Sicurezza idrogeologica delle scuole

Sicurezza idrogeologica delle scuole

🔈Firenze, presentati oggi nell’aula magna del rettorato Unifi, i risultati di un’indagine sulla sicurezza idrogeologica, condotta in 15 scuole, nell’ambito di un progetto di educazione a cura di Inail Toscana.

Sviluppare la cultura della sicurezza idrogeologica, promuovere la diffusione della conoscenza dei rischi e aumentare la resilienza tra docenti, personale amministrativo, tecnico e ausiliario e studenti che frequentano ogni giorno gli edifici scolastici pubblici, nella prospettiva di tutelare la salute e la sicurezza sul lavoro, sono questi gli obiettivi di un progetto presentato nella sua quarta edizione giovedì all’Università di Firenze.

L’iniziativa vede coinvolto il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze ed è promosso da Inail Direzione regionale per la Toscana, in collaborazione con Regione Toscana (Direzione Istruzione e Formazione) e Ufficio Scolastico Regionale.

L’obiettivo dell’appuntamento e quello di ribadire la centralità dell’educazione ai rischi naturali e dell’attività volta ad accrescere la capacità di far fronte alle situazioni di emergenza: per esempio attraverso metodologie che possano garantire la continuità delle attività in caso di eventi eccezionali, soluzioni in grado di mitigare i rischi di infortunio sul lavoro in occasioni legate ad alluvioni, sismi e frane, o grazie a buone pratiche utili a minimizzare l’impatto di una calamità.

Durante l’incontro saranno illustrati i risultati di un’indagine sulla sicurezza scolastica realizzata in quindici scuole della Toscana valutate sulla base di un indicatore (Geohazard Safety Classification) che misura il rischio di ciascun edificio. E saranno illustrate le principali azioni messe in campo in questa rilevazione. Dai questionari volti a conoscere il grado di consapevolezza dei rischi tra i lavoratori delle scuole pubbliche, alle schede di sintesi sul livello di sicurezza degli edifici fino alla messa a punto di procedure di allerta standardizzate.

Claudio Gherardini ha intervistato Nicola Casagli del Dipartimento di Scienze della Terra:

L'articolo Sicurezza idrogeologica delle scuole proviene da www.controradio.it.

Toscana, 16.36% automobili senza assicurazione

Toscana, 16.36% automobili senza assicurazione

Secondo dati forniti del ministero, relativi al mese di febbrario dell’anno 2017, in Toscana la percentuale delle auto circolanti senza assicurazione risulterebbe essere del 16.36% su un totale di 2889590 veicoli.

La percentuale Toscana delle auto che circolano senza assicurazione è tuttavia più bassa di quella a livello nazionale, che risulta essere del 22.06% su un totale di 44169717 veicoli e si abbasserebbe ulteriormente a Firenze dove si calcola sia del 14.09% su un totale di 865145 veicoli.

Questi dati vengono pubblicati dall’Osservatorio del sito web Facile.it, che stima anche che nel corso del mese di settembre 2017 il premio medio RC auto calcolato nella regione Toscana è stato di 658,00€, con un premio minimo di 174,35 €, calcolato per automobilista di sesso femminile di 39 anni, con 1ª classe di merito ed alla guida di Toyota Yaris 3ª serie immatricolata nel 08/2017.

La variazione rispetto a 6 mesi fa (609,52€) è del +7,95%. Rispetto allo stesso mese di un anno fa (560,08€) la tariffa media fa segnare un +17,48%.

Tra gli altri dati interessanti pubblicati dal sito abbiamo quello sull’età media delle automobili in Toscana che è di 8,78 anni, e del loro valore medio che si assesta sui 9.709,27€.

Fra le garanzie accessorie, da includere nella polizza, la più scelta nel mese di settembre è stata quella della polizza Assistenza Stradale, richiesta dal 39,60% degli utenti che hanno calcolato un preventivo RC auto nella regione Toscana.

L'articolo Toscana, 16.36% automobili senza assicurazione proviene da www.controradio.it.

Salute mentale, open day per donne a Borgo San Lorenzo

Salute mentale, open day per donne a Borgo San Lorenzo

In occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale saranno offerti servizi gratuiti clinico-diagnostici e informativi dedicati alle donne che soffrono di disturbi psichici

Martedì 17 ottobre nell’Ospedale del Mugello, a Borgo San Lorenzo, in occasione della Giornata Mondiale della Salute Mentale (che si celebra il 10 ottobre), saranno offerti servizi gratuiti clinico-diagnostici e informativi dedicati alle donne che soffrono di ansia, depressione, disturbi dell’umore e del sonno, psicosi e disturbi del comportamento alimentare. L’iniziativa fa parte del progetto dell’(H)-Open dayed è stata promossa da Onda, Osservatorio Nazionale sulla salute della donna, con il patrocinio della Società Italiana di Psichiatria e della Società italiana di Neuropsicofarmacologia.

Dalle 9 alle 18, presso il Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura, sarà disponibile personale sanitario per consulenze psichiatriche, test di screening, visite ed esami gratuiti e consegna di materiale informativo per le donne ed i loro familiari, senza bisogno di nessuna prenotazione. I servizi offerti sono consultabili sul sito www.bollinirosa.it, dove è possibile visualizzare l’elenco dei centri aderenti con indicazioni su date e orari.

Tutte le strutture sul territorio nazionale che aderiscono all’iniziativa dell’(H)-Open day, giunta alla sua quarta edizione, durante la settimana dal 10 al 17 ottobre apriranno le porte alla popolazione femminile. L’obiettivo del progetto non è solo quello di migliorare l’accesso alle cure di disturbi psichici ma soprattutto quello di favorire la nascita di un ambiente, sia familiare che sociale, in cui le donne si sentano libere di parlare e chiedere aiuto, superando lo stigma che ancora oggi affligge chi soffre di patologie psichiche.

L'articolo Salute mentale, open day per donne a Borgo San Lorenzo proviene da www.controradio.it.

Riqualificato campo di calcio di Mantignano Ugnano

Riqualificato campo di calcio di Mantignano Ugnano

Firenze, inaugurato un nuovo manto in erba sintetica per il campo di calcio a 11 dell’impianto sportivo di , grazie ad un investimento del Comune di Firenze di 475mila euro.

Sabato pomeriggio, il sindaco Dario Nardella e l’assessore allo Sport Andrea Vannucci, insieme al presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni, hanno infatti tagliato il nastro al campo di calcio che serve una fetta molto ampia di giovani e di sportivi fiorentini.

“Una promessa mantenuta – ha detto il sindaco Dario Nardella -. un impegno concreto verso tutto il quartiere. Questo impianto, e la società che lo gestisce, sono un punto di riferimento e lo inauguriamo perché c’è stata la determinazione di tutti. Noi abbiamo investito energie e risorse per ottenere una struttura bella e sicura dove i ragazzi possano divertirsi. Questa è la cosa che più ci gratifica”.

“Mantenere le promesse – ha detto l’assessore allo sport Andrea Vannucci- è la cosa più bella del mio lavoro. Abbiamo deciso di investire in questo impianto perché centrale per tutto il quartiere. Grazie al lavoro costante dei nostri uffici per fare in modo che alla fine dell’estate questi lavori potessero essere finiti, abbiamo ottenuto il risultato voluto. Questo impianto adesso ha fatto un salto di qualità, e continueremo ad investire qui”.

“Un intervento fortemente voluto dai cittadini e dal quartiere 4 – ha detto il presidente del Q4 Mirko Dormentoni – che realizzandosi fa dell’impianto sportivo di Mantignano-Ugnano uno dei più belli e funzionali della città”.

L'articolo Riqualificato campo di calcio di Mantignano Ugnano proviene da www.controradio.it.

Disabili, Toschi: legge toscana e’ vera rivoluzione

Disabili,  Toschi: legge toscana  e’ vera rivoluzione

Il consigliere per le politiche sulla disabilita’ del presidente della Toscana Enrico Rossi: “l’impianto della legge  per la prima volta affronta l’intera questione delle politiche della disabilita: i diritti alla salute, allo studio e al lavoro, ma  anche alla cultura e allo sport”.

‘Una rivoluzione culturale e di linguaggio’. Cosi’ Massimo Toschi, consigliere per le politiche
sulla disabilita’ del presidente della Toscana Enrico Rossi, commenta il via libera alla legge sui diritti e sulle politiche per le persone disabili, approvato nei giorni scorsi dal
Consiglio regionale.
 ‘Per la prima volta il Consiglio toscano ha discusso a tutto tondo le politiche della disabilita’ che hanno il loro fondamento nella Costituzione e nella convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilita’. Ecco le parole chiave: persona, diritto alla vita indipendente, accessibilita”. Il testo prevede, spiega una nota, che, ad esempio, i servizi rivolti ai disabili non si interrompano piu’ superati i 65 anni d’eta’, e che non si attivino piu’ solo al compimento dei diciotto anni. ‘La pietra angolare – prosegue Toschi – e’ il lemma
‘persona’: i disabili sono persone e questa parola chiave apre scenari nuovi. Le persone disabili pongono la questione dei diritti sociali; le persone disabili domandano il progetto di
vita indipendente’. Per Toschi, ‘il testo approvato in Consiglio poteva essere piu’ coraggioso, soprattutto sulla questione delle barriere architettoniche ma la legge mantiene tutta la sua forza culturale di apertura e di innovazione’. ‘Non guardiamo le singole parole – conclude – ma l’impianto della legge che per la prima volta affronta l’intera questione delle politiche della disabilita: i diritti alla salute, allo studio e al lavoro, ma anche alla cultura e allo sport. Un buon punto di partenza da cui si puo’ solo migliorare’.

L'articolo Disabili, Toschi: legge toscana e’ vera rivoluzione proviene da www.controradio.it.