Scuola: Nardella,evitare chiusura, focolai non partono da lì

Scuola: Nardella,evitare chiusura, focolai non partono da lì

Lo ha scritto su Facebook, il sindaco di Firenze Dario Nardella per evitare la chiusura delle scuole

“Per favore non si riprenda la scorciatoia di imporre nuovamente la chiusura della scuola in Italia per risolvere i problemi del contagio da Covid-19. Se prendiamo Firenze, possiamo dimostrare con i dati epidemiologici che dalle scuole della città non è partito nessun focolaio”.

Lo ha scritto su Facebook, il sindaco di Firenze Dario Nardella che ha sottolineato come “il problema dei contagi tra i giovani parte dalle attività esterne, feste, ritrovi, movida. Il paradosso italiano è che chiudiamo le scuole e consentiamo ai giovani di andare ovunque”.

Il sindaco ha poi parlato di un possibile ‘contropiano’ basato “sul modello Firenze” ovvero “completare il prima possibile tutta la vaccinazione del personale docente con l’ausilio della nuova task force creata dal generale Figliuolo e screening di massa con tamponi in tutte le scuole per monitorare continuamente il contagio e intervenire tempestivamente, isolando le singole classi. Nel caso in cui venga riscontrato un caso positivo lo step successivo dovrebbe essere lo screening su tutta la scuola”. Secondo Nardella c’è poi la necessità di “reintrodurre il medico scolastico in accordo con la Ausl di riferimento e garantire al contempo un canale preferenziale tra la scuola e il presidio sanitario per qualunque evenienza e necessità della popolazione studentesca, del personale amministrativo e degli insegnanti” ma anche di avere sempre “protezione civile volontari e steward per presidiare mezzi di trasporto e ingressi nelle scuole”. Serve poi lo “sfalsamento degli orari di ingresso e uscita, evitare di chiudere sevizi all’infanzia in assenza di provvedimenti seri su congedi parentali e implementare controlli nei luoghi di assembramento giovanile pomeridiani” come “parchi e strutture sportive”.

L'articolo Scuola: Nardella,evitare chiusura, focolai non partono da lì proviene da www.controradio.it.