Maltempo, allagamenti in serata all’isola d’Elba. Situazione risolta

FIRENZE - Situazione in miglioramento a Marina di Campo all'isola d'Elba, dove stamani l'acqua era già refluita e rimasto solo un po' di fango. Lo rende noto la Soup, sala operativa unificata della protezione civile regionale.

Le piogge abbondanti che si sono abbattute ieri sulla costa avevano allagato in serata due campeggi (Villa degli Ulivi e Camping del mare), un albergo e un ristorante. Tredici persone sono state evacuate in un altro hotel.

E' successo attorno alle 20. Fogne e reticoli minori sono andati in tilt per via della pioggia e sul terreno si sono rapidamente accumulati da 50 a 80 centimetri di acqua che hanno allagato la strutture di Marina di Campo.  Stamani l'acqua era già scomparsa. 

Nel report del pomeriggio è stato segnalato anche un aggravamento dell'erosione della foce del fosso del Bovalico, con accumulo di detriti e scarti vegetali sull'intero litorale di Marina di Campo, sia sull'arenile che in mare. E' stata chiusa al traffico la strada per Fonza, dove sorgono circa trenta abitazioni.

 

 

Maltempo, allagamenti e una tromba d’aria tra Carrara e Camaiore

FIRENZE - Piove e le conseguenze più pesanti si registrano a Lido di Camaiore, in provincia di Lucca, dove una tromba d'aria ha danneggiato alcuni stabilimenti balneari. Per il resto si segnalano allagamenti diffusi di strade e carreggiate, ma senza gravi conseguenze:  anche in provincia di Massa Carrara, con l'acqua che è entrata in alcuni piani terra e interrati. Sono le segnalazioni raccolte dalla Soup, la sala operativa unificata della protezione civile regionale, che ha diffuso nel pomeriggio un bollettino.

Le forti precipitazioni di stamani hanno creato disagi soprattutto sulla costa delle due province più a nord della Toscana. La situazione è comunque in miglioramento.

A Carrara gli allagamenti hanno interessato tutta la zona a valle dell'Aurelia (ovvero le frazioni di Avenza e di Marina di Carrara) ma anche le località di Stadio e Marasio a monte della strada statale. Nei sottopassi di via Marchetti e Baudoni, che si sono allagati, volontari e vigili del fuoco sono dovuti intervenire per portare via due auto che erano rimaste bloccate. In collina, sulle strade verso la cave di marmo, si segnalano anche alcuni smottamenti.

A Massa l'acqua ha creato problemi a Marina, Poveromo, Partaccia, Bondano, Alteta, Romagnano e Candia, dove si è reso necessario la chiusura di alcune strade. Sono stati chiusi anche alcuni sottopassi, come quelli nel viale della Repubblica (dove un pullman era rimasto incastrato) e via Marina Vecchia.

In provincia di Lucca oltre alla tromba d'aria si segnalano, sempre nel comune di Camaiore, due frane che però non hanno isolato il centro abitato. Allagamenti anche a San Martino in Freddana e in alcune zone del comune di Pescaglia.   

Lucca e Pisa, dichiarato lo stato d’emergenza regionale dopo i nubifragi del 21 e 22 luglio

FIRENZE - Il presidente della Regione Enrico Rossi ha dichiarato lo stato di emergenza regionale per i territori colpiti dal nubifragio che lunedì 21 e martedì 22 luglio si è riversato sulle province di Lucca e Pisa.

Le intense precipitazioni hanno provocato allagamenti, frane che hanno causato interruzioni di viabilità, isolamenti di centri abitati in conseguenza dei quali è stato necessario provvedere all'evacuazione di alcuni nuclei familiari.

Saranno presto individuati i Comuni colpiti e le iniziative che dovranno essere assunte.

Nubifragio in Lucchesia, l’aggiornamento delle ore 17.00

FIRENZE – La Sala operativa unificata permanente della Protezione civile regionale ha emesso alle ore 17.00 un bollettino sul nubifragio avvenuto la notte scorsa in provincia di Lucca.

 

In particolare la viabilità provinciale registra sulla SP1 Lucca- Camaiore un evento di sifonamento del torrente Freddana ha causato l'allagamento della carreggiata e di molte abitazioni nelle frazioni di Mutigliano, San Martino in Freddana, Torre, Ponte del Giglio, Cappella. La viabilità è stata riaperta ma i lavori di sistemazione sono ancora in corso. In frazione Torre due ingenti frane lato monte stanno causando la chiusura della strada in questo tratto. Probabile riapertura entro domani.

 

Nel territorio del Comune di Lucca in località Torre sono isolate circa 40 famiglie che comunque sono in contatto con l'amministrazione comunale; l'apertura della strada di collegamento è prevista entro domani. In frazione di Pieve Santo Stefano (località Lombardo) una frana causa l'isolamento di 5 famiglie. La frazione di Orbicciano risulta ancora isolata.

 

Nel Comune di Pescaglia la strada di accesso alla frazione Il Pino di Sopra è interessata da frana e 15 persone sono rimaste isolate. In località San Martino in Freddana i Vigli del fuoco hanno evacuato una famiglia di 5 persone sistemata da alcuni parenti.

 

Varie frane su strade comunali in tutta la provincia che non causano isolamenti.

 

In provincia di Pisa si sono verificati numerosi allagamenti con temporanee chiusure alla viabilità nei comuni di Pontedera e Palaia.

Maltempo, piogge e allagamenti in Val Freddana: aggiornamento della Soup

FIRENZE - Le forti piogge che poco prima della mezzanotte di ieri si sono concentrate nella zona della Val Freddana, a nord di Lucca, hanno causato l'esondazione del torrente Freddana e il conseguente allagamento di strade ed abitazioni nelle frazioni di Mutigliano, San Martino in Freddana, Torre, Ponte del Giglio, Cappella nei comuni di Lucca, Camaiore e Pescaglia.

La Sala operativa unificata della protezione civile regionale (Soup) ha diffuso alle 11.30 un aggiornamento della situazione. Risultano isolate le seguenti frazioni:
Comune di Lucca - Frazione di Torre (circa 30 persone): prevista la riapertura nel tardo pomeriggio.
Comune di Camaiore: Frazione di Orbicciano (30 persone).
Comune di Pescaglia: Frazione di Monsagrati Alto (completamente isolata): riapertura delle strade prevista nel primo pomeriggio; Torcigliano Alto (circa 15 persone): raggiungibile con difficoltà solo con mezzi di emergenza; Pino di Sopra (circa 15 persone): riapertura prevista nel primo pomeriggio.

Per quanto riguarda la viabilità, la SP1 Lucca-Camaiore è chiusa per due frane; la SP 25 del Morionese è stata riaperta alle ore 11 dopo la chiusura per allagamento causato dal Rio Isobella. Su tutti gli interventi sono in corso lavori di somma urgenza coordinati dalla Provincia e dai Comuni interessati.