Lavori alla rete idrica

Lavori alla rete idrica, mercoledì rubinetti a secco nelle zone di viale Don Minzoni, di piazza del Carmine e via del Palazzo Bruciato
Publiacqua informa che per alcuni lavori alla rete idrica mercoledì 13 dicembre è prevista la sospensione dell’erogazione dell’acqua in alcune zone della città. In dettaglio dalle 8 in viale Don Minzoni (civici 33-59), in via Berchet, in via Lungo il Mugnone, in via Pascoli e in Largo Adone Zoli. Dalla 8.30 rubinetti a secco in piazza del Carmine, piazza Piattellina, via Santa Monaca. Stesso orario anche in via del Palazzo Bruciato. Abbassamenti di pressione saranno avvertibili nelle vie limitrofe. Nei tre casi la situazione andrà normalizzandosi nel corso della serata. In caso di condizioni meteorologiche avverse i lavori saranno eseguiti il primo giorno utile successivi. Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che questi lavori potranno creare loro.

Acque superficiali e potabilizzazione

FIRENZE – Martedì 21 novembre, alle ore 13.00 gli assessori regionali all’ambiente Federica Fratoni e al diritto alla salute Stefania Saccardi presenteranno alla stampa il volume “Acque superficiali e potabilizzazione – La qualità della risorsa immessa in rete”.

Con loro, Claudio Lubello, professore ordinario del Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università di Firenze e coautore del volume, e Filippo Vannoni, presidente di Publiacqua. Saranno presenti anche gli altri coautori del libro, Daniela Santianni, responsabile del Laboratorio Publiacqua, e Giuseppe Cocchi, Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale dell’Università di Firenze.

Tra gli invitati, i sindaci dei 46 Comuni dove il servizio idrico è gestito da Publiacqua, e Alessandro Mazzei, direttore generale dell’Autorità idrica Toscana.

Il volume è il primo numero di una collana che Publiacqua ha deciso di realizzare per informare gli amministratori, i consiglieri comunali ed i principali stakeholder dei 46 comuni dove la società opera su quelle che sono le caratteristiche principali del servizio erogato. In questo primo numero si parla di acque superficiali, della loro qualità all’origine, dei processi di potabilizzazione e della qualità dell’acqua immessa in rete.

L’appuntamento è in sala stampa Cutuli, Palazzo Strozzi Sacrati, piazza Duomo 10

Videoispezione degli affluenti dell’Arno

Videoispezione degli affluenti dell’Arno

🔈Firenze, con un sopralluogo alla foce dell’Affrico, è inizita oggi la campagna di ‘videoispezione’ dentro le condotte e i cunicoli dei tratti tombati dei torrenti minori e degli affluenti del fiume Arno.

La prima videoispezione è stata quella della parte tombata dell’Affrico, condotta grazie a un piccolo macchinario robot dotato di telecamere che permette di verificare le condizioni anche in luoghi dove l’uomo non può entrare.

Il tratto ispezionato stamani è risultato abbastanza pulito e senza particolari rifiuti ingombranti portati dalle piene. Quelli che man mano verranno trovati verranno rimossi.

Presenti al sopralluogo anche il sindaco Dario Nardella e l’assessore all’ambiente Alessia Bettini, oltre a tecnici e responsabili di Publiacqua.

Per quanto riguarda i corsi d’acqua con tratti intubati, il Comune ha attivato una collaborazione con Publiacqua. Il sistema di videoispezione in dotazione agli operai è un piccolo macchinario dotato di ruote, luci a led e telecamere ad alta risoluzione. Durante l’ispezione il macchinario filma o scatta foto che documentano lo stato della condotta.

Per quanto riguarda i corsi d’acqua scoperti, la manutenzione è affidata al Consorzio di Bonifica 3 MedioValdarno; per i canali Macinante e Goricina, che non rientrano nel reticolo di gestione regionale affidato al Consorzio di Bonifica (in quanto classificati dalla Regione ” casi particolari”), la manutenzione è a carico del Comune di Firenze ed è in corso di definizione una convenzione per l’affidamento dell’attività di manutenzione al Consorzio.

Gimmy Tranquillo ha intervistato il sindaco Dario Nardella e Eva Carrai del consiglio di amministrazione di Publiacqua:

L'articolo Videoispezione degli affluenti dell’Arno proviene da www.controradio.it.

Acqua: Federconsumatori, rischio rincari con sistema premiale

Acqua: Federconsumatori, rischio rincari con sistema premiale

Presa di posizione a vigilia dell’Assemblea Autorità idrica.

“C’è il rischio di un ulteriore aumento delle tariffe sull’acqua derivante da sistema premiale proposto da Publiacqua che si basa su indici esclusivamente aziendali, senza coinvolgimento delle associazioni e con scarsi vantaggi per l’utenza”. E’ quanto afferma in una nota Fulvio Farnesi, presidente Federconsumatori Toscana, alla vigilia dell’assemblea dell’Autorità idrica Toscana (Ait).

All’ordine del giorno dell’assemblea di domani, si spiega, ci sono “alcuni emendamenti alla carte dei servizi in adempimento ad alcune prescrizioni dell’Autorità nazionale per l’energia
elettrica, il gas e il sistema idrico”.

“In questo ambito – afferma Farnesi – Publiacqua propone, attraverso un percorso di miglioramento qualitativo, di introdurre un sistema di premialità che, sulla base di quanto disposto dall’Autorità nazionale, le consentirebbe di ritoccare la tariffe fino a 1,5 %
in più delle attuali”.

“Ciò che non va – aggiunge -, oltre al possibile aumento di tariffe già molto elevate, sono gli indici individuati per valutare la migliore qualità raggiunta. Partono esclusivamente da un’analisi aziendale. Si dovrebbero invece considerare quelli che sono i veri problemi a partire dalla capacità di porre rimedio, in modo rapido ed adeguato, alle numerosissime perdite”.

L'articolo Acqua: Federconsumatori, rischio rincari con sistema premiale proviene da www.controradio.it.

Ambiente: via a lavori collettore reflui nel pratese

Ambiente: via a lavori collettore reflui nel pratese

Eliminazione degli scarichi diretti dell’agglomerato di Comeana per la depurazione delle acque.

Prenderanno il via domani i lavori al collettore dei reflui di Comeana verso il depuratore di San Colombano. Un’operazione importante che consiste nell’eliminazione degli scarichi diretti dell’agglomerato di Comeana e nel conseguente conferimento dei reflui all’impianto di San Colombano, in seguito alla dismissione del depuratore di Candeli, nel Comune di Poggio a Caiano.

L’investimento complessivo effettuato da Publiacqua per la realizzazione di queste opere ammonta a 6 milioni di euro. I lavori dureranno un anno e mezzo circa e saranno suddivisi in varie fasi.

“Un intervento a lungo atteso e fortemente voluto dall’amministrazione comunale, volto ad ampliare la depurazione delle nostre acque – ha spiegato il sindaco Edoardo Prestanti -. Si tratta di opere che stanno alla base di un territorio sano e più bello e che persegue la strada di un’agricoltura genuina e di qualità”.

L'articolo Ambiente: via a lavori collettore reflui nel pratese proviene da www.controradio.it.