Rossi su post alluvione a Livorno: “A buon ritmo per investire 64 milioni”

LIVORNO – “Stiamo tenendo un buon ritmo. Contiamo di investire i 64 milioni di euro che abbiamo a disposizione entro la conclusione del mio mandato, cioè  entro il settembre 2018. Ad oggi la Regione ci ha messo 48,5 milioni di euro e 15 sono venuti dallo Stato. Di tutti questi, 11 li abbiamo già spesi e 28 li abbiamo impegnati in opere che concluderemo entro il marzo prossimo”.

È questo il sintetico bilancio di fine anno che il commissario per il post alluvione a Livorno, Enrico Rossi, ha stilato questa mattina presso i suoi uffici nella città costiera su questi primi quattro mesi di commissariamento.

“Il mio obiettivo – ha precisato Rossi – è  sempre stato quello di terminare il mio mandato dando un maggior livello di sicurezza a quest’area. E conto di riuscirci. Chiediamo che nella finanziaria il Governo inserisca fondi per dare ristoro a famiglie ed imprese. Nel frattempo la Regione ha provveduto a liquidare 440 domande presentate dai privati per circa 18 milioni di euro e ha concesso contributi a 40 imprese che avevano presentato domanda”.

Il commissario ha quindi sottolineato come, a partire dal 15 gennaio prossimo, le imprese agricole e della pesca potranno anch’esse presentare domanda per ottenere contributi fino a 20.000 euro. Quanto alla questione Eni ha detto di aver dedicato due incontri a chiedere di fare in modo che ciò che è accaduto in termini di sversamenti non si verifichi nuovamente, e che si intervenga per ridurre i disagi derivati dalle emissioni.

“Oggi – ha concluso Enrico Rossi – invieremo una lettera a Angelo Borrelli, responsabile della Protezione civile nazionale con cui chiediamo l’autorizzazione a pagare gli straordinari di tutto il personale di tutti gli enti che si sono impegnati nel post alluvione. Se otterremo il via libera siamo pronti a pagarli interamente”.

Intesa Galletti-Rossi, gli interventi di difesa del suolo provincia per provincia

La diga di Levane sul fiume Arno

La diga di Levane sul fiume Arno

FIRENZE – Ecco, provincia per provincia, gli interventi di difesa del suolo finanziati con il protocollo d’intesa firmato questa mattina a Roma dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e dal ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti.

Arezzo

Terranuova Bracciolini Montemarciano Consolidamento del versante di sottoscarpa della strada comunale Montemarciano 328.259 euro. 
Area San Rocco intervento per la sistemazione morfologica e la mitigazione del rischio, II stralcio, 244.655 euro

Firenze

Adeguamento della diga di Levane e delle opere connesse € 16.750.000
Reggello frazione Tosi, loc. Taborra Interventi di consolidamento del versante in frana- I stralcio 380.000 euro
Londa Rincine Recupero e consolidamento del versante dissestato 215.000 euro
Interventi urgenti di ripristino dell’assetto idraulico del Canale Emissario della Viaccia – Lotto1 € 588.000
Interventi urgenti di ripristino dell’officiosità idraulica Canale Emissario della Viaccia – Lotto2 € 700.000
Rimozione dei depositi su corsi d’acqua minori nella piana empolese € 210.000

Grosseto

Scansano strada comunale di Montorgiali relizzazione delle opere di consolidamento delle acque a monte della strada comunale di Montorgiali I lotto, 60.000 euro
Scansano strada comunale di Montorgiali, II lotto, 60.000 euro

Lucca

Lucca Palmata Consolidamento porzione di versante in frana 964.283 euro
Lucca versante fra cimitero e Chiatri. Opere di messa in sicurezza del movimento franoso attivo sul versante tra il cimitero e Chiatri
750.000 euro
Fabbriche Di Vergemoli “cabina Enel” consolidamento del versante sulla strada comunale delle Pianelle, 165.000 euro
Fiume Serchio: Adeguamento strutturale argine sinistro, VI lotto € 1.338.539
Fiume Serchio. Adeguamento strutturale argine destro € 2.439.500
Gora di Stiava rispristini arginini e adeguamento portata duecentennale IV lotto € 640.500
Lavori di consolidamento dell’argine sinistro del Canale Ozzeri – Lotto 2 € 287.000
Lavori di mitigazione del rischio idraulico in loc. Montramito € 868.262
Piano di Mommio Fosso Traversa: risanamento della sezione d’alveo € 515.200
Regimazione Fosso Brentino: prolungamento Sifone” € 245.000
Ripristino efficienza idraulica alcuni tratti reticolo di fondovalle Valfreddana Lotto3 € 245.000

Livorno

Rosignano Marittimo spiaggia di Vada Sistemazione morfologica della spiaggia di Vada, 1.848.129 euro
Collesalvetti Stagno – Aiaccia Torrente Ugione e affluenti. Adeguamento alveo, casse di espansione e argini. I stralcio. 500.000 euro
Collesalvetti Le Querciole, Nugola, Realizzazione di una cassa di espansione sul torrente Tanna. I stralcio, 580.289 euro
Collesalvetti Fauglia Torretta Vecchia, Adeguamenti idraulici e nuove opere sul torrente Morra, 2.000.000 euro
Collesalvetti Stagno Potenziamento dell’impianto idrovoro del fosso Cateratto. Lotti 1 e 2, 2.500.000 euro
Collesalvetti Stagno Realizzazione di casse di espansione sul fosso Cateratto, 600.000 euro
Collesalvetti Stagno, Adeguamento delle sezioni idrauliche del fosso Cateratto, 1.800.000

Massa Carrara

Massa valle del Frigido Mitigazione rischio frana di criticità presenti sulla valle del frigido, 2.200.000 euro
Zeri Patigno centro Stabilizzazione e consolidamento movimenti franosi che interessano l’abitato di Patigno centro e b.s 500.000 euro
Carrara Noceto Interventi di ripristino viabilità comunale e movimento franoso 700.000 euro
Zeri Cimitero di Patigno, Borgo di Noce Stabilizzazione e consolidamento movimenti franosi al cimitero di Patigno e al Borgo di Noce
500.000 euro
Zeri Chiesa di San Lorenzo Stabilizzazione e consolidamento movimenti franosi che interessano la chiesa di San Lorenzo 500.000 euro
Bagnone Orturano Opere di ripristino e miglioramento dissesto idrogeologico 200.000 euro
Massa tratto dal ponte di via Mazzini al ponte di via Marina Vecchia adeguamento strutturale e idraulico delle opere arginato in destra e sinistra idraulica del fiume Frigido 1.500.000 euro
Montignoso Lago di Porta. Opere di consolidamento degli argini della cassa di colmata dell’ex lago di Porta, 530.600 euro
Torrente Parmignola: asportazione dei sedimenti di fondo € 980.000
Marina di Massa. Adeguamento strutturale e idraulico delle sezioni del torrente Ricortola dall’attraversamento della Zia fino allo sbocco al mare, 2.500.000 euro.

Pisa

Comuni Pisa e Livorno, adeguamento idraulico alle arginature del canale scolmatore II lotto, 2.782.000 euro
Sistemazione impianto idrovoro Arnaccio Lotto 1 € 462.000

Pistoia

Orsigna Opere di manutenzione straordinaria al reticolo idraulico scolante per stabilizzazione frana attiva, 350.000 euro
Pescia 2° lotto di completamento per la messa in sicurezza del paese di Vellano 850.000
Quarrata Pontassio: cassa di espansione sul torrente Stella III lotto, 5.250.000 euro
Pistoia, Quarrata e Agliana varie opere lungo le aste dei torrenti Brana e Stella per il consolidamento, l’adeguamento e la messa in sicurezza delle difese idrauliche, 4.400.000
Quarrata Podere Senice, interventi di mitigazione del rischio idraulico e realizzazione dell’area di laminazione presso il podere Senice sul torrente Senice, 1.468.500 euro
Interventi di sistemazione di un tratto dell’alveo del T.Vincio di Brandeglio € 210.000

Ancora codice giallo per ghiaccio nella notte e lunedì mattina

FIRENZE – La Sala operativa della protezione civile regionale ha emesso un nuovo codice giallo per ghiaccio nella notte e nelle prime ore della mattinata di lunedì. Il codice giallo riguarda tutta la regione, tranne la costa livornese, quella grossetana e le isole.

Oggi alta pressione. Dalla mattina di domani, lunedì, e fino al primo pomeriggio, possibili isolate, deboli e brevi nevicate sulle zone più occidentali della regione fino a quote di pianura (0-200 metri). Possibili temporanei accumuli fino a 0-2 cm su lucchese e Valdarno Inferiore a quote di pianura; bassa probabilità di temporanei accumuli in pianura fino a 0-2 cm su Lunigiana, Garfagnana, Valdarno Medio e Superiore. Sulla costa non è attesa neve.

Domani, lunedì, durante la notte e fino alle prime ore della mattina, locale formazione di ghiaccio sulle strade, su tutta la regione tranne la costa da Livorno in giù e le isole.

Per informazioni più dettagliate sui rischi e le norme di comportamento da tenere in occasione di tali fenomeni consultare la pagina sugli allerta meteo  (http://www.regione.toscana.it/allertameteo).