Falsi controlli opere Tav e Valico, indagati ispettori Asl

Falsi controlli opere Tav e Valico, indagati ispettori Asl

Gip Firenze, interdizioni 6 ufficiali polizia giudiziaria. Firme finte in verbali.

Decine di finti controlli della Asl nei cantieri delle Grandi opere, come l’attraversamento Tav di Firenze e i lavori per la variante di Valico in Mugello, sono stati scoperti da un’inchiesta della procura di Firenze. E ora, il gip Fabio Frangini ha ordinato per sei ufficiali di polizia
giudiziaria del Dipartimento di prevenzione della Azienda sanitaria di Firenze (Settore prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro), la misura cautelare dell’interdizione, con sospensione degli stessi dall’ufficio pubblico cui appartengono per sei mesi. Gli ispettori della Asl sono accusati, a vario titolo, di falso ideologico e di falso materiale in concorso; sono tutti in servizio perciò il gip ha deciso le interdizioni.
Dalle indagini è emerso che in vari episodi, tra il 2012 e il 2014, gli indagati hanno attestato il falso in verbali in cui davano per fatti sopralluoghi nei cantieri ferroviari o stradali, mentre in realtà queste verifiche agli inquirenti non risultano eseguite.
In alcune pratiche sono state rilevate anomalie nelle firme messe sulle schede relative a sopralluoghi per “prevenzione, igiene e sicurezza nei cantieri edili”. Firme che risultano false. Tra queste, gli “autografi” dei responsabili di cantiere per le varie imprese edili impegnate nei lavori: venti di questi responsabili di cantiere hanno testimoniato in procura dicendo di non riconoscere la propria firma in calce. Le schede sono atti pubblici e danno conto dell’attività di verifica: falsificarle è un reato. Tra i controlli che non sarebbero stati effettuati – ma che sono stati fatti risultare dai verbali alterati – un certo numero riguarda quelli nei cantieri Nodavia spa del sottoattraversamento Tav di Firenze, alla stazione ex Macelli, presso il torrente Mugnone, nell’area ex Mukki Latte, in piazza Stazione. Altri sono nel Mugello, nei comuni di Borgo San Lorenzo e San Piero a Sieve per viadotti e gallerie.
La procura temendo la reiterazione del reato, vista la ripetitività dei falsi controlli (trovati un centinaio di verbali dubbi), aveva chiesto gli arresti domiciliari. Ma il gip ha optato per le interdizioni ritenendo che l’arresto “sia misura particolarmente gravosa per tutti, potendosi le esigenze cautelari del pm rimanere salvaguardate” anche con la sospensione.

L'articolo Falsi controlli opere Tav e Valico, indagati ispettori Asl proviene da www.controradio.it.

Treno a vapore il 6 gennaio

Treno a vapore il 6 gennaio. Tradizionale TRENO A VAPORE nel giorno dell’Epifania  da Firenze a San Piero a Sieve e rientro a Firenze via Vaglia.Come tutti gli anni, anche per il giorno dell’Epifania 2014 l’Associazione Toscana Treni Storici in collaborazione con i Comuni di San Piero a Sieve e Vaglia, e il CAI, Club Alpino Italiano sottosezione di Scandicci, organizzerà il consueto “Treno della Befana” a vapore da Firenze SMN a San Piero a Sieve (FI) via Pontassieve.

ORARIO DEFINITIVO:

Partenza da Firenze Santa Maria Novella ore 9.00

Partenza da Firenze Campo Marte ore 9.11

Arrivo a Borgo San Lorenzo e sosta per rifornimento idrico: 10:40

Arrivo a San Piero a Sieve: 11:10

Partenza da San Piero a Sieve alla volta di Firenze (via Vaglia e Caldine): 12:30

Vaglia: 12:43

Firenze S. Marco Vecchio: 13:32

Arrivo a Firenze Santa Maria Novella: 13:41