CINEMA LA COMPAGNIA, CONVOCATI “STATI GENERALI MONTAGNA TOSCANA”

Cinema La COmpagnia Stati Generali Montagna Toscana

Oggi, giovedì 6 luglio, presso il cinema La Compagnia alle 9:30 “Stati generali della montagna toscana”: un confronto sulla necessità rilancio dell’habitat montano: quattro i tavoli tematici con tecnici e esperti. Presenti assessore Remaschi, Saccardi, Grieco, Ciuoffo, Barni e Fratoni.

Restare in montagna. Oppure tornarci. E magari investirci. Verso questi obiettivi si indirizzano gli “Stati generali della montagna toscana” convocati per domani, giovedì 6 luglio a Firenze presso il cinema La Compagnia (via Cavour, 50 Rosso). A 10 anni dall’ultima conferenza, “Gli stati generali” serviranno a compiere una ricognizione su ciò che è e ciò di cui ha bisogno la montagna per accompagnare questo rilancio: dai servizi sanitari a quelli scolastici, dal sistema di trasporto reale alle connessioni virtuali, dalle potenzialità turistiche a quelle agricole.

La conferenza si aprirà con una seduta plenaria (inizio ore 9.30) nella quale, dopo i saluti istituzionali, sarò presentato un rapporto Irpet sulla montagna toscana. Quindi i lavori si articoleranno su quattro tavoli tematici paralleli cui parteciperanno amministratori, esperti, tecnici che saranno dedicati ad affrontare alcune delle questioni cruciali della vita in montagna. Saranno presenti a questi tavoli gli assessori regionali Marco Remaschi (agricoltura e politiche della montagna), Stefania Saccardi (sanità), Cristina Grieco (Istruzione), Stefano Ciuoffo (turismo), Monica Barni (cultura), Federica Fratoni (ambiente).

I lavori si completeranno nel pomeriggio  in seduta plenaria con l’intervento di Luigi Polizzi, dirigente del ministero per le politiche agricole e con un tavolo di lavoro conclusivo in cui verranno ‘restituiti’ i lavori dei tavoli tematici. A questa fase conclusiva parteciperanno Marco Remaschi, l’assessore regionale a bilancio e rapporti con gli enti locali Vittorio Bugli e Matteo Biffoni, sindaco di Prato e presidente di Anci Toscana.

The post CINEMA LA COMPAGNIA, CONVOCATI “STATI GENERALI MONTAGNA TOSCANA” appeared first on Controradio.

SANITA’, SACCARDI: “IN TOSCANA SISTEMA REGGE”

 

Sanità Saccardi pazienti pasichiatici a Villa Guicciardini Saccardi vaccini“La Toscana presenta una sanità dinamica e longeva” ha detto assessore alla Salute Saccardi: “è cruciale legare insieme la sanità con il sociale.”  Presentati due rapporti su profilo di salute e welfare Regione: “aspettativa vita in Toscana cresce e più invecchiamento.”

“Se li presentiamo assieme, vuol dire che le questioni poste in questi due rapporti non possono stare distaccate le une dalle altre. Le politiche su sociale e sanità devono essere collegate e cruciale è la loro connessione. Nonostante i forti rivolgimenti del tessuto sociale ed economico, la Toscana ha reagito alle difficoltà ed ancora si colloca ai vertici nazionali nelle principali misure di benessere. E’ una regione che, rispetto al resto d’Italia, risulta dinamica e longeva, con minori povertà e maggiori possibilità lavorative e con un sistema di protezione sociale e sanitario più solido”. Lo ha detto l’assessore toscano a diritto alla salute e welfare Stefania Saccardi, intervenendo oggi alla presentazione dei rapporti “Profilo sociale regionale” e “Lo stato di salute dei toscani e del servizio sanitario regionale”.

I due rapporti, spiega una nota, elaborati dall’Ars e dall’Osservatorio regionale per il sociale, passano in rassegna aspettativa di vita, ma anche povertà, demografia e ruolo svolto dalle famiglie, il rapporto con alcol, fumo ed attività fisica, la mortalità e la diffusione di malattie infettive, i livelli essenziali di assistenza, le cure ospedaliere, l’assistenza territoriale e le risposte messe in campo dal servizio pubblico.

I dati dei due rapporti, spiega una nota, restituiscono l’immagine di una Toscana che, nonostante il periodo di forti rivolgimenti del tessuto sociale ed economico, ha reagito alle difficoltà e si conferma ai vertici nazionali nelle principali misure di benessere con una dinamicità sociale e una longevità più alta che altrove, con minori povertà e maggiori possibilità lavorative, con un sistema sociale e sanitario più solido e con uno spirito partecipativo più consistente. L’aspettativa di vita in Toscana cresce da oltre trent’anni più che altrove ma in presenza di bassa natalità e con il recente rallentamento dei flussi migratori, è a rischio il ricambio generazionale e si rafforza il processo di invecchiamento.

Secondo i rapporti le cure ospedaliere mostrano di essere efficaci e l’implementazione dei percorsi clinico assistenziali per le più importanti e diffuse malattie croniche ha dato risultati in termini di miglioramento degli esiti, continuità delle cure, educazione e partecipazione dei pazienti. La rete dell’emergenza territoriale ed ospedaliera è capillare e ha dimostrato tempestività ed efficacia degli interventi. La Toscana è stata costantemente ai vertici negli ultimi anni nella capacità di garantire i livelli essenziali di assistenza e anche livelli ulteriori. Sul fronte sociale, i confini mobili delle povertà, pur in un quadro assai migliore che nel resto d’Italia, interessano ormai molte categorie di cittadini e famiglie.

I recenti miglioramenti del mercato del lavoro toscano e le misure messe in campo per combattere il disagio economico ed abitativo sono degli aspetti confortanti ma occorre un rilancio per affrontare in maniera decisa le situazioni di esclusione sociale create dalla crisi economica in atto. Per il direttore Ars Andrea Vannucci “cruciale sarà il collegamento tra settore sociale e sanitario con maggior ricchezza e dettaglio di dati per avere un quadro completo di cosa accade alla persone durante i percorsi di cura e assistenza e per riuscire ad adottare in ogni occasione approcci più promettenti perché ugualmente efficaci ma meno costosi”.

The post SANITA’, SACCARDI: “IN TOSCANA SISTEMA REGGE” appeared first on Controradio.

SANITA’: INAUGURATO NUOVO DAY HOSPITAL ONCOLOGICO A S.M. NUOVA

Santa maria nuova polo oncologico

Un day hospital ad alta specializzazione e un ‘aiuto point’ sono stati inaugurati oggi all’ospedale Santa Maria Nuova di Firenze dall’assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi, nell’ambito dei nuovi servizi dedicati ai pazienti oncologici.

Prevista a breve anche l’attivazione di ambulatori multidisciplinari di day  service, organizzati all’interno del dipartimento oncologico aziendale.
Il nuovo day hospital oncologico si trova nei locali al primo piano dell’ospedale, dove sono stati effettuati i lavori di adeguamento dell’impianto aeraulico, per garantire il rispetto dei requisiti normativi per la somministrazione di farmacioncologici. Nel nuovo reparto è offerto al paziente un percorso
organizzato: dall’accoglienza con l”aiuto point’, agli ambulatori di day service multidisciplinare terapeutico e diagnostico, fino ai trattamenti con antiblastici complessi per via endovenosa. Grazie all’attività diagnostica interventistica ecografica di primo livello, il paziente viene inserito nel
percorso assistenziale fin dal sospetto della malattia, per arrivare a una tempestiva diagnosi cito-istologica.
Il nuovo day hospital è intitolato a Ilaria Meucci, oncologa scomparsa prematuramente lo scorso anno: “Sono contenta di inaugurare questo nuovo servizio dedicato a Ilaria – ha affermato l’assessore Stefania Saccardi -, quando era assessorein Comune venne a chiedermi di realizzarlo, è così che l’ho
conosciuta, questa è la sua idea, la cosa per cui si è battuta di più.”
Al momento nell’ospedale di Santa Maria Nuova sono stati ristrutturati complessivamente 21 mila metri quadrati di locali.
Proseguono i lavori di realizzazione del nuovo blocco operatorio, la cui attivazione è prevista per la primavera del 2018.

The post SANITA': INAUGURATO NUOVO DAY HOSPITAL ONCOLOGICO A S.M. NUOVA appeared first on Controradio.

PRATO, BIFFONI: TEMPI CERTI PER AMPLIAMENTO NUOVO OSPEDALE

Biffoni a nome anci chiede sedi e personale per accoglienza profughiIl sindaco: chiedo che non si perda nemmeno un giorno e si prosegua attivamente affinché l’aumento dei posti letto al Santo Stefano si concretizzi entro al massimo un paio d’anni

Il sindaco di Prato chiede chiarezza al Governo e alla Regione Toscana sui tempi per l’ampliamento dell’ospedale Santo Stefano. “La necessità di un intervento strutturale per l’ampliamento – spiega Biffoni – è fondamentale.
Adesso che il progetto si sta concretizzando grazie anche all’impegno del governo nel sostenere finanziariamente l’intervento regionale, possiamo dire di essere sulla strada giusta. Ringrazio l’assessore Stefania Saccardi per aver ascoltato e condiviso le richieste che come sindaco ho portato all’attenzione della Regione, competente sul tema sanità, sin dall’inizio del mio mandato”. Il sindaco, però, chiede di
indicare tempi certi: “L’ampliamento richiede tempi di lavoro oggettivamente non brevi, per questo chiedo che non si perda nemmeno un giorno e si prosegua attivamente affinché l’aumento dei posti letto al Santo Stefano si concretizzi entro al massimo un paio d’anni – ribadisce Biffoni -. Le dichiarazioni rilasciate ieri dall’assessore regionale Stefania Saccardi ci rassicurano: con l’affidamento dei lavori entro l’anno contiamo di poter avere la nuova palazzina pronta entro la fine del 2018, al più tardi inizio 2019″.

The post PRATO, BIFFONI: TEMPI CERTI PER AMPLIAMENTO NUOVO OSPEDALE appeared first on Controradio.

PRATO, BIFFONI: TEMPI CERTI PER AMPLIAMENTO NUOVO OSPEDALE

Biffoni a nome anci chiede sedi e personale per accoglienza profughiIl sindaco: chiedo che non si perda nemmeno un giorno e si prosegua attivamente affinché l’aumento dei posti letto al Santo Stefano si concretizzi entro al massimo un paio d’anni

Il sindaco di Prato chiede chiarezza al Governo e alla Regione Toscana sui tempi per l’ampliamento dell’ospedale Santo Stefano. “La necessità di un intervento strutturale per l’ampliamento – spiega Biffoni – è fondamentale.
Adesso che il progetto si sta concretizzando grazie anche all’impegno del governo nel sostenere finanziariamente l’intervento regionale, possiamo dire di essere sulla strada giusta. Ringrazio l’assessore Stefania Saccardi per aver ascoltato e condiviso le richieste che come sindaco ho portato all’attenzione della Regione, competente sul tema sanità, sin dall’inizio del mio mandato”. Il sindaco, però, chiede di
indicare tempi certi: “L’ampliamento richiede tempi di lavoro oggettivamente non brevi, per questo chiedo che non si perda nemmeno un giorno e si prosegua attivamente affinché l’aumento dei posti letto al Santo Stefano si concretizzi entro al massimo un paio d’anni – ribadisce Biffoni -. Le dichiarazioni rilasciate ieri dall’assessore regionale Stefania Saccardi ci rassicurano: con l’affidamento dei lavori entro l’anno contiamo di poter avere la nuova palazzina pronta entro la fine del 2018, al più tardi inizio 2019″.

The post PRATO, BIFFONI: TEMPI CERTI PER AMPLIAMENTO NUOVO OSPEDALE appeared first on Controradio.