Sindaci Piana scrivono a prefetture : ‘contrastare abbandono rifiuti’

Sindaci Piana scrivono a prefetture :  ‘contrastare abbandono rifiuti’

Lo hanno chiesto, all’incontro che si è tenuto a Firenze tra le prefetture di Firenze, Prato e Pistoia e i comuni dell’area vasta dedicato
all’abbandono e al traffico irregolare di rifiuti sul territorio, il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi, di Calenzano, Alessio Biagioli, e l’assessore all’Ambiente del Comune di Signa, Federico La
Placa.

“Maggiore sforzo nel contrasto all’abbandono dei rifiuti e al traffico di rifiuti speciali, nella stragrande maggioranza dei casi provenienti dal pratese, e
dispersi o smaltiti irregolarmente nei nostri territori, fenomeno che carica le nostre comunità di maggiori costi e che scoraggia l’affermazione delle buone pratiche. Lo hanno chiesto, all’incontro che si è tenuto a Firenze tra le prefetture di Firenze, Prato e Pistoia e i comuni dell’area vasta dedicato
all’abbandono e al traffico irregolare di rifiuti sul territorio, il sindaco di Sesto Fiorentino, Lorenzo Falchi, di Campi Bisenzio, Emiliano Fossi, di Calenzano, Alessio Biagioli, e l’assessore all’Ambiente del Comune di Signa, Federico La
Placa. “È altresì importante che venga posta la dovuta attenzione all’individuazione dell’origine dei rifiuti, anche perché l’attività repressiva e di controllo, per quanto importante, non può essere efficace se il traffico non viene stroncato alla fonte – hanno detto ancora gli amministratori della Piana – È fondamentale essere riusciti ad aprire un confronto con tutta l’area vasta Firenze-Prato-Pistoia, poiché il problema non riguarda soltanto i singoli comuni e la soluzione non può che nascere dal coordinamento e dal lavoro collettivo tra i diversi enti coinvolti”. (ANSA).

Y2G-FBB
27-LUG-17 17:24 NNNN

L'articolo Sindaci Piana scrivono a prefetture : ‘contrastare abbandono rifiuti’ proviene da www.controradio.it.

ROCK CONTRO GLI ECO-MOSTRI DOMANI AL POLO SCIENTIFICO DI SESTO F.NO

unnamedE’ l’evento in programma per sabato 10 giugno dalle 18.30 ad ingresso libero al Polo scientifico di Sesto Fiorentino.  La non stop musicale è stata presentatadalle Mamme No Inceneritore e vedrà la partecipazione anche di Bobo Rondelli e un flash mob sulle note di Accident’a chi garba, il video virale contro l’inceneritore, parodia della canzone di Gabbani. Hashtag della serata #solomusicanellaria.

Rock contro gli Ecomostri – NO Inceneritori / NO Areoporto sarà una serata di musica per divertirsi, ballare e dire NO alle grandi opere nocive che vogliono devastare la piana fiorentina e SI alle tante alternative che esistono e funzionano!”, affermano gli organizzatori della maratona culturale (Collettivo di Scienze, Mamme No Inceneritore, Assemblea per la Piana contro le nocività, Comitato Campigiano No Aeroporto, Studenti Di Sinistra).
Tutto l’evento sarà rispettoso dell’ambiente e a rifiuti zero: cibi e bevande saranno serviti esclusivamente con stoviglie e bicchieri biodegradabili e compostabili al 100%; all’evento è possibile arrivare con i mezzi pubblici con la linea Ataf 28 e la linea 57; per l’occasione saranno attivate anche due corse di autobus speciali a fine concerto (una alle 00:45 e una alle 01:45).

Vista l’ordinanza comunale emessa dalla Città di Sesto Fiorentino è vietata la vendita di bevande in contenitori di vetro e alluminio. Sarà quindi anche vietato portarsi bottiglie di vetro o lattine.

Durante l’evento sarà presente un “Rock Media&Social Center”:
– diretta streaming video con telecamera fissa su Youtube (canale Mamme NO Inceneritore) e su Facebook (pagina Mamme NO Inceneritore);
– dirette video e interviste a artisti e spettatori sulla pagina Facebook delle Mamme NO Inceneritore;
– diretta web radio a cura di Quasiradio.it, la webradio della Piagge;
– copertura social con foto, post e tweet su tutti i canali social ufficiali (l’hashtag dell’evento sarà #solomusicanellaria).

Dalle 18:00 in poi oltre alla musica stand gastronomici, mercato contadino, artisti di strada, banchetti informativi dei vari comitati della Piana… e tanto divertimento per grandi e piccini dal pomeriggio fino a tarda notte! Tutti i fondi raccolti verranno utilizzati per continuare l’opposizione alle opere nocive e inutili: inceneritore e areoporto!

—[ IL PROGRAMMA MUSICALE ]—

Dalle ore 18:00 al Polo Scientifico di Sesto Fiorentino (FI), in Via delle Idee numerosi gli artisti che si alterneranno sul palco per questa grande festa:

– I Matti delle Giuncaie
– BB&GG + il “Gabbani de noialtri”
– Alessandro Lanzoni
– Tolomei’s Brothers
– Quarto Podere
– Fantasia Pura Italiana
– Insetto Scoppiettante
– Etruschi From Lakota
– The Etrurians
– Ivanoska
– Diaframma
– e con la partecipazione di Bobo Rondelli

Info: https://www.facebook.com/events/282978775495611.

Niccolò Villiger delle Mamme No Inceneritore intervistato da Chiara Brilli

170608_VILLIGER BABBO NO INCENERITORE

The post ROCK CONTRO GLI ECO-MOSTRI DOMANI AL POLO SCIENTIFICO DI SESTO F.NO appeared first on Controradio.

VACCINI, SCACCABAROZZI: “1 EURO SPESO IN VACCINI NE FA RISPARMIARE 24″

farmindustria vaccini 1 euro 24 risparmiare

Il presidente di Farmindustria Scaccabarozzi sui vaccini: “potrei dirvi ‘non vaccinatevi’ perchè guadagneremmo ma dobbiamo fidarci di scienziati e del sistema sanitario nazionale.”

“Oggi un euro investito in vaccini fa risparmiare risorse o spese per 24 euro: assurdamente potrei dire ‘non vaccinatevi’, perché ricaveremmo di più, ma non ha senso tutto questo”. Lo ha detto Massimo Scaccabarozzi, presidente di Farmindustria, a margine di un evento alla Eli Lilly di Sesto Fiorentino. “Credo si debba tornare a lasciare la scienza agli scienziati, ad affidarci a loro, e dobbiamo tenerci stretto il nostro sistema sanitario nazionale, che è uno dei migliori al mondo”.

Scaccabarozzi ha ricordato che “oggi di epatite C si guarisce; se guardiamo al cancro, qualche anno fa un malato su tre era vivo a 5 anni e oggi lo sono due su tre; malattie come l’Aids sono diventate malattie croniche curabili”. Da un lato, sostiene il presidente di Farmindustria, “abbiamo chi si impegna per la salute, e che viene minacciato perché si sta impegnando, dall’altro si torna a ribadire che dietro c’è ‘Big pharma’, è ora di finirla: Big pharma è big perché fa ricerca e produce vita”.

E sullo stato di ‘salute’ del settore farmaceutico Scaccabarozzi si è mostrato positivo: “2017 sta andando come era prevedibile: ci siamo impegnati circa 4 anni fa a credere nel Paese e tornare a investire in occupazione, ricerca e sviluppo, produzione, e i dati parlano chiaro”. “Nella crisi economica degli ultimi anni – ha proseguito – dove la manifattura ha fatto -5% nella produzione, la farmaceutica ha fatto +13%. Abbiamo assunto circa 6.000 nuovi addetti, non pochi perché siamo 65mila addetti diretti e 130mila nell’indotto; gli investimenti sono aumentati del 20%.”

The post VACCINI, SCACCABAROZZI: “1 EURO SPESO IN VACCINI NE FA RISPARMIARE 24″ appeared first on Controradio.

SESTO FIORENTINO, LICEO AGNOLETTI LASCIA IL POSTO A ELI LILLY

Eli Lilly Sesto Fiorentino
presa dal sito Eli Lilly

Il liceo scientifico Agnoletti di Sesto Fiorentino sarà spostato presso Polo scientifico Università di Firenze. Al suo posto Eli Lilly potenzia lo stabilimento. “Un potenziamento d’intesa con territorio.” A settembre 2017 accordo programma e 10 mln sono già pronti  dalla Regione per nuovo liceo.

Sarà firmato a settembre 2017 l’accordo di programma per il trasferimento del liceo scientifico Agnoletti di Sesto Fiorentino (Firenze) all’interno del Polo scientifico dell’Università di Firenze, che sorge sempre nel territorio comunale: il trasferimento consentirà a Eli Lilly di potenziare il suo stabilimento, situato proprio nelle vicinanze del liceo, la cui nuova sede, secondo i programmi, dovrebbe essere inaugurata per l’anno scolastico 2021/22.

Le linee dell’intesa sono state presentate oggi a Firenze nel corso di un evento organizzato dal colosso della farmaceutica: la novità è un coinvolgimento più attivo dell’Ateneo, che vedrà coniugata sia la realizzazione del nuovo liceo con nuove aule destinate agli studenti universitari ed un uso congiunto di infrastrutture sportive e di servizio, sia sinergie sul fronte educativo e della ricerca.

La Regione Toscana metterà a disposizione 10 milioni di euro per la costruzione del nuovo Liceo Enriques Agnoletti nel polo scientifico di Sesto Fiorentino. La questione è stata esaminata a Palazzo Strozzi Sacrati tra il presidente Enrico Rossi, l’amministratore delegato della multinazionale Chito Zulueta ed il presidente e general manager di Eli Lilly Italia Ilya Yuffa.

Rossi, si legge in una nota della Regione, ha sottolineato che insieme alle industrie farmaceutiche presenti in Toscana è in corso uno studio per realizzare una piattaforma logistica a servizio delle imprese del settore destinato all’immagazzinamento e alla spedizione del prodotto finito. “L’iniziativa – ha detto – è stata apprezzata dal Ceo di Eli Lilly, il quale ha in modo particolare sottolineato la validità della strategia regionale per il settore, definendola come ottimo esempio di come dovrebbe essere una partnership pubblico-privato. Ovviamente abbiamo invitato anche la multinazionale ad aderire a questo ulteriore progetto che sarà finanziato con fondi europei”.

“Ascoltando le esigenze del territorio, abbiamo coniugato queste con i nostri progetti di espansione industriale”. Lo ha affermato Ilya Yuffa, vicepresidente e direttore generale per l’Hub Italia di Eli Lilly, a proposito dell’accordo con le istituzioni locali e l’Università di Firenze. “La storia della Lilly in Italia – ha detto, aprendo l’iniziativa ‘Una storia di impegno’ oggi a Sesto – è una storia di successo che, a mio avviso, è dovuto a vari fattori. Primo tra tutti una forza lavoro altamente qualificata e con un alto grado d’istruzione. Il talento dei nostri dipendenti ha contribuito ai quasi sessanta anni di storia di Lilly Italia nel Paese. Secondo fattore è l’ambiente in cui l’azienda finora ha operato, un contesto dove collaborazione e visione strategica hanno sempre dominato, facendo sistema con la comunità locale e le istituzioni”.

The post SESTO FIORENTINO, LICEO AGNOLETTI LASCIA IL POSTO A ELI LILLY appeared first on Controradio.

Tomba Etrusca “La Montagnola”

A pochi Km da Firenze,nel comune di Sesto Fiorentino viale Fratelli Rosselli  95, è stata scoperta solo nel 1959 la Tomba Etrusca “La Montagnola”, che nel 2011, dopo un  lungo intervento di restauro e consolidamento, è tornata ad essere accessibile al pubblico.

La tomba a Tholos della Montagnola .
La struttura architettonica ricorda le grandiose tombe micenee, come il tesoro di Atreo, con la falsa cupola a lastre aggettanti e l’ imponente dromos (corridoio d’accesso lungo quattordici metri) che porta alla sala funeraria circolare, del diametro di cinque metri.
In particolare la Montagnola è sormontata da un grande tumulo di circa 70 metri di diametro; in questo si inoltra un lungo corridoio scoperto con all’imbocco alcuni gradini discendenti.
Attraverso un portale, formato da grandi monoliti degli stipiti e dell’architrave sormontato da lastroni, si accede ad un corridoio, tutto in pietra di alberese, dove sono state trovate tracce di intonaco dipinto in color terra di Siena.

 

File:Tholos Sesto Fi.jpg

Il corridoio è coperto con la tecnica dell’aggetto, con filari che sporgono gradatamente fino a toccarsi, creanda una sorta di navata a doppio spiovente; ai lati si aprono due cellette coperte secondo la stessa tecnica, mentre sul fondo si ha, attraverso due pseudoarchi acuti, l’ accesso alla camera principale.
Quest’ultima è circolare con una copertura aggettante ad agiva, e reca un pilastro quadrangolare centrale, stuccato e con iscrizioni, a cui dovevano essere appesi alcuni oggetti del corredo funebre.
All’esterno di tutto il monumento era stato posto uno spesso strato di argilla onde rendere impermeabili le camere funerarie, ricoperto da terra e pietre per formare il tumulo vero e proprio.
All’interno della tomba sono stati trovati pochi materiali di un unico piano, a causa di ripetute violazioni avvenute sin dall’antichità; di queste restano tracce nelle perforazioni visibili nelle pareti delle cellette laterali.