Omicidio Ciatti: Di Maio, attenzione costante della Farnesina

Omicidio Ciatti: Di Maio, attenzione costante della Farnesina
“Ho dato istruzioni alla nostra ambasciata a Madrid affinché intervenga formalmente presso le autorità spagnole sollecitando una rapida conclusione del procedimento penale. So che il ministro Bonafede ha indirizzato una lettera con analoga richiesta al suo omologo spagnolo”. Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio sul caso di Niccolò Ciatti scrivendo in risposta una lettera del sindaco di Scandicci (Firenze) Sandro Fallani.
Il sindaco si era unito all’appello della famiglia Ciatti per promuovere “una sollecitazione da parte di tutte le istituzioni italiane affinché il tribunale” spagnolo “emetta una sentenza prima dello scadere del quarto anno dagli arresti dei sospettati”.
Niccolò Ciatti morì ucciso a 22 anni dopo un pestaggio subito il 13 agosto 2017 da parte di alcuni ceceni in una discoteca di Lloret de Mar (Spagna), località dove era in vacanza.
“Caro sindaco – risponde Di Maio – desidero assicurarle che l’attenzione della Farnesina e delle nostre Autorità diplomatico-consolari in Spagna rimarrà costante sino a quando verrà fatta piena luce sul delitto e le relative responsabilità”.
“La triste e dolorosa vicenda di Niccolò – ha anche scritto di Maio – è oggetto della massima attenzione da parte della Farnesina, dell’Ambasciata a Madrid e del Consolato Generale a Barcellona. Nei momenti successivi al tragico evento è stato fatto tutto il possibile per prestare alla famiglia del giovane ogni necessaria assistenza” inoltre “le nostre rappresentanze in Spagna – in stretto raccordo con questo Ministero – hanno poi seguito da vicino l’iter giudiziario a carico del presunto responsabile del pestaggio, per il quale la pubblica accusa ha chiesto il rinvio a giudizio per omicidio di primo grado con varie aggravanti. Il presunto colpevole è tuttora in regime di custodia cautelare e tale misura è stata prorogata fino ad agosto 2021. Siamo ora in attesa che vengano confermati i capi di accusa e che abbia inizio la fase dibattimentale del processo innanzi la Corte di Appello di Girona. Secondo il legale della famiglia Ciatti, tenuto conto dei rallentamenti causati nel sistema giudiziario spagnolo dall’attuale emergenza sanitaria, la prima udienza potrebbe svolgersi tra aprile e maggio 2021”.

L'articolo Omicidio Ciatti: Di Maio, attenzione costante della Farnesina proviene da www.controradio.it.

Giani, obiettivo Toscana, “arrivare a 15mila tamponi il giorno”

Giani, obiettivo Toscana, “arrivare a 15mila tamponi il giorno”

🔈Scandicci, il neopresidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, intervenendo alla Fiera di Scandicci, parlando dell’epidemia causata dal Coronavirus, ha detto che l’obiettivo è arrivare a 15mila tamponi il giorno.

Giani è intervenuto ad un evento della Fiera di Scandicci nel quale era intervistato sul palco dalla direttrice de ‘La Nazione’, Agnese Pini.

“Ho chiesto che fra domani e lunedì si riesca ad avere dati per crescere con il numero di tamponi giornalieri superando quota quindicimila – ha detto il presidente Giani – In questo senso ho messo le risorse che la Regione può mettere per arrivare a tale obiettivo ed avere i test rapidi”.

“Se noi abbiamo la radiografia della situazione e lo screening assoluto possiamo mettere in atto le misure di prevenzione ed evitare di propagare il contagio sugli altri – ha aggiunto Giani -. Chiusura bar e ristoranti? Mi sentodi agire con equilibrio e buonsenso. Su alcune cose sono rigido mentre su altre no”.

“Abbiamo davanti a noi un inverno di forte preoccupazione. Ma dobbiamo tenere per superare questi mesi; davanti abbiamo la speranza di quello che ho visto a Siena, ossia la ricerca sulla riproduzione degli anticorpi monoclonali. Dovremmo avere il farmaco tra marzo e aprile”.

Presenti, oltre al sindaco di Scandicci Sandro Fallani, con tutta la sua giunta, che ha introdotto dal palco l’evento, c’erano anche alcuni sindaci della provincia come Angela Bagni di Lastra a Signa e Giampiero Fossi di Signa.

Gimmy Tranquillo ha intervistato la direttrice della Nazione, Agnese Pini, il sindaco di SAcandicci Sandro Fallani e il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani:

L'articolo Giani, obiettivo Toscana, “arrivare a 15mila tamponi il giorno” proviene da www.controradio.it.

Torna Scandicci Fiera dal 23 settembre all’11 ottobre

Torna Scandicci Fiera dal 23 settembre all’11 ottobre

19 giorni dedicati a 300 imprese del territorio nel rispetto delle misure anticovid, con un programma culturale che include presentazioni di libri e concerti.

Scandicci Fiera torna con un nuovo format e nel rispetto delle norme di sicurezza, per offrire la massima sicurezza e tranquillità al pubblico e alle aziende. Una durata più lunga e spazi espositivi più contenuti, 8.000 mq, nei quali le 300 aziende presenti alterneranno il proprio stand: queste le caratteristiche principali del nuovo format di Scandicci Fiera.

“La Fiera è un momento importantissimo della vita di Scandicci, che accompagna la crescita della nostra comunità da più di 150 anni – dice il Sindaco di Scandicci Sandro Fallani – quest’anno è stata pensata con modalità completamente differenti per rispettare le norme e mantenere il massimo della sicurezza anticovid.”

Scandicci Fiera apre mercoledì 23 settembre 2020 alle 16.00 e andrà avanti fino a
domenica 11 ottobre 2020 con il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle 16.00 alle 24.00, il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 24.00.

“L’edizione 2020 sarà organizzata in un periodo lungo più del doppio e su una superficie più che dimezzata, avrà regole e spazi ben definiti con l’obiettivo primo di tutelare la salute di cittadini e operatori, e al tempo stesso di dare un’occasione di lavoro fondamentale in questo momento a tante aziende, soprattutto del territorio. Sarà un evento profondamente diverso dagli anni scorsi, ma abbiamo deciso che sarà lo stesso la Fiera di Scandicci, per l’importanza che ha per tutti noi non interrompere la nostra tradizione più forte.
Mettiamo il massimo dell’impegno per la tutela della salute dei cittadini, che è condizione imprescindibile, e per andare avanti nel miglior modo possibile con il lavoro e la vita della nostra comunità”, continua il Sindaco Fallani.

Scandicci Fiera 2020 ospita inoltre un ricco programma di appuntamenti culturali (in allegato) comprendente un’edizione speciale de Il Libro della Vita.

Il programma è disponibile sul sito: https://www.scandiccifiera.it

Un estratto dell’intervista con il Sindaco di Scandicci, Sandro Fallani realizzata da Monica Pelliccia durante la conferenza stampa di presentazione della kermesse

L'articolo Torna Scandicci Fiera dal 23 settembre all’11 ottobre proviene da www.controradio.it.

Straripa torrente nel Pisano, automobilista salvato. Allagamenti ad Arezzo, interventi a Scandicci

Straripa torrente nel Pisano, automobilista salvato. Allagamenti ad Arezzo, interventi a Scandicci

Un automobilista è stato tratto in salvo stamani dai vigili del fuoco a San Miniato (Pisa) perché era rimasto intrappolato su un ponticello in località Serra in seguito allo straripamento di un corso d’acqua per le intense piogge delle scorse ore. L’allarme è scattato intorno alle 6: il conducente dell’auto non ha riportato danni. Il tratto stradale è stato chiuso al traffico.

Disagi si sono verificati anche nel resto della provincia di Pisa, da Volterra al mare, per le forti raffiche di vento che hanno spezzato rami e portato detriti sulle sedi stradali.
Sull’Aurelia, tra Pisa e Livorno, un grosso ramo si è spezzato e ha travolto un’auto in transito: miracolosamente illesa la conducente. Danni anche a Madonna dell’Acqua per una piccola tromba d’aria. Complessivamente su tutto il territorio sono una quarantina le richieste di intervento pervenute nel corso della notte alla sala operativa dei vigili del fuoco.

Allagamenti ad Arezzo a causa della pioggia che ininterrottamente si è abbattuta sulla città durante la scorsa notte e la mattina di oggi.
In particolare la polizia locale ha chiuso alla circolazione viale Santa Margherita e via Buonconte da Montefeltro completamente allagate per lo straripamento dei fossi.
Allagamenti anche in altri punti della città. Lungo la regionale 71 circolazione a tratti difficile per allagamenti del fondo stradale. Situazione complessa anche in località Bagnoro e in Val Cerfone a causa della piena dei torrenti Vingone e Cerfone.
A Scandicci (Firenze), la polizia municipale e le squadre del Comune e delle associazioni di volontariato della protezione civile sono in servizio dalle prime ore di questa mattina per
far fronte ad alcuni problemi causati dal forte vento e dall’intensa pioggia della notte scorsa, fa sapere il Comune. In via Tiziano a Vingone stanno intervenendo anche i vigili del
fuoco per la messa in sicurezza di un edificio a seguito di problemi a una copertura. In via di soluzione le criticità per alberi caduti in via Martini, in via Lamperi e in piazza piazza
De Gasperi, e per un palo di un gestore di telefonia in via della Nave. Risolti o in via di soluzione anche alcuni allagamenti nel territorio comunale, mentre in zona Scandicci Alto è stato effettuato un intervento per il cedimento di un muro di contenimento. Durante i servizi delle squadre di polizia municipale e di protezione civile sono state messe in sicurezza anche alcune transenne per lavori in corso spostate dal vento. I livelli dei fiumi e dei corsi d’acqua sono tenuti sotto osservazione e al momento sono in calo. Il sindaco Sandro Fallani e l’assessore alla protezione civile Andrea Anichini stanno seguendo i diversi interventi in corso nel territorio.

L'articolo Straripa torrente nel Pisano, automobilista salvato. Allagamenti ad Arezzo, interventi a Scandicci proviene da www.controradio.it.

Viabilità: annunciato corteo alle Signe per nuovo ponte Arno

Viabilità: annunciato corteo alle Signe per nuovo ponte Arno

Per la giornata di domani è in programma una manifestazione dei Comuni di Lastra a Signa e Signa, insieme al Comitato Nuovo Ponte per la Piana per richiedere, si legge in una nota, che si arrivi in tempi brevi alla realizzazione di un nuovo ponte sull’Arno che alleggerisca il traffico sulla rete viaria, migliorando la vivibilità dei territori. Un’opera considerata strategica, in grado di rappresentare un collegamento tra la Fi-Pi-Li e la zona a ovest di Firenze.

Lo slogan della giornata è ‘Il ponte più difficile da attraversare è quello che separa le parole dai fatti’. La manifestazione partirà alle 16 con ritrovo davanti ai Comuni di Lastra a Signa e Signa: da qui si formeranno due cortei che sfileranno per congiungersi sull’attuale ponte sull’Arno. Dalle 16 alle 19 il ponte sull’Arno, a Ponte a Signa, sarà chiuso al traffico.
Alla manifestazione sono invitati a partecipare altri sindaci dei Comuni della cintura fiorentina: tra coloro che hanno già confermato la presenza c’è il sindaco di Scandicci Sandro Fallani. “Sarà una manifestazione di comunità – ha spiegato il sindaco di Lastra a Signa Angela Bagni – senza slogan politici né strumentalizzazioni”.
L’obiettivo, ha dichiarato il sindaco di Signa Giampiero Fossi “sarà portare a manifestare 1.000 persone: si tratta di un’iniziativa in cui i due Comuni sono fortemente uniti e per la quale, per prima volta, stanno stanno lavorando insieme e dove il Comitato ha avuto un ruolo fondamentale”. “Questa manifestazione sarà una possibilità per tutti i cittadini – ha aggiunto Manuela Palchetti del Comitato Nuovo Ponte per la Piana – di far sentire la loro voce in maniera unitaria e incisiva”.

L'articolo Viabilità: annunciato corteo alle Signe per nuovo ponte Arno proviene da www.controradio.it.