Lungarno Acciaiuoli: al via oggi i lavori per la riqualificazione

Lungarno Acciaiuoli: al via oggi i lavori per la riqualificazione

Sono iniziati oggi i lavori di sostituzione dei sottoservizi (fogne, acquedotto, rete di distribuzione del gas, pubblica illuminazione e telefonia) di lungarno Acciaiuoli e del rifacimento di carreggiata e marciapiedi in pietra, per quest’ultimi sono previsti anche allargamenti.

Cominciano oggi il lavori più attesi e temuti nella pianificazione delle riqualificazioni stradali del Comune: 6-8 mesi di cantieri per risistemare lungarno Acciaiuoli, quello che va da Ponte Vecchio al ponte Santa Trinita. Non sarà solo l’occasione per sostituire i tubi sotterranei ma pure un’operazione d’immagine: via asfalto e catrame, torna la pietra serena, com’era un tempo.

Nella prima fase sarà chiuso il tratto da vicolo dell’Oro a Ponte Santa Trinita con viabilità alternativa in vicolo dell’Oro-Borgo Santissimi Apostoli-piazza Santa Trinita-via Tornabuoni-Ponte Santa Trinita. E per i residenti del settore O della ztl, taxi, ncc, ciclomotori a due ruote e motocicli sarà possibile il transito in deroga nelle aree pedonali di via di Bardi (con la possibilità di i utilizzare il percorso via dei Barbadori-via Belfredelli-Borgo San Jacopo-piazza dei Frescobaldi e rientro in lungarno Guicciardini) e di piazza Pitti.

Per quanto riguarda gli altri provvedimenti prevista l’inversione di senso di via dello Sprone, da via Ramaglianti a piazza della Passera: chi arriva da via Ramaglianti potrà quindi svoltare sia verso piazza della Passera che verso via Guicciardini. Previste anche deviazioni delle linee Ataf C3 e C4 che utilizzeranno il percorso via dei Bardi-Borgo San Jacopo-piazza Frescobaldi per rientrare su lungarno Guicciardini (per info visitare il sito www.ataf.net).

Come si legge nell’articolo di Repubblica, l’investimento dei lavori supera il milione di euro e la cosa importante è che 350mila saranno stanziati dalla maison del lusso di Salvatore Ferragamo, che ha lì l’atelier e anche strutture alberghiere, attraverso il sistema dell’Art Bonus.

L'articolo Lungarno Acciaiuoli: al via oggi i lavori per la riqualificazione proviene da www.controradio.it.

Innaugurata in centro a Firenze ‘piazzetta Ferragamo’

Innaugurata in centro a Firenze ‘piazzetta Ferragamo’

Tra Ponte Vecchio, via dei Bardi e via Guicciardini, proprio nel cuore di Firenze, vengono onorati Salvatore e Wanda Ferragamo: da oggi quest’area sarà intitolata ‘Piazzetta Salvatore e Wanda Ferragamo’. La cerimonia di inaugurazione si è tenuta alla presenza della Famiglia Ferragamo e delle autorità cittadine. Il Sindaco Dario Nardella insieme alla giunta di Palazzo Vecchio onorano così Salvatore e Wanda Ferragamo, figure imprenditoriali che hanno contribuito allo sviluppo economico e culturale di Firenze instaurando un forte legame con la città.

Nel 1927 Salvatore Ferragamo, dopo aver dato inizio alla sua attività negli Stati Uniti ed essersi affermato come il ‘calzolaio delle dive’, scelse Firenze come sede della propria attività, affascinato dalla sua impareggiabile storia e dai valori profondi che i suoi artigiani raccoglievano e trasferivano nel proprio lavoro. Alla sua scomparsa nel 1960, la moglie Wanda con tenacia, passione e dedizione sviluppò ulteriormente il progetto iniziato da Salvatore trasformando l’azienda in una casa di moda internazionale, coronando così il sogno del marito di ‘vestire le donne dalle scarpe al cappello’.

piazzetta Ferrgamo
I figli Ferragamo

“Crediamo che questa dedica celebri le grandi qualità umane, storiche e artistiche che Firenze ha il dono di infondere, grazie alla sua storia, nei suoi abitanti” commentano i figli Giovanna, Ferruccio, Leonardo e Massimo. “Firenze è stata di grande attrazione per nostro padre che decise di farne la propria sede di lavoro e di vita. Nostra madre, ha saputo continuare e portare la sua opera verso nuovi orizzonti sempre trasferendo ed esaltando quei valori e quegli esempi alla sua Famiglia e ai suoi collaboratori. Sono state proprio queste persone che hanno supportato l’evoluzione dell’azienda e alle quali va la nostra gratitudine. Questa è l’essenza della Firenze che tanto amiamo – affermano i figli dei celebri imprenditori -, alla quale nostra madre era profondamente legata al punto di rivolgere un ultimo riconoscimento attraverso una toccante lettera di commiato, gesto d’amore estremo nei confronti di questa meravigliosa città. E che oggi accoglie nuovamente lei e nostro padre, omaggiandoli, con questo spazio a loro dedicato.”

“Firenze – dichiara il sindaco Dario Nardella – non poteva non onorare la Famiglia Ferragamo che tanto ha dato alla città nel campo della moda, della creatività, del Made in Italy. Abbiamo scelto un luogo particolare, un piccolo angolo nel cuore della città, appena scesi da Ponte Vecchio. I figli di Salvatore e Wanda, infatti, mi hanno raccontato che i loro genitori amavano passeggiare in questa zona. Siamo molto orgogliosi – ha concluso il sindaco Nardella – di dedicare questo spazio a due figure che da Firenze hanno lavorato con umiltà, passione, tenacia e lungimiranza e hanno portato il nome della città alto in tutto il mondo. Questa piazzetta è per noi un modo per dimostrare la nostra gratitudine”.

L'articolo Innaugurata in centro a Firenze ‘piazzetta Ferragamo’ proviene da www.controradio.it.

Torna a Firenze la 17/ma edizione di ‘Corri la vita’

Torna a Firenze la 17/ma edizione di ‘Corri la vita’

E’ in programma per domenica 29 settembre ‘Corri la vita’ la corsa podistica di solidarietà il cui ricavato viene devoluto per promuovere progetti contro il cancro al seno. Si attende ampia partecipazione visto che nell’edizione 2018 aveva raggiunto il record di raccolta fondi e iscrizioni. La manifestazione (con partenza dalle Cascine) festeggia la sua 17/a edizione, come ha ricordato Bona Frescobaldi che oggi l’ha presentata insieme al sindaco Dario Nardella, ed è ormai diventato un appuntamento tradizionale per Firenze. Sport e cultura al servizio della solidarietà, con la raccolta di fondi per progetti dedicati alla cura e prevenzione del tumore al seno.

Dal 2 settembre sarà possibile iscriversi all’evento e assicurarsi una delle magliette firmate da Salvatore Ferragamo, tra i grandi sostenitori dell’iniziativa: la versione 2019 della maglia è rosa e il suo packaging è totalmente biocompostabile, come anche i bicchieri usati durante le soste dei corridori. L’obiettivo della raccolta 2019, è stato spiegato nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Vecchio, è continuare a finanziarie il progetto ‘Eva’, promosso e messo a punto dall’associazione ‘Corri la vita onlus’ in collaborazione con Lilt per sostenere le donne malate di tumore rispetto alle problematiche legate alle conseguenze delle cure nell’intera area vasta fiorentina (Firenze, Prato, Empoli, Pistoia).

Tra le novità 2019 anche il sostegno di Beyfin: sulle magliette sarà presente il marchio dell’azienda. I partecipanti potranno scegliere tra due nuovi percorsi diversificati per gradi di difficoltà: uno di circa 11 km e un secondo itinerario di 6 km, costellato da una serie di tappe di carattere culturale. A questo si aggiunge, come da tradizione, la possibilità di visitare gratuitamente alcune mostre e musei nel pomeriggio esibendo il certificato di iscrizione o semplicemente indossando la maglia di ‘Corri la vita’.

“Nell’anno in cui si celebra il cinquecentesimo anno dalla morte di Leonardo abbiamo deciso di omaggiare il grande artista sia al momento della scelta del ‘testimonial grafico’ che in quello dell’individuazione dei percorsi”. Lo ha detto Bona Frescobaldi, presidente dell’associazione ‘Corri la vita’, durante la presentazione a Palazzo Vecchio.

“Le adesioni cominciano a fioccare – ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella -. Anche quest’anno si partirà dalle Cascine, un modo per valorizzare sempre di più il parco più bello e amato di Firenze. Sarà una grande giornata di festa, solidarietà e sport. Il colore rosa è perfetto, penso sia un omaggio alle nostre calciatrici azzurre – prosegue il sindaco di Firenze – che ci stanno facendo sognare per i Mondiali che sono in corso. Il pensiero va alle tante iniziative che riguardano il tumore al seno, uno dei tumori più frequenti, più aggressivi. È bello che Firenze, grazie a ‘Corri la vita’, sia diventata in Italia una città di eccellenza per quanto riguarda la sensibilizzazione e la lotta contro questo tumore che affligge tante tante donne ogni anno nel nostro Paese”. Nardella ha anche ricordato in conclusione che la manifestazione è “il primo test della campagna ‘plastic free’ che abbiamo lanciato. Firenze vuole essere la città ‘plastic free’ per eccellenza, perché l’attenzione all’ambiente è l’altra faccia della medaglia dove si parla anche di salute”.

“Il colore di questa edizione è il rosa – ha detto l’assessore regionale alla Salute Stefania Saccardi – e credo che nessun colore possa essere più adatto, è il colore che noi utilizziamo per la giornata degli screening al seno, col fiocco rosa che portiamo nella giornata per la prevenzione del tumore al seno”.

L'articolo Torna a Firenze la 17/ma edizione di ‘Corri la vita’ proviene da www.controradio.it.

Moda: morta Wanda Ferragamo

Moda: morta Wanda Ferragamo

E’ morta questo pomeriggio a Fiesole Wanda Ferragamo, aveva 97 anni, vedova dal 1960 di Salvatore Ferragamo e presidente onorario della Salvatore Ferragamo S.p.A.

Wanda Ferragamo era nata nel 1921 a Bonito in provincia di Avellino ha sempre avuto un ruolo chiave nella famiglia oltre che nell’impresa cercando di garantire uguali diritti a maschi e femmine. Determinante il suo ruolo anche nel 2006 quando scelse Michele Norsa come direttore generale e amministratore delegato per la quotazione a piazza Affari nel 2011 della Ferragamo, come nella decisione di non rendere automatico l’accesso in azienda alle nuove generazioni.

Salvatore, colui che trasformò una semplice calzatura in una sorta di piccolo capolavoro, dando il via alla maison celebre in tutto il mondo e simbolo di lusso e di eleganza. Attualmente presidente onorario della Salvatore Ferragamo SpA, la decana della famiglia si è spenta intorno alle 15 nella sua casa di Fiesole, contornata dai figli, dai nipoti e dai parenti più cari.

“Con immenso dolore, insieme ai nostri figli e alla famiglia tutta vogliamo comunicarvi la scomparsa di nostra madre Wanda Miletti Ferragamo e condividere con voi il ricordo della sua straordinaria persona. I suoi preziosi insegnamenti e la sua memoria saranno per tutti noi un esempio di rettitudine e di grande passione per la vita”. Con queste parole Giovanna, Ferruccio, Leonardo e Massimo Ferragamo hanno comunicato a tutti i dipendenti Italia e mondo l’improvvisa scomparsa di Wanda Ferragamo.

“Non dimenticheremo mai la tenacia, la passione e la visione di una donna unica come Wanda – dice il sindaco Nardella – Ha portato la bellezza e la creatività da Firenze in tutto il mondo. Il mio abbraccio alla sua splendida famiglia”.

“Con dolore ho appreso della morte di Wanda Ferragamo Miletti. Rivolgo innanzitutto alla famiglia, agli amici e a tutte le persone che hanno collaborato con lei nel corso degli anni, le mie profonde e sincere condoglianze. Con la sua scomparsa perdiamo una donna che, con tenacia e passione, ha contribuito a tenere in alto il nome della Toscana e dell’Italia in tutto il mondo”. Con queste parole il presidente della Regione Enrico Rossi ha espresso, in un telegramma alla famiglia,

L'articolo Moda: morta Wanda Ferragamo proviene da www.controradio.it.