LA MUSICA DEL ‘CONTEMPOARTENSEMBLE’ RISCOPRE QUARTIERI E LUOGHI INASPETTATI

musicisti Contepoartensemble Concerti in periferia 

Dal 1 al 7 Luglio ‘Contempoartensemble’ porta la musica nei quartieri: luoghi inattesi diventano la cornice ideale per ascoltare della buona musica, con musicisti giovani e talentuosi. Ingresso libero.

“Il progetto ‘Concerti in periferia’ di ‘Contempoartensemble’  andrà in scena in luoghi che non aspettano altro che essere rivitalizzati, vissuti e scoperti sia da chi vive nelle zone di appartenenza, sia da chi ha voglia di scoprire un’altra Firenze. Una peculiarità di questa edizione dell’ Estate Fiorentina: scoprire luoghi meno noti e centrali della città attraverso produzioni artistiche in grado di valorizzare i tanti siti culturali e angoli monumentali disseminati tra i quartieri – commenta Tommaso Sacchi, curatore dell’Estate Fiorentina -. I concerti di  musica prevalentemente di composizione novecentesca diventano così il contesto ideale in cui conoscere un parco, un sito culturale, un chiostro meno noti. La presenza di diversi giovani interpreti provenienti da più parti del Paese fa della rassegna un vero e proprio punto di riferimento su scala nazionale per appassionati che l’Estate Fiorentina è orgogliosa di accogliere”.

Il programma inizia Sabato 1 luglio nel Chiostro di Villa Voghel  che vedrà in scena “A(Pure)Flower”: i solisti Romanazzi, voce, Fossi, pianoforte, Ceccanti, violino, Rosadini, viola, e Ceccanti al violoncello  reinterepretano Cage, Pärt , Feldman, Kancheli. La serata prende le mosse dal rapporto di Cage con l’arte figurativa, in particolare l’arte astratta, e la sua evoluzione verso una visione spirituale del fare artistico. I brani presentati spaziano dal lavoro sull’astrazione di Cage che, secondo i dettami della filosofia zen, organizza la materia musicale secondo le leggi del caso, all’opera di Arvo Pärt che punta all’essenzialità di una musica minimale, venata di misticismo e a quella di Morton Feldman nella quale la quasi totale assenza di movimento è capace di far percepire le micro riverberazioni in essa.

Mercoledì 5 luglio alle 21,15 presso la Sala Consiliare di Villa Arrivabene si esibirà il Trio Vox: Irene Novi, pianoforte, Clarice Curradi, violino, Augusto Gasbarri, violoncello con musiche di Franz Schubert, Arvo Pärt , Maurice Ravel. Il Trio Vox nasce dall’incontro di tre giovanissimi musicisti le cui strade si sono intrecciate alla Scuola di Musica di Fiesole. Tutti e tre i componenti vantano un fitto e variegato bagaglio di esperienze musicali quali l’Accademia Gustav Mahler di Bolzano, l’Orchestra Mozart diretta da Claudio Abbado, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e contano al loro attivo numerosi concerti in qualità di solisti e in musica da camera in diversi organici strumentali nell’ambito di festival di rilievo in Italia e all’estero. I prossimi impegni del Trio prevedono la partecipazione a diversi festival importanti quali il 42^ Cantiere internazionale di Montepulciano, Il Festival dei Due Mondi di Spoleto, I concerti alla sede della Regione Toscana al Palazzo Strozzi Sacrati e infine alla Fondazione Walton di Ischia della cui borsa di studio per musica da camera il trio Vox quest’anno è vincitore.

 Venerdì 7 luglio presso il Gasometro dell’Anconella si ballerà sulle note della Tango Suite’ Contempoartensemble in Trio’ con Arcadio Baracchi flauto, Vittorio Ceccanti violoncello, Ivano Battiston fisarmonica sulle musiche di Astor Piazzolla. Piazzolla si lega indissolubilmente a una delle maggior espressioni artistiche e culturali del mondo argentino: il tango. Scrisse una quantità sterminata di brani musicali che s’ispirano ai ritmi sensuali e alle melodie struggenti di una danza di grande forza emotiva. In questo omaggio al tango di Piazzolla sono eseguiti i più famosi brani del compositore argentino fra i quali  spicca uno dei suoi più celebri pezzi, “Libertango”.  Fortemente connotato sul piano ritmico, malinconico nella sua linea melodica così espressiva e coinvolgente, “Libertango” sembra racchiudere lo spirito di un intero popolo, continuamente sospeso tra ribellione e rassegnazione.

Il progetto è realizzato con il contributo di Comune di Firenze, Regione Toscana , Fondazione CR Firenze, in collaborazione con i Quartieri 2 e 4 di Firenze.

The post LA MUSICA DEL ‘CONTEMPOARTENSEMBLE’ RISCOPRE QUARTIERI E LUOGHI INASPETTATI appeared first on Controradio.

A FIRENZE UNA MAPPA DEGLI ARTISTI DI STRADA

Firenze mappa artisti di strada

Oltre ad una mappa per valorizzare arti di strada e combattere abusivismo, sarà previsto un nuovo regolamento: tra georeferenziazione e via tassa per postazioni fuori centro.

Esenzione dal canone per l’occupazione del suolo pubblico fuori dall’area Unesco, georeferenziazione e promozione online con una mappa per valorizzare le arti di strada. È quanto prevede il nuovo regolamento per l’esercizio delle arti di strada che ha avuto oggi il via libera della giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell’assessore allo sviluppo economico Cecilia Del Re. Il regolamento andrà a sostituire quello precedente. Tra le novità, la georeferenziazione delle postazioni. “All’interno della sezione eventi della rete civica del Comune di Firenze – ha spiegato l’assessore Del Re – sarà attiva una mappa che consentirà di visualizzare gli artisti di strada presenti in ogni momento in ciascuna postazione.

Uno strumento per promuovere gli artisti di strada e rendere più facili i controlli sugli abusivi. Sempre per contrastare l’abusivismo, a ciascun artista sarà fornito un cartello da esporre con l’indicazione del numero della concessione”. Nella nuova norma c’è anche la  possibilità per gli artisti di essere accompagnati da un ospite nelle proprie performance. Confermato il meccanismo della rotazione degli spazi previsto dal precedente regolamento. La concessione avrà durata biennale o carattere temporaneo; per quest’ultimaci sarà sistema di prenotazione online. Il nuovo quadro delle postazioni dentro e fuori dall’area Unesco e il bando di assegnazione saranno approvati dalla giunta dopo l’ok al regolamento da parte del Consiglio comunale.

“Vogliamo ampliare le opportunità per le arti di strada ‘allargandole’ ai quartieri e alle zone periferiche della città – ha poi spiegato Del Re – Un modo anche per rivitalizzare determinate zone e rendere i quartieri sempre più protagonisti della città, individuando insieme a loro una serie di luoghi e giardini molto frequentati dalle famiglie che potranno accogliere le nuove postazioni. Proprio per incentivare questo sviluppo – ha proseguito Del Re – abbiamo previsto l’esenzione dal pagamento del canone per l’occupazione del suolo pubblico per tutte le postazioni fuori dall’area Unesco”.

The post A FIRENZE UNA MAPPA DEGLI ARTISTI DI STRADA appeared first on Controradio.

A FIRENZE UNA MAPPA DEGLI ARTISTI DI STRADA

Firenze mappa artisti di strada

Oltre ad una mappa per valorizzare arti di strada e combattere abusivismo, sarà previsto un nuovo regolamento: tra georeferenziazione e via tassa per postazioni fuori centro.

Esenzione dal canone per l’occupazione del suolo pubblico fuori dall’area Unesco, georeferenziazione e promozione online con una mappa per valorizzare le arti di strada. È quanto prevede il nuovo regolamento per l’esercizio delle arti di strada che ha avuto oggi il via libera della giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell’assessore allo sviluppo economico Cecilia Del Re. Il regolamento andrà a sostituire quello precedente. Tra le novità, la georeferenziazione delle postazioni. “All’interno della sezione eventi della rete civica del Comune di Firenze – ha spiegato l’assessore Del Re – sarà attiva una mappa che consentirà di visualizzare gli artisti di strada presenti in ogni momento in ciascuna postazione.

Uno strumento per promuovere gli artisti di strada e rendere più facili i controlli sugli abusivi. Sempre per contrastare l’abusivismo, a ciascun artista sarà fornito un cartello da esporre con l’indicazione del numero della concessione”. Nella nuova norma c’è anche la  possibilità per gli artisti di essere accompagnati da un ospite nelle proprie performance. Confermato il meccanismo della rotazione degli spazi previsto dal precedente regolamento. La concessione avrà durata biennale o carattere temporaneo; per quest’ultimaci sarà sistema di prenotazione online. Il nuovo quadro delle postazioni dentro e fuori dall’area Unesco e il bando di assegnazione saranno approvati dalla giunta dopo l’ok al regolamento da parte del Consiglio comunale.

“Vogliamo ampliare le opportunità per le arti di strada ‘allargandole’ ai quartieri e alle zone periferiche della città – ha poi spiegato Del Re – Un modo anche per rivitalizzare determinate zone e rendere i quartieri sempre più protagonisti della città, individuando insieme a loro una serie di luoghi e giardini molto frequentati dalle famiglie che potranno accogliere le nuove postazioni. Proprio per incentivare questo sviluppo – ha proseguito Del Re – abbiamo previsto l’esenzione dal pagamento del canone per l’occupazione del suolo pubblico per tutte le postazioni fuori dall’area Unesco”.

The post A FIRENZE UNA MAPPA DEGLI ARTISTI DI STRADA appeared first on Controradio.

Milioni cinesi per l’ex ippodromo: “Così faremo rinascere Le Mulina” – Firenze – La Nazione

Firenze, 22 aprile 2015 – Una straordinaria mostra florovivaistica, piante e fiori anche tropicali, bonsai centenari, un deserto, laghetti artificiali, un vulcano fiorito, microclimi e cascate d’acqua, sullo stile di quella del 1887, rimasta agli annali: questo e molto altro è, sarà, «Flora», vernissage il 29 sera all’ex ippodromo Le Mulina per proiettare Firenze nell’universo di Expo.

viaMilioni cinesi per l’ex ippodromo: “Così faremo rinascere Le Mulina” – Firenze – La Nazione – Quotidiano di Firenze con le ultime notizie della Toscana e dell’Umbria.

Nuovi sportelli anagrafici nei Quartieri

Nuovi sportelli anagrafici nei Quartieri. L’assessore al decentramento, trasparenza e semplificazione Federico Gianassi ha illustrato alla Prima Commissione Consiliare “Affari generali, organizzazione, bilancio e tributi” ed ai cinque Presidenti di Quartiere i nuovi servizi anagrafici e la riorganizzazione degli sportelli anagrafici (PAD).

“Tutti i Commissari ed i Presidenti – sottolinea la Presidente della Prima Commissione Cecilia Del Re – hanno valutato positivamente questa novità che prevede anche il servizio di richiesta di certificati anagrafici, carta di identità, atti notori e credenziali per i Servizi On Line (SOL) anche su prenotazione nelle sedi di piazza S. Croce e via Tagliamento (numero 055-2768359 da lunedì a venerdì dalle ore 9,00 alle ore 12.00). Dopo un paio di mesi – prosegue la Presidente Del Re – verrà valutato se i nuovi sportelli anagrafici riscontrano interesse presso i cittadini. Era uno dei punti del programma del sindaco Nardella sviluppare i servizi all’interno dei Quartieri. Sono stati, inoltre, potenziati in tutti i Quartieri il servizio domiciliare, che è esteso a tutti i cittadini con gravi difficoltà motorie o comunque con un’età superiore agli 80 anni. Il servizio riguarda non solo tutti i tipi di certificazione, ma anche il rilascio della carta di identità e della tessera elettorale. C’è disponibilità da parte dell’amministrazione ad implementare questo servizio che presto sarà esteso anche ad altri centri decentrati. Da parte dei consiglieri e dei Presidenti di Quartiere l’invito alla Giunta ad andare avanti in questa direzione”