La conferenza ‘The State of the Union’ sarà online per discutere il COVID-19

 La conferenza ‘The State of the Union’ sarà online per discutere il COVID-19

Politici, studiosi ed esperti discuteranno online come l’Europa e le istituzioni internazionali stiano gestendo la crisi generata dalla diffusione del virus COVID-19, e quale sarà il suo impatto sulle politiche sanitarie, l’economia, e la cooperazione globale.Tra gli ospiti Conte, Lagarde, Michel,Gorgieva

Come sempre, saranno numerosissimi gli interventi di alto profilo, tra cui il Primo Ministro Italiano Giuseppe Conte, la Presidente della Banca Centrale Europea Christine Lagarde, il Presidente del Consiglio Europeo Charles Michel, la Direttrice Esecutiva del Fondo Monetario Internazionale Kristalina Georgieva e molti altri. Nel giro di poche settimane, il COVID-19 ha cambiato le vite di miliardi di persone in tutto il mondo: i sistemi sanitari sono in difficoltà e le misure di lockdown stanno avendo un impatto senza precedenti sulla vita sociale e sull’economia di tutti i paesi colpiti. Mentre il mondo s’interroga su cosa significhi questa emergenza, la conferenza ‘The State of the Union’ radunerà esperti da tutto il mondo per discutere l’impatto del COVID-19 con tre sessioni in diretta online. La sessione mattutina inizierà alle 10:00 e tratterà di ‘COVID-19: Politica Sanitaria e Società’ sarà inaugurata dal Presidente dell’Istituto Universitario Europeo (EUI) Renaud Dehousse, con i consueti saluti del Sindaco di Firenze Dario Nardella, del Governatore della Toscana Enrico Rossi, e del Ministro degli Esteri Luigi Di Maio. I discorsi di apertura saranno seguiti dal primo dibattito. La sessione pomeridiana delle 13:00 affronterà il tema ‘Quali politiche economiche per il post- COVID-19?’ e, oltre alla già ricordata Christine Lagarde vedrà la partecipazione di relatori di alto livello quali il Commissario europeo Paolo Gentiloni, la Capo Economista dell’OCSE Laurence Boone, e l’ex Presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem . Infine la sessione serale delle 17:30 sarà aperta dalla Direttrice Operativa del Fondo Monetario Internazionale Kristalina Georgieva in conversazione con la Direttrice del Financial Times Roula Khalaf. L’ultimo dibattito su ‘L’impatto del COVID-19 sulla Cooperazione Globale si terrà fra il Professor Jeffrey Sachs della Columbia University, l’ex Primo Ministro Finlandese e nuovo Direttore della Scuola di Governance Transnazionale EUI Alexander Stubb, e la Direttrice Esecutiva per lo Sviluppo della Banca Mondiale Mari E. Pangestu. Sarà moderato dalla Direttrice dello IAI Nathalie Tocci. Segue il discorso conclusivo della conferenza di Giuseppe Conte. L’evento sarà visibile in livestream su stateoftheunion.eui.eu a partire da venerdì 8 Maggio, 10:00 CEST. 
FINE La diretta da stateoftheunion.eui.eu è accessibile senza previa registrazione. È anche possibile partecipare tramite una piattaforma che permette di sottoporre domande scritte ai relatori, ma in questo caso è necessaria la registrazione. Visto l’amplissimo numero di partecipanti e la breve durata delle sessioni, non possiamo garantire che tutte le domande riceveranno una risposta durante la diretta. In ogni caso, le domande inviate in anticipo per email saranno condivise con i moderatori, e prese in considerazione per il Q&A: SOUpress@eui.eu. The State of the Union Conference – Special Online Edition “Europe: managing the COVID-19 crisis” 8 maggio 2020 alle 10:00

L’evento sarà visibile in livestream su stateoftheunion.eui.eu a partire da venerdì 8 maggio, 10:00

The State of the Union è la conferenza annuale di riflessione sullo stato dell’Unione Europea. Organizzata dall’Istituto Universitario Europeo, si tiene ogni anno a Firenze a inizio maggio. Nel corso delle nove precedenti edizioni, The State of the Union si è affermato come importante momento di incontro per politici europei e rappresentanti degli stati membri, funzionari, diplomatici, esponenti del mondo accademico, e rappresentanti della società civile. In tempo di crisi e instabilità, diventa quanto mai indispensabile un’adeguata comprensione dei successi, dei fallimenti e delle sfide dell’Unione Europea.

L'articolo  La conferenza ‘The State of the Union’ sarà online per discutere il COVID-19 proviene da www.controradio.it.

Firenze, Lectio Magistralis del Premio Nobel Sirleaf in nome di La Pira

Firenze, Lectio Magistralis del Premio Nobel Sirleaf in nome di La Pira

Domani alle ore 17 al Palazzo Incontri di Firenze, Lectio Magistralis del Premio Nobel per la Pace Ellen Johnson Sirleaf chiamata “Le nuove frontiere dell’Africa nel nome di La Pira”. Introducono il Presidente di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori e il Presidente dell’EUI Renaud Dehousse.

Sicurezza, sviluppo sostenibile, educazione e le nuove frontiere dell’Africa nel nome di Giorgio la Pira è il tema della Lectio Magistralis che il Premio Nobel per la Pace 2011 ed ex Presidente della Liberia Ellen Johnson Sirleaf terrà venerdì 25 ottobre alle ore 17 a Palazzo Incontri a Firenze. L’iniziativa è promossa  dalla School of Transnational Governance (SGT) dell’Istituto Universitario Europeo (IUE) e dalla Fondazione CR Firenze.

Porteranno il loro saluto i Presidenti di Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori e dell’IUE Renaud Dehousse. La conferenza, coordinata dal Vice Direttore dell’Ansa Stefano Polli, è in lingua inglese ed è prevista la traduzione simultanea in italiano. Sul tema ‘L’eredità di La Pira nell’Europa di oggi’ nei giorni scorsi, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, si è svolta una seduta straordinaria del Consiglio comunale di Firenze nel corso della quale il sindaco Dario Nardella ha consegnato le Chiavi della città al Presidente del Parlamento europeo David Sassoli.

L’incontro si inserisce nelle periodiche occasioni di approfondimento di alto profilo che le due Istituzioni promuovono con lo scopo di favorire momenti di conoscenza e di approfondimento, sul tema dell’Europa, che hanno continui riflessi sulla nostra vita quotidiana.

“Riprendiamo con grande piacere questi incontri – dichiara il Presidente della Fondazione CR Firenze Luigi Salvadori – avviati da tempo con autorevoli relatori quali Salvatore Rossi, allora Direttore generale della Banca d’Italia, Josè Manuel Barroso, ex Presidente della Commissione europea, Ulrike Guerot, Responsabile del Dipartimento European Policy and the Study of Democracy alla Danube University Krems e Direttore di European Democracy, perché lo riteniamo un dovere civile. Crediamo infatti che una funzione civica di informazione e di confronto non deve mancare da parte di una Istituzione che non è solo al servizio del territorio, ma vuole anche stimolare una lettura critica della realtà in cui viviamo ogni giorno. Dedicare questa Lectio ad una grande personalità come La Pira significa ribadire come il dialogo tra i popoli è una delle condizioni indispensabili per coloro che dovranno disegnare le politiche pubbliche del nostro presente e del nostro futuro”.

“Siamo lieti – sottolinea Renaud Dehousse, Presidente dell’Istituto Universitario Europeo – di continuare la nostra proficua collaborazione con la Fondazione CR Firenze allargando l’orizzonte per guardare all’Africa, un continente che rappresenta una priorità strategica per l’EUI e l’Europa tutta. Siamo ancora più lieti di farlo nel ricordo di Giorgio La Pira, che con la sua lungimiranza è stato un pioniere del dialogo fra le sponde del Mediterraneo, promuovendo attivamente il ruolo dei paesi dell’Africa subsahariana”.

L'articolo Firenze, Lectio Magistralis del Premio Nobel Sirleaf in nome di La Pira proviene da www.controradio.it.