoli sta vincendo con oltre il 70%. Brava Simo, avanti così”.
Questo quanto ha scritto ella sua Enews settimanale il senatore Pd ed ex segretario del partito Matteo Renzi 

L'articolo Pd Toscana: 71% a Bonafè, 29% a Fabiani in voto circoli proviene da www.controradio.it.

Rossi a Salvini, più forze dell’ordine no armi ‘a go go’

Rossi a Salvini, più forze dell’ordine no armi ‘a go go’

“È capitato anche a mio padre. I giornali oggi parlano delle rapine in casa. Sono due al giorno, con danni e violenze a persone anziane. Soprattutto nelle campagne e nelle periferie. Credo che il Paese abbia bisogno di predisporre un piano contro questi crimini odiosi, rafforzando le forze dell’ordine che se ne occupano e aiutando gli anziani ad attrezzarsi con dispositivi antifurto”.

Lo scrive su facebook il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. “Ma il Ministro della paura, Salvini, pensa ad altro – aggiunge Rossi -; a distribuire armi a gogo e a togliere diritti a tutti i migranti. Anche se ormai ci sono pure italiani che fanno le rapine in casa”.

L'articolo Rossi a Salvini, più forze dell’ordine no armi ‘a go go’ proviene da www.controradio.it.

Politica: a Livorno per il PD congresso unitario

Politica: a Livorno per il PD congresso unitario

Il 29 settembre “election day” su tutta la costa per eleggebre Rocco Garufo alla segreteria dell’Unione comunale di Livorno e Simone Rossi alla segreteria della Federazione territoriale livornese. Obiettivo: “sconfiggere un’amministrazione pericolosa e distruttiva per la città di Livorno come quella dei Cinque Stelle”

“Il Partito Democratico di Livorno e dei comuni del territorio livornese sceglie all’unanimità il congresso unitario per avviare la sfida delle prossime elezioni amministrative: il 29 settembre “election day” su tutta la costa per eleggere Rocco Garufo alla segreteria dell’Unione comunale di Livorno e Simone Rossi alla segreteria della Federazione territoriale livornese. “Sconfiggere un’amministrazione pericolosa e distruttiva per la città di Livorno come quella dei Cinque Stelle, e proseguire l’ottimo lavoro già avviato nei comuni del territorio guidati dal nostro partito, richiede una guida unitaria e condivisa del PD territoriale e cittadino“, si legge nel documento votato all’unanimità ieri dalla Direzione del PD livornese. Ecco dunque che “il prossimo sabato 29 settembre – prosegue la nota – tutti i circoli del PD di Livornese e del territorio livornese accoglieranno gli iscritti del partito per la discussione sulle mozioni regionali ma anche per eleggere i nuovi segretari: un’occasione di discussione aperta sul futuro della città e dei territori, una prova di unità politica indispensabile al lavoro da svolgere in vista del voto amministrativo, un esempio di maturità e orgoglio che confermi per il PD il ruolo di forza fondamentale per l’alternativa al populismo di Lega e Cinque Stelle e per la prosecuzione del lavoro di buongoverno dei comuni amministrati dai nostri sindaci”.

Rocco Garufo è nato nel 1971 e vive a Livorno. Ha studiato Scienze Politiche, è  stato assessore provinciale dal 2005 al 2008 e oggi lavora per la Toremar.

Simone Rossi è nato nel 1980, è vicesindaco del Comune di Bibbona e segretario locale del PD, è avvocato e vicepresidente del Consorzio Strada del Vino di Bolgheri.

L'articolo Politica: a Livorno per il PD congresso unitario proviene da www.controradio.it.

Amministrative Firenze: CDX pensa a Ubaldo Bocci?

Amministrative Firenze: CDX pensa a Ubaldo Bocci?

Uomo forte di Azimut, una società indipendente che si occupa di consulenza patrimoniale, cattolico, stimato da sempre impegnato in Unitalsi. Sarebbe un profilo molto gradito in grado di convincere tutto il centro destra

Piace alla Lega, partito per cui potrebbe candidarsi, è  apprezzato  anche da Forza Italia, per la sua  conoscenza del mercato economico e finanziario, ma anche da  Fratelli d’Italia, mercè il suo impegnoi verso i più deboli, con Unitalsi.

Come rivela un articolo di Chistian campigli sul Sito di Firenze, Ubaldo Bocci sarebbe il nome cui il centrodestra sta pensando di affidarsi per dare la scalata a Palazzo Veccchio, la cui riuscita, come dimostrano anche gli ultimi sondaggi (a livello regionale) non sarebbe più impossible.

Bossi sarebbe infatti “una figura di spicco, che non solo tranquillizzerebbe i piani alti dell’economia fiorentina, ma che sarebbe anche in grado di portare nella nostra città nuovi ed importanti investimenti (…)  Bocci è anche un cattolico serio e rigoroso, che ha fatto del suo impegno con l’Unitalsi una ragione di vita. Una mano tesa verso i più deboli, verso gli ultimi, che lo rende apprezzato e stimato anche nelle stanze del Vaticano. E, anche in questo caso, non reggerebbe l’accusa di razzismo o fascismo a Bocci, proprio in virtù del suo curriculum”

inosmma “un nome che convince anche i più scettici. Che riesce a riunire le varie anime del centro destra. E che può rappresentare l’arma vincente per dare l’assalto al fortino denominato Palazzo Vecchio”.

il nome di Bocci avrebbe tuttavia un limite: la scasa popolarità. E’ per questo che dovrebbe essere etstato nei prossimi mesi. Fino a dicembre quendo la riserva sul nome prescelto dovrebbe cadere in vista delle amministrative dell’anno prossimo.

L'articolo Amministrative Firenze: CDX pensa a Ubaldo Bocci? proviene da www.controradio.it.