RIVOLTA MIGRANTI CENTRO ACCOGLIENZA DI CASCINA

Rivolta Migranti Castiglion fiorentino

“Pessime condizioni igieniche” questo il motivo della protesta messa in atto dai richiedenti asilo del centro di accoglienza la Tinaia a Cascina (Pisa): “l’acqua è sporca e dormiamo in 16 in una stanza.”

Ore di tensione a Cascina (Pisa) stamani per la protesta dei richiedenti asilo ospiti del centro di accoglienza di la Tinaia, che hanno denunciato condizioni di accoglienza “insopportabili”. I migranti hanno lamentato “pessime condizioni igienico-sanitarie della struttura dove siamo costretti a dormire anche in 16 in una sola camera e per il razionamento dell’acqua potabile”.

I migranti hanno anche mostrato bottiglie d’acqua contenenti un liquido giallastro e spiegando che “questa è l’acqua che dovremmo usare per lavarci e per qualsiasi altro uso domestico”. Infine, i richiedenti asilo lamentano anche l’assenza di “cure nei nostri confronti in caso di necessità da parte dei gestori del centro al punto che per qualunque malessere siamo costretti a rivolgerci al 118″.

Sul posto è intervenuto anche il sindaco leghista di Cascina Susanna Ceccardi che ha affidato al suo profilo Facebook un commento sull’accaduto: “Rivolta al centro accoglienza la Tinaia. Da quando ci siamo insediati denunciamo i gravi problemi igienico sanitari di questa struttura. Mi hanno sempre detto che
strumentalizzavo politicamente. Questo è il risultato. Siamo noi i razzisti?”.

The post RIVOLTA MIGRANTI CENTRO ACCOGLIENZA DI CASCINA appeared first on Controradio.