RADIOHEAD A FIRENZE, NARDELLA: “OK TEST SICUREZZA E TRAFFICO”

folla sicurezza Radiohead

“Tra concerto, turismo e Pitti circa 100mila arrivi in poche ma Firenze ha superato anche questa.” ha detto Nardella “i fiorentini sono stati straordinari.”

Il concerto dei Radiohead al parco delle Cascine con quasi 50mila persone all’Ippodromo del Visarno
“è stato un test difficilissimo: credo sia stato superato sia dal punto di vista della mobilità che da quello della sicurezza”. Lo ha detto oggi il sindaco di Firenze Dario Nardella. “In poche ore più’ di 100 mila persone sono arrivate in città, tra Pitti Immagine, concerto e ragioni di turismo”, ha sottolineato Nardella, ricordando che Firenze “ha superato anche il test sicurezza, testimoniando come il parco delle Cascine sia un luogo adeguato e ottimale per questi eventi”, anche se “non dobbiamo abbassare la guardia”.

E di nuovo, ha aggiunto ancora Nardella, “i fiorentini sono stati straordinari, con la loro collaborazione siamo stati ancora una volta all’altezza delle più’ grandi città europee”. “Un giugno eccezionale, di fuoco dal punto di vista degli eventi: Pitti, Calcio storico, grandi concerti del Visarno, le grandi competizioni sportive. Quindi dobbiamo anzitutto come Comune affrontare le criticità legate al traffico e alla mobilità.” queste le parole di Nardella prima del ‘test’ di ieri sera, un Giugno che non è finito dal punto di vista degli eventi.

“Faccio un invito a tutti a utilizzare il meno possibile il mezzo privato per questi eventi, a utilizzare i mezzi pubblici. Sarà predisposto un piano straordinario”. Queste le raccomandazioni del sindaco di Firenze Dario Nardella al termine del comitato per l”ordine pubblico che si era tenuto il 7 giugno. “Informeremo dettagliatamente tutta la popolazione sulla disponibilità dei mezzi pubblici per raggiungere i luoghi dove si tengono questi eventi – aveva aggiunto il sindaco -. Non dobbiamo assolutamente gravare sul traffico cittadino per queste manifestazioni, che a giugno saranno davvero molto numerose e concentrate”.

The post RADIOHEAD A FIRENZE, NARDELLA: “OK TEST SICUREZZA E TRAFFICO” appeared first on Controradio.

RADIOHEAD A FIRENZE, NARDELLA: “OK TEST SICUREZZA E TRAFFICO”

folla sicurezza Radiohead

“Tra concerto, turismo e Pitti circa 100mila arrivi in poche ma Firenze ha superato anche questa.” ha detto Nardella “i fiorentini sono stati straordinari.”

Il concerto dei Radiohead al parco delle Cascine con quasi 50mila persone all’Ippodromo del Visarno
“è stato un test difficilissimo: credo sia stato superato sia dal punto di vista della mobilità che da quello della sicurezza”. Lo ha detto oggi il sindaco di Firenze Dario Nardella. “In poche ore più’ di 100 mila persone sono arrivate in città, tra Pitti Immagine, concerto e ragioni di turismo”, ha sottolineato Nardella, ricordando che Firenze “ha superato anche il test sicurezza, testimoniando come il parco delle Cascine sia un luogo adeguato e ottimale per questi eventi”, anche se “non dobbiamo abbassare la guardia”.

E di nuovo, ha aggiunto ancora Nardella, “i fiorentini sono stati straordinari, con la loro collaborazione siamo stati ancora una volta all’altezza delle più’ grandi città europee”. “Un giugno eccezionale, di fuoco dal punto di vista degli eventi: Pitti, Calcio storico, grandi concerti del Visarno, le grandi competizioni sportive. Quindi dobbiamo anzitutto come Comune affrontare le criticità legate al traffico e alla mobilità.” queste le parole di Nardella prima del ‘test’ di ieri sera, un Giugno che non è finito dal punto di vista degli eventi.

“Faccio un invito a tutti a utilizzare il meno possibile il mezzo privato per questi eventi, a utilizzare i mezzi pubblici. Sarà predisposto un piano straordinario”. Queste le raccomandazioni del sindaco di Firenze Dario Nardella al termine del comitato per l”ordine pubblico che si era tenuto il 7 giugno. “Informeremo dettagliatamente tutta la popolazione sulla disponibilità dei mezzi pubblici per raggiungere i luoghi dove si tengono questi eventi – aveva aggiunto il sindaco -. Non dobbiamo assolutamente gravare sul traffico cittadino per queste manifestazioni, che a giugno saranno davvero molto numerose e concentrate”.

The post RADIOHEAD A FIRENZE, NARDELLA: “OK TEST SICUREZZA E TRAFFICO” appeared first on Controradio.

RAPINATORE UCCISO, ROSSI: “STATO TUTELI CHI SI DIFENDE”

Rossi Stato tuteli chi si difende Aprile liberazione

“Non vorrei un paese dove si fanno le sparatorie per strada” ha specificato Rossi, “ma chi si difende deve essere tutelato in modo giusto.”

“Queste persone che reagiscono, lo Stato deve evidentemente tutelarle nelle forme e nei modi che sono le più corrette”, ma “non vorrei un paese dove si fanno le sparatorie per le strade”. Lo ha detto Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana, sul caso del rapinatore ucciso a Pisa.

“Non penso che per ogni episodio di questo tipo si possa riaprire una discussione sulla legittima difesa”, ha aggiunto il governatore, secondo cui “non c’è nulla che valga più della vita di una persona”, e tuttavia “chi si difende in modo legittimo ha diritto anche a non subire poi una serie di vicende personali, che capisco producano sentimenti di amarezza: la politica che strumentalizza questo secondo me commette un errore. Si può ragionare su tutto, ma attenzione a non smarrire una sequenza di priorità”.

Secondo Rossi ci vuole “un Paese dove lo Stato magari garantisce più presenza di forze di polizia, più carabinieri sulle strade, assume decine di migliaia di giovani e fa sentire i commercianti e i cittadini maggiormente tutelati là dove ci sono situazioni di difficoltà”, per cui “si combatta l’evasione fiscale e si assumano più forze di polizia”.

The post RAPINATORE UCCISO, ROSSI: “STATO TUTELI CHI SI DIFENDE” appeared first on Controradio.

FIRENZE, FORTE BELVEDERE TRASFERITO DAL DEMANIO AL COMUNE

Forte belvedere a pagamento

Approvato in giunta un progetto esecutivo per adeguamenti strutturali del Forte per 280 mila euro. Tra questi il graduale spostamento archivi Biblioteca Nazionale.

Il Forte di Belvedere, attualmente di proprietà del demanio, sarà trasferito a breve al Comune di Firenze. Tra i cambiamenti che l’immobile subirà, è stato oggi approvato in giunta il progetto esecutivo degli adeguamenti e del restauro della palazzina medicea che prevede tra l’altro il graduale spostamento degli archivi della Biblioteca nazionale per rendere gli spazi più funzionali per le mostre. Oltre a questa delibera la giunta ha approvato altri progetti di manutenzione e restauro di musei e beni immobili per un totale di oltre un milione e 300 mila euro. Il progetto relativo al Forte di Belvedere ha un costo di 280 mila e prevede anche il restauro degli intonaci e degli elementi lapidei esterni, nonché adeguamenti interni.

Lo scorso 22 maggio proprio Forte Belvedere era tornato a pagamento attraverso l’ok del consiglio comunale che aveva approvato la delibera che prevedeva la ‘Forte di Belvedere card’ a 2 euro per tutti i residenti della città metropolitana che consentirà l’ingresso al Forte di Belvedere per tutto il periodo di Ytalia, in mostra fino al primo ottobre. La card è una tessera nominale che viene rilasciata a tutti i fiorentini insieme all’acquisto del primo biglietto e dà diritto all’ingresso gratuito al Forte per tutta la durata della mostra.Il sindaco Dario Nardella, si era espresso intervenendo in aula durante il dibattito sulla delibera, ricordando quel che la giunta ha fatto in questi anni “uno sforzo straordinario sulla cultura” e la fase di passaggio dal demanio avvenuto nella giornata di oggi “i costi gestionali sono destinati ad aumentare”, oltre a quelli già ingenti per la sicurezza del monumento.

The post FIRENZE, FORTE BELVEDERE TRASFERITO DAL DEMANIO AL COMUNE appeared first on Controradio.

PISA, TURSITA CADE DA SPALLETTE ARNO

pisa, liungarni Il giovane, 25 anni di nazionalità tredesca, che è stato soccorso dal 118, non versa in gravi condizioni

Un turista tedesco di 25 anni è precipitato da una spalletta sull’Arno in pieno centro a Pisa intorno alle 4.30 di stamani. Il giovane in compagnia di altri amici ha fatto un volo di circa 6 metri senza riportare per fortuna gravi ferite ma solo alcune fratture agli arti
superiori. Sul posto oltre al personale del 118 sono intervenuti anche i carabinieri e i vigili del fuoco.
I pompieri specializzati nel soccorso speleo alpinistico fluviale hanno stabilizzato il giovane prima di riportarlo in superficie e consegnarlo ai sanitari. I carabinieri stanno
ricostruendo la dinamica della caduta accidentale: secondo quanto si è appreso, il tedesco aveva forse bevuto troppo quando ha improvvisamente perso l’equilibrio precipitando sulla banchina sottostante. L’incidente è avvenuto in prossimità del
ponte di Mezzo nel cuore del centro storico, uno dei luoghi maggiormente frequentati della novità pisana. Nell’area, sia sulle spallette che sulle vetrine dei locali, sono numerosi i cartelli multilingue che ricordano il divieto di salire sulle spallette segnalando il pericolo di caduta. Nel recente passato, soprattutto con la bella stagione quando la presenza di giovani è più numerosa, si sono verificati altri episodi analoghi con esiti più o meno gravi.

The post PISA, TURSITA CADE DA SPALLETTE ARNO appeared first on Controradio.