Marmi antichi degli Uffizi

Marmi antichi degli Uffizi: pubblicato il IV volume di “Studi e restauri”.Curato dal responsabile del Dipartimento di Antihità della Galleria degli Uffizi, Fabrizio Paolucci, è stato appena pubblicato da Polistampa il quarto volume della collana “Studi e restauri dedicato a I marmi antichi della Galleria degli Uffizi. I tre precedenti tomi – pubblicati tra il 2006 e il 2010 – furono curati dall’allora capo dipartimento, Antonella Romualdi, prematuramente scomparsa due anni fa e alla cui memoria il libro è dedicato.

Nel volume, ricco di immagini, trovano spazio sei capitoli  – dedicati alle vicende di altrettante opere degli Uffizi che nel tempo sono state restaurate o solo studiate.
Scrive il Soprintendente per il Polo Museale Fiorentino, Cristina Acidini, nelle sue “Riflessioni introduttive”, che “Pressochè ognuno dei marmi inseriti nel tempo, principalmente dai Medici, nella Galleria più rappresentativa di Firenze (e da qui anche migrati in altre sedi del sistema museale), crea l’occasione per seguire percorsi innovativi, intessuti di nuove riflessioni e di scoperte eccellenti”.
Da parte sua, il Direttore della Galleria degli Uffizi, Antonio Natali, nella sua presentazione fa esplicito riferimento alla tensione emotiva di Antonella Romualdi nei confronti dei tesori lapidei del museo e afferma: “Venuta in Galleria dalla Soprintendenza ai beni archeologici della Toscana nel 2001, da subito e con autorevolezza aveva messo mano a interventi di restauro delle sculture esposte nei corridoi, restituendo loro sembianze confacenti alla qualità che le distingue”.
“Quasi dieci anni or sono – dice Fabrizio Paolucci nella’introduzione adel volume – Antonella Romualdi diede vita a una raccolta di studi dedicata ai marmi antichi presenti in Galleria che giunge ora alla sua quarta uscita. Anche in questo volume, traendo spunto da restauri spesso complessi e impegnativi, studiosi del settore hanno fatto nuova luce su opere celeberrime come il Cinghiale o la Leda, offrendo elementi decisivi per un loro più corretto inquadramento stilistico e cronologico”.

 

 

Impresa Campus Unifi

Imparare a fare impresa. E’ la proposta dell’Università di Firenze, che invita – con un bando appena uscito – studenti prossimi alla laurea, laureati recenti, dottorandi, specializzandi e altri soggetti che abbiano svolto un’attività certificata di ricerca, a presentare idee di impresa e a verificare se possono avere un futuro.

Il progetto, giunto al suo secondo avviso pubblico, si chiama “Impresa Campus Unifi”, e prevede percorsi formativi e di accompagnamento per progetti di impresa giovanile universitaria: alla fine gli aspiranti imprenditori usciranno con una bozza di business plan che sarà sottoposta a una commissione di esperti.
L’iniziativa è promossa da CsaVRI (Centro di Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e la gestione dell’Incubatore universitario) con il contributo dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Ha l’intento di promuovere la nascita di imprese innovative, con ottica interdisciplinare, fra i giovani del mondo universitario.
Il bando prevede candidature singole o di gruppi (età obbligatoriamente sotto i 34 anni). Saranno selezionati 10 progetti: la scadenza delle candidature è il 27 gennaio. Le attività formative, seminariali, di laboratorio e di tutorato si svolgono nell’arco di due mesi a partire da febbraio 2014. La partecipazione al progetto, realizzato in particolare con il supporto dei servizi di Orientamento e Job Placement e dell’Incubatore Universitario Fiorentino, è gratuita.
Informazioni e dettagli nel bando: www.unifi.it/upload/sub/csavri/csavri_dp2_14_270114.pdf

Firenze capitale dei ricercatori europei

Per due giorni sarà  Firenze capitale dei ricercatori europei. Su iniziativa di Regione Toscana e Commissione Europea, il capoluogo toscano (Palaffari. Piazza Adua) ospiterà infatti, il 26 e il 27 novembre, la “Conferenza Europea Marie Curie”: un evento di grande impatto (sono attesi circa 400 ricercatori dai vari Paesi d’Europa) che si inserisce in una fase molto delicata per la ricerca europea, il lancio del nuovo programma (“Orizzonte 2020″).

“Ne siamo molto orgogliosi – sostiene Stella Targetti, vicepresidente della Regione Toscana e assessore anche per i rapporti con il mondo della ricerca scientifica – sia per l’importanza della conferenza Marie Curie e sia perchè si tratta di un riconoscimento al sistema toscano della ricerca, un sistema che esprime diverse eccellenze italiane ed europee”.

Questo incontro viene tenuto a cadenza annuale in un Paese diverso del vecchio continente. Quest’anno la scelta è toccata all’Italia puntando sulla Toscana. Circa 200 fra i ricercatori iscritti alla conferenza di Firenze sono beneficiari delle borse di studio intitolate alla scienziata polacca Nobel per la fisica e per la chimica.

Oltre alla conferenza vera e propria  (presentazioni, dibattiti, attività di networking con ricadute su centri, università, industrie) il programma prevede iniziative parallele: visite ai laboratori e ai centri di ricerca presenti in Toscana. Scopo principale dell’iniziativa è fornire un forum ai ricercatori che favorisca uno scambio di esperienze sul loro lavoro e sugli sviluppi della ricerca scientifica. Previsti anche scambi di punti di vista con personalità della politica, della ricerca e dell’industria.

Per la Regione Toscana – sottolinea Stella Targetti – è una bella occasione per valorizzare il proprio sistema non solo ampliandone la visibilità ma anche, in continuità con uno specifico evento tenuto a Bruxelles a fine maggio, coinvolgendo fattivamente nella definizione dei programmi le Università e i Centri di ricerca toscani.pulizia e manutenzione.

CMT@LIVE 2013 – contro le neuropatie ereditarie

Locandina CMT LIVE 2013 webSabato 26 ottobre alle 21,00,al Teatro Dante di Campi Bisenzio, quinta edizione dello spettacolo di beneficienza promosso dall’ AIGEM -’associazione italiana genetica medica.

L’evento è stato presentato  in Palazzo Vecchio dal consigliere comunale  Eros Cruccolini e da Fausto Birigazzi dell’associazione AIGEM Onlus che ha sede legale a Genova presso il dipartimento di Neuroscienze, Oftalmologia e Genetica (DiNOG). “Con l’edizione 2013 di CMT@Live- ha spiegato Birigazzi- , ci proponiamo di finanziare due progetti di ricerca sulle neuropatie ereditarie tipo Charcot- Marie – Tooth. Questa malattia, che, al momento, non ha ancora indicazioni terapeutiche, è ancora classificata come rara, nonostante che, solo in Italia, vi siano più di 50 mila persone malate e vi siano milioni di persone affette in tutto il mondo. La CMT è infatti la più diffusa neuropatia ereditaria. I fondi raccolti da CMT@Live – 2013 saranno, come sempre, direttamente devoluti ai medici e ricercatori dell’AIGEM, che afferiscono al Servizio di Genetica Medica dell’Ospedale S. Martino di Genova, centro di riferimento a livello nazionale, sia per la diagnosi molecolare che per la consulenza genetica su tutte le principali neuropatie ereditarie : ad oggi sono stati raccolti 101 mila euro – di qui il titolo della serata, che sarà ispirata al celebre film della Disney “La Carica dei 101”.

“Il mio appello – ha aggiunto Cruccolini- è quello di riempire il teatro. Firenze si è sempre contraddistinta per il suo impegno nelle battaglie nell’ambito della ricerca e della diagnostica. Bisognerebbe spendere meno soldi per gli F35 e più sulla ricerca. Solo così si potrà migliorare la qualità e l’aspettativa di vita di questi malati”.

La raccolta fondi non è l’unico scopo che l’associazione si è prefissa. “Vorremmo – ha spiegato Birigazzi- anche diffondere la consapevolezza dell’esistenza delle neuropatie ereditarie tipo CMT. Infatti, queste patologie sono completamente sconosciute ai non addetti a i lavori”. A questo proposito, durante lo spettacolo sarà proiettato un video clip, nel quale appare come testimonial l’attrice Angela Finocchiaro.. Del cast della serata fanno parte anche Paolo Hendel con il maestro Ranieri Sessa, Andrea Kaemmerle e i Gatti Mezzi, Silenzio è Sexy con Francesco Guasti (da The Voice), Martinicca Boison, Fantomatik Orchestra, Il Mago RUIZ, I Disguido, For Joy Gospel Choir. Alla serata interverranno anche la prof. Paola Mandich e la dott.sa Emiliana Bellone del Dipartimento di Genetica Medica dell’Ospedale San Martino di Genova. I biglietti costano 15 euro (posto unico) e possono essere acquistati anche in prevendita presso la biglietteria del Teatro Dente- piazza Dante, 23 – Campi Bisenzio (FI) Telefono 055.8940864 e il giorno dello spettacolo a partire dalle 20.

Corri la vita 2013 – Domenica 13 ottobre

Come ogni anno dal 2003,domenica 13 ottobre  tornerà Corri la Vita,l’ iniziativa  della LILT (Lega Italiana per la Lotta contro i tumori) di Firenze,che prevede la gara podistica su un percorso di circa 13 km e la passeggiata di 5 km che toccherà palazzi,giardini e chiese, alcuni dei quali aperti per lìoccasione.

Nel pomeriggio, indossando la maglietta ufficiale di CORRI LA VITA 2013 , si potranno visitare gratuitamente la mostra “L’Avanguardia russa, la Siberia e l’Oriente. Kandinsky, Malevič, Filonov, Gončarova” a Palazzo Strozzi e la personale dell’artista cinese Zhang Huan “L’anima e la materia” al Forte Belvedere.

Quest’anno i fondi raccolti da Corri la vita saranno destinati  alla LILT Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori Firenze per il sostegno al Ce.Ri.On. Centro Riabilitazione Oncologica, a FILE Fondazione Italiana di Leniterapia che opera nel settore delle cure palliative, al “The Vito Distante Project in Breast Cancer Clinical Research” e a SenoNetwork Italia Onlus.