Malattie rare, Firenze: domenica tre Porte storiche saranno illuminate

Malattie rare, Firenze: domenica tre Porte storiche saranno illuminate

La facciata dello Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare sarà illuminata di blu, verde e magenta dalle 18.15 alle 22, mostrandosi per una sera in una veste colorata tutta nuova. Gli stessi colori accenderanno per tutta la notte anche le tre porte storiche: Porta alla Croce, in piazza Beccaria, si accenderà di verde; Porta al Prato di blu e Porta San Niccolò di magenta.

“Firenze aderisce alla Giornata mondiale delle malattie rare di cui purtroppo si parla ancora troppo poco – ha detto l’assessora a Welfare Sara Funaro -. Con questa iniziativa vogliamo sensibilizzare i cittadini sulle problematiche sociali e cliniche di coloro che sono affetti da malattie rare e vogliamo accendere i riflettori su queste patologie perché l’opinione pubblica acquisti sempre maggiore consapevolezza dell’importanza di investire sulla ricerca per garantire terapie e cure adeguate, oltre che aiuti concreti per migliorare la qualità della vita dei malati”. “In questo è lodevole l’impegno messo in campo dal Forum toscano Associazioni malattie rare – ha continuato Funaro -, di cui fanno parte numerose realtà che si danno tanto da fare ogni giorno al fianco dei malati e delle loro famiglie e si battono per la tutela dei diritti delle persone affette da malattie rare”. “Vorrei ringraziare lo Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare per aver aderito all’iniziativa – ha concluso Funaro -, dimostrando una grande sensibilità su questo tema. Lo Stabilimento è una delle eccellenze della nostra città, è un punto di riferimento importante del mondo sanitario italiano e siamo orgogliosi che abbia sede a Firenze”.

“Sul tema delle malattie rare siamo in prima linea e questa Giornata ci consente di ricordarlo e di continuare a fare sensibilizzazione – ha detto il coordinatore della conferenza permanente sulla sanità dell’area fiorentina Nicola Armentano -. Il ruolo delle Istituzioni è determinante perché salute e benessere sociale passano anche dalle loro azioni. Vogliamo lavorare sempre di più per rafforzare la sinergia tra tessuto sociale e sanitario e la rete di servizi territoriali che possano supportare concretamente questi malati e le loro famiglie. L’impegno in campo è tanto, la ricerca ha fatto grandi passi avanti, ma non dobbiamo indugiare, ma proseguire questo percorso. Un grazie particolare va all’Istituto Farmaceutico Militare che con la produzione dei cosiddetti farmaci orfani svolge un ruolo cruciale, una struttura di eccellenza”.

“L’impegno dell’Agenzia Industrie Difesa attraverso il proprio Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze nella produzione di farmaci orfani è di fondamentale importanza per il nostro  Paese – ha detto il direttore generale dell’Agenzia Industrie Difesa Nicola Latorre -. Nell’ambito della Giornata mondiale delle malattie rare lo stesso Stabilimento sarà in prima linea a ribadire il proprio supporto attraverso questa importante iniziativa di  sensibilizzazione. Questa Direzione è più che mai intenzionata a implementare le proprie competenze e il proprio apporto a iniziative di questa natura, che mettono in luce le problematiche sociali e cliniche di coloro che sono affetti da malattie rare. L’obbiettivo è contribuire allo sviluppo di maggiore consapevolezza e attenzione alle ricerche per garantire cure e terapie adeguate. I colori verde, blu e magenta proiettati sulla facciata dello SCFM testimoniano l’impegno e il supporto di questa Agenzia, che unito a quello del Comune di Firenze, sposa la causa di EURORDIS (Federazione europea delle associazioni dei pazienti rari) coordinata da UNIAMO F.i.m.r. (Federazione italiana malati rari)”.

Le speciali illuminazioni fiorentine fanno parte della grande campagna di sensibilizzazione ‘La Toscana si illumina per le Rare’ organizzata dal Forum toscano Associazioni malattie rare in occasione della Giornata mondiale delle malattie rare, fondata da EURORDIS, e aderisce alla Campagna nazionale coordinata da UNIAMO F.i.m.r. ‘Accendiamo le luci sulle Rare’.

“Questo è il primo anno in cui il Forum aderisce alla celebrazione del 28 febbraio con una iniziativa di sensibilizzazione e lo fa in grande stile, coinvolgendo Comuni in tutta la Regione tra i cui il Comune di Firenze che si aggiudica il primato di Comune più illuminato della Campagna con ben quattro monumenti cittadini. La campagna partita proprio da Firenze con i primi contatti istituzionali avvenuti tra ottobre e novembre – ha spiegato il residente del Forum T.A.M.R. Guido De Barros -, non si è soltanto limitata a richiedere un monumento da illuminare, ma ha puntato al sostegno di ciascun Comune attraverso la concessione del patrocinio per delibera di giunta, segno della condivisione formale e consapevole delle nostre motivazioni e obiettivi. Anche in Toscana il 2021 è iniziato all’insegna della reazione al virus, grazie all’inizio della campagna vaccinale indispensabile al rilancio del sistema Paese-Regione fortemente minato dal disastro pandemico”. “Da più di un anno ormai i pazienti rari, spesso gravemente disabili e fragili, combattono insieme alle loro famiglie e caregivers una battaglia durissima – ha continuato De Barros -, resa ancora più difficile dalla solitudine della quarantena e dall’interruzione di servizi assistenziali di supporto alla quotidianità, talvolta essenziali al contrasto delle loro malattie. La Comunità dei malati rari auspica il veloce recupero degli standard sociali e sanitari pre-Covid e sogna una ricostruzione post pandemica più attenta alla medicina territoriale di prossimità, oltre al pieno efficientamento del percorso diagnostico terapeutico assistenziale e sociale (PDTAS) del paziente. In questo frangente la Campagna del Forum, in adesione a quella nazionale coordinata da UNIAMO Fimr e internazionale da EURORDIS, non diventa soltanto un’occasione per illuminare i nostri splendidi monumenti con i colori delle ‘Rare’, ma anche per accendere la speranza nel domani attraverso il lavoro di squadra insieme alle istituzioni regionali che riconoscono nella collaborazione del Forum T.A.M.R. un valore aggiunto e una risorsa da coltivare e far crescere. Quest’anno, grazie alla sensibilità dei tanti Comuni aderenti renderemo, tutti insieme, la Toscana la regione più illuminata d’Italia per le malattie rare, una metafora di speranza e resilienza più forte e attuale che mai”.

Alla Campagna del Forum toscano associazioni malattie rare (TAMR), patrocinata da Regione Toscana e Anci Toscana, hanno aderito 14 tra i maggiori Comuni toscani, che illumineranno uno o più monumenti in segno di solidarietà alla comunità dei malati rari.

L'articolo Malattie rare, Firenze: domenica tre Porte storiche saranno illuminate proviene da www.controradio.it.

Firenze: voucher per sconti su taxi e Ncc

Firenze: voucher per sconti su taxi e Ncc

A Firenze arrivano i buoni viaggio, ovvero voucher per ottenere uno sconto per taxi ed Ncc da parte di categorie fragili, personale sanitario, scolastico e studenti.

L’iniziativa del Comune è stata approvata in Giunta grazie al lavoro congiunto dell’assessore al bilancio e alle attività economiche Federico Gianassi e dell’assessore al welfare Sara Funaro, per la quale sono stati stanziati 764mila euro avuti dal Governo.

A ciascun beneficiario avente diritto verranno attribuiti buoni viaggio del valore complessivo di 100 euro spendibili (entro il 30 giugno 2021) per coprire fino al 50% della spesa sostenuta pr il viaggio in taxi e, comunque, in misura non superiore a 20 euro per ciascun viaggio. Con questa delibera si stabiliscono le regole e le modalità per ottenere i voucher e le categorie individuate per poterli richiedere: a breve sul sito del Comune e sul portale 055055.it sarà pubblicato l’avviso pubblico per richiedere i buoni.

Nel dettaglio, i soggetti beneficiari dei voucher per taxi e ncc sono i residenti nel comune di Firenze rientranti in una delle seguenti categorie: over 65 anni, persone con disabilità certificata dalla commissione medica competente, con difficoltà motorie di natura permanente o temporanea, documentate da idonea certificazione medica, e donne in stato di gravidanza.

Tra le categorie che potranno beneficiare dell’iniziativa anche farmacisti, medici, infermieri, Oss, Asa, tecnici sanitari e operatori sanitari, oltre a personale scolastico, cassaintegrati e studenti residenti nel Comune di Firenze. “Con i voucher per taxi ed Ncc vogliamo promuovere e sostenere l’utilizzo del servizio taxi e noleggio con conducente nel periodo
dell’emergenza sanitaria – ha spiegato Gianassi – ed aiutare negli spostamenti le persone fragili e quelle che meritano attenzione e protezione alleggerendo il carico su bus e
tramvia”. Come sottolineato da Funaro, “in questa crisi causata dalla pandemia la nostra attenzione verso i cittadini più fragili, gli studenti e il personale scolastico e sanitaria è
più alta che mai”.

L'articolo Firenze: voucher per sconti su taxi e Ncc proviene da www.controradio.it.

Connessione nelle scuole, in arrivo dalla Regione 128mila euro

Connessione nelle scuole, in arrivo dalla Regione 128mila euro

Connessione digitale, Funaro e Del Re (Firenze) : “Importante poter disporre di una buona connettività. Infrastrutture di accesso funzionali e veloci sono strumento di inclusione”.

È in arrivo in 64 istituti scolastici, tra scuole dell’infanzia, primarie di primo e secondo grado, la banda ultralarga. La migliore connettività ad Internet sarà finanziata con il contributo di 128mila euro erogato dalla Regione Toscana.

Il Comune di Firenze ha, infatti, partecipato al bando regionale emesso lo scorso 24 dicembre per ottenere finanziamenti per migliorare la connessione digitale delle scuole e l’acquisto di router.

“Grazie al finanziamento della Regione in 64 scuole cittadine arriverà la banda ultralarga – ha detto l’assessore all’Educazione Sara Funaro – che consentirà una migliore navigazione. Con la pandemia abbiamo visto quanto sia importante poter disporre di una buona connettività. Grazie alla Rete si è potuto continuare a fare lezione durante il lockdown e a mantenere attivi i rapporti tra scuola e ragazzi. Allo stesso tempo però abbiamo visto che per molti l’assenza delle infrastrutture tecnologiche è stato un problema e molti studenti e famiglie, purtroppo, hanno trovato numerose difficoltà, generando disuguaglianze”.

“Noi vogliamo che i problemi incontrati di connessione incontrati finora possano essere risolti – ha continuato Funaro -, ovvero che tutti i nostri ragazzi siano nella stessa condizione per poter seguire le lezioni a distanza, nel caso ce ne sia bisogno, e che possano frequentare scuole che hanno una buona connessione a Internet che viene sempre più sfruttato per  la didattica e la formazione”.

“Insieme all’offerta di servizi, rete wifi e competenze digitali messa in campo dall’amministrazione comunale – ha detto l’assessora all’Innovazione Cecilia Del Re -, è fondamentale avere infrastrutture di accesso funzionali e veloci come strumento di inclusione e accessibilità per tutti. L’intervento sostenuto dalla Regione Toscana per gli istituti scolastici va sicuramente in questa direzione per consentire una connessione sempre migliore ai nostri giovani cittadini e dare alle scuole la possibilità di preparare gli studenti sfruttando pienamente le opportunità del digitale”.

Tra le 64 scuole interessato all’arrivo della banda larga ci sono le scuole dell’infanzia le scuole primarie di primo grado Bargellini, Kassel e Collodi e le scuole primarie di secondo grado Carducci, Barsanti e Calamandrei.

L'articolo Connessione nelle scuole, in arrivo dalla Regione 128mila euro proviene da www.controradio.it.

Mense scuola, Funaro: “Riapertura dei centri cottura alle commissioni. Gara per controlli qualità”

Mense scuola, Funaro: “Riapertura dei centri cottura alle commissioni. Gara per controlli  qualità”

“A breve – ha spiegato l’assessore Funaro – riapriremo alle visite ai centri cottura da parte dei componenti delle commissioni mensa. Vista l’emergenza epidemiologica, per accedervi occorrerà naturalmente attenersi scrupolosamente alle regole che, dopo un confronto con l’azienda sanitaria, saranno pubblicate sul sito istituzionale del Comune. Per le disposizioni regionali anti Covid, però, non sarà ancora possibile l’accesso ai refettori”.

“Ma non è tutto – ha aggiunto – procederemo ad indire apposita procedura di gara per l’affidamento a un terzo soggetto dei controlli sulla qualità della refezione scolastica e dei relativi processi di produzione, veicolazione e somministrazione dei pasti agli alunni/alunne delle scuole fiorentine. La procedura di gara sarà attivata subito dopo l’approvazione del bilancio”.

“Inoltre – ha concluso l’assessore all’educazione – effettueremo una campagna di rilevazione del gradimento del servizio di refezione rivolta a bambini, genitori e insegnanti che verrà svolta tra aprile e maggio prossimi con l’obiettivo di valutare sia l’andamento del servizio che la sua impostazione per il futuro, sia per quanto riguarda la produzione dei pasti e dei relativi menù che l’individuazione di linee di intervento per la promozione di progetti di educazione alimentare”.

Intanto le analisi effettuate dalla ASL Centro Toscana relativamente al pasto servito alla Scuola Vittorio Veneto giovedì 21 gennaio scorso e composto da pasta all’olio, polpette di carne e patate, non hanno evidenziato alcuna irregolarità. I cibi sono risultati conformi a tutti i criteri previsti dal ‘Controllo Alimenti per l’uomo’.

L'articolo Mense scuola, Funaro: “Riapertura dei centri cottura alle commissioni. Gara per controlli qualità” proviene da www.controradio.it.

Bullismo: giovane premiata a Firenze per sua lotta, “Esempio virtuoso di riscatto”

Bullismo: giovane premiata a Firenze per sua lotta, “Esempio virtuoso di riscatto”

La 18enne Francesca Torrini, vittima di bullismo per sette anni, è il vincitore della prima edizione del premio ‘So.Le, Ambasciatore della solidarietà e legalità’: la studentessa ha pubblicato un libro dal titolo ‘Storia di una vittoria’ in cui racconta il suo successo personale contro il bullismo.

A lei, oggi 5 febbraio, sarà consegnata una pergamena dal Comune di Firenze direttamente dal sindaco Dario Nardella “per il suo impegno a contrastare il bullismo affinché possa essere un esempio virtuoso per il riscatto delle giovani vittime”. Riceverà anche una targa per il suo impegno ispirato ai principi della solidarietà e della legalità, nell’ambito del progetto ‘So.Le’ finanziato da Fondazione Cr Firenze, sviluppato dalle associazioni Apab e Aleteia e realizzato in via sperimentale all’istituto Buontalenti.
Il progetto prevede l’attivazione di uno sportello su chiamata, rivolto a docenti e studenti presidiato dai social coach, ossia operatori professionisti con differenti specializzazioni. “Purtroppo – ha sottolineato l’assessore al welfare del Comune di Firenze Sara Funaro – il tema del bullismo ha colpito la nostra comunità anche di recente, vorremmo con questo progetto alzare al massimo l’attenzione di tutte le agenzie educative, a cominciare dalla scuola, e per questo sosteniamo con forza queste iniziative e con grande riconoscenza consegniamo a Francesca questa pergamena della città di Firenze per il suo esempio”.

Obiettivo di So.Le è di affrontare questioni come quella del bullismo, uscendo da una logica di mera colpevolizzazione ma tendendo invece ad individuare le motivazioni di certi comportamenti. I ragazzi convolti nel progetto hanno trovato una via all’interno della scuola, per sentirsi responsabilizzati e motivati in positivo. A tal fine sono stati realizzati dei biscotti della legalità e solidarietà e sono stati donati al centro diurno per disabili il Giaggiolo in viale Canova.

Il progetto So.Le. prevede l’attivazione di uno sportello su chiamata, rivolto ai docenti e studenti presidiato dai Social Coach,  ossia operatori professionisti con differenti specializzazioni (mediatore e riparatore). Lo sportello consentirà alla scuola di gestire in maniera rapida i casi difficili, prospettando come risposta non la sospensione che può essere in certi casi vissuta come un premio, ma le “attività socialmente utili” presso il terzo settore.

“Purtroppo – ha sottolineato l’assessore Funaro (AUDIO) – il tema del bullismo ha colpito la nostra comunità anche di recente, vorremmo con questo progetto alzare al massimo l’attenzione di tutte le agenzie educative, a cominciare dalla scuola, e per questo sosteniamo con forza queste iniziative e con grande riconoscenza consegniamo a Francesca questa pergamena della città di Firenze per il suo esempio. Ringrazio Fondazione CR Firenze, l’istituto Buontalenti, Apab, Aleteia e tutti i protagonisti di questo importante percorso”.

Il 61% dei giovani afferma di essere vittima di bullismo o di cyberbullismo, e il 68% di esserne stato testimone, considerati dopo droghe e violenze sessuali le minacce più temute dai ragazzi. Sei adolescenti su 10 dichiarano di non sentirsi al sicuro online. L’incubo maggiore per le ragazze è il Revenge porn (52,16%). Nell’anno del Covid-19 il 93% degli adolescenti ha affermato di sentirsi solo, con un aumento del 10% rispetto al 2019. Emerge dai dati dell’Osservatorio Indifesa 2020 di Terre des hommes e Scuolazoo diffusi in vista della Giornata Internazionale contro il Bullismo (7 febbraio) e del Safer Internet Day (9 febbraio)

L'articolo Bullismo: giovane premiata a Firenze per sua lotta, “Esempio virtuoso di riscatto” proviene da www.controradio.it.