PQE Group lancia progetti contro fake news sul Covid e stereotipi femminili

PQE Group lancia progetti contro fake news sul Covid e stereotipi femminili

PQE Group propone due progetti di corporate social responsibility per contrastare le fake news sul Covid19 e gli stereotipi femminili.

Dopo un anno dall’inizio della pandemia globale PQE Group ha deciso di presentare due nuovi progetti interni, mettendoli poi a disposizione della comunità mondiale. Il primo riguarderà la nuova edizione di Infodemic, la Task Force di ricerca scientifica per combattere le fake news sul Covid-19, mentre il secondo, dal titolo “Unconventional Female Thoughts” avrà come obiettivo quello di abbattere stereotipi del mondo femminile.

Dopo il successo della prima edizione e il perpetrarsi della pandemia globale, l’azienda ha deciso di portare avanti l’iniziativa “Infodemic Task Force” coinvolgendo un nuovo gruppo di dipendenti: 12 esperti consulenti di PQE Group laureati in discipline che spaziano dall’Ingegneria Biomedica e la Biotecnologia alle Scienze Sociali ed Economiche. Il gruppo lavorerà per fornire tramite i canali di comunicazione di PQE Group un’informazione scientificamente accurata sulla pandemia. Gli articoli saranno pubblicati sul sito aziendale alla pagina dedicata al progetto, dove ad oggi sono fruibili gli articoli scritti durante la prima edizione.

Il programma “Unconventional Female Thoughts” avrà inizio venerdì 26 marzo alle 12:30 in diretta dai canali social aziendali. Il programma consiste in 15 minuti di riflessioni da parte di Gilda D’Incerti, fondatrice e AD di PQE Group, insieme ad ospiti con l’obiettivo di dare segnali positivi attraverso riflessioni che abbattano gli stereotipi e diano alle donne la possibilità di avere una maggiore coscienza di sé. Si tratterà di testimonianze di donne che si racconteranno durante una chiacchierata informale.

D’Incerti spiega: “Credo che entrambi questi due progetti siano molto importanti poiché persone più informate e formate possono fare scelte più consapevoli nella vita di tutti i giorni. La pandemia globale ha sottolineato le debolezze del sistema e delle nostre comunità sottolineandone la fragilità. Per questo ho deciso di far rientrare entrambi questi progetti tra le attività di responsabilità sociale che la mia azienda porta avanti da molti anni”.

L'articolo PQE Group lancia progetti contro fake news sul Covid e stereotipi femminili proviene da www.controradio.it.

8 marzo 2021: la pandemia non ferma le voci delle donne. Speciale Controradio

8 marzo 2021: la pandemia non ferma le voci delle donne. Speciale Controradio

8 marzo 2021 – Due ore in diretta su Controradio con videocollegamenti su EDO. Interviste, confronti, dialoghi e testimonianze dalle 8 alle 10 di lunedì mattina a cura della redazione.

Dall’appello di Non una Di Meno per lo sciopero globale ed essenziale alla mobilitazione Stop Tampon Tax, il volto della migrazione sulla rotta balcanica come fuoriuscita dalla violenza e l’uso della tecnologia per come strumento di  ricostruzione, fino agli effetti della pandemia sul gap economico di genere e le storie di leadership al femminile.
con l’attrice Daniela Morozzi, l’avvocata Marina Capponi, l’imprenditrice Gilda D’Incerti  e molte altre ospiti
dalle 8 alle 10 di lunedì 8 marzo  su Controradio
Dal 6 al 13 marzo tutti gli assorbenti igienici femminili saranno venduti nei punti vendita di Unicoop Firenze ad un’Iva ridotta dal 22 al 4 percento. E’ un’iniziativa sostenuta anche dalle donne della Giunta regionale  che aderiscono alla petizione IL CICLO NON E’ UN LUSSO,  promossa dall’associazione Onde Rosa, che chiede l’abbattimento dell’Iva sugli assorbenti, in quanto bene di prima necessità.  In questa direzione va anche l’iniziativa lanciata dal Comune di Pontassieve, dove a partire  dal 1 marzo, alla farmacia Comunale, tutti gli assorbendi sono venduti senza IVA. Sentiremo le interviste realizzate da Rossana Mamberto.
La puntata delle 9.05 di PQE GROUP. L’era dell’inclusione condotta da Chiara Brilli, sarà dedicata al tema dell’imprenditoria e della leadership al femminile con Gilda D’Incerti, Amministratrice Delegata di PQE Group e Giuliana Gavioli, Senior Vice President della divisione B. Braun Avitum e membro del B. Braun Avitum executive commitee.
Alle 9.35 BREAD AND ROSES. DIALOGO Daniela Morozzi e Marina Capponi
Storie di donne, vittima di discriminazione o molestie sul lavoro, andate a lieto fine: a poco più di tre mesi dall’uscita  del libro “Bread & roses” (Porto Seguro Editore), scritto e curato dall’attrice Daniela Morozzi e dall’avvocata Marina Capponi torniamo a parlarne  su Controradio, in occasione dell’8 marzo per confrontarci con le autrici sulle testimonianze al centro del libro e del percorso radiofonico anticipatore fatto sulle nostre frequenze e ma anche della loro quotidianità di donne, lavoratrici, madri e divulgatrici di diritti e voci al femminile.
Alle 9.50  La storia di Fatima e di suo figlio Parsaa cura di Elena Ledda e Monica Pelliccia realizzata grazie a un grant di IJ4EU.
Fatima Pourgharib, 49 anni, vive con suo figlio Parsa di 10 anni nel centro di accoglienza temporanea di Usivak, che si trova nella periferia di Sarajevo. Originaria di Teheran ha lasciato l’Iran per scappare dalla violenza che suo marito esercitava su di lei e suo figlio: quando Parsa aveva appena 5 mesi il padre lo ha scaraventato per terra rendendolo invalido. Per scappare dalla violenza domestica Fatima ha intrapreso con Parsa un viaggio che non vuole neppure ricordare “sennò non riuscirò dormire questa notte” che l’ha portata prima in Turchia e poi in Serbia e adesso in un container nell’inverno bosniaco, dove le temperature possono raggiungere meno 10 gradi.
Verrà affrontato con Chain Italia anche il tema della  tecnologia al servizio dei percorsi di fuoriuscita dalla violenza domestica. Gli strumenti per riconoscere questo problema sistemico e culturale ma soprattutto incoraggiare la possibilità di scelta e di azione delle donne che subiscono violenza e l’apporto delle reti di vicinato e amicizia.
Non mancheranno poi le segnalazioni dei molti eventi digitali e in presenza promossi da associazioni, realtà civiche e istituzioni sul territorio toscano.

L'articolo 8 marzo 2021: la pandemia non ferma le voci delle donne. Speciale Controradio proviene da www.controradio.it.