Festival della Salute, mercoledì 27 la conferenza stampa

FIRENZE - Dal 28 settembre al 1° ottobre si terrà a Montecatini Terme la decima edizione del Festival della Salute, organizzato da The Best Solution Group, in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Montecatini Terme, della Regione Toscana e la main partnership di Teva Italia.

Domani l'assessore al diritto alla salute, welfare e sport Stefania Saccardi presenterà l'evento nel corso di una conferenza stampa; saranno con lei il sindaco di Montecatini Terme Giuseppe Bellandi, il presidente della Società della Salute della Valdinievole Pier Luigi Galligani, l'AD di Best Solutions Group Gian Giacomo Cara.

La conferenza stampa è fissata per domani, mercoledì 27 settembre, alle ore 12, nella sala stampa di Palazzo Strozzi Sacrati, piazza Duomo 10.

Accertamento morte encefalica, venerdì un corso per tecnici di neurofisiopatologia

FIRENZE - Nella delicata catena che porta dalla donazione al trapianto di organi, fondamentale è il ruolo del tecnico di neurofisiopatologia (TNFP), che deve eseguire la registrazione dell'elettroencefalogramma (EEG), ai fini dell'accertamento della morte encefalica, per il quale, per legge, il TNFP è l'unico professionista sanitario legittimato ad eseguire le indagini elettroencefalografiche.

A questa figura professionale è dedicato il corso "Rete regionale dei tecnici di neurofisiopatologia: competenze organizzative e sviluppo formativo nel percorso delle cerebrolesioni evolutive in morte encefalica", che si tiene domani, venerdì 22 settembre, dalle 9 alle 17.30 a Villa La Quiete, sulle colline sopra Careggi, organizzato dal Coordinamento Regionale dei Tecnici di Neurofisiopatologia, in collaborazione con OTT (Organizzazione Toscana Trapianti) e Formas (Laboratorio Regionale per la Formazione Sanitaria).

"Un evento importante, questo corso, che ha come obiettivo l'ottimizzazione del processo di accertamento di morte - dice Giovanni Lanzo, direttore delle attività formative  del Dipartimento professioni sanitarie di Careggi, responsabile scientifico del corso - La registrazione dell'EEG ai fini dell'accertamento di morte encefalica rappresenta un micro processo inserito in  quello più complesso e delicato della donazione e trapianto d'organo, dal contenuto socio-sanitario altamente rilevante, sia per la tematica vita-morte, che per il coinvolgimento di culture e pensieri differenti. Nel percorso di determinazione della morte encefalica assume un ruolo indispensabile la registrazione dell'attività elettroencefalografica. Il TNFP, attraverso la peculiarità delle competenze acquisite e l'esperienza lavorativa, deve garantire la qualità della registrazione EEG e l'applicazione corretta della metodica secondo la normativa vigente, concorrendo a rendere l'intero processo più efficiente".

Tre le sessioni in cui si articola il corso: "Competenze e responsabilità del TNFP nell'accertamento di morte encefalica"; "Il ruolo del TNFP nella promozione di percorsi diagnostico-assistenziali; "Esposizioni di casi clinici e visualizzazione del tracciati EEG".

Il Coordinamento regionale TNFP, recependo le linee di indirizzo della legge di riorganizzazione del SST, provvede alla gestione e programmazione di percorsi fornativi per il costante aggiornamento delle competenze professionali, e alla definizione e implementazione di protocolli operativi che favoriscano la diffusione omogenea delle migliori pratiche in tutta la regione.

 

Azienda abusiva Quarrata, Rossi: “Avanti sulla strada del contrasto a sfruttamento e illegalità”

FIRENZE – "L'operazione delle forze dell'ordine che ha portato al sequestro dell'azienda abusiva, oggi a Catena di Quarrata, è un fatto importante e a loro va il plauso della Regione".

Così il presidente Enrico Rossi commenta il blitz di polizia municipale, carabinieri e vigili del fuoco nell'immobile fatiscente trasformato in industria tessile dove vivevano e lavoravano, completamente al nero e senza tutele, 21 fra lavoratori e lavoratrici.  

"Si tratta di un intervento prezioso – prosegue Rossi - che conferma la necessità di azioni di contrasto, come quelle che abbiamo previsto nell'ambito del progetto Prato lavoro sicuro, che ci ha permesso di potenziare gli strumenti a nostra disposizione per la prevenzione, il controllo e la tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Solo facendo emergere situazioni come quella di Quarrata sarà possibile contenere sfruttamento e illegalità". 

A Fiesole due giorni all’insegna del benessere

Fiesole sarà per due giorni la città del benessere, ospitando sabato 23 e domenica 24 settembre, il festival "Olos: la città del benessere", un evento su benessere, stili di vita e integrazione corpo-mente per migliorare la salute. Il territorio fiesolano, con piazza Mino, i giardini di San Francesco, il Teatro Romano e la Sala del Basolato, sarà sede di convegno, seminari, dimostrazioni e stand informativi.

Il Comune, in collaborazione con Pro-Loco Fiesole, AUSL Toscana Centro - Centro Fior di Prugna , Biblioteca di Fiesole, Comitato per la promozione del Distretto biologico, Polisportiva Valle Mugnone e altre associazioni locali, ha organizzato le due giornate che affronteranno temi come lo stile di vita sano, l'alimentazione, le tecniche di autocura e il movimento.

Vai al programma 

 

Sovraffollamento al Pronto Soccorso, la Regione dà indicazioni preventive alle Asl

FIRENZE - La Regione dà alle Asl indicazioni per affrontare le eventuali emergenze dovute a periodi di maggiore afflusso al Pronto Soccorso, come ad esempio durante il picco influenzale che si verifica in inverno. Lo fa con una delibera, presentata dall'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi e approvata dalla giunta nel corso della seduta dello scorso mercoledì.

Tutte le aziende - queste le indicazioni - dovranno predisporre un piano dettagliato con azioni specifiche "pronte all'uso" per ciascun ospedale, che potranno essere messe in atto tempestivamente nel momento in cui si verificasse un incremento straordinario di accessi. Ogni azienda dovrà trasmettere il proprio piano alla Regione entro il 31 ottobre 2017, e in seguito aggiornarlo ogni anno.

"La Regione ha avviato in questo ultimo anno un processo di profondo ridisegno del sistema dell'emergenza ospedaliera - dice l'assessore Saccardi - Abbiamo definito le reti tempo-dipendenti (trauma maggiore, ictus e infarto), varato il piano di lotta alla sepsi, individuato un nuovo modello di Pronto Soccorso, caratterizzato dalla presenza di tre aree di attività per i percorsi a complessità alta, intermedia e bassa, che modificheranno in maniera significativa le attuali modalità di gestione dei pazienti interne al pronto soccorso. Inoltre, i tecnici dell'assessorato e delle aziende sanitarie sono al lavoro per definire nuovi modelli organizzativi per meglio gestire le aree di degenza, rafforzando il raccordo con il Pronto Soccorso".

Il fenomeno del sovraffollamento periodico dei Pronto Soccorso è largamente presente su tutto il territorio nazionale e in molti altri Paesi dotati di sistemi sanitari avanzati, e si concretizza in una situazione nella quale le richieste per i servizi di emergenza superano le risorse disponibili per la cura dei pazienti in Pronto Soccorso. Le cause di questo fenomeno sono molteplici, alcune delle quali determinate dai picchi di iperafflusso di pazienti in Pronto Soccorso per eventi climatici, epidemici o manifestazioni che richiamano in un territorio un cospicuo numero di persone, altre legate a fattori esterni all'ospedale, quali, fra gli altri, l'inappropriato ricorso al Pronto Soccorso, la non adeguata disponibilità di risposte alternative, altre ancora, invece, interne all'ospedale, tra cui un ritardo nelle dimissioni dei pazienti ricoverati nei reparti per acuti.

Il sovraffollamento periodico dei Pronto Soccorso costituisce un problema rilevante che impatta sulla qualità dell'offerta sanitaria sia in termini di sicurezza che di qualità delle cure ai pazienti, e che richiede una risposta diversificata attraverso soluzioni organizzative integrate con interventi articolati su più fronti.