ROGO AL QUINTO PIANO DI UNA PALAZZINA: DUE FERITI

Quinto

Scandicci, fiamme in appartamento, l’allarme è sattato intorno alle 23.15 quando il rogo scoppiato al quinto piano di un palazzo, ha coinvolto due persone che riversano in condizioni non gravi, evacuati tutti i residenti.

Secondo le prime informazioni, una prima persona è riuscita a uscire dalla casa mentre l’altra è stato trovato dai vigili del fuoco all’interno.

I due sono stati trasferiti con le ambulanze al pronto soccorso: il primo all’ospedale di Torregalli, il secondo a quello di Careggi. Le loro condizioni non sarebbero gravi.

I vigili del fuoco arrivati sul posto hanno fatto evacuare per precauzione il palazzo di sei piani, e hanno spento le fiamme. Ancora ignote le cause del rogo. Sul posto anche il 118 e i carabinieri. Ora sono in corso le verifiche di stabilità e agibilità degli appartamenti.

The post ROGO AL QUINTO PIANO DI UNA PALAZZINA: DUE FERITI appeared first on Controradio.

MOSCHEA FIRENZE, BETTARINI: “MOSCHEA ATTUALE INADEGUATA”

moschea firenze incontro

🔈”C’è affollamento ma la presenza di abusivi è ridotta” ha detto l’assessore all’urbanistica di Firenze Bettarini: “spetta alla comunità islamica proporre nuovi spazi.”

“La moschea di borgo Allegri in centro a Firenze è ormai inadeguata”: lo ha detto oggi, durante il consiglio comunale tematico dedicato alla realizzazione di un nuovo centro di culto islamico in città, l’assessore all’urbanistica Giovanni Bettarini in aula. “Ci sono passato diverse volte, c’è affollamento”, spiega Bettarini sottolineando però che la presenza di abusivi rispetto agli scorsi anni è molto ridotta, “anche grazie alla collaborazione con la stessa comunità islamica”.

Riguardo a nuove proposte, dopo il fallimento dell’ipotesi lanciata dal sindaco Nardella di far accogliere la moschea alla ex caserma ‘Gonzaga’ dismessa ai confini con Scandicci (il segretario del Pd Matteo Renzi si espresse contro questa idea, poi emersero anche questioni tecniche e la proposta fu abbandonata), Bettarini ha spiegato che adesso ” spetta alla comunità islamica proporre nuovi spazi; a noi, qualora ve ne sia la possibilità, la volontà di collaborare in sede urbanistica”.

Giusto lo scorso 7 maggio era circolata la notizia sulla stampa locale della possibile costruzione della Moschea sul territorio comunale di Campi Bisenzio, ed immediatamente era partita la polemica, con richieste, pervenute da più parti, di spiegazioni da parte del sindaco Emiliano Fossi. “Leggo la Nazione stamani e mi vien da ridere se non fosse che si parla di cose serie e decisive per il futuro delle nostre società. Lo dico chiaro: non c’è nessuna ipotesi e nessun tipo di ragionamento in ponte, nel modo più assoluto” aveva commentato il sindaco di Campi Fossi.

“A Campi abbiamo tra l’altro un centro di Cultura e preghiera musulmana che raccoglie 500 fedeli, inaugurato dal sottoscritto, che è inserito molto bene nel nostro tessuto urbano e di comunità” aveva precisato: “un tema così importante e centrale delle nostre società aperte non possa essere trattato in modo dozzinale e come una qualsiasi “funzione scomoda”.”

BettariniGimmy Tranquillo ha intervistato l’assessore Bettarini ed i consiglieri Noferi, Cellai, Amato e Pezza:

170612_MOSCHEA_BETTARINI-CONSIGLIERI

The post MOSCHEA FIRENZE, BETTARINI: “MOSCHEA ATTUALE INADEGUATA” appeared first on Controradio.

MOSCHEA FIRENZE, BETTARINI: “MOSCHEA ATTUALE INADEGUATA”

moschea firenze incontro

🔈”C’è affollamento ma la presenza di abusivi è ridotta” ha detto l’assessore all’urbanistica di Firenze Bettarini: “spetta alla comunità islamica proporre nuovi spazi.”

“La moschea di borgo Allegri in centro a Firenze è ormai inadeguata”: lo ha detto oggi, durante il consiglio comunale tematico dedicato alla realizzazione di un nuovo centro di culto islamico in città, l’assessore all’urbanistica Giovanni Bettarini in aula. “Ci sono passato diverse volte, c’è affollamento”, spiega Bettarini sottolineando però che la presenza di abusivi rispetto agli scorsi anni è molto ridotta, “anche grazie alla collaborazione con la stessa comunità islamica”.

Riguardo a nuove proposte, dopo il fallimento dell’ipotesi lanciata dal sindaco Nardella di far accogliere la moschea alla ex caserma ‘Gonzaga’ dismessa ai confini con Scandicci (il segretario del Pd Matteo Renzi si espresse contro questa idea, poi emersero anche questioni tecniche e la proposta fu abbandonata), Bettarini ha spiegato che adesso ” spetta alla comunità islamica proporre nuovi spazi; a noi, qualora ve ne sia la possibilità, la volontà di collaborare in sede urbanistica”.

Giusto lo scorso 7 maggio era circolata la notizia sulla stampa locale della possibile costruzione della Moschea sul territorio comunale di Campi Bisenzio, ed immediatamente era partita la polemica, con richieste, pervenute da più parti, di spiegazioni da parte del sindaco Emiliano Fossi. “Leggo la Nazione stamani e mi vien da ridere se non fosse che si parla di cose serie e decisive per il futuro delle nostre società. Lo dico chiaro: non c’è nessuna ipotesi e nessun tipo di ragionamento in ponte, nel modo più assoluto” aveva commentato il sindaco di Campi Fossi.

“A Campi abbiamo tra l’altro un centro di Cultura e preghiera musulmana che raccoglie 500 fedeli, inaugurato dal sottoscritto, che è inserito molto bene nel nostro tessuto urbano e di comunità” aveva precisato: “un tema così importante e centrale delle nostre società aperte non possa essere trattato in modo dozzinale e come una qualsiasi “funzione scomoda”.”

BettariniGimmy Tranquillo ha intervistato l’assessore Bettarini ed i consiglieri Noferi, Cellai, Amato e Pezza:

170612_MOSCHEA_BETTARINI-CONSIGLIERI

The post MOSCHEA FIRENZE, BETTARINI: “MOSCHEA ATTUALE INADEGUATA” appeared first on Controradio.

Gioco d’azzardo patologico

Sabato 30 Gennaio il Quartiere 4, in collaborazione con il Comune di Scandicci, ha organizzato una giornata di sensibilizzazione e contrasto al gioco d’azzardo patologico. La giornata si articolerà in due momenti: un convegno la mattina dalle 9.30 alle 12.00 nella sala Consiliare Tosca Bucarelli di Villa Vogel dove sarà analizzato il fenomeno e le strategie per prevenirlo alla presenza di esperti sul tema e con l’assessore regionale alle politiche socio-sanitarie Stefania Saccardi.

“Il gioco d’azzardo patologico è una piaga della nostra società che contribuisce ad aumentare le diseguaglianze colpendo le condizioni di salute e socio-economiche delle singole persone e delle loro famiglie in modo non facilmente recuperabile. È fondamentale partire dal basso con una campagna di sensibilizzazione e la collaborazione delle organizzazioni dei commercianti e altrettanto importante” afferma il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni. Continua la presidente della commissione Servizi Sociali del Quartiere Corinna Puggi: “Abbiamo fortemente voluto portare avanti questa iniziativa e siamo felici di farlo insieme al Comune di Scandicci. Siamo da sempre molto sensibili a questa tematica ed abbiamo già da qualche anno un protocollo di intesa per iniziative di sensibilizzazione e contrasto al gioco d’azzardo patologico con il Sert ed il Fondo Essere. Questa giornata sarà solo l’inizio di un percorso di sensibilizzazione alle problematiche che vorremmo portare avanti all’interno delle scuole superiori del nostro territorio”. Conclude la vicepresidente del Quartiere Ilaria Tesi: “Questa iniziativa nasce dalla presa di coscienza di un problema sociale subdolo e diffuso e che negli anni si è particolarmente accentuato. Lo scopo è quello di sensibilizzare i cittadini ed informarli anche sui centri a cui potersi rivolgere. Si tratta di un primo passo di un progetto più ampio che sarà sviluppato sul territorio”.

La mattina saranno presenti l’assessore del Comune di Firenze Sara Funaro e l’assessore del Comune di Scandicci Elena Capitani. Al pomeriggio (dalle 15.00 alle 18.00) si svolgerà una caccia al tesoro a squadre (aperta a tutti dagli 0 ai 99 anni) lungo l’asse della tramvia. In alcune stazioni (Nenni – Torregalli, Talenti, Paolo Uccello, Batoni, Federiga) le tante associazioni che partecipano all’iniziativa proporranno dei giochi da fare in società come cruciverba, rebus, indovinelli. L’obiettivo è quello di mettersi in gioco insieme, ma non azzardare! La premiazione sarà fatta alla stazione Resistenza. Ci si può già iscrivere chiamando lo 055-7591351 oppure tramite email a s.marini@comune.scandicci.fi.it oppure si potrà fare anche direttamente in piazza Resistenza alle ore 14.30. La giornata è fatta in collaborazione con Confcommercio e Confartigianato

Acqua a Jocotan

Acqua a Jocotan apre il Festival della Cooperazione.

Mani di persone diverse tengono un mappamondo

“Acqua a Jocotàn: dimostrazione pratica di tecniche sostenibili per l’accesso alla risorsa idrica nelle comunità rurali” è il titolo dell’incontro di mercoledì 15 gennaio 2014 alle 16 presso la saletta Cna di Scandicci (via 78esimo Reggimento Lupi di Toscana). L’iniziativa apre il Festival della Cooperazione (15 gennaio-19 febbraio) organizzato dal Forum territoriale per la Cooperazione di Firenze, con appuntamenti organizzati in varie sedi. All’incontro di apertura “Acqua in Jocotàn” di mercoledì 15 gennaio intervengono l’assessore alla Cooperazione del Comune di Scandicci Gabriele Coveri, il responsabile del Forum della Cooperazione internazionale della Provincia di Firenze Stefano Fusi, Oliviero Giorgi di Water right foundation, Elena Morselli di Mani Tese Firenze e Antonio Giacomin dell’Università degli Studi di Firenze; introduce Michela Nocetti dell’Associazione universitaria per la Cooperazione e lo sviluppo Aucs. Il seminario ha il contributo finanziario di Water Right Foundation e il patrocinio del Comune di Scandicci. Promotori del Festival della Cooperazione sono Regione Toscana, Provincia di Firenze, Forum territoriale della Cooperazione ed Euro African Partnership.