Nei musei della Maremma si rinnova l’appuntamento con “Natale al Museo”

Nei musei della Maremma  si rinnova l’appuntamento con “Natale al Museo”

Con l’arrivo delle festività natalizie torna in Provincia di Grosseto “Natale al Museo”, con decine di eventi tra laboratori didattici per bambini, incontri, mostre e visite guidate organizzate nei musei, le aree archeologiche e sedi espositive della rete Musei di Maremma. Un programma per vivere questi giorni di vacanza anche nel segno dell’arte e della cultura. Ecco alcune delle iniziative più importanti.

Al Museo Archeologico e d’Arte della Maremma (MAAM) di Grosseto, in Piazza Baccarini, giovedì 19 dicembre, alle ore 17, si terrà la presentazione del catalogo “Oltre il Duomo” e a seguire la conferenza dal titolo “Oltre il Duomo. Lo scavo, gli studi e la mostra” a cura dell’architetta Barbara Fiorini, curatrice della mostra, che proseguirà fino al 2 febbraio 2020. Previsti tanti laboratori per bambini come “L’archeotombola”, campus di tre giorni (31 dicembre, 2 e 3 gennaio), e la “Befanite”il 4 gennaio. Info e prenotazioni: tel.0564488752.

Nel Museo di Storia Naturale della Maremma, sempre a Grosseto (Strada Corsini 5), ecco due laboratori per bambini e adulti:  il 26 dicembre alle ore 16 “La città vista con gli occhi del geologo” e il 6 gennaio alle 16.30 mini-corso per aspiranti ornitologi. Info: tel.0564488571.

A Porto Santo Stefano, all’Acquario Mediterraneo dell’Argentario, Lungomare dei Navigatori 44, fino al 6 gennaio si può visitare la mostra “Presepe in vasca”. Si tratta di una particolarissima rappresentazione della natività in acqua.

Ci spostiamo al Museo Civico Archeologico Isidoro Falchi di Vetulonia (Comune di Castiglione della Pescaia),  dove sono previsti due laboratori per bambini dai 5 ai 12 anni e famiglie: sabato 21 dicembre e sabato 4 gennaio. Info e prenotazione: 0564927241.

A Massa Marittima, domenica 29 dicembre alle ore 15  si terrà la visita guidata “Massa Marittima ed il Medioevo dorato di Ambrogio Lorenzetti” , presso il Museo di San Pietro all’Orto, Corso Diaz 36. Domenica 5 gennaio alle ore 11, nel Museo Archeologico Giovannangelo Camporeale, Piazza Garibaldi, si svolgerà il tour guidato della mostra  “Il saluto alla Sfinge di Vulci”. L’esposizione proseguirà fino al 6 gennaio, così come la rassegna fotografica “Confini di passaggio” di Riccardo Zipoli al Museo San Pietro all’Orto. Info tel. 0566906525.

Un dettaglio della Maestà di Massa Marittima, dipinta da Lorenzetti

A Follonica, al Museo Magma, (Museo delle Arti in Ghisa della Maremma) area ex Ilva, sono previsti tre laboratori per bambini: venerdì  27 dicembre alle ore 16.30  ‘’Giochiamo con la Carta’’, domenica 29 dicembre ore 16.30 ‘’Facce da Museo!’’, domenica 5 Gennaio, ore 16.30, il ciclo si chiuderà con ‘’Costruiamo una lucerna come gli antichi romani’’. Info e prenotazioni: tel. 056659027.

Laboratori didattici al museo Magma

A Gavorrano, il Museo Minerario in Galleria è nuovamente aperto al pubblico, con visite guidate al mattino ed al pomeriggio dal 27 al 31 dicembre e dal 2 al 6 gennaio. Le visite si svolgono alle ore 11 e alle 16,  il ritrovo  è  all’Info Point del Parco di Gavorrano, informazioni tel. 0566844247.

Nel Museo Civico Archeologico della Civiltà etrusca “Enrico Pellegrini” di Pitigliano, Piazza Fortezza Orsini, il programma degli eventi natalizi si intitola “Le botteghe dei mestieri antichi…”. Previsti due laboratori per bambini dai 5 ai 12 anni: sabato 28 dicembre dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle ore 17 “L’artigianato etrusco” e  sabato 4 gennaio: “Come si vestivano gli Etruschi per le feste ? L’atelier etrusco”. Info: tel. 0564614067.

Una veduta di Pitigliano

A Sorano, nel Parco Archeologico Città del Tufo, giovedì 2 gennaio alle ore 15, nella Fortezza Orsini, “Prepariamo la calza per la Befana”, attività per bambini, info: tel. 0564614074.

Sul Monte Amiata, la Fondazione Le Radici di Seggiano resterà aperta al pubblico per effettuare visite guidate al Museo dell’ Olio Diffuso e degustazioni di oli ottenuti dalla cultivar autoctona Olivastra Seggianese con il metodo panel test. Per informazioni sugli orari o prenotazioni tel. 0564950972.

Infine, a Scarlino, il Museo Archeologico Portus Scabris al Puntone e il Centro di Documentazione Francovich a Scarlino resteranno aperti il  27, 28, 29 e 30 dicembre dalle 10 alle ore 13.

Il programma dettagliato degli eventi “Natale al Museo” si può consultare sul sito: www.museidimaremma.it e nella pagina Facebook.

L'articolo Nei musei della Maremma si rinnova l’appuntamento con “Natale al Museo” proviene da www.controradio.it.

Musei di Maremma, tornano “Le notti dell’Archeologia”

Musei di Maremma, tornano “Le notti dell’Archeologia”

Da sabato 29 giugno al 4 agosto tornano “Le notti dell’Archeologia”, un’iniziativa promossa dalla Regione Toscana: aperture straordinarie serali e notturne, eventi dedicati nei musei e parchi archeologici in tutta la regione.

Numerosi musei della rete Musei di Maremma hanno aderito a questa diciannovesima edizione, che ha come filo conduttore “Arte e techne”, con l’obiettivo di valorizzare le componenti estetiche ed artistiche delle collezioni dalla preistoria ad oggi con uno sguardo attento sia alle tecniche di realizzazione dei manufatti artistici che alla tecnologia disponibile fin dai tempi più remoti.

Tra gli appuntamenti più importanti del programma segnaliamo: al Museo Civico Archeologico Isidoro Falchi di Vetulonia, Comune di Castiglione della Pescaia, mercoledì 10 luglio alle ore 21.30 la presentazione del libro di Fabio Calabrese “Un giallo nel mondo dell’arte. La perfetta religiosa dai racconti del maresciallo Damiani”. A seguire alle 22.30 visita guidata della mostra “Alalìa. La battaglia che ha cambiato la storia. Greci, Etruschi e Cartaginesi nl Mediterraneo del VI secolo a.C.” con la direttrice del museo Simona Rafanelli.

Mercoledì  31 luglio alle ore 21.30 conferenza dal titolo: “Le navi da guerra greche e il dinos attico di Exekias”. Ospite d’onore il direttore del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma Valentino Nizzo. Tutti gli eventi ad ingresso libero. Al Museo Magma Museo delle arti in ghisa nella Maremma, comprensorio ex Ilva a Follonica, domenica 28 luglio è in programma dalle ore 18 alle 23  “Quando l’arte diventa tecnica: luci e suoni nell’antichità”. Un laboratorio per bambini gratuito e della durata di 5 ore per spiegare le tecniche antiche per l’illuminazione e la musica etrusca.                                                                        Per ulteriori informazioni: frontoffice@magmafollonica.it

Sabato 13 luglio è prevista a Grosseto l’apertura straordinaria del Museo Archeologico (Maam), Piazza Baccarini 3, dalle ore 18 alle 24 con una serata dal titolo “Oltre il Duomo: approfondimenti e curiosità”. Prevista una visita guidata ( inizio ore 18) e alle ore 21 presso la Cattedrale di Grosseto tour guidato e calata nel vano ipogeo con la collaborazione degli speleologi della Società Naturalistica Speleologica Maremmana.                                     Per ulteriori informazioni: maam@comune.grosseto.it  

A Massa Marittima, al Museo Archeologico Giovannangelo Camporeale, Piazza Garibaldi 1, il programma di “Notti dell’archeologia” inizia mercoledì 10 luglio con un laboratorio didattico dalle ore 21 alle 23 dal titolo “Maestri vasai con la tecnica del colombino”, dedicato a bambini dai 5 agli 11 anni. Martedì 16 luglio alle ore 21 conferenza del prof. Gianfranco Zidda sulle steli dell’area megalitica in provincia di Aosta dal titolo “Le stele di Saint – Martin de Corlèans”. Mercoledì 31 luglio alle ore 21 laboratorio d’incisione su argilla sempre per bambini dai 5 agli 11 anni.

Infine venerdì 2 agosto alle ore 21 inaugurazione della mostra “La Sfinge di Vulci e gli altri animali fantastici” e conferenza a cura del dott. Carlo Casi sulla statuaria funebre vulcente in età etrusca. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero, per informazioni: michela.berto@coopzoe.it  

Al Museo Archeologico di Saturnia sabato 6 luglio alle ore 21 visita guidata ad ingresso libero dal titolo “Viaggio in una notte di 2500 anni”, sia del museo che del centro storico di Saturnia. Per informazioni rivolgersi all’ufficio turistico del Comune di Manciano tel. 3209071566.

A Scarlino sono state organizzate una serie di conferenze dal titolo: “Leggere il passato attraverso l’archeologia e le scienze applicate” in collaborazione con gli studiosi del Progetto ERC nEU-Med – Università di Siena. Si comincia venerdì 5 luglio a Scarlino Scalo con “Il racconto archeologico di un Medioevo inaspettato: il sito di Vetricella ed una nuova prospettiva storica”. Alle ore 19 visita guidata del sito archeologico. Venerdì 12 luglio alle ore 18 al Museo Archeologico del Portus Scabris dl Puntone conferenza dal titolo “Tra boschi e paludi nella Val di Pecora. La vita del paesaggio e dell’uomo medievale attraverso il dato archeologico”. Venerdì 19 luglio in Piazza Garibaldi a Scarlino “Alle origini della vocazione agroalimentare del territorio scarlinese. Archeozoologia ed Archeobotanica raccontano la storia di un paesaggio rurale” e infine il 26 luglio ore 18 in Piazzetta San Martino “Re e Regine nell’Alta Maremma: una complessa storia attraverso lo sguardo dell’archeologia”.

Ci spostiamo nella zona del tufo al Museo di San Mamiliano in Piazza del Pretorio 12 a Sovana, Comune di Sorano, dove venerdì 26 luglio alle 17 si svolgerà la conferenza “I misteri del Cavone, vecchie indagini e nuove scoperte”. A seguire, alle ore 19, una passeggiata al Cavone, la via etrusca più imponente e suggestiva di Sovana. A Sorano, nel Parco Archeologico Città del Tufo, sabato 3 agosto alle ore 18 spettacolo teatrale dal titolo “Il fascino delle rovine” a cura della Compagnia Teatro Studio di Grosseto. Una rappresentazione tra le tombe monumentali etrusche. Ingresso libero, per informazioni: info@leviecave.it  

Il programma dettagliato sulle Notti dell’Archeologia può essere consultato nel sito: www.museidimaremma.it

L'articolo Musei di Maremma, tornano “Le notti dell’Archeologia” proviene da www.controradio.it.

Un biglietto unico per i musei dell’Amiata. Presentato il progetto a Castel del Piano

Un biglietto unico per i musei dell’Amiata. Presentato il progetto a Castel del Piano

Un biglietto unico per i musei dell’Amiata: presentato il progetto che permette di visitare ben 11 musei al costo di appena 8 euro acquistabile anche online

Gli undici musei del Sistema Museale dell’Amiata, che aderiscono alla Rete Musei di Maremma (Gr), sono stati tra i primi in Toscana a sperimentare il progetto innovativo del biglietto unico. Con solo 8 euro si possono vedere tesori che vanno dall’arte medievale fino a quella contemporanea e poi musei etnografici, storici del costume e delle tradizioni.

La validità dei biglietti è di un anno e si possono anche acquistare online senza alcun diritto di prevendita con tutti i metodi di pagamento tramite il sito web: www.museiamiata.it. Un primo bilancio del progetto “biglietto unico”, operativo dallo scorso giugno, è stato fatto lunedì 15 ottobre a Castel Del Piano nel Palazzo Nerucci in un incontro pubblico alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni e dei responsabili dei singoli musei, per ora undici ma ai quali presto se ne aggiungeranno altri.

“I primi risultati sono davvero incoraggianti – ha detto Jacopo Marini presidente dell’Unione dei Comuni Amiata Grossetana – abbiamo avuto quasi 5000 visitatori che lo hanno acquistato e questo dimostra come è importante fare rete e progettare tutti insieme per superare la frammentarietà che è il vero limite del territorio montano”.

“Il biglietto unico è il primo esempio all’interno della nostra rete museale che riunisce ben 54 tra musei, aree archeologiche e centri espositivi pubblici e privati – ha sottolineato Irene Lauretti presidente della Rete Musei di Maremma – e rientra  a pieno titolo nei nostri obbiettivi che puntano alla promozione e l’accessibilità di tutti i musei sia con le nuove tecnologie che migliorando le singole strutture per renderle fruibili a tutti anche  persone con diverse disabilità con il progetto “Musei SuperAbili”.

“Con il biglietto unico sono tanti i vantaggi per turisti e visitatori – ha aggiunto Giulio Detti della struttura tecnica dell’Unione dei Comuni – , ad esempio si possono pianificare in anticipo le visite e a breve potrà essere acquistato anche nelle strutture turistiche”.

I musei dove è possibile acquistare il biglietto sono: ad Arcidosso all’interno del Castello Aldobrandesco, il Museo del Paesaggio Medioevale, il Museo di David Lazzeretti e il particolarissimo Museo di Arte e Cultura Orientale (M.A.C.O), a Castel del Piano le Collezioni di Palazzo Nerucci, a Castell’Azzara la Miniera del Cornacchino e Villa Sforzesca,  a Cinigiano la Casa Museo di Monticello Amiata, a Roccalbegna il Museo Etnografico di Santa Caterina, a Santa Fiora il Museo delle Miniere di Mercurio e del Monte Amiata, a Seggiano il Museo dell’Olio e a Semproniano il Museo Mineralogico.

Il progetto è stato realizzato dal Sistema Musei d’Amiata con l’Unione dei Comuni Montani Amiata Grossetana. Info: www.museiamiata.it   o www.museidimaremma.it

L'articolo Un biglietto unico per i musei dell’Amiata. Presentato il progetto a Castel del Piano proviene da www.controradio.it.