Ponte Vespucci: riapertura in tre fasi

Ponte Vespucci: riapertura in tre fasi

Sopralluogo oggi del sindaco di Firenze Dario Nardella e dell’assessore ai lavori pubblici Stefano Giorgetti sul ponte Vespucci, uno dei due ponti fiorentini progettati dall’ingegner Riccardo Morandi, sul quale sono in corso i lavori per la messa in sicurezza, un’operazione che il sindaco ha definito “delicata e complessa”.

L’intervento si divide in tre parti: le prime due fasi dureranno circa 60 giorni. Se si verificheranno le condizioni di sicurezza, il ponte potrà essere riaperto al transito tra fine “aprile e maggio”. In estate, con meno traffico, è prevista l’ultima fase e infine la riapertura definitiva. L’investimento complessivo è di 1,5 milioni.
“Oggi – ha detto Nardella – inizia una fase molto delicata e complessa, che porteremo avanti grazie a macchine molto innovative: un’operazione quasi chirurgica che serve a stabilizzare il fondo del fiume”.
“Siamo nel clou dei lavori di consolidamento di questo ponte”, ha detto Nardella, affermando che durante i lavori, insieme a Giorgetti, “valuteremo tutte le possibili soluzioni alternative per favorire la viabilità e non impattare troppo sul traffico”.
Nardella ha ricordato che “si tratta di interventi indispensabili per garantire la sicurezza e l’incolumità delle persone. Se noi oggi stiamo facendo questo lavoro è perché siamo intervenuti per tempo e soprattutto siamo intervenuti molto prima della tragedia di Genova” sul ponte Morandi. Nardella ha poi mostrato una lista “di 15 ponti e viadotti più importanti d’Italia, chiusi dopo il crollo di Genova. A Firenze invece ci siamo mossi per tempo e stiamo facendo questi lavori proprio per impedire che ci si debba trovare in una situazione di emergenza”.

L'articolo Ponte Vespucci: riapertura in tre fasi proviene da www.controradio.it.

Ponte Vespucci: riapertura in tre fasi

Ponte Vespucci: riapertura in tre fasi

Sopralluogo oggi del sindaco di Firenze Dario Nardella e dell’assessore ai lavori pubblici Stefano Giorgetti sul ponte Vespucci, uno dei due ponti fiorentini progettati dall’ingegner Riccardo Morandi, sul quale sono in corso i lavori per la messa in sicurezza, un’operazione che il sindaco ha definito “delicata e complessa”.

L’intervento si divide in tre parti: le prime due fasi dureranno circa 60 giorni. Se si verificheranno le condizioni di sicurezza, il ponte potrà essere riaperto al transito tra fine “aprile e maggio”. In estate, con meno traffico, è prevista l’ultima fase e infine la riapertura definitiva. L’investimento complessivo è di 1,5 milioni.
“Oggi – ha detto Nardella – inizia una fase molto delicata e complessa, che porteremo avanti grazie a macchine molto innovative: un’operazione quasi chirurgica che serve a stabilizzare il fondo del fiume”.
“Siamo nel clou dei lavori di consolidamento di questo ponte”, ha detto Nardella, affermando che durante i lavori, insieme a Giorgetti, “valuteremo tutte le possibili soluzioni alternative per favorire la viabilità e non impattare troppo sul traffico”.
Nardella ha ricordato che “si tratta di interventi indispensabili per garantire la sicurezza e l’incolumità delle persone. Se noi oggi stiamo facendo questo lavoro è perché siamo intervenuti per tempo e soprattutto siamo intervenuti molto prima della tragedia di Genova” sul ponte Morandi. Nardella ha poi mostrato una lista “di 15 ponti e viadotti più importanti d’Italia, chiusi dopo il crollo di Genova. A Firenze invece ci siamo mossi per tempo e stiamo facendo questi lavori proprio per impedire che ci si debba trovare in una situazione di emergenza”.

L'articolo Ponte Vespucci: riapertura in tre fasi proviene da www.controradio.it.