Rubata statua Gesù Bambino da presepe basilica Santo Spirito

Rubata la statua del Bambinello è stata rubata, nella notte tra venerdì e sabato scorso, dal presepe allestito sul sagrato della basilica di Santo Spirito a Firenze. Lo riporta il Corriere Fiorentino.

Sgomento tra gli abitanti dell’Oltrarno mentre i padri agostiniani sperano che il Bambinello venga restituito. “Spero che chi ha commesso questo ignobile gesto rifletta e si ravveda.
Restituisci il Bambinello, – ha detto il priore padre Giuseppe Pagano – soprattutto per i tanti bimbi che hanno contribuito a realizzare questa mangiatoia. E’ intollerabile che si arrivi a
compiere certi gesti”. Il sacerdote aspetterà fino a domattina, nella speranza che la statua possa essere rimessa al suo posto, poi andrà dai carabinieri a fare denuncia.

L'articolo Rubata statua Gesù Bambino da presepe basilica Santo Spirito proviene da www.controradio.it.

Natale in Santo Spirito: 7 dicembre accensione albero dei bambini

Natale in Santo Spirito: 7 dicembre accensione albero dei bambini

La Comunità Agostiniana di Firenze e la piccola Margherita sono lieti di invitare tutti i bambini ad una grande festa che darà il via alle iniziative per il Natale 2018.

Il 7 dicembre alle 17 sul Sagrato di Santo Spiritosarà acceso l’albero della Vita, con i sabbiarelli di Alberto Ferrari e realizato dai bambini delle scuole Agnesi, Nencioni, Torrigiani, San Pier Martire e Scuola catechistica di Santa Felicita. Ad allietare la Festa l’animazione del coro Na’ara di Firenzuola diretto dal Mastro Edoardo Materassi ed i canti di natale della Compagnia di Babbo Natale! Per tutti ci saranno dolci e tè! Successivamente, alle ore 18 celebreremo la Santa Messa ed alle 19.00 ci sarà l’inaugurazione della mostra di Marcello Aversa “Il canto della Vita”.

Realizzato appositamente per questa occasione, Vita semper vincit è un albero della vita in terracotta, composto da ottantamila pezzi e alto due metri e trentasette centimetri. Interpretando in modo originale l’antica tradizione del “presepe di Pasqua”, lungo il suo sviluppo verticale l’opera narra episodi della storia della Salvezza, con scene tratte dall’Antico e dal Nuovo Testamento: dalla creazione di Adamo ed Eva al peccato originale, dall’annunciazione, alla nascita di Gesù, alla sua passione e morte, alla resurrezione.

‘Vita semper vincit’ sarà esposto nella Sagrestia del Sangallo della Basilica di Santo Spirito, a Firenze, in un dialogo silente con il Crocefisso di Michelangelo, capolavoro giovanile del maestro del Rinascimento. All’interno della Basilica, inoltre, saranno collocate altre trenta opere di Marcello Aversa, sempre in terracotta, dedicate all’Annunciazione, alla Natività e all’Adorazione dei Magi.

Marcello Aversa (Sant’Agnello, Napoli, 1966) è l’erede più originale della tradizione del Settecento napoletano: ha fatto della miniatura la sua cifra, per meglio rispondere a Colui che da infinitamente grande sceglie di farsi infinitamente piccolo, al Creatore che si fa creatura. Il microcosmo di Aversa è invito alla ricerca, a meravigliarsi a passo (o meglio a sguardo) lento, a soffermarsi su quei particolari che richiedono tempo e che altrimenti sfuggono.

I suoi personaggi hanno dimensioni che variano da otto millimetri a dieci centimetri di altezza, e abitano uno scenario modellato in un unico blocco di creta, cotto al forno a quasi mille gradi. La mostra è promossa da Fondazione Crocevia e Basilica di Santo Spirito. Allestimento a cura di Studio 2G con la sponsorizzazione tecnica di Siram. Marcello Aversa Il canto della vita Basilica e Sagrestia di Santo Spirito Piazza Santo Spirito, 30 – Firenze 8 dicembre 2018 – 2 febbraio 2019.

Inaugurazione venerdì 7 dicembre 2018 ore 18.00 Santa Messa ore 18.45. Presentazione e concerto Orari di visita della Basilica Feriali: 10-13/15-18 Festivi: 11.30-13.30/1.

Questo il programma completo:

L'articolo Natale in Santo Spirito: 7 dicembre accensione albero dei bambini proviene da www.controradio.it.

Concerti a Santo Spirito

Ad agosto 8 concerti serali sul sagrato della basilica di Santo Spirito e aperture straordinarie della Fondazione Romano
concertisanto spirito

Si inizia oggi alle 21 con l’esibizione de I Solisti di Toscana Classica

La vita culturale cittadina nei venerdì e sabato di agosto si arricchisce con nuove iniziative gratuite rivolte agli amanti della musica e dell’arte: a partire da domani si terranno 8 concerti serali sul sagrato della basilica di Santo Spirito, ai quali si affiancheranno altrettante giornate di aperture straordinarie del museo civico Fondazione Salvatore Romano con visite libere e guidate con cui ammirare l’affresco trecentesco di Andrea Orcagna e l’importante raccolta di sculture, frammenti di decorazione architettonica, affreschi staccati e arredi, di epoca compresa tra l’antica età romana e il XVII secolo, donate al Comune nel 1946 dal collezionista e antiquario Salvatore Romano: lo ha deciso la giunta, che ha approvato il progetto presentato da MUS.E per valorizzare il sagrato della basilica aumentandone così la fruizione pubblica e la valorizzazione e la promozione del museo. Sia i concerti che le visite guidate saranno gratuite, così come gli accessi al museo. Il calendario di iniziative è un fuori programma dell’Estate Fiorentina.

Con i concerti sul sagrato della basilica di Santo Spirito si inizia domani alle 21 per poi proseguire nei giorni del 4, 10, 11, 17, 18, 24 e 25 agosto. Domani andrà in scena la performance de I Solisti di Toscana Classica (Vivaldi Le Quattro stagioni violino solista Kevin Mukai), mentre sabato sarà la volta del Florence Brass Quintet. Venerdì 10 e sabato 11 agosto spazio alla musica jazz, rispettivamente con Sine Tempo Gruppo Jazz e By Chance Group Jazz.

Per quanto riguarda il museo civico della Fondazione Salvatore Romano, le aperture straordinarie si terranno nelle giornate di domani e del 10, 17 e 24 agosto. In questi giorni sono previste visite guidate su prenotazione e ingresso libero dalle 10 alle 22.30. Nelle giornate di sabato e poi dell’11, del 18 e del 25 agosto ci sarà il prolungamento dell’orario di apertura al pubblico del museo con visite guidate, sempre su prenotazione e ingresso libero nella fascia oraria 10 – 22.30. Si svolgeranno alle 18.30, e non si terranno il 18 agosto.

Le visite guidate saranno a cura di MUS.E. Per info e prenotazioni delle viste guidate alla Fondazione Salvatore Romano e al complesso di Santo Spirito è possibile telefonare ai numeri 055-2768224 e 055-2768558 (da lunedì a sabato 9.30 – 13 e 14 – 17, domenica e festivi 9.30 – 12.30) oppure inviare una e-mail all’indirizzo info@muse.comune.fi.it

Alla scoperta dei grandi complessi religiosi fiorentini

Visite alla Cappella Brancacci, a Santo Spirito e a Santa Maria Novella

Autunno e Inverno 2018

I Musei Civici Fiorentini e l’Associazione MUS.E – in collaborazione con il Fondo Edifici di Culto del Ministero dell’Interno – presentano un nuovo ciclo di appuntamenti alla scoperta di Santa Maria Novella, della Cappella Brancacci in Santa Maria del Carmine, della Fondazione Romano e della basilica di Santo Spirito.

 

Visita alla Cappella Brancacci

Il convento di Santa Maria del Carmine racchiude un vero e proprio tesoro dell’arte rinascimentale: la cappella voluta da Felice Brancacci e dipinta dai grandi maestri Masolino, Masaccio e Filippino Lippi. Dopo un’introduzione alla chiesa e al convento carmelitano, la visita permetterà di leggere le diverse scene delle storie di San Pietro centrando l’attenzione sulle novità stilistiche e costruttive introdotte dal giovane Tommaso, chiamato Masaccio per sua “straccurataggine” – come scrive Vasari – ma divenuto universalmente noto per la portata rivoluzionaria della sua arte.
Durata: 50’
Quando: sabato h10.00
Costi: €2,00 (residenti città metropolitana) e €4,00 (non residenti città metropolitana) oltre al biglietto di ingresso del museo (€6,00 intero – €4,50 ridotto 18/25 anni e studenti universitari – gratuito fino a 18 anni, disabili e accompagnatori, membri ICOM, ICOMOS e ICCROM, guide turistiche e interpreti. Se cumulativo con Fondazione Romano €7,00 intero – €5,00 ridotto 18/25 anni e studenti universitari)

 

Visita al complesso di Santo Spirito e alla Fondazione Romano

Il complesso di Santo Spirito è una pagina essenziale della storia fiorentina, che testimonia della presenza e del rilievo assunto dai frati eremitani di Sant’Agostino in città dalla metà del Duecento fino ai giorni nostri. Il percorso comincerà nell’antico cenacolo trecentesco – che oggi ospita una delle collezioni lapidee medievali e rinascimentali più suggestive della città, donata dall’antiquario e collezionista Salvatore Romano – per proseguire in basilica: qui, oltre all’osservazione della suggestiva facciata esterna, sarà possibile apprezzare le peculiarità dell’interno, le cui architetture mostrano tuttora la limpida e ritmata impronta brunelleschiana e custodiscono altresì importanti capolavori artistici, fra cui i dipinti di Maso di Banco, Cosimo Rosselli o Filippino Lippi.
Durata: 1h15’
Quando: sabato h14.30
Costi: €2,00 (residenti città metropolitana) e €4,00 (non residenti città metropolitana) oltre al biglietto di ingresso del museo: €7,00 intero – €5,00 ridotto 18/25 anni e studenti universitari, gratuito fino a 18 anni, disabili e accompagnatori, membri ICOM, ICOMOS e ICCROM, guide turistiche e interpreti.

 

Santa Maria Novella

La Basilica e i suoi capolavori

La visita accompagna il pubblico alla comprensione di uno straordinario documento della storia dell’ordine domenicano ma anche di un fondamentale capitolo della città di Firenze. In questo senso un’attenzione particolare sarà dedicata alla storia dell’ordine, i cui caratteri teologici soggiacciono a tutte le vicende architettoniche e artistiche del convento, ma anche alla partecipazione attiva della cittadinanza, che da sempre ha supportato la vita del complesso grazie a lasciti, committenze e patronati, coinvolgendo di volta in volta i maggiori artisti del Medio Evo e del Rinascimento nella decorazione e nell’abbellimento della Basilica: fra questi Giotto, Masaccio chiamato a dipingere la famosa “Trinità” , Filippo Brunelleschi, Filippino Lippi e Domenico Ghirlandaio,  che con la sua bottega affresca la Cappella maggiore.
Durata: 1h15′
Per chi: Per giovani e adulti
Quando: lunedì h14.30, sabato h10.30 e domenica h16.00
Costi: Ingresso gratuito – residenti Comune di Firenze, €7,50 intero, €5,00 ridotto – 11/18 anni. Al biglietto di ingresso va aggiunto il costo della visita guidata: €2,00 per i residenti nella Città Metropolitana di Firenze, €4,00 non residenti.

 

I chiostri, il Convento e la Cappella del Papa 

La visita consente di apprezzare l’eccezionale l’importanza storica e artistica degli spazi del convento domenicano, a cominciare dal celebre Chiostro verde, i cui meravigliosi affreschi della prima metà del Quattrocento, dipinti da Paolo Uccello e collaboratori, sono ora esposti nel Refettorio dopo il delicato intervento di restauro condotto dall’Opificio delle Pietre Dure. Il percorso prosegue con la visita della sala dell’antico capitolo, più nota come cappellone degli Spagnoli, il cui ciclo – affrescato da Andrea di Bonaiuto – si pone come una delle più alte e spettacolari rappresentazioni della missione domenicana e del trecentesco Chiostro Grande, da poco riaperto alla fruizione pubblica, che ospita uno straordinaria serie di affreschi dei maggiori pittori dell’Accademia fiorentina del Cinquecento. Infine, un vero e proprio ‘gioiello’ della pittura fiorentina nella fase di transizione fra Rinascimento e Manierismo, la Cappella del Papa: ultimo vestigio degli smantellati appartamenti papali di Santa Maria Novella, la cui decorazione venne affidata a Ridolfo del Ghirlandaio e portata a termine dal Pontormo.
Durata: 1h15′
Per chi: Per giovani e adulti
Quando: lunedì h16.00; sabato h12.00 e domenica h16.00
Costi: Ingresso gratuito – residenti Comune di Firenze, €7,00 intero, €5,00 ridotto – over 65. Al biglietto di ingresso va aggiunto il costo della visita guidata: €2,00 per i residenti nella Città Metropolitana di Firenze, €4,00 non residenti.

 

Alla scoperta di Santa Maria Novella 

Il complesso di Santa Maria Novella offre l’occasione per immaginare e ricostruire la vita, le regole, l ́orario e le mansioni dei frati domenicani del tredicesimo secolo apprezzando nel contempo la ricchezza dei capolavori che il convento racchiude. Sarà quindi possibile rivivere sulla propria pelle lo scorrere del tempo nel convento – la preghiera nella grande chiesa, tradotta in forma visiva nelle grandi opere di Giotto, Masaccio, Brunelleschi o Ghirlandaio; il pasto comune in refettorio; la riunione nella sala del Capitolo; lo studio in biblioteca, il silenzio nel chiostro; la cura e l’assistenza nell’infermeria; il riposo nei dormitori – giungendo ad apprezzare la portata storica e artistica del complesso.
Durata: 1h15′
Per chi: per famiglie con bambini  e ragazzi 8/12 anni
Quando: lunedì e domenica h14.30 e h16.00, sabato h10.30 e h12.00
Costi: Ingresso gratuito – residenti Comune di Firenze, €7,00 intero, €5,00 ridotto – over 65. Al biglietto di ingresso va aggiunto il costo della visita guidata: €2,00 per i residenti nella Città Metropolitana di Firenze, €4,00 non residenti.

 

Convenzione 2×1 Unicoop: ai soci Unicoop Firenze, dietro presentazione della tessera socio, è applicata la gratuità d’accesso con la formula 2×1. Tale formula sarà applicata sia alle tariffe d’ingresso che alle visite e attività. La convenzione si applica su tutti i Musei Civici Fiorentini, ad esclusione di Santa Maria Novella.
Prenotazione obbligatoria.
Per informazioni e prenotazioni:
Tel. 055-2768224 055-2768558
Mail info@muse.comune.fi.it