273 mln per ‘Non autosufficienza’ e ‘Vita Indipendente’

273 mln per ‘Non autosufficienza’ e ‘Vita Indipendente’

Firenze, sono in tutto 273 mln le risorse che la Regione Toscana destina a non autosufficienza, progetti di Vita Indipendente e quote sanitarie per Rsa e Centri diurni per il 2020.

La destinazione ei 273 mln è stata approvata con una delibera presentata dall’assessore al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi nel corso dell’ultima seduta di giunta prima della pausa natalizia.

“Quest’anno – annunica l’assessore Saccardi – il Fondo per la non autosufficienza è aumentato di 3 milioni rispetto al 2019: era 55 milioni lo scorso anno, quest’anno è salito a 58. Questo aumento è stato possibile grazie all’approvazione da parte del governo del Piano nazionale per la non autosufficienza relativo al triennio 2019-2021, che ha stanziato a favore della nostra regione, per il 2020, 39.970.000, di cui quasi 19 milioni verranno utilizzati per l’erogazione delle prestazioni previste dal Fondo regionale per la non autosufficienza”.

Questa la destinazione delle risorse:

Fondo non autosufficienza. Sono, appunto, 58 milioni (3 in più rispetto al 2019), che verranno utilizzati per: interventi domiciliari sociali e sociosanitari forniti in forma diretta dal servizio pubblico (assistenza domiciliare sociosanitaria e integrata); interventi in forma indiretta, domiciliari o per la vita indipendente, tramite titoli per l’acquisto di servizi e per il sostegno alle funzioni assistenziali, in coerenza con la programmazione regionale; inserimenti in Centri Diurni; interventi temporanei o di sollievo nelle Rsa.

Quote sanitarie per Rsa e Centri diurni. Sono 206 milioni (4 in più rispetto al 2019), per permettere l’inserimento di persone anziane ultrasessantacinquenni non autosufficienti, in possesso di Piano Assistenziale Personalizzato (PAP) a seguito di valutazione da parte dell’Unità di Valutazione Multidisciplinare (UVM), in Residenze Sanitarie Assistenziali e Centri Diurni.

Nel 2018 su tutto il territorio regionale sono state assistite 16.653 persone in strutture residenziali e 2.132 in strutture semiresidenziali.

Risorse per i progetti di Vita Indipendente. Confermati anche per il 2020 i 9 milioni per i progetti di Vita Indipendente delle persone con disabilità: oltre 800 persone in carico ai servizi territoriali, beneficiari di un contributo mensile che va da un minimo di 800 a un massimo di 1.800 euro.

L'articolo 273 mln per ‘Non autosufficienza’ e ‘Vita Indipendente’ proviene da www.controradio.it.

Bilancio Firenze città Metropolitana: 233 milioni di investimenti

Bilancio Firenze città Metropolitana: 233 milioni di investimenti

?Firenze, approvato oggi il bilancio di previsione 2020-22 della Città Metropolitana, che prevede 233mln di euro in investimenti, di cui 16 mln per la gestione di beni immobili, 126mln per le scuole e l’edilizia scolastica e quasi 91mln per la viabilità e la pianificazione del territorio.

“Siamo molto contenti di questo sforzo nell’edilizia scolastica – ha detto il sindaco della Città metropolitana di Firenze Dario Nardella – dove abbiamo preventivato ben 126 milioni di investimenti per realizzare nuovi poli scolastici. È uno sforzo senza precedenti”.

Un impegno che prevede anche “l’ampliamento di alcuni complessi, pensiamo al Chino Chini nel Mugello, e l’adeguamento antincendio e sismico di molte strutture scolastiche. Vogliamo migliorare – ha aggiunto Nardella – sulla capacità di usare queste risorse nella realizzazione dei lavori: anche per questo stiamo rafforzando la struttura amministrativa ma siamo molto fiduciosi”.

Tra le risorse 9,6mln per Sant’Orsola: “Andiamo avanti – ha commentato Nardella -, perché questo immobile rappresenta un vuoto nel centro storico di Firenze e dopo tanti anni di abbandono deve assolutamente tornare ai cittadini, non solo del Comune ma di tutta la città Metropolitana. Su questo immobile abbiamo preso fin dall’inizio l’impegno a non lasciare spazio a speculazioni ma a realizzare qualcosa che possa servire davvero alla comunità sul fronte della formazione, promozione culturale e dei servizi”

Gimmy Tranquillo ha raccolto le dichiarazioni del sindaco Nardella:

L'articolo Bilancio Firenze città Metropolitana: 233 milioni di investimenti proviene da www.controradio.it.

‘Firenze Superabile’, presentata la guida dei percorsi in autonomia

‘Firenze Superabile’, presentata la guida dei percorsi in autonomia

Presentata in Palazzo Vecchio l’iniziativa ‘Firenze SuperAbile’, si tratta di una guida dei percorsi di autonomia per tutte le persone con esigenze speciali, un progetto realizzato attraverso una campagna crowdfunding da Handy Superabile onlus e Associazione Culturale Prisma.

Firenze Superabile ha come obiettivo, quello di permettere a chiunque, nessuno escluso, di visitare la città di Firenze e i suoi musei più importanti, dormire e mangiare, potendo scegliere le mete in base alle proprie esigenze, attraverso la consultazione delle informazioni raccolte all’interno della guida Firenze SuperAbile disponibile anche on line.

Districarsi tra monumenti, palazzi storici e musei nel centro di Firenze può sembrare una sfida impossibile per chi si sposta su sedia a ruote, ma anche per non vedenti, famiglie con bambini, anziani. Dove dormire o mangiare? Quali musei visitare? Dove trovare le informazioni per organizzare la visita in una delle città più belle del mondo?

Le informazioni raccolte sul campo da verificatori esperti sono messe a disposizione sia in forma cartacea che on-line, per una consultazione facile e immediata, che permetterà a chiunque di visitare Firenze, in piena autonomia, con percorsi adatti alle proprie esigenze e capacità.

Alla presentazione della guida sono intervenuti l’Assessore al Turismo della Regione Toscana Stefano Ciuoffo e Cecilia Del Re, Assessore al Turismo del Comune di Firenze. Il presidente dell’Associazione onlus Handy Superabile Stefano Paolicchi, per la Fondazione CR Firenze il Dirigente Ugo Bargagli e Giulio Caravella, Consigliere Fondazione Il Cuore si scioglie onlus, il Vicedirettore Confcommercio Firenze Stefano Guerri e Francesco Bechi Presidente Federalberghi Firenze.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Ugo Bargagli della Fondazione CR Firenze e l’Assessore al Turismo della Regione Toscana Stefano Ciuoffo:

L'articolo ‘Firenze Superabile’, presentata la guida dei percorsi in autonomia proviene da www.controradio.it.

Torna ‘Piano Freddo’ il supporto per chi vive per strada

Torna ‘Piano Freddo’ il supporto per chi vive per strada

“Accoglienza notturna alle persone che vivono per strada: parte il 16 dicembre il “Piano Freddo” con cui il Comune di Lucca, insieme con le associazioni del terzo settore del territorio, mette a disposizione una rete di servizi strutturata per rispondere all’abbassamento delle temperature e fornire un supporto caldo e sicuro ai cittadini senza fissa dimora.”

Secondo quanto riporta il comunicato del Comune di Lucca: “Partito lo scorso anno, il piano freddo introdotto dall’amministrazione comunale abbandona del tutto la gestione emergenziale in favore di un percorso organizzato: i servizi e le novità sono state presentate questa mattina dall’assessora al sociale, Valeria Giglioli, dalla presidente del Centro Carlo Del Prete, Nelita Begliuomini, dalla presidente della Croce Verde Lucca, Elisa Ricci e dalla referente della Caritas, Valentina Panattoni.

<<L’anno scorso il piano freddo ha consentito alle associazioni di volontariato e all’amministrazione comunale di dare un supporto concreto e continuativo a chi vive per strada, con interventi specifici e strutturati – commenta l’assessora Giglioli -. Quest’anno torniamo con una rete di servizi specifici e di assoluta qualità, portata avanti grazie alla sinergia con la Protezione Civile e il tavolo marginalità, che vede operare insieme numerose associazioni e realtà di volontariato del territorio. Usciamo quindi dalla logica dell’emergenza, per strutturare un piano capace di agire a tutto tondo quotidianamente per accompagnare le persone più fragili con professionalità, umanità e risposte certe>>.

Ecco quindi che il piano freddo permetterà l’attivazione, fino al 29 febbraio, di due dormitori: uno alla Croce Verde di Lucca, in viale Castracani, per l’accoglienza delle donne e l’altro all’Asp Carlo del Prete, in viale Carlo Del Prete, per gli uomini. Qui sarà ovviamente possibile restare per la notte, farsi una doccia, ricevere la cena e la colazione. Saranno inoltre distribuiti i kit con i beni di prima necessità, mentre la Croce Rossa di Lucca e la Comunità di Sant’Egidio porteranno avanti l’unità di strada, con uscite periodiche per distribuire cibo e coperte, fornire un supporto, intervenire quando c’è necessità e garantire una presenza professionale e umana a chi ha più bisogno. Inoltre è previsto il numero verde, 800.662.999, attivo 24 ore su 24, per segnalazioni o informazioni, curato dalla Croce Verde di Lucca. Un servizio diurno partirà invece a nuovo anno a cura della Caritas in via Brunnero Paoli.

piano freddo

Il piano, realizzato attraverso un finanziamento ad hoc della Regione Toscana ottenuto grazie alla collaborazione con Fondazione Casa, resterà in funzione fino al 29 febbraio 2020. Le associazioni e gli enti aderenti al tavolo marginalità, e pienamente attivi nel piano freddo sono: Caritas diocesana, GVAI ,Croce Rossa Italiana, Comunità di Sant’Egidio, Arciconfraternita di Misericordia di Lucca, Croce Verde P.A., Croce Verde Ponte a Moriano, Valpac Volontariato, Anpana, Radio Club Valpac, Comunità parrocchiale Centro storico di Lucca, Chiesa Valdese, Carlo Del Prete ASP, Fondazione Casa Lucca.”

L'articolo Torna ‘Piano Freddo’ il supporto per chi vive per strada proviene da www.controradio.it.

Turismo: in Toscana sarà ‘plastic free’

Turismo: in  Toscana sarà ‘plastic free’

Al via ‘Toscana plastic free’, protocollo ‘culturale’ siglato tra il Consiglio regionale e Toscana promozione turistica per sensibilizzare cittadini, turisti e imprese sulla riduzione e il riciclo della plastica.

Il progetto prevede campagne di sensibilizzazione e concorsi di idee nelle scuole, un vademecum di ‘buone pratiche’ per un turismo sostenibile in Toscana, il coinvolgimento delle comunità locali nella realizzazione di progetti ispirati al riciclo e all’uso virtuoso della plastica, mostre e creazione di contenuti per i social network. Gli interventi saranno realizzati con un contributo di 300 mila euro, di cui 50 mila destinati alla comunicazione pubblicitaria. ‘Toscana plastic free’ include anche l’istituzione di un tavolo di coordinamento periodico presso la sede del Consiglio regionale, cui parteciperanno la giunta, Toscana promozione, amministratori locali e quanti operano sul territorio nel settore dei servizi ambientali. Il progetto scadrà a novembre 2020. L’intesa è stata presentata dal presidente del consiglio regionale Eugenio Giani, dal direttore di Toscana promozione turistica Francesco Palumbo, cui sarà affidata la gestione del progetto, e da Antonio Mazzeo, consigliere regionale Pd e relatore della legge numero 37 sulla riduzione della plastica.
“Il tema del plastic free da un punto di vista turistico è fondamentale – commenta Palumbo – abbiamo circa 50 milioni di presenze di turisti in Toscana e far sì che questi flussi in alcuni ambiti siano anche sostenibili diventa obbligatorio”.

L'articolo Turismo: in Toscana sarà ‘plastic free’ proviene da www.controradio.it.