Interventi senologici, sospeso temporaneamente il trasferimento da Borgo San Lorenzo a Ponte a Niccheri

FIRENZE - Sospensione temporanea del trasferimento degli interventi chirurgici di senologia dall'ospedale di Borgo San Lorenzo al Santa Maria Annunziata a Ponte a Niccheri. La decisione è stata presa oggi pomeriggio nel corso di un incontro chiesto dai sindaci del Mugello all'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi. All'incontro, che si è tenuto in Palazzo Strozzi Sacrati, hanno preso parte l'assessore, i sindaci del Mugello, la direzione dell'azienda sanitaria Toscana centro, la consigliera regionale pd Fiammetta Capirossi.

Un mese fa la direzione dell'azienda sanitaria Toscana centro aveva preso la decisione di spostare gli interventi chirurgici di senologia da Borgo San Lorenzo a Ponte a Niccheri, perché gli interventi erano ben al di sotto dei numeri previsti dal decreto Balduzzi. La decisione aveva suscitato malumori sul territorio. I sindaci si sono fatti portavoce di queste preoccupazioni e hanno chiesto l'incontro con l'assessore Saccardi.

Nell'incontro di oggi è stata dunque presa la decisione di sospendere temporaneamente la procedura di trasferimento, come presa d'atto della preoccupazione manifestata dalla cittadinanza, e di ridefinire e meglio precisare l'intero percorso senologico, con l'intento di non impoverire il territorio, ma di garantire la migliore qualità delle cure alla popolazione dell'area.

Premio scientifico Massimo Ceccarini, domenica 25 cerimonia con assessore Grieco

FIRENZE - Interverrà anche l'assessore regionale ad Istruzione, formazione e lavoro, Cristina Grieco, alla cerimonia di conferimento del sesto Premio scientifico Massimo Ceccarini, promosso dall'omonima Associazione e culturale e scientifica intitolata all'ex primario di Dermatologia dell'Ospedale di Livorno, prematuramente scomparso nel gennaio 2011. La manifestazione ha il patrocinio della Regione Toscana.

Il premio quest'anno consiste in un assegno di studio di 800 euro messo a disposizione dall'Associazione. La cerimonia si svolgerà domenica 25 giugno, a partire dalle 17.30, al Museo di Storia naturale di Livorno (via Roma 243). Interverrà il coordinatore dell'Associazione, Marco Ceccarini, fratello del primario livornese. Con lui, l'assessore a Sociale e Sanità del Comune di Livorno, Ina Dhimgjini, e il docente emerito di Dermatologia dellUniversità di Pisa, Gregorio Cervadoro, di cui Massimo Ceccarini era stretto collaboratore.

 

 

 

 

VIDEO – Con il programma PASS, più semplice per i disabili accedere ai servizi sanitari

FIRENZE - Il servizio video :la Regione Toscana, prima in Italia, ha messo a punto, in collaborazione con i coordinamenti delle associazioni per la disabilità, il programma PASS (Percorsi Assistenziali per i Soggetti con bisogni Speciali), per adeguare l'offerta sanitaria in modo da migliorare i risultati di salute delle persone con disabilità. La notizia http://webrt.it/2sin

VIDEO – Con il programma PASS, più semplice per i disabili accedere ai servizi sanitari

FIRENZE - Il servizio video :la Regione Toscana, prima in Italia, ha messo a punto, in collaborazione con i coordinamenti delle associazioni per la disabilità, il programma PASS (Percorsi Assistenziali per i Soggetti con bisogni Speciali), per adeguare l'offerta sanitaria in modo da migliorare i risultati di salute delle persone con disabilità. La notizia http://webrt.it/2sin

SANITA’, SACCARDI: “DA CGIL POLEMICHE POLITICHE E INSENSATE”

saccardi

“I dati della Cgil sono falsi: abbiamo 10 case della Salute in più e in atto accordo per cronicità sul territorio.” ha detto Saccardi: “ci spieghino qual è loro soluzione.” Mdp: “si rafforzi il dialogo tra Cgil e Regione Toscana”

Le critiche mosse alla sanità toscana da parte della Cgil sono “puramente politiche e hanno poca attinenza con i fatti. Basterebbero le due inaugurazioni di stamani”, del programma Pass rivolto ai disabili e del nuovo day hospital oncologico di Santa Maria Nuova, “per dire che il quadro che la Cgil vuole designare non è veritiero e oltretutto è basato su dati 2015. Certamente le difficoltà ancora ci sono e ancora bisogna rafforzare ancora di più il territorio. Ma delle due l’una, o si rafforza il territorio o si aumentano i posti letto”. Lo ha detto l’assessore toscano al diritto alla salute Stefania Saccardi, parlando con i giornalisti a margine della presentazione del programma Pass, in merito alle polemiche avanzate dal sindacato che ha aperto una vertenza regionale sulla sanità.

“La Cgil parla di 52 Case della salute ma è un dato 2015 – ha osservato – perché oggi, ad esempio, ne abbiamo 10 in più. Inoltre abbiamo molti letti in più di cure intermedie, ed è in atto un accordo con Medicina generale per tenere la cronicità sul territorio”. Secondo l’assessore si tratta di “polemiche prive di senso. C’è poi il problema delle liste di attesa ma dove lo stiamo affrontando aumentando l’offerta e mettendoci risorse in più ci dicono che vogliamo privatizzare la sanità perché magari lasciamo che qualche ecografia o esame del sangue venga fatta presso il privato sociale. Devono spiegarci allora quale alternativa c’è – ha concluso – perché l’alternativa è la soluzione dell’Emilia Romagna che è quella di far lavorare le persone la notte, il sabato e la domenica. Se per la Cgil questa è la soluzione provino a spiegarlo ai lavoratori che assistono”.

“La Regione Toscana faccia il primo passo avanti, invitando la Cgil al dialogo e al confronto: uniche strade per raggiungere una linea d’azione congiunta, che non sia per principio né avversa alle riforme né sorda nei
confronti degli operatori che erogano servizi” della sanità. Lo afferma il capogruppo Mdp in Consiglio regionale Serena Spinelli in merito alle polemiche della Cgil toscana che ha aperto una vertenza sulla sanità.

“Per garantire la rete dei servizi alla persona nei territori serve la massima collaborazione di tutti gli attori e le parti sociali coinvolti – aggiunge in una nota -. La Regione Toscana ha da sempre agito in questa direzione, raggiungendo eccellenze e funzionando come modello per il resto del Paese. Non sono mancate alcune criticità, che definirei anche fisiologiche visto la complessità e la vastità del settore, dovute in primo luogo al taglio di risorse dei Governi nazionali che hanno fortemente indebolito il welfare in tutto il Paese”.

Per Spinelli “anche la riorganizzazione della sanità regionale richiede tempo per stabilizzarsi e per lavorare nella maniera più completa possibile, soprattutto nella rete territoriale su cui dobbiamo insistere poiché anello di congiunzione finale e cruciale nel rapporto coi cittadini”. “Si può condividere o meno il segnale forte lanciato ieri dalla Cgil – conclude -, si può discuterne ed obiettarne i numeri, ma non lasciamolo cadere nel vuoto perché questo non gioverebbe a nessuno”.

The post SANITA’, SACCARDI: “DA CGIL POLEMICHE POLITICHE E INSENSATE” appeared first on Controradio.