‘Maga’ accusata di truffa, viene arrestata

‘Maga’ accusata di truffa, viene arrestata

Siena, è stata arrestata la ‘maga’ della Valdelsa, chiedeva 40mila euro per togliere malocchio.

Vittima di una Maga di origine straniera ma residente da molti anni in Italia e “molto conosciuta” nella Valdelsa, un cinquantacinquenne, residente a Poggibonsi, che in un periodo per lui particolarmente negativo, le ha chiesto aiuto.

Convinto che qualcuno gli volesse male, sei mesi fa ha trovato chi gli ha rafforzato quest’idea spiegandogli di essere in grado di togliere, naturalmente a pagamento, il malocchio.

In sei mesi l’uomo ha versato alla ‘maga’ circa 40mila euro e solo quando si è reso conto che forse si trattava di una truffa, si è rivolto ai carabinieri.

I militari si sono fatti trovare nello ‘studio’ della donna, facendo finta di essere nuovi clienti e quando il 55enne ha consegnato a lei un’ulteriore trance di soldi sono intervenuti ed hanno arrestato la donna con l’accusa di truffa.

L'articolo ‘Maga’ accusata di truffa, viene arrestata proviene da www.controradio.it.

Il Drago vince il primo Palio del centrodestra

Il Drago vince il primo Palio del centrodestra

Siena, il primo palio del centrodestra a Siena, quello del neo sindaco Luigi De Mossi, lo ha vinto la contrada del Drago con il cavallo Rocco Nice, un baio di 8 anni per la prima volta sul tufo, montato Andrea Mari, detto Brio.

Il Drago non ha avuto avversari davanti al ministro dell’interno Matteo Salvini e a quello dell’agricoltura Gian Marco Centinaio, ospiti del sindaco a Palazzo Pubblico, con loro anche la leader di Fdi Giorgia Meloni, la vicepresidente della Camera Mara Carfagna e tanti deputati e senatori della maggioranza di governo e di centrodestra.

Un Palio incerto alla vigilia, un lotto di cavalli omogeneo, quello scelto dai capitani, con un solo barbero già vittorioso sul Tufo, Porto Alabe nel Palio dell’Assunta del 2017 montato da Brigante per l’Onda, ma quando i canapi si sono abbassati, dopo una mossa durata un’ora, con due false partenze, Brio e il suo baio non hanno avuto avversari.

Partito in testa è stato impensierito un po’ solo al terzo e ultimo giro dall’Oca che, con Porto Alabre, montato da Giovanni Atzeni, detto Tittia, ha provato fino alla fine a rimontare.

Ma questo è stato davvero un palio diverso, invece, per la politica: a Palazzo Pubblico, sede dell’Amministrazione, per ora siede solo il sindaco De Mossi (la giunta l’annuncerà nei prossimi giorni). Chi era abituato a vedere affacciati dalle finestre i leader della sinistra o del centrosinistra, oggi ha avuto un’immagine diversa.

Salvini non si è certo nascosto: ha stretto mani, incontrato i giornalisti e si è concesso anche a qualche selfie, ma ha cercato di ribadire prima di tutto che il Palio è una festa senese, dei senesi perchè “il Palio sopravvive a tutto e a tutti”.

L'articolo Il Drago vince il primo Palio del centrodestra proviene da www.controradio.it.

Terme Petriolo, Arpat esclude presenza idrocarburi

Terme Petriolo, Arpat esclude presenza idrocarburi

In data 8 marzo 2018 operatori del dipartimento ARPAT di Siena, a seguito della segnalazione della presenza anomala di acque scure provenienti dalle Terme di Petriolo che si immettevano nel torrente Farma, hanno effettuato un sopralluogo e proceduto al prelievo di un campione delle acque provenienti dall’esubero della sorgente termale che alimenta i due stabilimenti presenti nel sito.

Le analisi svolte dal laboratorio ARPAT, a seguito di due distinti prelievi presso la sorgente termale del Petriolo che si immettevano nel torrente Farma hanno escluso completamente la presenza di idrocarburi.

Risultava invece molto elevato il contenuto di ferro, nel campione prelevato l’8 marzo,con una concentrazione intorno ai 2000 µg/L, rispetto a quella normale, tendenzialmente inferiore ai 50µg/L.

La massiccia presenza di ferro in acque molto solfuree, come sono normalmente quelle in oggetto, confermato anche dalle analisi di ARPAT, ha dato luogo con ogni probabilità,alla formazione di solfuro di ferro in quantità tale da spostare l’equilibrio di solubilità verso la precipitazione del composto anche per l’abbassamento della temperatura, dando luogo al fenomeno osservato, di annerimento dell’acqua.

Le analisi del campione prelevato in data 13 marzo, hanno rilevato una concentrazione di ferro di 370 µg/L,notevolmente inferiore a quella rilevata in presenza del fenomeno di annerimento.

E’ possibile che tali fenomeni possano essere provocati da condizione meteo particolari legate a consistenti precipitazioni che comportano comunque un dilavamento di ferro dai manufatti metallici e del deposito di pompaggio.

Al fine di evitare, comunque, il più possibile il ripetersi del fenomeno osservato, si ritiene opportuno che i gestori della sorgente termale, provvedano ad una migliore manutenzione dei manufatti presenti per il rilancio delle acque termali verso gli stabilimenti, soprattutto in seguito ad eventi meteorologici che comportano elevate precipitazioni.

Una ulteriore azione di miglioramento può essere costituita dalla sostituzione, ove possibile, di tutte le componenti impiantistiche con componenti di acciaio inox.

L'articolo Terme Petriolo, Arpat esclude presenza idrocarburi proviene da www.controradio.it.

Pierguidi: non ci sono ‘calcianti’ nell’aggressione di Siena

Pierguidi: non ci sono ‘calcianti’ nell’aggressione di Siena

Firenze, arriva la smentita, del presidente del Calcio Storico Fiorentino, Michele Pierguidi, alla notizia che nell’aggressione a pugni e calci, da parte di gruppo composto da 5 fiorentini, alcuni esperti anche di arti marziali, ci fossero elementi “riconducibili al mondo del Calcio storico: tra loro anche due calcianti in attività”.

“Riguardo alla notizia del calciante arrestato per detenzione e spaccio di stupefacenti, vorrei chiarire che non si tratta di un giocatore del calcio storico: già da due anni, infatti, non giocava nel torneo – dice Pierguidi – Riguardo alle altre persone identificate, non hanno assolutamente niente a che vedere con il Calcio Storico. Ed è bene chiarire una volta per tutte che i calcianti sono quelli che si guadagnano dopo anni di allenamenti l’onore della piazza, non chi appena si affaccia ad un campo di allenamento o chi gioca magari una sola partita in carriera”.

“Siamo stufi di vedere il nome del Calcio Storico infangato. È sotto gli occhi di tutti la severità che abbiamo imposto alla manifestazione, la più bella tra le rievocazioni storiche. Reagiremo nelle sedi opportune per immagini pubblicate che accostano i colori del calcio Storico a simboli che nulla hanno a che vedere con il Calcio storico e che offendono l’onore di Firenze, medaglia d’oro per la Resistenza” ha aggiunto Pierguidi.

L'articolo Pierguidi: non ci sono ‘calcianti’ nell’aggressione di Siena proviene da www.controradio.it.

“Traini docet”, la scritta trovata sulle mura del cimitero Buonconvento

“Traini docet”, la scritta trovata sulle mura del cimitero Buonconvento

Probabilmente la scritta è stata fatta nella notte fra domenica e lunedì. A scorpire l’atto vadalico sono stati i carabinieri che hanno immediatamente aperto un’indagine.

La scritta ‘Traini docet’, inneggiante a Luca Traini, l’uomo che il 3 febbraio scorso a Macerata ha sparato contro alcuni migranti, è comparsa sul muro esterno del cimitero di Buonconvento (Siena).

La scritta, realizzata presumibilmente nella notte tra domenica e lunedì, con spray di colore nero è ben visibile dalla strada Cassia. Sull’accaduto indagano i carabinieri. A notare la scritta proprio una pattuglia di militari durante un servizio di monitoraggio del territorio. Nella zona non ci sarebbero telecamere di videosorveglianza.

L'articolo “Traini docet”, la scritta trovata sulle mura del cimitero Buonconvento proviene da www.controradio.it.