Alluvione Livorno: effettuata la ricognizione dei progetti di nuove opere

LIVORNO - Si è svolta questa mattina a Livorno presso gli uffici del Commissario per il dopo alluvione, la riunione con i tecnici dei tre Comuni colpiti (Livorno, Rosignano e Collesalvetti) e con quelli degli altri soggetti interessati agli interventi. 

Si trattava di esaminare le ipotesi di realizzazione di nuove opere, fattibili utilizzando gli ulteriori 17 milioni di euro messi a disposizione dalla Regione Toscana.

Si tratta al momento di circa 50 diversi lavori, alcuni dei quali già in corso, e di 28 nuovi cantieri ipotizzati nel solo comune di Livorno. Tra le opere già avviate e poste all'attenzione del tavolo tecnico, figura quella in corso in piazza delle Carrozze a Montenero, oggetto ieri di un sopralluogo da parte del Commissario che ne aveva criticato i tempi di realizzazione eccessivamente lunghi, chiedendone un'accelerazione.

Nel corso di uno degli incontri effettuati stamani, la ditta esecutrice, presenti anche i rappresentanti del Comune di Livorno che ne è il soggetto attuatore, si è impegnata ad intensificare i ritmi di lavoro, così da ultimare il primo lotto entro la fine di marzo.

Gli uffici del Commissario hanno preso atto della disponibilità e attendono, nella settimana prossima, un nuovo cronoprogramma dei lavori. Presto sarà convocata una nuova riunione alla quale saranno chiamati a partecipare anche Asa, Telecom e Enel, ovvero le società che dovranno utilizzare, e farlo in tempi brevi, i sottoservizi che saranno posizionati a Montenero.

Dopo che sarà ultimata l'istruttoria dei dati presentati oggi, i tecnici della gestione commissariale torneranno a Livorno per presentare l'elenco delle opere che sarà possibile finanziare utilizzando tutti i 17 milioni di euro disponibili.

Quanto alla specifica richiesta di 1,1 milioni di euro avanzata dal comune di Livorno per la realizzazione dei lavori in piazza delle Carrozze a Montenero, gli approfondimenti tecnici hanno fornito esito positivo. Quindi lo stanziamento sarà possibile, sempre che le opere di tutti e quattro i lotti previsti, siano terminate entro il 10 settembre prossimo.

N.B. Dal 29 dicembre 2017 siamo entrati in regime di "par condicio", per le elezioni politiche che si svolgeranno il 4 marzo 2018. La legge (28/2000) prevede al riguardo che l'informazione e comunicazione della pubblica amministrazione venga svolta in forma impersonale.

Alluvione: il Commissario a Montenero per un sopralluogo sul cantiere

LIVORNO - Il Comissario alla ricostruzione dopo l'alluvione ha effettuato questa mattina un sopralluogo al cantiere sul botro Stringaio in piazza delle Carrozze a Montenero.

Ha motivato la sua presenza con la necessità di creare le condizioni affinché le opere di stombamento del corso d'acqua si concludano entro il mese di marzo, visto che si tratta di lavori da effettuare in somma urgenza. Si sono infatti determinati alcuni rallentamenti dovuti alla presenza di tubazioni e servizi privati e adesso è arrivato il momento di procedere in maniera spedita verso l'ultimazione dei lavori.

Il commissario ha poi ricordato come si tratti di un intervento da 1,1 milioni di euro per il quale il Comune di Livorno, che ne é l'ente attuatore, il 10 gennaio ha chiesto un ulteriore finanziamento per 1,3 milioni di euro. La questione sarà esaminata a livello tecnico nella mattinata di domani quando, negli uffici livornesi del Commissario, i tecnici della gestione commissariale incontreranno quelli dei tre Comuni colpiti, Livorno, Rosignano e Collesalvetti, per esaminare le varie questioni legate alla realizzazione delle opere post alluvione.

Il commissario ha affermato che ulteriori risorse economiche sono disponibili ma anche come sia necessario effettuare una doverosa verifica sul loro impiego e sui tempi di realizzazione delle opere. Ha sottolineato che gli uffici stanno definendo, con procedure accelerate e non più di somma urgenza, la progettazione di opere per ulteriori 35 milioni di euro.

L'obiettivo, lo ha ricordato ancora una volta, é infatti quello di rendere, qualora si verificassero nuovamente eventi catastrofici come quelli del settembre scorso, Livorno e l'intera area più sicure e meglio tutelati i cittadini.

Maltempo, da stasera codice arancione per mareggiate sulla costa centrale

FIRENZE - La Sala operativa della Protezione civile regionale ha emesso un codice arancione per mareggiate e un codice giallo per vento dalle ore 20 della giornata di oggi, martedì 16 gennaio, alle ore 20 di domani, mercoledì.

Il transito di una perturbazione sulla Toscana, oltre a portare piogge in genere deboli-moderate sulle province centro-settentrionali e insistenti sui rilievi, annuncia mari agitati con mareggiate a partire dalla serata di oggi sulla costa centrale, da Massa a Piombino compresa l'isola d'Elba.

Allo stesso tempo sono previsti forti i venti di libeccio tra stasera e la nottata, con raffiche anche fino a 100 km/h lungo la costa e superiori sui crinali e versanti adriatici appenninici.

Domani è previsto un rapido spostamento della perturbazione verso est, con un generale miglioramento del tempo, anche se ci sarà vento molto forte di ponente in rotazione a maestrale, in graduale attenuazione nel corso della giornata, con raffiche fino a 100 km/h sulla costa centrale.

Per informazioni più dettagliate sui rischi e le norme di comportamento da tenere in occasione di tali fenomeni consultare la pagina www.regione.toscana.it/allertameteo/rischi-e-norme-di-comportamento.