Terremoto, dalla comunità cinese di Firenze 46 mila euro per Amatrice

FIRENZE – Anche la comunità cinese di Firenze ha voluto dare un segno della propria vicinanza alle popolazioni colpite dal terremoto che il 24 agosto si è abbattuto sul Centro Italia.

Un assegno da 46mila 330 euro, frutto delle donazioni di sei associazioni cinesi è stato consegnato questo pomeriggio dal console generale della Repubblica popolare cinese a Firenze Wang Fuguo alla vicepresidente Monica Barni, all'assessore alla Protezione civile Federica Fratoni.

A ricevere la delegazione cinese in palazzo Strozzi Sacrati anche il vicesindaco di Firenze Cristina Giachi e il vicesindaco di Prato Simone Faggi.

La somma sarà versata sul conto corrente di solidarietà che la Regione e Anci Toscana hanno attivato il giorno dopo il sisma. Il conto è il n. 8888.32 "Toscana per l'emergenza terremoto centro Italia", attivato presso la Banca Mps ag.17 in via Novoli a Firenze. Le coordinate bancarie sono Bban Q 01030 02818 000000888832, Iban IT 43 Q 01030 02818 000000888832, Bic PASCITM1F17

Dopo il benvenuto nella casa della Regione Toscana dato dalla vicepresidente Monica Barni, ha preso la parola il console Fuguo spiegando che "Per la comunità cinese immigrata, l'Italia è il secondo paese. Quindi – ha detto - tutto quello che succede qua ci coinvolge e ci riguarda. Il contributo che abbiamo raccolto vuole mostrare il nostro amore per l'Italia e la nostra amicizia per il popolo italiano. Speriamo, in questo modo, di poter essere un aiuto utile alle popolazioni colpite".

"Siamo di fronte a un gesto straordinario di generosità – ha commentato poi l'assessore Fratoni - ma credo soprattutto sia questo il segno tangibile di una integrazione possibile che in Toscana abbiamo. Volersi mobilitare per un evento drammatico che ha colpito il nostro paese in territori periferici credo sia un segno di grande fiducia e speranza per il futuro. Ringrazio dunque il console cinese di aver voluto questo momento di consegna ufficiale nel palazzo della Regione in modo che abbiamo potuto esprimere a pieno la gratitudine dell'istituzione che poi è la gratitudine di tutto il popolo toscano e delle popolazioni colpite che riceveranno questo grande beneficio".

Il vicesindaco Cristina Giachi ha ringraziato la comunità cinese che si è dimostrata cittadina del nostro paese, essendo la solidarietà il primo mattone della cittadinanza. Il vicesindaco Faggi ha voluto ricordare la generosità che muove la comunità cinese che, in varie circostanze difficili, ha avuto sempre modo di portare il proprio contributo materiale.

Terremoto, dalla comunità cinese di Firenze 46 mila euro per Amatrice

FIRENZE – Anche la comunità cinese di Firenze ha voluto dare un segno della propria vicinanza alle popolazioni colpite dal terremoto che il 24 agosto si è abbattuto sul Centro Italia.

Un assegno da 46mila 330 euro, frutto delle donazioni di sei associazioni cinesi è stato consegnato questo pomeriggio dal console generale della Repubblica popolare cinese a Firenze Wang Fuguo alla vicepresidente Monica Barni, all'assessore alla Protezione civile Federica Fratoni.

A ricevere la delegazione cinese in palazzo Strozzi Sacrati anche il vicesindaco di Firenze Cristina Giachi e il vicesindaco di Prato Simone Faggi.

La somma sarà versata sul conto corrente di solidarietà che la Regione e Anci Toscana hanno attivato il giorno dopo il sisma. Il conto è il n. 8888.32 "Toscana per l'emergenza terremoto centro Italia", attivato presso la Banca Mps ag.17 in via Novoli a Firenze. Le coordinate bancarie sono Bban Q 01030 02818 000000888832, Iban IT 43 Q 01030 02818 000000888832, Bic PASCITM1F17

Dopo il benvenuto nella casa della Regione Toscana dato dalla vicepresidente Monica Barni, ha preso la parola il console Fuguo spiegando che "Per la comunità cinese immigrata, l'Italia è il secondo paese. Quindi – ha detto - tutto quello che succede qua ci coinvolge e ci riguarda. Il contributo che abbiamo raccolto vuole mostrare il nostro amore per l'Italia e la nostra amicizia per il popolo italiano. Speriamo, in questo modo, di poter essere un aiuto utile alle popolazioni colpite".

"Siamo di fronte a un gesto straordinario di generosità – ha commentato poi l'assessore Fratoni - ma credo soprattutto sia questo il segno tangibile di una integrazione possibile che in Toscana abbiamo. Volersi mobilitare per un evento drammatico che ha colpito il nostro paese in territori periferici credo sia un segno di grande fiducia e speranza per il futuro. Ringrazio dunque il console cinese di aver voluto questo momento di consegna ufficiale nel palazzo della Regione in modo che abbiamo potuto esprimere a pieno la gratitudine dell'istituzione che poi è la gratitudine di tutto il popolo toscano e delle popolazioni colpite che riceveranno questo grande beneficio".

Il vicesindaco Cristina Giachi ha ringraziato la comunità cinese che si è dimostrata cittadina del nostro paese, essendo la solidarietà il primo mattone della cittadinanza. Il vicesindaco Faggi ha voluto ricordare la generosità che muove la comunità cinese che, in varie circostanze difficili, ha avuto sempre modo di portare il proprio contributo materiale.

Contributi per danni da maltempo, scade domani il termine per la presentazione delle domande

FIRENZE – Contributi per i danni del maltempo da marzo 2013 ad agosto 2015, i cittadini hanno ancora un giorno di tempo per presentare la domanda.

Nella Gazzetta ufficiale del 20 agosto (la numero 194) è stata infatti pubblicata l'ordinanza del Dipartimento di protezione civile nazionale nella quale sono contenute le informazioni relative alle scadenze insieme alla modulistica da utilizzare per richiedere i contributi.

L'ordinanza (la numero 383 del 16 agosto) si riferisce alla cosiddetta "delibera globale" - emanata dal Consiglio dei Ministri il 28 luglio scorso in attuazione della legge di stabilità 2016 - che ha messo a disposizione le risorse e individuate le procedure per il ripristino del patrimonio abitativo e produttivo privato colpito da calamità naturali.

I termini, che hanno cominciato a decorrere dal 20 agosto (giorno di pubblicazione in Gazzetta ufficiale dell'ordinanza) scadranno domani, 29 settembre (40 giorni) giorno ultimo per i cittadini per presentare la domanda di contributo così come da disposizioni nazionali. La manovra riguarda 17 regioni.

La Toscana è interessata con sette eventi che hanno avuto luogo dal marzo 2013 al 24 e 25 agosto del 2015. In particolare, quelli del marzo 2013, dell'ottobre 2013, del 1 gennaio e 11 febbraio 2014, del 19 e 20 settembre 2014, dell'11-14ottobre e 5-7 novembre 2014, del 5 marzo 2015 e del 24 e 25 agosto 2015. Riguardano tutte le province, 181 comuni, 13.478 schede (le cosiddette schede B) di segnalazione dei danni per un importo stimato complessivo di circa 150 milioni di euro.

I presupposti per fare domanda sono due: essere stati danneggiati da uno degli eventi per i quali è stato dichiarato lo stato di emergenza nazionale ed oggetto della delibera "globale" del 28 luglio, avere presentato la scheda di segnalazione del danno con il modello B, subito dopo l'evento medesimo.

Un vademecum ad hoc

La Regione Toscana ha predisposto un vademecum per l'attività che i Comuni saranno chiamati a svolgere con il coordinamento ed il supporto degli uffici di protezione civile delle Province e della amministrazione regionale stessa e un vademecum per i cittadini. - Sul sito web regionale è attiva un'apposita sezione all'indirizzo: 

http://www.regione.toscana.it/-/finanziamento-per-danni-da-eventi-calamitosi - È stata anche attivata una e-mail dedicata per domande e questioni:  alluvioni.privati@regione.toscana.it

 

Maltempo, codice arancione prolungato fino a sabato e esteso a tutta la Toscana

FIRENZE – Si prolunga fino alla mezzanotte di sabato 17 e si estende a tutta la Toscana il codice arancione annunciato ieri per forti temporali e rischio idrogeologico ed idraulico a partire dalle ore 7.00 di stamani.

L'aggiornamento è stato emesso dal Centro Funzionale della Regione a causa della forte perturbazione in transito sul centro-nord Italia che determina condizioni di marcata instabilità associata a temporali sparsi.

Domani, venerdì 16, ci sarà un ulteriore generale peggioramento con fenomeni più diffusi e persistenti.

Per la giornata di oggi i temporali sono a carattere sparso, associati anche a forti colpi di vento e locali grandinate. Domani, venerdì, attendiamo un ulteriore peggioramento con temporali che potranno risultare più diffusi e di forte intensità su tutta la regione già dalle prime ore della notte a partire dalla costa. I temporali saranno probabilmente più persistenti sulle zone centro-meridionali. Sono possibili cumulati di pioggia abbondanti specie sul centro-sud della Toscana, con intensità molto elevate, possibili anche forti colpi di vento e grandinate.

Fermo restando le indicazioni delle amministrazioni comunali si ricorda, in via generale, la necessità di evitare durante l'allerta ambienti all'aperto o zone esposte al rischio quali corsi d'acqua, creste di monte, zone depresse nonché, in caso di evento, la necessità di cercare riparo in luoghi chiusi evitando comunque scantinati e locali al di sotto del piano di campagna.

Si raccomanda di mantenersi a distanza quanto più possibile da pali, alberi e tralicci con tensione che potrebbero attrarre fulmini, di non sostare sotto alberi o strutture pericolanti che potrebbero cadere a causa delle raffiche di vento, e di evitare di attraversare ponti che sono interessati da una piena del corso d'acqua, e spostarsi in auto solo per quanto strettamente necessario, prestando la massima attenzione nei sottopassaggi.

Per ogni ulteriore informazione e per gli aggiornamenti della situazione in atto far riferimento alla Protezione Civile del proprio Comune e al sito regionale www.regione.toscana.it/allertameteo

 

 

Maltempo, codice arancione prolungato all’intera giornata di venerdì e esteso a tutta la Toscana

FIRENZE – Si prolunga fino alla mezzanotte di venerdì 16 (ore 00 di Sabato 17) e si estende a tutta la Toscana il codice arancione annunciato ieri per forti temporali e rischio idrogeologico ed idraulico a partire dalle ore 7.00 di stamani.

L'aggiornamento è stato emesso dal Centro Funzionale della Regione a causa della forte perturbazione in transito sul centro-nord Italia che determina condizioni di marcata instabilità associata a temporali sparsi.

Domani, venerdì 16, ci sarà un ulteriore generale peggioramento con fenomeni più diffusi e persistenti.

Per la giornata di oggi i temporali sono a carattere sparso, associati anche a forti colpi di vento e locali grandinate. Domani, venerdì, attendiamo un ulteriore peggioramento con temporali che potranno risultare più diffusi e di forte intensità su tutta la regione già dalle prime ore della notte a partire dalla costa. I temporali saranno probabilmente più persistenti sulle zone centro-meridionali. Sono possibili cumulati di pioggia abbondanti specie sul centro-sud della Toscana, con intensità molto elevate, possibili anche forti colpi di vento e grandinate.

Fermo restando le indicazioni delle amministrazioni comunali si ricorda, in via generale, la necessità di evitare durante l'allerta ambienti all'aperto o zone esposte al rischio quali corsi d'acqua, creste di monte, zone depresse nonché, in caso di evento, la necessità di cercare riparo in luoghi chiusi evitando comunque scantinati e locali al di sotto del piano di campagna.

Si raccomanda di mantenersi a distanza quanto più possibile da pali, alberi e tralicci con tensione che potrebbero attrarre fulmini, di non sostare sotto alberi o strutture pericolanti che potrebbero cadere a causa delle raffiche di vento, e di evitare di attraversare ponti che sono interessati da una piena del corso d'acqua, e spostarsi in auto solo per quanto strettamente necessario, prestando la massima attenzione nei sottopassaggi.

Per ogni ulteriore informazione e per gli aggiornamenti della situazione in atto far riferimento alla Protezione Civile del proprio Comune e al sito regionale www.regione.toscana.it/allertameteo