Auroradisera 2019, cinque date con grandi protagonisti

Auroradisera 2019, cinque date con grandi protagonisti

?Scandicci, grandi protagonisti della scena teatrale e della cultura al Teatro Aurora di Scandicci con Auroradisera, la rassegna ideata e organizzata dalla Fondazione Toscana Spettacolo onlus e dal Comune di Scandicci.

Auroradisera si terrà dal 10 gennaio2019 torna con un ricco programma di artisti al servizio dello spettacolo e della cultura, una rassegna popolare che ogni anno intercetta un vasto pubblico, per questa edizione, ad oggi, sono stati sottoscritti 361 abbonamenti, 33 in più rispetto alla passata edizione.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Patrizia Coletta, direttore di Fondazione Toscana Spettacolo e la Portavoce del Sindaco di Scandicci Claudia Sereni:

Inaugurazione scoppiettante, giovedì 10 gennaio (ore 21.15, come per tutti gli spettacoli), grazie alla simpatia, alla verve e alla musica di Paolo Belli. Infatti, si canta, si balla e si ride con PUR DI FARE MUSICA, spettacolo di cui lo showman è motore di un travolgente intrattenimento multidisciplinare che alterna momenti recitati comici ed esilaranti ad altri puramente musicali, nei quali trovano spazio, ri-arrangiati per l’occasione, non solo i pezzi più noti ed amati del repertorio del protagonista, ma anche alcuni tributi ai suoi “maestri”.

Mercoledì 30 gennaio, Valentina Lodovini, pluripremiata attrice di cinema (tra gli altri riconoscimenti, Davide di Donatello nel 2011 per Benvenuti al Sud), si presenta in un testo di Dario Fo e Franca Rame, TUTTA CASA, LETTO E CHIESA. Testo ironico e sferzante, scritto nel 1977 a quattro mani dal premio Nobel con la moglie, messo in scena in oltre trenta paesi. È un affresco sulla condizione femminile, che ci propone quattro donne, di condizioni diverse, ma sempre sfruttate.

Maria Cassi arriva giovedì 14 febbraio con CINEMARIA, affiancata dall’Ensemble Jazz della Scuola di Musica di Fiesole. L’attrice veste i panni di Cesare Zavattini, il grande sceneggiatore italiano di Miracolo a Milano (1951), Quattro passi tra le nuvole (1942) e Sciuscià (1946), in uno spettacolo recitato, cantato e musicato dal vivo. Uno show esilarante e divertente, dove il cinema incontra il teatro.

IL RIGORE CHE NON C’ERA è lo spettacolo che venerdì 15 marzo vede a Scandicci il giornalista sportivo Federico Buffa, in veste di storyteller, con un testo che parte dalle storie sportive per diventare poi un affresco storico, poetico, musicale. Il giornalista sarà protagonista domenica 17 marzo dell’iniziativa Il libro della vita, organizzata dal Comune di Scandicci (Nuovo Auditorium piazzale della Resistenza Scandicci, ore 11, ingresso libero).

La chiusura di stagione, lunedì 8 aprile, è affidata a Tullio Solenghi protagonista di DECAMERON. UN RACCONTO ITALIANO IN TEMPO DI PESTE. Il popolare attore di teatro, cinema, televisivo restituisce allo spettatore la lingua originale del Decamerone di Boccaccio, rendendola accessibile e comprensibile come fosse la lingua di un testo contemporaneo. Il risultato è uno spettacolo divertente e di grande raffinatezza.

FTS “Aspettando i 30 anni”: per il suo trentennale (autunno 2019) Fondazione Toscana Spettacolo già nella stagione 2018-2019 propone iniziative rivolte al pubblico per offrire sempre nuove occasioni di vivere lo spettacolo dal vivo e di raccontare l’esperienza a teatro: Carta dello spettatore FTS, biglietto sospeso, biglietto futuro, buon compleanno a teatro, carta dello Studente della Toscana, diventa storyteller. Proposte per il pubblico di oggi e di domani, per una partecipazione ancora più inclusiva.

INFO: http://www.toscanaspettacolo.it/36168/auroradisera-2019-lo-spettacolo-dal-vivo-a-scandicci/

L'articolo Auroradisera 2019, cinque date con grandi protagonisti proviene da www.controradio.it.

Baby-tree sitting per il tuo Albero di Natale

Baby-tree sitting per il tuo Albero di Natale

Scandicci, chi per queste feste abbia acquistato un albero di Natale con radici in vaso, e non sappia dove conservarlo per i prossimi mesi, dal prossimo 6 gennaio lo potrà affidare al Parco di Poggio Valicaia, sulle colline di Scandicci dove è stato allestito uno speciale servizio di ‘tree sitting’.

L’albero di Natale, spiega il Comune di Scandicci, sarà innaffiato e curato dai giardinieri e potrà essere ripreso dai proprietari per il Natale 2019 dietro il versamento di un contributo, solo 10 euro comprensivi di tutto per chi lo lascia da gennaio a dicembre 2019

Se poi l’albero rimane in affido per 24 mesi e il proprietario non lo rivuole, verrà piantato nel parco. È perfino previsto che durante la permanenza nel parco, qualora emergessero delle esigenze specifiche, i proprietari saranno avvertiti e l’albero potrà essere portato in un vivaio per le cure necessarie.

L’iniziativa è seguita dalla direzione del Parco di Poggio Valicaia che si avvale come ‘tree sitter’ di giardinieri e vivaisti professionisti.

Inoltre, ad ogni albero di Natale ospite del parco verrà assegnato un nome.

I VANTAGGI:

  • Non occupi spazio in casa per la rimessa dell’albero.
  • L’albero non soffre il caldo nei mesi estivi o la mancanza di luce nelle cantine.
  • L’albero non si rovina: niente spelacchio il prossimo Natale!
  • Contribuisci con un’azione concreta alla diminuzione dell’utilizzo delle plastiche, primo devastante inquinante dei mari, materia presente in quantità negli inceneritori.
  • Fai sentire la tua voce, a favore della crescita di un albero VERO, con le radici, evitando il taglio di mozziconi morti, punte di albero puramente decorative.

QUANDO CONSEGNARE: dal 6 gennaio 2019

  • scegli il nome del tuo albero (Nessuna Idea? Ecco alcuni suggerimenti: Alfonso, Gualtiero, Luce del Nord)
  • scrivi il nome in un cartellino o in un pezzettino di scotch in modo da rendere riconoscibile il tuo albero fra tanti.
  • mandaci un messaggio privato su fb con la volontà di lasciare l’albero per il baby-tree-sitteraggio al Parco Poggio Valicaia per il 2019. Includi: nome e cognome di un proprietario, numero di cellulare, nome dell’albero.
  • Recati con l’albero il giorno concordato al Parco Poggio Valicaia fai una foto al tuo albero sotto il grande arco coperto di ingresso al Parco, includendo #NOMEdell’albero e l’hashtag #NOmoreSPELACCHIO
  • Tagga @ParcoPoggioValicaia e segui le fasi di crescita del tuo albero.

L'articolo Baby-tree sitting per il tuo Albero di Natale proviene da www.controradio.it.

Scandicci: 47enne muore cadendo da bici

Scandicci: 47enne muore cadendo da bici

Un ciclista di 47 anni è morto questo pomeriggio in un incidente avvenuto in via Canto delle Gracchie, sulle colline di Scandicci (Firenze).

Secondo una prima ricostruzione della polizia municipale, l’uomo stava percorrendo la strada in discesa nei pressi di Scandicci, quando avrebbe perso il controllo della bici per cause in corso di accertamento.

La caduta è stata fatale per l’uomo che è morto sul colpo. Sul posto anche i sanitari del 118, che non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

L'articolo Scandicci: 47enne muore cadendo da bici proviene da www.controradio.it.

Scandicci: 47enne muore cadendo da bici

Scandicci: 47enne muore cadendo da bici

Un ciclista di 47 anni è morto questo pomeriggio in un incidente avvenuto in via Canto delle Gracchie, sulle colline di Scandicci (Firenze).

Secondo una prima ricostruzione della polizia municipale, l’uomo stava percorrendo la strada in discesa nei pressi di Scandicci, quando avrebbe perso il controllo della bici per cause in corso di accertamento.

La caduta è stata fatale per l’uomo che è morto sul colpo. Sul posto anche i sanitari del 118, che non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

L'articolo Scandicci: 47enne muore cadendo da bici proviene da www.controradio.it.

Firenze: ingerisce 17 ovuli eroina per evitare arresto, preso

Firenze: ingerisce 17 ovuli eroina per evitare arresto, preso

Sorpreso dai carabinieri mentre vendeva una dose di eroina, ieri a Scandicci  in provincia di Firenze, nel tentativo di evitare l’arresto ha ingerito tutti e 17 gli ovuli dello stupefacente che aveva con sé, per un totale di circa 15 grammi.

L’uomo, un 29enne, è stato portato all’ospedale San Giovanni di Dio per gli esami diagnostici e le cure dopo aver ingerito i 17 ovuli, e poi arrestato con l’accusa di spaccio e detenzione ai fini di spaccio.

Sequestrati dai militari 135 euro che il 29enne, originario della Nigeriaaveva con sé, considerati frutto dello spaccio di droga.

 

L'articolo Firenze: ingerisce 17 ovuli eroina per evitare arresto, preso proviene da www.controradio.it.