Il Carnevale dei Quartieri fiorentini

Il Carnevale dei Quartieri fiorentini

In occasione dei colori e dei lazzi del Carnevale i Quartieri fiorentini ospiteranno nelle proprie strade eventi a tema per intrattenere le famiglie. Proponiamo un sintetico quadro delle varie iniziative, Quartiere per Quartiere.

Quartiere 1

10 febbraio, ore 14-18, Piazza Ognissanti, Il Carnevale dei Bambini, a cura di Associazione Borgognissanti. Animazioni no stop, giochi, gonfiabili, zucchero filato, brigidini, croccante, trenino elettrico e truccabimbi; in conclusione verrà bruciata la maschera di Stenterello.

Quartiere  2

Martedì 13 febbraio, ore 15,30, a Villa Arrivabene va in scena una gustosa festa di Carnevale a base di giochi e di travestimenti. Si comincia con maschere, laboratori per bambini e una grande sfida a Firenzopoli, gioco di ruolo in salsa viola.  Alle 17 è il turno della merenda e alle 18 gran finale con la premiazione della maschera più originale.

Quartiere 3

Sabato 10 febbraio, a partire dalle ore 14, si terrà la dodicesima edizione del Carnevale della Nave a Rovezzano. L’iniziativa,  organizzata da SRMS Nave a Rovezzano, Centro Diurno Linar, GSD Albereta Calcio e Circolo Parrocchiale  avrà come tema e ambientazione la favola di “Peter Pan”.

Come di consueto il Centro Commerciale Naturale ‘Punti di Incontro’  organizza il Carnevale per le strade di Gavinana (via Datini, via d’Antiochia, piazza Gualfredotto e contrade). Domenica 11 febbraio, ore 15, partenza del corteo da via d’Antiochia con carri allegorici e sfilate in maschera. Lungo il percorso saranno  allestiti banchi e stand gastronomici.

Sabato 10 febbraio, ore 15, al Galluzzo, ritrovo in maschera sul piazzale della chiesa di San Giuseppe,  con intrattenimenti e giochi per bambini e ragazzi. Alle ore 15:45 dal piazzale della chiesa inizierà la sfilata per le vie del paese a seguito del carro allegorico, fino alla casa del Popolo del Galluzzo dove, oltre all’animazione, sarà offerto un piccolo rinfresco. L’iniziativa è realizzata da Centro Sportivo Galluzzo, Misericordia, Casa del Popolo e parrocchia di San Giuseppe.

13 febbraio, ore 16,30,  via Giampaolo Orsini, Festa per bambini, a cura dei commercianti della strada, con conclusione al Teatro Affratellamento e animazione finale.

Quartiere 4

Domenica 11 febbraio, ore 14 in Piazza Isolotto. Corteo per le strade del quartiere con arrivo Parco di Villa Vogel attorno alle 15,30.  Il corteo è legato ai temi della pace con la partecipazione delle diverse comunità con gli abiti tradizionali. In conclusione momenti di spettacolo con canti, offerte di cibo e danze tradizionali dei vari popoli.

Quartiere 5

10 febbraio, ore 16,30, Cinema Teatro Castello, La grande sfida tra il riccio e la lepre, spettacolo di burattini;

11 febbraio, ore 15, giardini di San Piero a Quaracchi, festa carnevalesca con animazione musicale e giochi per bambini. In caso di maltempo la manifestazione viene rinviata al 18 febbraio con le identiche modalità e gli stessi orari.

12 febbraio, ore 14,30, piazza delle Medaglie d’Oro, maschere, laboratori, giocolerie, magia.

Altri eventi

11 febbraio, ore 15,30, Science Attack! Maschere Stellari,Laboratorio per bambini (dai 6 anni), c/o Fondazione Scienza e Tecnica e Planetario di Firenze, via Giusti 29. Le costellazioni del nostro cielo diventano maschere di un Carnevale originale e colorato.
Prenotazione obbligatoria 055-2343723  iscrizioni@fstfirenze.it
13 febbraio, ore 21, Teatro Verdi, Concerto di Carnevale, con musiche di Prokof’ev, Dvořák, Mozar

L'articolo Il Carnevale dei Quartieri fiorentini proviene da www.controradio.it.

Sguanci: “accetterei la sfiducia per malogoverno, non per fascismo”

Sguanci: “accetterei la sfiducia per malogoverno, non per fascismo”

Il presidente del Quartiere 1, Massimo Sguanci, si affida nuovamente a Facebook dopo la bufera sulle sue esternazioni su Mussolini: “ho 35 anni di attività politica impegnata nell’antifascismo a parlare per me”.

“Io sono molto di più e molto meglio di un post mal scritto e potrei accettare di essere sfiduciato se si dicesse che ho amministrato male ma certamente non per l’accusa di essere fascista o revisionista, cosa che non sono e che anzi ho sempre combattuto”. Così, con un nuovo post su facebook, il presidente Pd della circoscrizione 1 di Firenze Maurizio Sguanci

L’esponente democratico, domenica sera, era finito al centro delle polemiche per aver scritto su facebook che: “Fatto salvo che Mussolini è la persona più lontano da me e dal mio modo di pensare, nessuno in questo Paese ha fatto, in quattro lustri, quello che ha fatto lui in vent’anni”.

Nel post di oggi Sguanci, che già si era scusato domenica sera, torna a farlo di nuovo, ma, spiega, “non posso accettare è che mi venga dato di fascista o revisionista. Io ho 35 anni di attività politica impegnata nell’antifascismo a parlare per me. Ci sono decine famiglie magrebine o arabe che ho aiutato a trovare case e alloggi, a mettere al riparo i loro figli. Ci sono centinaia di ragazzi africani che sono passati dal mio negozio, che è quasi un segretariato sociale, ci sono vent’anni di impegno nel sociale. Domandiamo a tutte queste persone chi è Maurizio Sguanci e qual è il suo impegno”.

L'articolo Sguanci: “accetterei la sfiducia per malogoverno, non per fascismo” proviene da www.controradio.it.

Archiviata l’inchiesta a carico di Maurizio Sguanci

Archiviata l’inchiesta a carico di Maurizio Sguanci

É stato lo stesso presidente del Quartiere Uno a darne notizia: “Questa è chiaramente una di quelle esperienze che ti segna e ti insegna. Insegnamenti che, vi assicuro, terrò in debito conto”.

Sguanci era stato indagato insieme ad altre persone nell’ambito di accertamenti della polizia su presunte irregolarità nell’esecuzione di alcuni lavori stradali nel centro di Firenze.
“Oggi – ha affermato Sguanci – torno ad essere un uomo ricco perché torno in possesso di una cosa che ultimamente sembra essere passata un po’ in secondo piano ma che invece è la più preziosa che un uomo possegga: l’onore”.
Sguanci ha inoltre ringraziato la procura di Firenze e gli agenti della squadra mobile per “la delicatezza” con cui sono state portate avanti le indagini, nel corso delle quali sono state seguite anche perquisizioni. “Voglio ringraziare con profondo affetto il sindaco, per la fiducia, il sostegno e l’amicizia che non mi ha mai fatto mancare. Quando affermavo di avere totale fiducia nella magistratura non era un affermazione di rito ma una piena convinzione” ha concluso.

L'articolo Archiviata l’inchiesta a carico di Maurizio Sguanci proviene da www.controradio.it.

PALAZZO VECCHIO, GIANASSI: “DA SETTEMBRE AVREMO VIGILE DI QUARTIERE”

Palazzo vecchio Gianassi Vigili mamme

“Grande attenzione alle periferie e alle esigenze dei cittadini” ha aggiunto il consigliere Faloni (Pd) durante il question time a Palazzo Vecchio. Amato (AL): “E’ ancora oggetto misterioso e non vengono definite le zone di intervento più difficili nelle periferie e nel centro storico.” M5S: “Finalmente tornano i vigili di quartiere che noi avevamo chiesto.”

In risposta alla domanda di attualità del consigliere PD Niccolò Falomi l’assessore Federico Gianassi ha precisato che da settembre sarà introdotta la figura del vigile di quartiere. “Grazie alle nuove e recenti assunzioni, agli accordi con i lavoratori e alla nomina del nuovo Comandante della Polizia Municipale, saremo in grado di dare una risposta efficace alle richieste che ci vengono dai cittadini – ha notato Falomi –. Ai fini della scelta dei luoghi dei presidi sarà importante ascoltare i residenti per capire le esigenze del territorio. Come promesso in campagna elettorale il Sindaco Nardella ha mostrato grande attenzione al tema delle periferie e al dialogo diretto con i fiorentini”.

“Ben venga il presidio territoriale nelle periferie ma ad oggi abbiamo solo l’ennesimo l’annuncio del sindaco sulla sua volontà di reintrodurre il vigile di quartiere, rimane il mistero di dove andrà e cosa farà in particolare e l’amministrazione non indica le ‘zone più difficili’, che sono sia nelle periferie che nel centro storico, cosa che non deve essere dimenticato”. ha risposto la consigliera Alternativa Libera Miriam Amato dopo la risposta dell’assessore Gianassi al suo question time.

“Quindi sarà importante anche l’attività del vigile del Quartiere 1, centro storico – aggiunge la consigliera – perché è noto il problema sicurezza in zone come piazza Indipendenza e via Palazzuolo, come in Santo Spirito, Santa Croce, Sant’Ambrogio, San Niccolò, con gli effetti della mala movida, problema irrisolto nonostante la presenza di un consigliere speciale dedicato da oltre un anno e mezzo. che ad oggi non è ancora chiaro quale sia stato il suo operato, ma che sembra invece una carica usata solo per dare visibilità”.

“Da settembre dovrebbe partire il vigile di quartiere – prosegue la consigliera – e sarà il nuovo comandante, appena insediato, a decidere la struttura e l’attività. Per questo auspico che il neo comandante sia invitato presto nelle commissioni consiliari a riferirci come intenda muoversi, perché sarà importante la definizione delle attività, delle caratteristiche, dell’orario in una visione d’insieme – conclude Amato – perché ad oggi ho l’impressione che l’amministrazione affronti l’emergenza di volta in volta, così come ha fatto con lo slogan della task force all’abusivismo e che, come sappiamo, non è stata risolutiva”.

“Dispiace – ha risposto il consigliere dem Falomi – che la collega Amato non abbia compreso l’argomento, il vigile di quartiere appunto, ed abbia fatto confusione con il tema della movida molesta. Probabilmente negli ultimi mesi è stata distratta dal suo lavoro di presidente di commissione. Solo così si spiega il fatto che non si sia resa conto delle misure prese dall’amministrazione per contrastare questo fenomeno. A tal proposito basta ricordare l’ultimo provvedimento della Ztl sperimentale, molto apprezzato dai cittadini”.

Esultano iconsiglieri comunali del M5s per bocca della consigliera Arianna Xekalos“Finalmente a Firenze torneranno i Vigili di Quartiere, una bella novità che ci trova d’accordo.Si tratta di una proposta che abbiamo fatto noi più di sei mesi fa, che il 5 giugno è stata votata in Consiglio Comunale e bocciata dal Partito Democratico, ma non importa perché l’importante è che venga fatto il bene per questa città. Questa, secondo noi, può essere una risposta ai problemi di sicurezza e illegalità sempre più presenti in alcune piazze e zone della nostra città”.

“Ormai siamo abituati ad avere presidi di polizia in alcune zone del centro storico, come Piazza della Repubblica, per questo avevamo chiesto di averli soprattutto nelle zone più critiche come via Palazzuolo. Ci auguriamo che Via Palazzuolo sia inclusa tra quelle dove si prevede un presidio, perché sono anni ormai che i cittadini chiedono risposte concrete alla lotta contro l’illegalità e per la sicurezza” conclude Xekalos

The post PALAZZO VECCHIO, GIANASSI: “DA SETTEMBRE AVREMO VIGILE DI QUARTIERE” appeared first on Controradio.

Concerto per la Legalità

Domani 10 dicembre il consiglio di Quartiere 1 in collaborazione con LIBERA Toscana organizza per il terzo anno consecutivo il Concerto per la Legalità al Teatro Puccini ( ingresso libero, ore 21) e quest’anno lo dedica alle donne vittime di mafia, in particolare Rossella Casini, giovane  fiorentina di Borgo la Croce uccisa nel 1981 in Calabria dall’ndrangheta perchè testimone di giustizia.

Giornata per la legalità

Per l’occasione salirà sul palco Peppe Voltarelli, che con la sua incredibile ironia ha saputo conquistare consensi in tutto lo stivale senza rinunciare mai ad affrontare tematiche impegnate legate spesso anche alla sua terra d’origine, la Calabria.Sul palco anche l’Orchestrina Maccheroni Swing che con la sua straripante energia, proporrà personalissime versioni swing di canzoni italiane e internazionali, condite da un certo gusto esotico e retrò. Ad aprire la serata i Bluejob, una delle band emergenti della sala prove fiorentina intitolata a “PEPPINO IMPASTATO”. A fare da filo conduttore sarà in scena l’attrice Fiamma Negri che reciterà alcuni passi dello spettacolo “Ultimo domicilio: Sconosciuto” tratto dal libro “Io parlo, donne ribelli in terra di ‘ndrangheta” della giornalista Francesca Chirico dedicato a Rossella Casini.