Incidenti stradali: due auto in fiamme dopo scontro su E45, tre feriti

Incidenti stradali: due auto in fiamme dopo scontro su E45, tre feriti

Tre persone sono rimaste ferite in modo non grave in seguito a un incidente stradale avvenuto questa mattina intorno alle ore 6,30 sulla E45 tra Sansepolcro (Arezzo) e San Giustino direzione sud, al chilometro 135.

Due le auto coinvolte secondo le prime informazioni dei vigili del fuoco del comando provinciale di Perugia: una Lancia Y alimentata a metano e una Panda a Gpl; entrambe le vetture dopo l’impatto si sono incendiate. Le bombole di Gpl della Panda, riferiscono sempre i vigili del fuoco intervenuti sulla E45, sono state sbalzate in avanti di circa 50 metri.

Le condizioni dei feriti, come informa l’ufficio stampa dell’azienda ospedaliera di Perugia, in contatto con la centrale unica del 118 regionale, non destano particolari preoccupazioni. Tre, come detto, i feriti, che sono stati ricoverati all’ospedale di Città di Castello, uno in codice giallo (di media gravità) e due in codice verde.

L'articolo Incidenti stradali: due auto in fiamme dopo scontro su E45, tre feriti proviene da www.controradio.it.

Droga: Guardia di Finanza sgomina spaccio tra Umbria e Toscana

Droga: Guardia di Finanza sgomina spaccio tra Umbria e Toscana

L’operazione “Biancaneve” della guardia di finanza ha permesso di smantellare quella che è ritenuta un’organizzazione dedita allo spaccio, operante tra Città di Castello, San Giustino e Sansepolcro (Arezzo). Le dosi venivano ordinate tramite l’app di messaggistica Whatsapp.

Le fiamme gialle hanno ricostruito 230 episodi di spaccio e indagato tre persone, 13 quelle segnalate alle prefetture. Dagli accertamenti della tenenza di Città di Castello della guardia di finanza è emerso che la droga veniva ordinata tramite WhatsApp utilizzando un linguaggio in codice e, per evitare l’identificazione, numerosi soprannomi o alias; dopo avere anticipato il denaro, i clienti ritiravano le dosi in orari e località convenuti, solitamente punti di ritrovo affollati quali parcheggi e centri commerciali. Uno dei segnalati alle prefetture, nel giro di pochi mesi – secondo l’indagine -, è arrivato a spendere oltre 10 mila euro per l’acquisto della droga.

L'articolo Droga: Guardia di Finanza sgomina spaccio tra Umbria e Toscana proviene da www.controradio.it.

Droga: Guardia di Finanza sgomina spaccio tra Umbria e Toscana

Droga: Guardia di Finanza sgomina spaccio tra Umbria e Toscana

L’operazione “Biancaneve” della guardia di finanza ha permesso di smantellare quella che è ritenuta un’organizzazione dedita allo spaccio, operante tra Città di Castello, San Giustino e Sansepolcro (Arezzo). Le dosi venivano ordinate tramite l’app di messaggistica Whatsapp.

Le fiamme gialle hanno ricostruito 230 episodi di spaccio e indagato tre persone, 13 quelle segnalate alle prefetture. Dagli accertamenti della tenenza di Città di Castello della guardia di finanza è emerso che la droga veniva ordinata tramite WhatsApp utilizzando un linguaggio in codice e, per evitare l’identificazione, numerosi soprannomi o alias; dopo avere anticipato il denaro, i clienti ritiravano le dosi in orari e località convenuti, solitamente punti di ritrovo affollati quali parcheggi e centri commerciali. Uno dei segnalati alle prefetture, nel giro di pochi mesi – secondo l’indagine -, è arrivato a spendere oltre 10 mila euro per l’acquisto della droga.

L'articolo Droga: Guardia di Finanza sgomina spaccio tra Umbria e Toscana proviene da www.controradio.it.