Ghiaccio, codice arancione per domenica 14 febbraio su gran parte della Toscana

Ghiaccio, codice arancione per domenica 14 febbraio su gran parte della Toscana

Allerta arancione con temperature ampiamente inferiori a zero gradi centigradi su buona parte della regione con conseguente formazione di ghiaccio, in particolare sulle zone interessate dalle nevicate

Ancora aria fredda in arrivo in Italia dai Balcani, accompagnata da forti venti di grecale. La Sala Operativa Unificata Permanente della Protezione civile regionale ha emesso un codice arancione per ghiaccio che interesserà gran parte della Toscana con validità dalle ore 20 di oggi, sabato, fino alle 12 di domani, domenica e dalle 18 alla mezzanotte sempre di domani.

Sempre per ghiaccio e limitatamente alle zone escluse dal codice arancione (aree a nord ovest, quelle centrali in corrispondenza del Valdarno inferiore, tutta la costa e l’Arcipelago) è stato invece emesso un codice giallo valido dalle ore 20 di oggi, sabato, fino alle 12 di domani, domenica e dalle 18 alla mezzanotte sempre di domani. Infine un altro codice giallo per vento (valido dalle 13 di oggi alle 13 di domani) riguarda quasi tutta la regione (escluse Lunigiana, Versilia, bacino del Serchio e del Reno).

Dalla sera di oggi fino a buona parte della mattinata di domani e nuovamente dalla sera di domani, temperature ampiamente inferiori a zero gradi centigradi su buona parte della regione con conseguente formazione di ghiaccio, in particolare sulle zone interessate dalle nevicate. Temperature sempre inferiori a zero gradi centigradi a quote superiori i 600-800 metri. Tra la sera di domani e la mattina di lunedì è al momento previsto un calo delle temperature ancora più accentuato; pertanto le aree in criticità arancione potranno essere eventualmente riviste nel corso della mattina di domani, domenica.

Oggi e per la mattina di domani previsti forti venti da nord est con raffiche fino a 40-60 km/h nelle pianura interne, 50-70 km/h sulla costa livornese e grossetana, 80-100 km/h sui rilievi appenninici, Amiata e Colline Metallifere. Attenuazione dal pomeriggio di domani, domenica.

Dettagli e consigli sui comportamenti da adottare si trovano all’interno della sezione “Allerta meteo” del sito della Regione Toscana.

L'articolo Ghiaccio, codice arancione per domenica 14 febbraio su gran parte della Toscana proviene da www.controradio.it.

Maltempo: allerta gialla per vento siberiano in Toscana

Maltempo: allerta gialla per vento siberiano in Toscana

Allerta gialla da stasera a domani, forti raffiche e rischio ghiacciate in Toscana

Codice giallo per ghiaccio dalle ore 18 di oggi alla mezzanotte di domani in varie zone della Toscana, in Lunigiana, Casentino e sulle zone dell’Appennino interessate dalle precedenti nevicate.

L’avviso di allerta gialla è stato emesso dalla Protezione civile regionale. Fra oggi e domani, viene reso noto, è previsto infatti l’ingresso sulla Toscana, “di aria fredda di origine russo-siberiana con anche forti raffiche di vento da nord-est sulla costa, sull’Arcipelago, sui rilievi appenninici e nelle zone sottovento”.

Poi “domani, sabato, forti raffiche sono previste sulle province di Arezzo, Siena e Grosseto in attenuazione dal pomeriggio”. Si segnala inoltre che dal tardo pomeriggio di domani le temperature caleranno rapidamente e in serata saranno ampiamente sotto lo zero su tutte le zone interne della regione. La formazione di ghiaccio tuttavia è prevista solo localizzata e limitata alle aree in cui, per vari motivi, può essere presente acqua (ad esempio strade provinciali che attraversano impluvi).

Si tratta di una breve ma intensa l’ondata di gelo russo che sta per investire anche l’Italia colpendo principalmente le regioni adriatiche. Il freddo ed il maltempo, che porterà precipitazioni nevose anche nelle città costiere dell’est del Paese, durerà infatti fino a lunedì in tutta Italia. Sotto zero saranno gran parte delle città del Centronord ed è prevista neve sul versante adriatico (Pescara, Chieti, l’Aquila) ma anche a Potenza e, a Nordovest, a Livorno e Genova. “L’inverno – commenta il meteorologo di 3bmeteo.com – si sta dimostrando come ai vecchi tempi, freddo e instabile. E’ possibile che alla fine della prossima settimana ci sia maltempo al nord con neve sulle Alpi”.

L'articolo Maltempo: allerta gialla per vento siberiano in Toscana proviene da www.controradio.it.

Maltempo: neve in Toscana, senza luce paesi e alberi caduti

Maltempo: neve in Toscana, senza luce paesi e alberi caduti

Ancora neve e ancora disagi in Toscana, dove le precipitazioni nevose hanno raggiunto anche rilievi più bassi, collinari, sopra i 200 metri, oltre alle montagne dell’Appennino.

Così, stamani, insieme a un netto calo delle temperature, ci sono state nevicate sui colli intorno a Firenze. Imbiancato in modo visibile Monte Morello a nord della città.

Neve anche in Mugello, Chianti, Valdarno. Disagi importanti sono segnalati sulla Montagna Pistoiese dove nevica ancora, dopo i giorni scorsi.

Alcune frazioni sono di nuovo senza corrente elettrica. “Ogni frazione collinare sopra i 400 metri – spiega Alessio Bartolomei, assessore alla Protezione civile del Comune di Pistoia – è invasa dalla neve.

Ci sono anche situazioni critiche con cittadini isolati e addirittura di nuovo senza corrente elettrica nella zona di Piastre, Cassarese e Casamarconi. Decine gli alberi caduti lungo
le strade.

La protezione civile è in azione da stamattina per cercare di liberare le strade ovunque sia possibile. Si raccomanda la prudenza a chiunque abbia assoluta necessità di
muoversi”.

Oggi in Toscana vige un avviso di codice giallo per maltempo fino a stasera.

Le imprese agricole che hanno subito danni alle produzioni a causa dell’ultimo evento climatico che ha colpito alcune zone delle province di Massa Carrara, Pistoia e Lucca nei prossimi giorni potranno accedere al sistema Artea per segnalare i danni.

La segnalazione dovrà essere effettuata entro il 31 gennaio 2021 sul sito www.artea.toscana.it.

Lo fa sapere la vicepresidente della Regione Toscana e assessora all’agroalimentare Stefania Saccardi che annuncia anche che in queste ore sta lavorando insieme agli uffici competenti dell’assessorato e del Ministero dell’agricoltura per individuare risorse che potranno andare a sostegno delle imprese danneggiate dal maltempo.

”Ci siamo attivati subito con il Ministero dell’agricoltura – spiega la vicepresidente Saccardi – per individuare risorse che sono già nelle nostre casse ma che potremmo destinare alle imprese colpite dal maltempo che in questi ultimi giorni ha messo a dura prova un sistema già pesantemente colpito dall’emergenza sanitaria”.

“Vogliamo venire incontro soprattutto alle piccole imprese delle aree montane e collinari – conclude la vicepresidente Saccardi -, la cui presenza è essenziale per garantire il presidio di un territorio sempre più fragile e soggetto ad eventi che si stanno ripetendo con sempre maggiore frequenza”.

L'articolo Maltempo: neve in Toscana, senza luce paesi e alberi caduti proviene da www.controradio.it.

Il 6 gennaio codice arancione per neve sul nord-ovest

Il 6 gennaio codice arancione per neve sul nord-ovest

Un’area di bassa pressione associata ad aria fredda di origine artica manterrà condizioni di instabilità sulla Toscana fino a domani, mercoledì 6 gennaio, con possibili nevicate a bassa quota.

Per questo la Sala operativa della Protezione civile regionale ha esteso all’intera giornata di domani il codice giallo per il rischio idrogeologico e la neve, codice che per quanto riguarda la neve diventerà arancione sui settori nord-ovest dell’Appennino (dalle 21 di oggi fino alle 13 di domani).

Dettagli e consigli sui comportamenti da adottare si trovano all’interno della sezione “Allerta meteo” del sito della Regione Toscana, all’indirizzo www.regione.toscana.it/allertameteo.

La Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze raccomanda “prudenza alla guida” con le “nevicate sui passi appenninici” che possono determinare “criticità sulla viabilità di competenza metropolitana”. In corso interventi degli operatori del Servizio Viabilità e della
Protezione civile con mezzi spalaneve e spargisale.

Sarà una Epifania instabile, dal punto di vista meteorologico, con piogge, temporali e nevicate soprattutto al Centrosud. Responsabile del maltempo di questi giorni è
un’ampia circolazione ciclonica fredda e di origine artica, che interessa tutta l’Europa dando origine a due aree di bassa pressione. Oggi, in particolare, piogge, temporali e neve colpiranno, oltre al Nord (neve a quote collinari e a tratti in pianura su basso Piemonte, oltrepo’ pavese e piacentino) anche il Centro, soprattutto il versante tirrenico, con nevicate copiose oltre i 500-800 metri in Appennino.

Per l’Epifania il tempo sarà instabile soprattutto al Centrosud, con ulteriore neve in Appennino oltre i 500-1000 metri. Previsti residui fenomeni al Nordest con neve a quote collinari. Ancora nevicate su entroterra ligure a quote quasi di pianura (200-500 metri). Nonostante il maltempo, le temperature registrate al Nord, sottolinea Ferrara, “non sono piu’ basse della media e rientrano nei valori stagionali, mentre al Sud sono leggermente superiori. Va sottolineato che per ora sono mancate le ondate di gelo, anche se su Alpi ed Appennini non si vedeva tanta neve da una decina di anni”.

L'articolo Il 6 gennaio codice arancione per neve sul nord-ovest proviene da www.controradio.it.

Il 6 gennaio codice arancione per neve sul nord-ovest

Il 6 gennaio codice arancione per neve sul nord-ovest

Un’area di bassa pressione associata ad aria fredda di origine artica manterrà condizioni di instabilità sulla Toscana fino a domani, mercoledì 6 gennaio, con possibili nevicate a bassa quota.

Per questo la Sala operativa della Protezione civile regionale ha esteso all’intera giornata di domani il codice giallo per il rischio idrogeologico e la neve, codice che per quanto riguarda la neve diventerà arancione sui settori nord-ovest dell’Appennino (dalle 21 di oggi fino alle 13 di domani).

Dettagli e consigli sui comportamenti da adottare si trovano all’interno della sezione “Allerta meteo” del sito della Regione Toscana, all’indirizzo www.regione.toscana.it/allertameteo.

La Protezione civile della Città Metropolitana di Firenze raccomanda “prudenza alla guida” con le “nevicate sui passi appenninici” che possono determinare “criticità sulla viabilità di competenza metropolitana”. In corso interventi degli operatori del Servizio Viabilità e della
Protezione civile con mezzi spalaneve e spargisale.

Sarà una Epifania instabile, dal punto di vista meteorologico, con piogge, temporali e nevicate soprattutto al Centrosud. Responsabile del maltempo di questi giorni è
un’ampia circolazione ciclonica fredda e di origine artica, che interessa tutta l’Europa dando origine a due aree di bassa pressione. Oggi, in particolare, piogge, temporali e neve colpiranno, oltre al Nord (neve a quote collinari e a tratti in pianura su basso Piemonte, oltrepo’ pavese e piacentino) anche il Centro, soprattutto il versante tirrenico, con nevicate copiose oltre i 500-800 metri in Appennino.

Per l’Epifania il tempo sarà instabile soprattutto al Centrosud, con ulteriore neve in Appennino oltre i 500-1000 metri. Previsti residui fenomeni al Nordest con neve a quote collinari. Ancora nevicate su entroterra ligure a quote quasi di pianura (200-500 metri). Nonostante il maltempo, le temperature registrate al Nord, sottolinea Ferrara, “non sono piu’ basse della media e rientrano nei valori stagionali, mentre al Sud sono leggermente superiori. Va sottolineato che per ora sono mancate le ondate di gelo, anche se su Alpi ed Appennini non si vedeva tanta neve da una decina di anni”.

L'articolo Il 6 gennaio codice arancione per neve sul nord-ovest proviene da www.controradio.it.