Prima nazionale al Politeama Pratese. Sandro Querci presenta: “La pulce nell’orecchio”

Prima nazionale al Politeama Pratese. Sandro Querci presenta: “La pulce nell’orecchio”

Domani sera e domenica 17 “La Puce à l’oreille”, commedia del drammaturgo francese Georges Feydeau, viene proposta sotto forma di esilarante commedia musicale da Sandro Querci.

Il Teatro Politeama Pratese ospiterà nella serata di domani una prima nazionale del nuovo spettacolo teatrale “La pulce nell’orecchio”. Lo spettacolo promette “Un testo comico, scoppiettante con situazioni paradossali” – recita la locandina – “Una prima nazionale di un testo meraviglioso che non veniva riproposto da anni”. Sandro Querci ha curato l’adattamento del testo e sarà anche interprete nel doppio ruolo del protagonista assicuratore e facchino. La sua compagnia comporrà il resto del cast: Silvia Querci, nell’esilarante ruolo di “colei che parla senza consonanti”, Fabrizio Checcacci nei panni dell’ossessivo spagnolo sposato alla peperina Camilla Gai, Andrea Bacci spudorato donnaiolo, Rosario Campisi nel ruolo dell’assiduo frequentatore dell’albergo “Il micio innamorato”, Elena Talenti la furibonda albergatrice innamorata di Leonello ed  infine Elena Mancuso nei panni di colei con “la pulce nell’orecchio”.

Il cast si produrrà in uno sforzo a tutto tondo, lo spettacolo impegnerà gli interpreti sia nel canto che nel ballo. Innovativà sarà infatti anche la scenografia: una struttura girevole di 9 metri di diametro, suddivisa in spicchi, consentirà repentini cambi di scenografia, contribuendo alla dinamicità ed alla fluida comicità dello spettacolo. Querci ha anche scritto due brani inediti per la colonna sonora della rappresentazione, affiancandovi pezzi di successo indiscusso fra cui: L’amore è una cosa meravigliosa, Granada, Viale d’autunno, Midi midinette, Solamente una vez e La vita.

Per informazioni:

teatro@politeamapratese.com

www.politeamapratese.com

L'articolo Prima nazionale al Politeama Pratese. Sandro Querci presenta: “La pulce nell’orecchio” proviene da www.controradio.it.