L’amica geniale, le riprese a Firenze dal 1° al 20 febbraio

L’amica geniale, le riprese a Firenze dal 1° al 20 febbraio

“L’amica geniale -Storia di chi fugge e di chi resta”. Firenze ospita le riprese del terzo capitolo della saga, tratto dal romanzo di Elena Ferrante. Una serie HBO-RAI Fiction, diretta da Daniele Luchetti

La Toscana torna ad ospitare le riprese della serie tv, tratta dal terzo libro della quadrilogia de L’Amica geniale, di Elena Ferrante. In particolare, la città di Pisa e di Firenze, rappresentano rispettivamente, per una delle due protagoniste, Elena Greco (detta Lenù), il luogo della formazione universitaria prima e della vita coniugale poi.

Dopo le riprese ospitate a Pisa nel 2019, relative al secondo capitolo della saga, Storia del nuovo cognome, nel 2021 Firenze sarà protagonista terzo capitolo: Storia di chi fugge e di chi resta.

Le riprese si svolgeranno dal 1° al 20 febbraio nel centro storico di Firenze. Si concentreranno in alcuni luoghi simbolo della città, come Piazza della Signoria, Piazza Santa Croce e Piazza Santissima Annunziata, insieme ad altre location private.

A questa prima parte di riprese ne seguirà una seconda, a settembre, che andrà a coinvolgere di nuovo Firenze e poi la Versilia.

“Queste riprese – afferma il sindaco del Comune di Firenze, Dario Nardella – sono un bel messaggio di ripartenza per il cinema e la cultura in generale, ma anche un segnale di rinascita per Firenze dopo mesi molto travagliati. La città ancora una volta torna ad essere set ideale per un film e siamo certi che piazze, monumenti e scorci potranno giocare un ruolo non da semplice comparsa per la pellicola”.

 

L'articolo L’amica geniale, le riprese a Firenze dal 1° al 20 febbraio proviene da www.controradio.it.

Dalla Rai, girato a Firenze, la serie ‘Pezzi Facili’

Dalla Rai, girato a Firenze, la serie ‘Pezzi Facili’

?Firenze, presentata oggi all’Antico Setificio Fiorentino, dove tra l’altro sono state girate molte scene, la serie televisiva della Rai, ‘Pezzi Facili’.

‘Pezzi Facili’ è una crime-story ambientata a Firenze che abbraccia racconto generazionale, dramma sociale e giallo, “Pezzi Unici” è una serie in sei serate firmata da Cinzia TH Torrini, una coproduzione Rai Fiction-Indiana Production in collaborazione con Cassiopea Film Production, che Rai1 propone in prima visione tv e in prima serata da domenica 17 novembre.

Nel cast di Pezzi Facili, Sergio Castellitto, Giorgio Panariello, Irene Ferri e i cinque “Pezzi Unici” interpretati da giovani attori esordienti.

L’artigianato artistico è un’arena tanto inedita quanto affascinante: a Firenze le botteghe artigiane affondano le radici nella storia della città, nelle corporazioni di Arti e Mestieri che contribuirono a trasformare Firenze nella culla del Rinascimento. E nelle immagini c’è sempre lei, Firenze, perfetta sintesi di identità italiana e appeal internazionale.

Nota della regista di Pezzi Facili Cinzia TH Torrini:
“Una mia necessità, essendo nata a Firenze, di accendere i riflettori sugli innumerevoli artigiani nella città del Rinascimento che esercitano ancora con le mani e con il cuore questo mestiere d’arte nelle loro botteghe! Un mondo che rischia piano piano di scomparire in tutta Italia. Ricordo ancora gli odori, che sapevano di resine naturali, di cera d’api, di cuoio quando attraversavo il centro di Firenze per andare a scuola e mi soffermavo nei vicoli ad osservare gli artigiani che spesso lavoravano sulla strada. Ogni giorno passavo davanti ad una cantina e dall’alto vedevo un uomo con un grembiule di pelle marrone, capelli e barba lunghi, che intagliava e intrecciava strisce di pelle per cinture e braccialetti. Mi fermavo ad osservarlo e ho iniziato anche a parlarci. Dopo 40 anni, casualmente ci siamo rincontrati. In questi anni con i suoi lavori, fatti di cuoio, è riuscito a costruire un impero, senza mai cedere alla tentazione della delocalizzazione, con decine e decine di negozi in giro per il mondo specialmente in Giappone dove è famoso come una star. Come lui ce ne sono ancora molti in Italia, che con la loro capacità creativa sono diventati delle eccellenze nei lori mestieri d’arte. Ci tenevo a dar luce a questo mondo che per secoli si è tramandato di padre in figlio. Volevo attirare l’attenzione su una realtà che è sotto la minaccia di scomparire. E non per ultimo volevo presentare ad un pubblico più giovane che c’è un’alternativa, sotto certi aspetti più valida e più soddisfacente, a certi lavori frustranti e ripetitivi, ma soprattutto che il lavoro c’è”.

Gimmy Tranquillo ha raccolto le dichiarazioni di Giorgio Panariello e Sergio Castellitto:

L'articolo Dalla Rai, girato a Firenze, la serie ‘Pezzi Facili’ proviene da www.controradio.it.

Rai: morto Jengo, direttore sede Toscana e Umbria

Rai: morto Jengo, direttore sede Toscana e Umbria

E’ morto Andrea Jengo, 65 anni, direttore della sede Rai della Toscana e dell’Umbria. Secondo quanto appreso, è morto a Roma, in ospedale: i funerali si terranno il 14 novembre ad Assisi dove risiedeva.

A darne notizia l’Associazione stampa della Toscana il cui presidente Sandro Bennucci e organismi dirigenti esprimono alla moglie di Jengo, Emilia, alla figlia, ai colleghi e ai dipendenti Rai della Toscana sentite condoglianze, partecipando al loro dolore.

Jengo, ricorda l’Ast, era “da molti anni a Firenze” ed “è sempre stato molto vicino alla città e alle istituzioni per le mille iniziative promosse e ospitate con il patrocinio della Rai. Per quanto riguarda il sindacato dei giornalisti, Jengo è sempre stato un amico sincero, manifestando grande sensibilità non solo per i seminari di formazione, ma anche per tutto quello che riguarda la nostra professione: fu fra i promotori dell’idea di intitolare il mitico studio C della sede Rai a Paola Nappi, collega che si ammalò durante i servizi dal Giglio sulla Concordia e che morì dopo non breve agonia.”

Prosegue l’Ast: “Lo ricordiamo anche fra i più attivi, tre anni fa, nelle celebrazioni del cinquantesimo anniversario dell’alluvione di Firenze”.

L'articolo Rai: morto Jengo, direttore sede Toscana e Umbria proviene da www.controradio.it.