Femminicidio: studenti e Istituzioni insieme per dire ‘no’ alla violenza

Femminicidio: studenti e Istituzioni insieme per dire ‘no’ alla violenza

🔈Firenze, presentato oggi, nella sede del Consiglio Regionale, “Contro la violenza sulle donne: ogni giorno”, l’appuntamento che giovedì 11 gennaio concluderà a Montecitorio, il progetto di educazione di genere “Punte di spillo” che ha interessato 30 istituti di istruzione superiore della Toscana.

All’iniziativa parteciperanno i rappresentanti degli studenti, accompagnati dai docenti e dirigenti delle scuole che hanno realizzato elaborati sul tema della violenza sulle donne.

“Punte di spillo” è stato proposto dal Soroptimist Club Firenze Due, insieme al Comitato di Firenze della Società “Dante Alighieri”, che hanno avuto come partner l’Associazione “Artemisia”, l’Associazione culturale “Firenze al Femminile”, il Soroptimist Firenze, col patrocinio della Regione Toscana, della Direzione Scolastica Regionale, del Comune di Firenze.

“Il femminicidio – si legge in un comunicato del ‘Soroptimist Club Firenze Due’ – è un fenomeno complesso e diffuso più di quanto appaia, investe l’intera comunità e va affrontato come vera e propria piaga sociale, soprattutto agendo sul piano dell’educazione delle giovani generazioni, alimentando una cultura del rispetto, della parità e della legalità, che sola può prevenirla. Più che sulla informazione il Progetto ha cercato di far leva sulla sfera emotiva, usando l’intreccio di diversi linguaggi per coinvolgere emotivamente il pubblico”.

Hanno partecipato alla conferenza stampa il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, Piera Spannocchi, presidente del Soroptimist club Firenze 2, Sandra Landi curatrice dell’evento, Teresa Bruno presidente dell’Associazione Artemisia e una rappresentanza degli studenti che hanno partecipato al progetto.

Gimmy Tranquillo ha intervistato il presidente Giani e Sandra Landi curatrice dell’evento:


L’articolo Femminicidio: studenti e Istituzioni insieme per dire ‘no’ alla violenza proviene da www.controradio.it.