Opportunità di tirocinio nell’artigianato

Nuove opportunità per i giovani toscani che intendano abbracciare il mestiere dell’artigiano. Venerdì 21 novembre l’assessore regionale al lavoro Gianfranco Smoncini ha sottoscritto un protocollo con i presidenti di Cna e Confartigianato Toscana, con il quale la Regione si impegna a finanziare nuovi tirocini nel campo dell’artigianato artistico per i prossimi due anni.

“Si tratta di uno dei settori trainanti della nostra economia e allo stesso tempo uno dei più delicati. – ha dichiarato l’assessore Simoncini – La natura stessa delle imprese, spesso costituite da singoli artigiani estremamente qualificati, richiede misure specifiche, a maggior ragione se pensiamo che l’artigianato artistico è il biglietto da visita della Toscana nel mondo”. Tra il 2015 e il 2016 la Regione stanzierà 200mila euro per progetti indirizzati a giovani tra i 18 e i 30 anni, che riceveranno 500 euro al mese interamente erogati dall’ente. Un finanziamento che compre al 100% le spese che l’azienda andrà a sostenere e che dimostra il forte interesse verso un settore che rischia di sparire a causa di uno scarso ricambio generazionale. I giovani non si interessano perchè cresciuti con altre aspettative, ma spesso anche perchè non sempre trovano là, sull’uscio della bottega, l’artigiano ad aspettarli. “In questi anni abbiamo forse illuso troppo i nostri ragazzi con la prospettiva di trovare un lavoro sicuro in campo intellettuale. C’è bisogno di ritornare alle nostre tradizioni, a ciò che sappiamo fare meglio, riscoprendo quei lavori manuali che stanno alla base della nostra cultura”. Le imprese dell’artigianato artistico in Toscana sono circa 23mila, la maggior parte delle quali con un numero di addetti pari o inferiore a tre, per un totale di circa 80mila a livello regionale. Oltre al contributo per i tirocini saranno applicate alle imprese del settore gli incentivi previsti per coloro che abbiano svolto lo stage in azienda, che consistono in contributi di 8.000 euro per l’assunzione a tempo indeterminato di soggetti tra i 18 e i 30 anni e di 10.000 per soggetti disabili, ridotti della metà nel caso di contratti a tempo determinato.

Giornata della Memoria presentazione dell’Archivio Andrea Devoto

Mercoledì 29 gennaio, presso il polo delle Scienze sociali (ore 14.30 – Edificio D15, piazza Ugo di Toscana – Firenze), in occasione delle iniziative per la Giornata della Memoria, si svolgerà l’incontro “La memoria viva”, in cui verranno presentati i risultati del recupero dell’Archivio Andrea Devoto, raccolto dal noto neuropsichiatra e psicologo, che condusse uno studio su 76 deportati sopravvissuti ai campi di sterminio.L’incontro è stato organizzato, insieme al Sistema Bibliotecario di Ateneo, dalla Soprintendenza Archivistica per la Toscana, dall’Istituto storico della resistenza di Pistoia e dalla Fondazione Andrea Devoto, con il patrocinio della Regione Toscana.

logo

Andrea Devoto (Firenze 1927-1994), fu primario degli ospedali psichiatrici di Maggiano a Lucca e di San Salvi a Firenze e libero docente di Psicologia Sociale presso la Facoltà di Scienze politiche “Cesare Alfieri” di Firenze. Come studioso si interessò moltissimo ai temi della deportazione e dello sterminio nei campi nazisti, costituendo un importante archivio e scrivendo alcuni saggi. Nell’ambito delle sue ricerche sui campi di sterminio, Devoto sviluppò, in collaborazione con l’Associazione nazionale degli ex deportati politici nei campi nazisti (ANED), un progetto di intervista dei sopravvissuti toscani, che fu attuato tra il 1987 ed il 1988. Le sue ricerche, depositate presso la Biblioteca di Scienze sociali dell’Ateneo, sono state recuperate grazie al lavoro di inventariazione e studio svolto dall’Istituto Storico della Resistenza di Pistroia e al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia.

Il lungo viaggio di Arnoldo Foà

Firenze ricorda Arnoldo Foà,scomparso lo scorso 11 gennaio,con una serata al Teatro Puccini domani 24 gennaio ,nel giorno che avrebbe segnato il suo 98° compleanno.

Firenze, che lui ha sempre considerato la sua città e nella quale ha mosso i primi passi di giovane attore, lo ricorda con una festa.
Ogni artista saluterà a suo modo un grande maestro, nel giorno del suo novantottesimo compleanno, il 24 gennaio alle 21.00, presso il Teatro Puccini, in una serata ideata da Lorenzo Degl’Innocenti e Anna Procaccini, moglie di Arnoldo, in collaborazione con il Teatro Puccini, la Fondazione Teatro della Pergola e l’Associazione culturale La Nottola di Minerva con il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Firenze.
Interverranno Cristina Scaletti, Assessore alla Cultura della Regione Toscana, Eugenio Giani, Presidente del Consiglio comunale e della Società Dantesca Italiana, Marco Giorgetti, Direttore della Fondazione del Teatro della Pergola, Claudio Carabba, Carla Fracci, Beppe Menegatti, Italo Dall’Orto e Elena Mannini, Anna Procaccini, moglie di Arnoldo Foà, amici, artisti e cittadini che abbiano voglia di ascoltare la voce di Arnoldo, vedere filmati d’archivio o semplicemente sapere chi era Foà.
Durante la serata i racconti e le testimonianze saranno accompagnati da interventi musicali di Luca Forni alle chitarre e voce e i Sient Mamò (Stefano Rapicavoli alle percussioni, Massimiliano Calderai al pianoforte, Silvio Beriolo al basso), letture di poesie e brani tratti dal documentario “Almeno io Fo…à” di Alan Bacchelli e Lorenzo Degl’Innocenti, registrazioni messe a disposizione dalla Società Dantesca Italiana, di Arnoldo che interpreta la Divina Commedia.
venerdì 24 gennaio ore 21.00 – Teatro Puccini
BUON COMPLEANNO ARNOLDO!
Il lungo viaggio di Arnoldo Foà
Ingresso libero

FESTA DELLA TOSCANA

FESTA DELLA TOSCANA: SEDUTA SOLENNE E PALAZZO APERTO
Sabato 30 novembre, alle 11 si riunisce il Consiglio regionale. Dalle 11 alle 22 palazzi aperti ai cittadini con visite guidate, mostre, premiazioni, musica e degustazioni
Logo della Festa della Toscana 2013 Seduta solenne del Consiglio regionale dedicata a “Una comunità: le mille voci della Toscana” e “Palazzo Aperto” con musica, cultura e degustazioni per inaugurare la Festa della Toscana 2013. Sabato 30 novembre alle 11, il Consiglio regionale si riunirà in seduta solenne. Torna l’ormai tradizionale appuntamento con l’apertura dei palazzi consiliari ai visitatori, promosso dall’assemblea legislativa toscana, per avvicinare i cittadini alle istituzioni. Fino alle 22, le sedi del Consiglio regionale rimarranno aperte per accogliere i visitatori con iniziative che spaziano dalla musica al teatro, dalle mostre alle degustazioni.
Logo Festa della Toscana 2013
Alle 12, spazio alla premiazione dello scrittore toscano dell’anno, ospitata dal Consiglio nella sala delle Feste a palazzo Bastogi (via Cavour, 18) con la designazione del vincitore e la consegna di 23 premi, in occasione del ventennale dell’associazione Fiera del libro toscano di San Miniato. Tra i riconoscimenti: 3 premi speciali, il premio on line (riservato ai lettori), 5 premi selezione e 5 premi menzione, il premio allo scrittore più giovane e alla tradizione toscana.

Viaggio nella musica con le numerose iniziative che allieteranno la giornata. Le più belle canzoni della metà del ‘900, alle 15.30, saranno riproposte dal duo vocale “Sorelle Novecento”, Lisa Kant e Carolina Bandini con Andrea Di Martino che leggerà brani tratti dalle opere di Vasco Pratolini. Musica swing degli anni ’50, invece, alle 17, con il concerto del Borderline Trio con la voce di Carla Bella, la chitarra di Joy De Vito e il sax di Claudio Ingletti. A chiudere due concerti alle 19.30, in auditorium andrà in scena un tributo alla musica classica del periodo 1940/1960 con l’Orchestra giovanile di Firenze diretta da Janet Zadow; nella sala delle Feste a palazzo Bastogi il concerto “Canta che ti passa: meditazione musicale sui canti di lavoro”, a cura dell’Homme Armé-Tempo reale.

Uno spazio tutto dedicato ai bambini alle 16.30 con lo spettacolo “Kastanka”, favola circense tratta dal racconto di Cechov.

All’interno dei palazzi sono allestite diverse mostre, già visitabili: la collettiva di pittura “Omaggio a Vasco Pratolini nei 100 anni dalla nascita (1913-2013)”; l’esposizione fotografica “Saharawi” di Egisto Nino Ceccatelli; la mostra “50 anni in viaggio tra pittura e scultura” di Giuliano Ghelli e gli scatti storici degli anni ’30 “Come erano i bambini…” a cura del Foto Club “la Chimera” di Arezzo.

Per chi desidera entrare nella storia dei palazzi delle istituzioni, saranno offerte visite guidate, in italiano e in inglese, a Panciatichi, Covoni-Capponi e Bastogi (alle 14.30, 16, 17.30 e 19, con prenotazione e punto di incontro alla portineria di via Cavour, 4). Con gli stessi orari, visita e illustrazione delle fasi e della tecnica di restauro che si sta svolgendo a palazzo Covoni nella Galleria e nella sala Barile. In occasione di Palazzo Aperto è disponibile gratuitamente la visita all’Accademia delle Arti del disegno (via Orsanmichele 4 dalle 10 alle 17, gradita la prenotazione, tel.055-219642).

Alle 16.30 torna il consueto appuntamento folkloristico con i giochi di bandiere degli sbandieratori di San Pietro, contrada Alfiere di Bagno a Ripoli e come da tradizione, non mancherà la degustazione: dalle 16.30, cioccolata nel cortile di via Cavour 4.

Intanto, domani, venerdì 29, prologo della Festa con l’iniziativa “I concerti del Principe, musica e storia nelle corti italiane alla fine dell’Ancien Régime”: a Palazzo Bastogi alle 10.30 convegno “L’area asburgo-lorenese” e alle 18 concerto “Voci e musiche da Palazzo Pitti”.

BTO – Buy Tourism Online

Si terra il 3 e 4 dicembre 2013  BTO – Buy Tourism Online, l’evento educational di respiro internazionale dedicato al mondo del travel 2.0, promosso da Regione Toscana, Toscana Promozione e Camera di Commercio di Firenze, organizzato da Fondazione Sistema Toscana e Metropoli – Azienda Speciale della Camera di Commercio di Firenze, con la direzione scientifica e artistica di BTO Educational. Quest’anno l’evento si sposta dalla Leopolda,dove si sono tenue le 4 edizioni precedenti, alla Fortezza da Basso

BTO – Buy Tourism Online è un marchio di Regione Toscana e Camera di Commercio di Firenze che identifica in Italia il più importante momento di riflessione sui temi che ruotano attorno alle opportunità che offre una corretta lettura del fenomeno del Travel 2.0, è arrivato quest’anno alla VI^ Edizione consecutiva forte di un lovemark che racchiude non solo valore scientifico e quindi rilevanza, ma anche un format che riesce a farsi amare, appunto, anche per il contesto non convenzionale molto apprezzato dal proprio pubblico.

Ecco i numeri dell’edizione record dell’edizione 2012, la prima che si è svolta all’interno della prestigiosa Fortezza da Basso: più di 6.500 presenze ripartite sulle due giornate di lavori, 220 relatori di oltre 15 nazionalità, 46 espositori italiani ed internazionali (+ 30% sul 2011), più di 180 giornalisti accreditati e 130 blogger, 4.000 utenti unici che hanno seguito l’evento trasmesso live sul sito intoscana.it per 60 ore complessive di diretta streaming suddivise su tre canali. Decine di migliaia i post su Facebook (1.500 i fan che si sono aggiunti nelle ultime due settimane) e quasi 1800 i ‘Talking about’. Tra il 29 e 30 novembre #bto2012 è stato tra gli hashtag più twittati in Italia: con ben 10.000 tweet registrati, la manifestazione si è alternata tra la prima e la seconda posizione nella classifica dei trending topics.