Scandicci, convegno internazionale di ufologia al Castello dell’Acciaiolo

Scandicci, convegno internazionale di ufologia al Castello dell’Acciaiolo

Una giornata di studi al Castello dell’Acciaiolo con relatori internazionali e non, per parlare di fenomeni extra terrestri nel passato e nel presente

Tutto pronto per la diciottesima edizione del convegno internazionale di ufologia dal titolo “Ufo: tutto molto interessante” promosso come ogni anno a Firenze dal Gaus – Gruppo Accademico Ufologico Scandicci. All’appuntamento, in programma domani dalle ore 9.30 alle 19.00 presso la sala conferenze del Castello dell’Acciaiolo a Scandicci (via Pantin 63), parteciperanno “relatori illustri e inediti” per questa manifestazione. Ospite speciale della manifestazione sarà l’attore e conduttore televisivo Marco Columbro che interverrà nel corso della giornata.

Il congresso, che ha ottenuto il patrocino della Regione Toscana e del Comune di Scandicci, sarà sostanzialmente suddiviso in due sessioni. Nella prima parte della mattinata la giornalista Mediaset Sabrina Pieragostini, in occasione del 20° anniversario dall’avvistamento di massa di Ufo avvenuto a Phoenix (Arizona), relazionerà su questo straordinario evento avvenuto il 13 marzo 1997. A seguire Marco Baldini del Gaus aggiornerà sulle ultime notizie di rilievo in ambito ufologico e ci presenterà gli ultimi risultati emersi dalle analisi forensi su recenti fotografie di Ufo scattate in Valmalenco (Sondrio).

Per continuare le tematiche affrontate lo scorso anno, nella seconda parte della mattinata, verrà analizzato ed approfondito il tema dell’impatto del fenomeno Ufo in ambito religioso grazie alla preziosa testimonianza di Svamini SuddhAnanda Giri, monaca induista, rappresentante dell’Unione Induista Italiana e di Daniela Muggia, esperta traduttrice di testi sul Buddhismo Tibetano. La sessione pomeridiana sarà animata invece da relatori provenienti dal mondo universitario che presenteranno le più interessanti tesi discusse negli ultimi anni sull’argomento: Sara Rolando proporrà il suo lavoro sul tema dell’Esopolitica e Filippo Sarpa presenterà la propria ricerca sul tema dell’Archeologia Misteriosa in Perù, Bolivia ed Isola di Pasqua. Nel corso del pomeriggio l’Associazione Gaus presenterà la straordinaria testimonianza di un avvistamento Ufo da parte un ex pilota militare e un approfondimento sulla notizia circa il ritrovamento, nei pressi di Nazca (Perù) di ”strane” mummie risalenti forse a 1700 anni fa.

L'articolo Scandicci, convegno internazionale di ufologia al Castello dell’Acciaiolo proviene da www.controradio.it.

‘Il Libro della Vita’, al via la 4ª Edizione

‘Il Libro della Vita’, al via la  4ª Edizione

🔈Scandicci, torna per il quarto anno consecutivo la rassegna dedicata a Il Libro della vita, la domenica mattina alle 11:00 in piazza della Resistenza.

Il Libro della Vita nasce da un’idea del giornalista Raffaele Palumbo ed una rassegna che ha visto passare durante le precedenti edizione più di 15mila persone, ormai diventati una comunità.

Ciascun appuntamento del Libro della vita è un evento unico.

Dal decano della politica italiana Emanuele Macaluso che ci parlerà dei Miserabili di Hugo, ad una irresistibile Maria Cassi che porterà alla scoperta dei significati profondi del teatro, fino al dialogo tra Sergio Staino e Pupi Avati, sarà un ciclo di incontri capace di spaziare in un ambiente immaginifico, dove tutti i protagonisti sono accomunati da una cosa: hanno una storia da raccontare.

Come per Il Principe raccontato dal massimo esperto di Machiavelli Maurizio Viroli, docente a Princeton, o per il racconto/evento che Stefano Bartezzaghi farà degli Esercizi di Stile.

O come le voci di Eraldo Affinati, Nada, Simona Baldanzi e Antonio Natali sapranno fare. Senza dimenticare la ex sindaca di Lampedusa, Giusi Nicolini, candidata al Premio Nobel per la Pace. Fino all’evento speciale, a maggio, con lo straordinario pensatore Igor Sibaldi che ci racconterà Resurrezione di Tolstoj.

Il Libro della vita ha incontrato il favore di tanti cittadini perché è una rassegna dove non si vende né si promuove niente. Centrale è dinamica del dono.

La rassegna è animata da personaggi autorevoli, grandi affabulatori, che in 50 minuti, senza interruzioni, ci raccontano il libro che ha segnato la loro esistenza. Un pretesto per far innamorare il pubblico di un testo.

Una sorta di piccola grande scuola di lettura, straordinariamente eterogenea per linguaggi, temi, libri, personaggi, stili.

E soprattutto fortemente democratica.

L’affabulazione e la divulgazione deve infatti essere di livello alto ma attraverso un linguaggio comprensibile e condivisibile da tutti.

È per questa ragione che siamo riusciti ad attrarre persone di tutte le età, culture, estrazioni sociali.

Ed anche provenienze, registrando sempre la presenza di tante cittadini arrivati anche da altre regioni d’Italia, oltre che da tutti i comuni della città metropolitana e di tanti comuni toscani.

Il Libro della VitaGimmy Tranquillo ha intervistato il sindaco di Scandicci Sandro Fallani:

INFO: http://www.librodellavita.net/

L'articolo ‘Il Libro della Vita’, al via la 4ª Edizione proviene da www.controradio.it.

Giovane di Scandicci muore in Spagna dopo aggressione in Disco

Giovane di Scandicci muore in Spagna dopo aggressione in Disco

E’ di Scandicci, città al confine con Firenze, Niccolò Ciatti, il 22enne morto dopo un’aggressione in una discoteca nella località turistica spagnola di Lloret de Mar per la quale sono stati arrestati tre giovani di nazionalità russa.

Un ragazzo italiano di 22 anni, Niccolò Ciatti, è morto in Spagna, a LLoret de Mar in Costa Brava, a seguito di un violenta rissa in cui è stato coinvolto in una discoteca. Lo riferisce il quotidiano spagnolo La Vanguardia. La polizia, che indaga per omicidio, ha fermato tre russi di 20, 24 e 26 anni.

Secondo il quotidiano spagnolo, il ragazzo si trovava tra la vita e la morte già da ieri, dopo una rissa avvenuta attorno alle 3 del mattino. I tre presunti aggressori avrebbero colpito il giovane con pugni, calci in faccia e in testa prima di darsi alla fuga ed essere però individuati e fermati dalla polizia.

Il ragazzo, secondo quanto riferito dal sindaco di Scandicci, Sandro Fallani, abitava nel quartiere di Casellina con la famiglia. “Siamo sconvolti – ha detto il sindaco Fallani -, è un episodio tremendo che ci ha toccato profondamente ed è necessario che si faccia chiarezza. Tutta la città è vicina ai familiari, faremo qualsiasi cosa per aiutarli, con l’affetto e con tutto il supporto necessario”.

Ciatti  era stato trasportato in condizioni critiche all’ospedale Josep Trueta di Girona. L’aggressione, secondo quanto emerge dalle prime notizie, si è prodotta all’interno del locale.”La Farnesina conferma il decesso di un connazionale in Spagna a seguito di un’aggressione. La Farnesina e il Consolato Generale d’Italia a Barcellona stanno seguendo sin dall’inizio il caso con la massima attenzione. Il Consolato, che sta prestando alla famiglia ogni possibile assistenza, è in contatto con le Autorità locali e al momento sono in corso accertamenti volti a chiarire la dinamica dei fatti”. Lo riferisce una nota.

 

L'articolo Giovane di Scandicci muore in Spagna dopo aggressione in Disco proviene da www.controradio.it.

Da 2 giorni senza acqua: sulle colline di Scandicci arriva autobotte

Da 2 giorni senza acqua: sulle colline di Scandicci arriva autobotte

Problemi di approvvigionamento idrico in questi giorni nella zona collinaredi Scandicci (Firenze), in particolare in via di Giogoli, PoggioSecco, via Volterrana, via di Vingone e limitrofe

In una nota Publiacqua spiega di essere al lavoro con i propri tecnici di impianti e reti per individuare “le cause delle carenze idriche e porvi rimedio”. Nell’attesa il Comune di Scandicci da questo pomeriggio rende noto di aver inviato un’autobotte a Giogoli per la distribuzione di acqua, “che non è potabile a causa delle alte temperature di questi giorni. Per l’acqua potabile l’invito è a rifornirsi presso la fontana di piazza Kennedy o al fontanello di piazza Brunelleschi
a Vingone. “Anche oggi – spiega Publiacqua – una nostra squadra sta sezionando la rete acquedottistica locale per individuare eventuali perdite occulte che possano giustificare i consumi importanti ed anomali registrati nei giorni scorsi e che ancora non consentono il riempimento del locale serbatoio. Prosegue intanto l’integrazione dello stesso con autobotti, anche se queste non riescono a garantire un flusso continuo ed omogeneo alle utenze della zona ed in particolare a quelle poste più in alto. La produzione degli impianti è al massimo anche grazie alla messa in esercizio del Pozzo San Michele che integra il calo di produzione dall’impianto Pesa Vecchia”. Comune di Scandicci e Publiacqua fanno appello “a tutti i cittadini che in zona non sono interessati da carenza idrica a limitare i consumi a quelli strettamente necessari agli usi idropotabili”.
Sempre Publiacqua informa che in giornata i tecnici hanno poi registrato “una sensibile riduzione dell’acqua a disposizione delle frazioni di Mercatale e Montecampolesi” nel comune di San Casciano. “In attesa di individuare la causa di questo problema sono state effettuate manovre sugli impianti in modo da integrare la risorsa spinta su tali località in parte dal
capoluogo di San Casciano, con conseguenti possibili abbassamenti di pressione sullo stesso, ed in parte dall’impianto di Sambuca. Se la situazione di difficoltà dovesse perdurare dalla mattina di domani i nostri tecnici provvederanno ad aumentare ulteriormente la spinta dall’Impianto Sibille, che già dai giorni scorsi era stato portato a produrre 40 l/s.
Publiacqua si scusa con i cittadini per i disagi che questo problema potrà creare loro”.

L'articolo Da 2 giorni senza acqua: sulle colline di Scandicci arriva autobotte proviene da www.controradio.it.

ROGO AL QUINTO PIANO DI UNA PALAZZINA: DUE FERITI

Quinto

Scandicci, fiamme in appartamento, l’allarme è sattato intorno alle 23.15 quando il rogo scoppiato al quinto piano di un palazzo, ha coinvolto due persone che riversano in condizioni non gravi, evacuati tutti i residenti.

Secondo le prime informazioni, una prima persona è riuscita a uscire dalla casa mentre l’altra è stato trovato dai vigili del fuoco all’interno.

I due sono stati trasferiti con le ambulanze al pronto soccorso: il primo all’ospedale di Torregalli, il secondo a quello di Careggi. Le loro condizioni non sarebbero gravi.

I vigili del fuoco arrivati sul posto hanno fatto evacuare per precauzione il palazzo di sei piani, e hanno spento le fiamme. Ancora ignote le cause del rogo. Sul posto anche il 118 e i carabinieri. Ora sono in corso le verifiche di stabilità e agibilità degli appartamenti.

The post ROGO AL QUINTO PIANO DI UNA PALAZZINA: DUE FERITI appeared first on Controradio.