Firenze: blitz antirisciò abusivi, stop a 51 su 67

Firenze: blitz antirisciò abusivi, stop a 51 su 67

Assessore, “Ripartiremo da anno zero, ci sarà bando per contingentare mezzi”.

Stop a 51 risciò sui 67 presenti in città. È il risultato dei controlli condotti dagli uffici dello Sviluppo economico del Comune di Firenze che hanno annullato le relative pratiche di Scia per irregolarità e mancanza di requisiti. Lo ha annunciato oggi l’assessore allo Sviluppo economico Cecilia Del Re, nel corso di un incontro con i sindacati dei tassisti.
Il confronto, alla presenza dell’assessore alla Sicurezza Federico Gianassi, è stato l’occasione anche per fare il punto sui controlli condotti dalla Polizia municipale, che hanno portato dal 1 agosto ad oggi al sequestro di 12 mezzi che lavoravano nell’illegalità.
“Gli uffici dello Sviluppo economico hanno annullato le pratiche di Scia che mancavano dei requisiti per svolgere l’attività – ha spiegato l’assessore Del Re – Abbiamo proceduto prima sospendendo le Scia e concedendo ai titolari ampio tempo per fornire integrazioni alla documentazione, che non sono però arrivate; dopodiché siamo arrivati all’annullamento. Sui restanti mezzi sono ancora in corso controlli amministrativi”.
Dal punto di vista amministrativo, le irregolarità riscontrate sulle Scia presentate dal 2015 hanno riguardato la mancanza di requisiti essenziali tra cui l’idonea copertura assicurativa, l’elenco dei conducenti in rapporto di lavoro subordinato (in possesso dell’iscrizione al ruolo conducenti), l’omologazione riferibile in modo univoco al mezzo utilizzato e l’indicazione della collocazione esatta della rimessa. Da fine maggio 2017 non sono state presentate nuove Scia.
“I controlli non sono ancora terminati – ha proseguito l’assessore Del Re – ma possiamo dire che su questo tema si riparte dall’anno zero, con la previsione di un bando per contingentare il numero e individuare le zone della città di Firenze accessibili a questi mezzi. Su questo stiamo lavorando anche con Regione e Sovrintendenza, come previsto dall’ultima norma Franceschini”.

L'articolo Firenze: blitz antirisciò abusivi, stop a 51 su 67 proviene da www.controradio.it.

Capotreno aggredita a Prato: sicurezza, oggi sciopero regionale

Capotreno aggredita a Prato: sicurezza, oggi sciopero regionale

Oggi 19 Settembre, dalle ore 9.01 alle 17.00, sciopero regionale del personale Mobile, addetti alla Circolazione, Assistenza e Biglietterie e il personale di Protezione Aziendale di Trenitalia ed Rfi.

Dopo l’aggressione avvenuta nella giornata di domenica scorsa a Prato, dove la capotreno è stata aggredita da due ragazze, riportando la frattura del naso e un’infrazione di una costola, mentre stava svolgendo le attività di controllo biglietti a bordo treno, i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl Reti, Uiltrasporti, Fast Mobilità, Ugl Trasporti, Orsa hanno annunciato uno sciopero regionale. Lo sciopero avverrà oggi 19 Settembre, dalle 9.01 alle 17.00, del personale Mobile, addetti alla Circolazione, Assistenza e Biglietterie e personale di Protezione Aziendale di Trenitalia ed Rfi.

Le misure messe in atto per contrastare il fenomeno delle aggressioni a danno dei ferrovieri risultano insufficienti a togliere dall’isolamento in cui si trova chi svolge queste attività, sprovvisto degli strumenti ed il supporto necessari per affrontare le violenze personali, fisiche o verbali che siano, che troppo spesso li colpiscono. I treni e le stazioni non possono diventare un luogo di scontro e di violenza e noi continueremo a mettere in campo qualsiasi azione necessaria per tutelare chi lavora e chi viaggia sui treni” riportano i sindacati.


“Un fenomeno straordinario che colpisce lavoratori e cittadini – continuano – e che come tale va affrontato, mettendo in campo misure non convenzionali per arginare il problema. La Società, tralasciando i bilanci, deve fare tutto quanto il possibile per garantire l’incolumità dei suoi dipendenti”.

Le richieste dello sciopero sono “maggiore sicurezza e sollecitazione a interventi rapidi e utili a risolvere la problematica delle aggressioni che preoccupano e condizionano da troppo tempo i lavoratori che chiedono di poter svolgere le loro attività di controllo ma anche di accoglienza e di informazione agli utenti nella massima serenità.”

L'articolo Capotreno aggredita a Prato: sicurezza, oggi sciopero regionale proviene da www.controradio.it.

Tramvia: ci saranno disagi cantieri avvio scuole

Tramvia: ci saranno disagi cantieri avvio scuole

Il sindaco Dario Nardella avvisa i fiorentini.

Arriverà questa sera nelle case dei fiorentini il messaggio telefonico del sindaco Dario Nardella per avvisare dei possibili disagi alla circolazione, legati all’avanzamento dei cantieri della tramvia, in vista dell’avvio dell’anno scolastico. Come già avvenuto nel 2016 e nello scorso marzo (quando oltre all’alert system erano stati distribuiti volantini nella zona del Comune), Palazzo Vecchio ha deciso di predisporre l’alert system per questo particolare momento dell’anno.

“Firenze Alert System” ha la funzione di inviare telefonicamente dei messaggi vocali e raggiungere contemporaneamente tutti i residenti o una parte di essi, in funzione alle effettive esigenze, per informazioni di pubblica utilità come allerta meteo, chiusure delle strade, chiusura delle scuole, segnalazioni di pericoli sul territorio comunale, interruzioni dei servizi pubblici, ecc… Il progetto ha come obiettivo quello di ridurre i rischi e i disagi a favore della collettività.

Nel messaggio si sottolinea che i lavori delle linee 2 e 3 sono arrivati al rush finale con l’obiettivo di terminare gli interventi a febbraio. E che i cantieri che comportano le maggiori ripercussioni alla circolazione si concentrano nella zone Stazione, Fortezza e viale Belfiore-Porta a Prato. Nel messaggio anche l’appello a informarsi presso i consueti canali: la rete civica del Comune www.comunef.i.it, il contact center 055055, l’infopoint tranvia al Parterre.
Intanto stasera dalle 21 scatterà la modifica del cantiere in viale fratelli Rosselli, dove torneranno tre le corsie a disposizione dei veicoli, e domani pomeriggio sarà riaperta al transito la direttrice piazza della Costituzione-via XX Settembre dopo i lavori di rifacimento della pavimentazione stradale.

L'articolo Tramvia: ci saranno disagi cantieri avvio scuole proviene da www.controradio.it.

“Il ballo del volontario”, un video musicale da Cesvot

“Il ballo del volontario”, un video musicale da Cesvot

🔈Firenze, presentato nella sede Cesvot di via Ricasoli, “Il ballo del volontario”, un video musicale per aiutare le associazioni a trovare nuovi giovani volontari.

“Il ballo del volontario” è un video nel quale in pista si scatenano le tante anime dell’associazionismo: tiene il ritmo chi guida l’ambulanza e chi promuove la donazione del sangue, prende parte alla danza chi si prende cura degli animali e incrocia i passi anche chi lavora per spegnere gli incendi e chi sta vicino alle persone anziane.

Il video è realizzato dal cantante e web influencer Lorenzo Baglioni ed ha l’intento di poter liberare quell’energia capace di spingere i più giovani a sperimentarsi, a entrare nell’età adulta attraverso l’impegno in una delle attività che fanno del bene alla società.

Ci scommette Ci Cesvot che promuove il progetto “Young Energy”, in collaborazione con Regione Toscana-Giovanisì e Dipartimento Gioventù del Servizio Civile Nazionale.

Il video di Baglioni nasce per aiutare le associazioni a trovare nuovi giovani volontari e sarà online su http://www.cesvot.it, su tutti i profili social di Cesvot, sulle pagine Facebook di Lorenzo Baglioni e di Giovanisì da lunedì 11 settembre alle ore 13.00.

Il messaggio di Cesvot si rivolge in prima battuta a quelle migliaia di ragazzi che non studiano e non lavorano; in Italia i cosiddetti Neet sono 2 milioni e mezzo, il 22 per cento dei giovani tra i 15 e i 24 anni.

E mentre “Il ballo del volontario” rimbalzerà sui social, il Cesvot continuerà la sua attività di orientamento e promozione per far conoscere meglio alle nuove generazioni le opportunità offerte-dal mondo del volontariato.

Sulla bacheca “Volontari cercasi” del sito di Cesvot la mappa aggiornata, e facile da consultare, delle oltre 100 associazioni toscane bisognose di nuove energie per dare slancio alle proprie attività.

Gimmy Tranquillo ha intervistato il presidente di Cesvot, Federico Gelli e l’artista Lorenzo Baglioni:

L'articolo “Il ballo del volontario”, un video musicale da Cesvot proviene da www.controradio.it.

Annunciata ristrutturazione del ‘Casone’ delle Piagge

Annunciata ristrutturazione del ‘Casone’ delle Piagge

🔈Firenze, sarà ristrutturato e saranno messi sul mercato ad affitti calmierati gli oltre 80 appartamenti di quello che viene comunemente chiamato ‘Casone’ di via dell’Osteria.

Con il nome di ‘Casone’ i fiorentini si riferiscono al grande complesso abitativo non ultimato di oltre 4.000 metri quadrati nel quartiere delle Piagge, uno dei più popolari di Firenze.

L’edificio è infatti ricaduto in una procedura di concordato ed è abbandonato da anni.

Per questo il recupero del complesso immobiliare ha un grande valore sociale contribuendo a migliorare le condizioni ambientali di tutta la zona.

L’intervento sarà reso possibile da un’azione congiunta di diversi soggetti che operano nell’ambito dell’housing sociale, per un investimento di una decina di milioni di euro, condotta dal Fondo Housing Toscano a valle di un’attività di analisi e ricerca operata dalla Fondazione CR Firenze che partecipa al Fondo Housing Toscano con una quota di 10 milioni di euro.

L’operazione è stata presentata i in Palazzo Vecchio da Dario Nardella, Sindaco di Firenze; Umberto Tombari, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze; Sara Funaro, Assessore al Welfare del Comune di Firenze; Paola Delmonte, Direttore Responsabile  Social Housing di CDP Investimenti Sgr; Fabio Carlazzo, Managing Director Development & Social Housing InvestiRE sgr; Stefano Tossani, Presidente Abitare Toscana.

L’avvio dei lavori di completamento è previsto per fine anno e l’intervento dovrebbe essere completato in circa 18 mesi. L’edificio è disposto su quattro piani, è suddiviso in 83 appartamenti di dimensioni diverse, ha un’autorimessa al piano interrato e 17 posti auto esterni. Sarà interamente destinato a locazione convenzionata.

Saranno alloggi ad affitto calmierato rivolti alla cosiddetta ‘fascia grigia’ che si colloca tra gli alloggi Erp e quelli sul mercato.

Requisiti di accesso e relativi canoni saranno definiti appena sarà concluso l’accordo per i Patti territoriali.

Gimmy Tranquillo ha intervistato il sindaco Dario Nardella:

 

L'articolo Annunciata ristrutturazione del ‘Casone’ delle Piagge proviene da www.controradio.it.