Giovane di Scandicci muore in Spagna dopo aggressione in Disco

Giovane di Scandicci muore in Spagna dopo aggressione in Disco

E’ di Scandicci, città al confine con Firenze, Niccolò Ciatti, il 22enne morto dopo un’aggressione in una discoteca nella località turistica spagnola di Lloret de Mar per la quale sono stati arrestati tre giovani di nazionalità russa.

Un ragazzo italiano di 22 anni, Niccolò Ciatti, è morto in Spagna, a LLoret de Mar in Costa Brava, a seguito di un violenta rissa in cui è stato coinvolto in una discoteca. Lo riferisce il quotidiano spagnolo La Vanguardia. La polizia, che indaga per omicidio, ha fermato tre russi di 20, 24 e 26 anni.

Secondo il quotidiano spagnolo, il ragazzo si trovava tra la vita e la morte già da ieri, dopo una rissa avvenuta attorno alle 3 del mattino. I tre presunti aggressori avrebbero colpito il giovane con pugni, calci in faccia e in testa prima di darsi alla fuga ed essere però individuati e fermati dalla polizia.

Il ragazzo, secondo quanto riferito dal sindaco di Scandicci, Sandro Fallani, abitava nel quartiere di Casellina con la famiglia. “Siamo sconvolti – ha detto il sindaco Fallani -, è un episodio tremendo che ci ha toccato profondamente ed è necessario che si faccia chiarezza. Tutta la città è vicina ai familiari, faremo qualsiasi cosa per aiutarli, con l’affetto e con tutto il supporto necessario”.

Ciatti  era stato trasportato in condizioni critiche all’ospedale Josep Trueta di Girona. L’aggressione, secondo quanto emerge dalle prime notizie, si è prodotta all’interno del locale.”La Farnesina conferma il decesso di un connazionale in Spagna a seguito di un’aggressione. La Farnesina e il Consolato Generale d’Italia a Barcellona stanno seguendo sin dall’inizio il caso con la massima attenzione. Il Consolato, che sta prestando alla famiglia ogni possibile assistenza, è in contatto con le Autorità locali e al momento sono in corso accertamenti volti a chiarire la dinamica dei fatti”. Lo riferisce una nota.

 

L'articolo Giovane di Scandicci muore in Spagna dopo aggressione in Disco proviene da www.controradio.it.

Da 2 giorni senza acqua: sulle colline di Scandicci arriva autobotte

Da 2 giorni senza acqua: sulle colline di Scandicci arriva autobotte

Problemi di approvvigionamento idrico in questi giorni nella zona collinaredi Scandicci (Firenze), in particolare in via di Giogoli, PoggioSecco, via Volterrana, via di Vingone e limitrofe

In una nota Publiacqua spiega di essere al lavoro con i propri tecnici di impianti e reti per individuare “le cause delle carenze idriche e porvi rimedio”. Nell’attesa il Comune di Scandicci da questo pomeriggio rende noto di aver inviato un’autobotte a Giogoli per la distribuzione di acqua, “che non è potabile a causa delle alte temperature di questi giorni. Per l’acqua potabile l’invito è a rifornirsi presso la fontana di piazza Kennedy o al fontanello di piazza Brunelleschi
a Vingone. “Anche oggi – spiega Publiacqua – una nostra squadra sta sezionando la rete acquedottistica locale per individuare eventuali perdite occulte che possano giustificare i consumi importanti ed anomali registrati nei giorni scorsi e che ancora non consentono il riempimento del locale serbatoio. Prosegue intanto l’integrazione dello stesso con autobotti, anche se queste non riescono a garantire un flusso continuo ed omogeneo alle utenze della zona ed in particolare a quelle poste più in alto. La produzione degli impianti è al massimo anche grazie alla messa in esercizio del Pozzo San Michele che integra il calo di produzione dall’impianto Pesa Vecchia”. Comune di Scandicci e Publiacqua fanno appello “a tutti i cittadini che in zona non sono interessati da carenza idrica a limitare i consumi a quelli strettamente necessari agli usi idropotabili”.
Sempre Publiacqua informa che in giornata i tecnici hanno poi registrato “una sensibile riduzione dell’acqua a disposizione delle frazioni di Mercatale e Montecampolesi” nel comune di San Casciano. “In attesa di individuare la causa di questo problema sono state effettuate manovre sugli impianti in modo da integrare la risorsa spinta su tali località in parte dal
capoluogo di San Casciano, con conseguenti possibili abbassamenti di pressione sullo stesso, ed in parte dall’impianto di Sambuca. Se la situazione di difficoltà dovesse perdurare dalla mattina di domani i nostri tecnici provvederanno ad aumentare ulteriormente la spinta dall’Impianto Sibille, che già dai giorni scorsi era stato portato a produrre 40 l/s.
Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che questo problema potrà creare loro”.

L'articolo Da 2 giorni senza acqua: sulle colline di Scandicci arriva autobotte proviene da www.controradio.it.

ROGO AL QUINTO PIANO DI UNA PALAZZINA: DUE FERITI

Quinto

Scandicci, fiamme in appartamento, l’allarme è sattato intorno alle 23.15 quando il rogo scoppiato al quinto piano di un palazzo, ha coinvolto due persone che riversano in condizioni non gravi, evacuati tutti i residenti.

Secondo le prime informazioni, una prima persona è riuscita a uscire dalla casa mentre l’altra è stato trovato dai vigili del fuoco all’interno.

I due sono stati trasferiti con le ambulanze al pronto soccorso: il primo all’ospedale di Torregalli, il secondo a quello di Careggi. Le loro condizioni non sarebbero gravi.

I vigili del fuoco arrivati sul posto hanno fatto evacuare per precauzione il palazzo di sei piani, e hanno spento le fiamme. Ancora ignote le cause del rogo. Sul posto anche il 118 e i carabinieri. Ora sono in corso le verifiche di stabilità e agibilità degli appartamenti.

The post ROGO AL QUINTO PIANO DI UNA PALAZZINA: DUE FERITI appeared first on Controradio.

MOSCHEA FIRENZE, BETTARINI: “MOSCHEA ATTUALE INADEGUATA”

moschea firenze incontro

🔈”C’è affollamento ma la presenza di abusivi è ridotta” ha detto l’assessore all’urbanistica di Firenze Bettarini: “spetta alla comunità islamica proporre nuovi spazi.”

“La moschea di borgo Allegri in centro a Firenze è ormai inadeguata”: lo ha detto oggi, durante il consiglio comunale tematico dedicato alla realizzazione di un nuovo centro di culto islamico in città, l’assessore all’urbanistica Giovanni Bettarini in aula. “Ci sono passato diverse volte, c’è affollamento”, spiega Bettarini sottolineando però che la presenza di abusivi rispetto agli scorsi anni è molto ridotta, “anche grazie alla collaborazione con la stessa comunità islamica”.

Riguardo a nuove proposte, dopo il fallimento dell’ipotesi lanciata dal sindaco Nardella di far accogliere la moschea alla ex caserma ‘Gonzaga’ dismessa ai confini con Scandicci (il segretario del Pd Matteo Renzi si espresse contro questa idea, poi emersero anche questioni tecniche e la proposta fu abbandonata), Bettarini ha spiegato che adesso ” spetta alla comunità islamica proporre nuovi spazi; a noi, qualora ve ne sia la possibilità, la volontà di collaborare in sede urbanistica”.

Giusto lo scorso 7 maggio era circolata la notizia sulla stampa locale della possibile costruzione della Moschea sul territorio comunale di Campi Bisenzio, ed immediatamente era partita la polemica, con richieste, pervenute da più parti, di spiegazioni da parte del sindaco Emiliano Fossi. “Leggo la Nazione stamani e mi vien da ridere se non fosse che si parla di cose serie e decisive per il futuro delle nostre società. Lo dico chiaro: non c’è nessuna ipotesi e nessun tipo di ragionamento in ponte, nel modo più assoluto” aveva commentato il sindaco di Campi Fossi.

“A Campi abbiamo tra l’altro un centro di Cultura e preghiera musulmana che raccoglie 500 fedeli, inaugurato dal sottoscritto, che è inserito molto bene nel nostro tessuto urbano e di comunità” aveva precisato: “un tema così importante e centrale delle nostre società aperte non possa essere trattato in modo dozzinale e come una qualsiasi “funzione scomoda”.”

BettariniGimmy Tranquillo ha intervistato l’assessore Bettarini ed i consiglieri Noferi, Cellai, Amato e Pezza:

170612_MOSCHEA_BETTARINI-CONSIGLIERI

The post MOSCHEA FIRENZE, BETTARINI: “MOSCHEA ATTUALE INADEGUATA” appeared first on Controradio.

MOSCHEA FIRENZE, BETTARINI: “MOSCHEA ATTUALE INADEGUATA”

moschea firenze incontro

🔈”C’è affollamento ma la presenza di abusivi è ridotta” ha detto l’assessore all’urbanistica di Firenze Bettarini: “spetta alla comunità islamica proporre nuovi spazi.”

“La moschea di borgo Allegri in centro a Firenze è ormai inadeguata”: lo ha detto oggi, durante il consiglio comunale tematico dedicato alla realizzazione di un nuovo centro di culto islamico in città, l’assessore all’urbanistica Giovanni Bettarini in aula. “Ci sono passato diverse volte, c’è affollamento”, spiega Bettarini sottolineando però che la presenza di abusivi rispetto agli scorsi anni è molto ridotta, “anche grazie alla collaborazione con la stessa comunità islamica”.

Riguardo a nuove proposte, dopo il fallimento dell’ipotesi lanciata dal sindaco Nardella di far accogliere la moschea alla ex caserma ‘Gonzaga’ dismessa ai confini con Scandicci (il segretario del Pd Matteo Renzi si espresse contro questa idea, poi emersero anche questioni tecniche e la proposta fu abbandonata), Bettarini ha spiegato che adesso ” spetta alla comunità islamica proporre nuovi spazi; a noi, qualora ve ne sia la possibilità, la volontà di collaborare in sede urbanistica”.

Giusto lo scorso 7 maggio era circolata la notizia sulla stampa locale della possibile costruzione della Moschea sul territorio comunale di Campi Bisenzio, ed immediatamente era partita la polemica, con richieste, pervenute da più parti, di spiegazioni da parte del sindaco Emiliano Fossi. “Leggo la Nazione stamani e mi vien da ridere se non fosse che si parla di cose serie e decisive per il futuro delle nostre società. Lo dico chiaro: non c’è nessuna ipotesi e nessun tipo di ragionamento in ponte, nel modo più assoluto” aveva commentato il sindaco di Campi Fossi.

“A Campi abbiamo tra l’altro un centro di Cultura e preghiera musulmana che raccoglie 500 fedeli, inaugurato dal sottoscritto, che è inserito molto bene nel nostro tessuto urbano e di comunità” aveva precisato: “un tema così importante e centrale delle nostre società aperte non possa essere trattato in modo dozzinale e come una qualsiasi “funzione scomoda”.”

BettariniGimmy Tranquillo ha intervistato l’assessore Bettarini ed i consiglieri Noferi, Cellai, Amato e Pezza:

170612_MOSCHEA_BETTARINI-CONSIGLIERI

The post MOSCHEA FIRENZE, BETTARINI: “MOSCHEA ATTUALE INADEGUATA” appeared first on Controradio.