Museo degli Innocenti: visita tematica “C’era una volta un putto in fasce”

Museo degli Innocenti: visita tematica “C’era una volta un putto in fasce”

Si rinnova nel fine settimana l’appuntamento con le attività per famiglie promosse al Museo degli Innocenti attraverso la Bottega dei ragazzi. Sabato 16 marzo, alle ore 11, è in programma la speciale visita tematica C’era una volta un putto in fasce.

I partecipanti scopriranno con racconti itineranti, nel portico e davanti alle opere della collezione, la storia di tanti bambini diventati grandi che hanno vissuto la loro infanzia nella grande casa degli Innocenti, a partire da Agata Smeralda, la prima ospite dell’Istituto.

“C’era una volta una piccola bimba di nome Agata Smeralda … era il 5 febbraio del 1445”, nella metà del 1400 inizia infatti a Firenze la storia della grande Casa per i bambini: l’Ospedale degli Innocenti, una storia che prosegue ancora oggi sempre in favore di accoglienza e tutela dei più piccoli.

La visita tematica è indicata per bambini dai 7 agli 11 anni; prenotazioni al numero 055 2478386 o labottegadeiragazzi@istitutodeglinnocenti.it o direttamente in biglietteria il giorno dell’evento fino a esaurimento posti. Costo attività 5 euro a persona, gratuito per i bambini sotto i 6 anni, ingresso al Museo gratuito.

Le attività laboratoriali sono realizzate grazie al sostegno di F.I.L.A. Fabbrica Italiana Lapis ed Affini (special supporter), partner della proposta educativa del Museo degli Innocenti e de La Bottega dei Ragazzi, e di Mukki (supporter).

Il Museo degli Innocenti è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 19, la biglietteria chiude alle 18.30. Informazioni al numero 055 2037308, tutte le attività in programma sono consultabili sul sito www.museodeglinnocenti.it.

L'articolo Museo degli Innocenti: visita tematica “C’era una volta un putto in fasce” proviene da www.controradio.it.

 Firenze: via libera a nuova ludoteca Nidiaci

 Firenze:  via libera a nuova ludoteca Nidiaci

Il progetto consegnato dal privato fa proprie le indicazioni del Comune per un miglior intervento complessivo sulla struttura di via dell’Ardiglione: l’ammontare dell’intervento è pari a 270mila euro

Una nuova ludoteca a Firenze con in più uno spazio polivalente per famiglie e bambini. E’ quanto prevede l’aggiornamento del progetto per la nuova ludoteca dei Nidiaci che ha avuto oggi il via libera della giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell’assessore all’urbanistica Giovanni Bettarini. Il progetto consegnato dal privato fa proprie le indicazioni del Comune per un miglior intervento complessivo sulla struttura di via dell’Ardiglione: l’ammontare dell’intervento è pari a 270mila euro.

Il nuovo progetto prevede la realizzazione della ludoteca utilizzando una porzione di edificio già esistente, al quale andrà ad aggiungersi una superficie di circa 70 metri quadrati, esattamente come previsto nel progetto originario: l’area della ludoteca avrà una superficie complessiva di circa 100 mq.

Per Bettarini si tratta di “un risultato davvero importante per tutte le famiglie del quartiere. Dopo una vicenda andata avanti per decenni, il giardino dei Nidiaci, con la nuova ludoteca e gli spazi aggiuntivi, tornerà finalmente ai cittadini. Il progetto che abbiamo approvato, consente non solo di dare il via ai lavori per la ludoteca, ma anche di ampliare gli spazi aggiungendo un locale di supporto all’attività sportiva. La nuova vita dei Nidiaci può cominciare”.

L'articolo  Firenze: via libera a nuova ludoteca Nidiaci proviene da www.controradio.it.

 Firenze: via libera a nuova ludoteca Nidiaci

 Firenze:  via libera a nuova ludoteca Nidiaci

Il progetto consegnato dal privato fa proprie le indicazioni del Comune per un miglior intervento complessivo sulla struttura di via dell’Ardiglione: l’ammontare dell’intervento è pari a 270mila euro

Una nuova ludoteca a Firenze con in più uno spazio polivalente per famiglie e bambini. E’ quanto prevede l’aggiornamento del progetto per la nuova ludoteca dei Nidiaci che ha avuto oggi il via libera della giunta di Palazzo Vecchio su proposta dell’assessore all’urbanistica Giovanni Bettarini. Il progetto consegnato dal privato fa proprie le indicazioni del Comune per un miglior intervento complessivo sulla struttura di via dell’Ardiglione: l’ammontare dell’intervento è pari a 270mila euro.

Il nuovo progetto prevede la realizzazione della ludoteca utilizzando una porzione di edificio già esistente, al quale andrà ad aggiungersi una superficie di circa 70 metri quadrati, esattamente come previsto nel progetto originario: l’area della ludoteca avrà una superficie complessiva di circa 100 mq.

Per Bettarini si tratta di “un risultato davvero importante per tutte le famiglie del quartiere. Dopo una vicenda andata avanti per decenni, il giardino dei Nidiaci, con la nuova ludoteca e gli spazi aggiuntivi, tornerà finalmente ai cittadini. Il progetto che abbiamo approvato, consente non solo di dare il via ai lavori per la ludoteca, ma anche di ampliare gli spazi aggiungendo un locale di supporto all’attività sportiva. La nuova vita dei Nidiaci può cominciare”.

L'articolo  Firenze: via libera a nuova ludoteca Nidiaci proviene da www.controradio.it.

Perra a Publiacqua? Pistoia dice no

Perra a Publiacqua? Pistoia dice no

Il rinnovo dei vertici, si legge in una nota rilasciata dal municipio, “avrebbe dovuto essere presa successivamente alle elezioni amministrative” in programma a maggio.

L’accordo tra Firenze e Prato che lancia l’assessore al Bilancio di Palazzo Vecchio, Lorenzo Perra, verso la presidenza di Publiacqua, non e’ piaciuto al Comune di Pistoia, che dentro la partecipata ha il 3,95% del pacchetto di quote pubbliche (contro il 46,5% espresso in totale dalle due citta’).Nel corso del comitato di patto dei soci pubblici, l’assessore ai Lavori pubblici Alessio Bartolomei, delegato dal sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi, ha espresso una serie di perplessita’ contestando sia la modalita’ usata sia i tempi della nomina. Il rinnovo dei vertici, si legge in una nota rilasciata dal municipio, “avrebbe dovuto essere presasuccessivamente alle elezioni amministrative” in programma a maggio.

Sui metodi, si spiega nel comunicato, “sul nome di Perra non vi e’ stato da parte dei proponenti alcun coinvolgimento del Comune di Pistoia, che ha ribadito quanto la mancanza di confronto sia una premessa incompatibile con il complesso percorso da affrontare nei prossimi anni sul fronte della gestione del servizio”. I mal di pancia di Pistoia, spiega
Bartolomei, “non sono passati. Niente da dire su Perra come persona, a cui riconosciamo certamente un’indiscussa esperienza ma secondo il Comune di Pistoia sull’indicazione di Firenze e di Prato persistono due elementi di estrema debolezza”.  Il primo, sottolinea, “e’ il ruolo di presidente della conferenza territoriale dell’autorita’ idrica toscana 3, ricoperto da Perra. Per noi i piani di controllore, Ait, e controllato, Publiacqua, devono rimanere ben distinti”. Il secondo “e’ il ruolo che Perra ha nel Comune di Firenze come assessore, e che in base alla legge Severino non gli consentira’ di avere deleghe operative”.
Le piu’ grandi criticita’, conclude, “restano comunque quella del metodo usato e dell’indicazione del presidente prima delle elezioni comunali che ci saranno a breve anche a Prato e Firenze”.

L'articolo Perra a Publiacqua? Pistoia dice no proviene da www.controradio.it.

‘Occhiale solidale’ a Firenze, visite ed occhiali gratis a 100 persone

‘Occhiale solidale’ a Firenze, visite ed occhiali gratis a 100 persone

Arriva a Firenze ‘Occhiale solidale’, l’assessore Funaro: “Progetto importante che dà attenzione alle persone più fragili”.
Iniziativa promossa da Pane quotidiano e Lions Club Firenze in collaborazione con l’Ottica Del Lungo e assessorato al Welfare.

Cento paia di occhiali per altrettante persone in difficoltà segnalate dai Servizi sociali del Comune: arriva a Firenze il progetto ‘Occhiale solidale’ promosso dall’associazione Pane quotidiano e dal Lions Club Firenze con la collaborazione dell’Ottica Del Lungo e dell’assessorato al Welfare.
Il progetto, presentato oggi a Palazzo Vecchio dall’assessore Sara Funaro, dalla responsabile dell’Area disabili e anziani della Direzione Servizi sociali del Comune dottoressa Elisabetta Masala, dal presidente dell’associazione Pane quotidiano Alberto Pagani, dal presidente Lions Club Firenze Luigi Canovaro e dal titolare dell’Ottica Del Lungo Davide Giaccheri, consentirà a cento persone (dai bambini agli anziani) di avere gratuitamente una visita optometrica e un paio di occhiali da vista nuovi.

“Grazie a tutti i soggetti coinvolti nel progetto per aver fatto sì che ‘Occhiale solidale’ potesse arrivare anche a Firenze – ha detto l’assessore Funaro -. È un progetto molto importante che dà attenzione alle persone più fragili dal punto di vista economico, e non solo. Fragilità sulle quali il lavoro congiunto tra mondi associatici, Lions Club, imprenditori e varie realtà presenti in città danno spesso un grande aiuto, offrendo la possibilità di dare una risposta di qualità a persone che da sole altrimenti non ce la farebbero”.

“Questo non è il primo progetto che realizziamo con Pane quotidiano con cui è iniziata da tempo una collaborazione stretta a cui teniamo molto – ha spiegato l’assessore al Welfare -. Collaboriamo con Pane quotidiano grazie a una convenzione in base alla quale l’associazione decide con i nostri Servizi sociali quali sono le situazioni in cui intervenire e a cui dare un sostegno. Da parte nostra c’è gratitudine per il lavoro svolto e vorremmo proseguire in questa collaborazione nella speranza che possa diventare sempre più fruttuosa”.

Nel dettaglio il progetto ‘Occhiale solidale’ prevede l’offerta a un prezzo simbolico di 30 euro di una montatura nuova completa di lenti su prescrizione. L’offerta è rivolta a quella fascia di popolazione che ha difficoltà a sostenere economicamente le spese quotidiane ed è spesso costretta, di conseguenza, a rinunciare all’acquisto di beni e servizi di prima necessità come possono essere appunto gli occhiali da vista.

“Dopo il successo del service di ripristino e riutilizzo degli occhiali usati raccolti da Lions Club Firenze – ha detto Davide Giaccheri -, abbiamo deciso di portare avanti il progetto ‘Occhiale solidale’, sulla scorta del successo ottenuto in molte altre città italiane come Padova, Brescia e Bologna. Grazie alla collaborazione di ‘Pane quotidiano’ è stato facile organizzare questo progetto e per questo vorrei ringraziare anche il Comune per il supporto offerto”.

L’associazione ‘Pane quotidiano’ (https://www.panequotidianofirenze.it/) aiuta le persone più fragili, opera nell’area fiorentina a favore dei meno fortunati, degli indigenti e dei bisognosi, fornendo gratuitamente alimenti, generi di prima necessità e sussidi sanitari alle famiglie ed ai singoli che si trovano in condizioni di grave difficoltà. Grazie alle donazioni dei soci e dei benefattori fornisce gratuitamente il pane ad alcune mense dei poveri della città, mentre alimenti e buoni spesa vengono distribuiti dai volontari ‘porta a porta’, così che tutto ciò che viene raccolto giunga effettivamente a chi vive nella necessità.

L'articolo ‘Occhiale solidale’ a Firenze, visite ed occhiali gratis a 100 persone proviene da www.controradio.it.