400 a marcia Barbiana a sostegno istruzione pubblica

400 a marcia Barbiana a sostegno istruzione pubblica

Sono stati circa 400, con un’elevata presenza di rappresentanti del mondo della scuola, studenti ed insegnanti, i partecipanti alla XVII Marcia di Barbiana.

Tutti si sono messi in cammino verso la scuola di don Lorenzo Milani a Barbianaper ribadire i valori di un’istruzione pubblica e per tornare a riflettere sul tema dell’educazione e della scuola.

Inoltre, la rete delle consulte dei genitori del Mugello ha distribuito ai partecipanti un adesivo con scritto ‘I Care’ e alcuni pensieri di don Milani mentre, giunti a Barbiana, sono
intervenuti il sindaco di Vicchio Roberto Izzo e Marco Bontempi, presidente dell’istituzione don Milani.

Nel pomeriggio, sempre a Barbiana, è in programma un incontro di riflessione su ‘Scuola, famiglie e comunità, alla luce del messaggio di don Milani’, promosso dall’Istituzione culturale don L. Milani e Scuola di Barbiana, dalla Rete di Coordinamento delle Consulte del Mugello e dalla Fondazione don Lorenzo Milani.

L'articolo 400 a marcia Barbiana a sostegno istruzione pubblica proviene da www.controradio.it.

400 a marcia Barbiana a sostegno istruzione pubblica

400 a marcia Barbiana a sostegno istruzione pubblica

Sono stati circa 400, con un’elevata presenza di rappresentanti del mondo della scuola, studenti ed insegnanti, i partecipanti alla XVII Marcia di Barbiana.

Tutti si sono messi in cammino verso la scuola di don Lorenzo Milani a Barbianaper ribadire i valori di un’istruzione pubblica e per tornare a riflettere sul tema dell’educazione e della scuola.

Inoltre, la rete delle consulte dei genitori del Mugello ha distribuito ai partecipanti un adesivo con scritto ‘I Care’ e alcuni pensieri di don Milani mentre, giunti a Barbiana, sono
intervenuti il sindaco di Vicchio Roberto Izzo e Marco Bontempi, presidente dell’istituzione don Milani.

Nel pomeriggio, sempre a Barbiana, è in programma un incontro di riflessione su ‘Scuola, famiglie e comunità, alla luce del messaggio di don Milani’, promosso dall’Istituzione culturale don L. Milani e Scuola di Barbiana, dalla Rete di Coordinamento delle Consulte del Mugello e dalla Fondazione don Lorenzo Milani.

L'articolo 400 a marcia Barbiana a sostegno istruzione pubblica proviene da www.controradio.it.

Volontari di Greenpeace premiano chi lascia auto a casa a Pisa

Volontari di Greenpeace premiano chi lascia auto a casa a Pisa

Nei pressi della Stazione Centrale e della “Sesta Porta”, i volontari dell’ organizzazione hanno consegnato coccarde premio a ciclisti, pedoni e utenti dei mezzi pubblici: gli “urban heroes” di tutti i giorni.

Ringraziare e premiare simbolicamente chi, scegliendo di muoversi a piedi, in bici o con il trasporto pubblico locale aiuta a decongestionare le strade dal traffico veicolare. È questa l’iniziativa portata avanti oggi dai volontari di Greenpeace in 19 città italiane, per porre l’accento sulla necessità di una vera rivoluzione che coinvolga gli spazi urbani in cui viviamo, all’insegna della mobilità sostenibile e dell’abbattimento dei livelli di inquinamento che attanagliano le nostre città.

«Già oggi nelle nostre città vivono, a volte ‘inconsapevoli’, dei semplici, ordinari, quotidiani “eroi” della mobilità: persone che si spostano usando solo i mezzi pubblici, la bicicletta, il car sharing elettrico, o semplicemente andando a piedi. A volte lo fanno tra molte difficoltà, ma la loro pratica e il loro esempio sono il miglior viatico per cambiare presto le nostre città. A tutti loro va il nostro “grazie”», dichiara Andrea Boraschi, responsabile della campagna Trasporti di Greenpeace.

L’IPCC prevede che, al 2050, la popolazione mondiale sarà di 10 miliardi di persone, e due terzi di queste risiederanno in grandi centri urbani. Secondo Greenpeace, la grande sfida della mobilità sostenibile sarà consentire alle persone di muoversi senza impatti negativi sulla loro salute e quella del Pianeta.

In molte grandi città del mondo, grazie a politiche e investimenti coraggiosi, intelligenti e innovativi, è in corso una rivoluzione urbana della mobilità. Queste città hanno più aree verdi, spazi per la socialità, un trasporto pubblico efficiente e infrastrutture per la mobilità pedonale e ciclistica. Promuovono il car sharing e il ride sharing elettrici e offrono servizi su tutto il territorio, così da ridurre il bisogno di lunghi spostamenti. Sono città con meno smog, meno parcheggi, cittadini più sani e liberi.

L’Italia è indietro su molti fronti, quanto a promozione della mobilità sostenibile. Nel nostro Paese c’è un livello di motorizzazione significativamente più alto degli altri Paesi dell’Unione. Con 62,4 auto ogni 100 abitanti, l’Italia si colloca al primo posto nella graduatoria dei maggiori Paesi europei per rapporto tra autovetture circolanti e abitanti.

La Germania ha 55,7 auto ogni 100 abitanti, seguita da Spagna (49,3), Francia (47,9) e Regno Unito (47,2). Il tasso di motorizzazione nel periodo 2008-2016 è aumentato di ben 2,3 punti, passando dalle 60,1 alle 62,4 autovetture per 100 abitanti.

L'articolo Volontari di Greenpeace premiano chi lascia auto a casa a Pisa proviene da www.controradio.it.

“Zombie Walk: l’irresistibile ascesa di un mostro senza qualità”. Intervista all’autore Gianmaria Contro

“Zombie Walk: l’irresistibile ascesa di un mostro senza qualità”. Intervista all’autore Gianmaria Contro

L’intervista a cura di Giustina Terenzi  a Gianmaria Contro autore del recente saggio “Zombie Walk: l’irresistibile ascesa di un mostro senza qualità”  (Odoya edizioni)

“…il morto vivente è ancora un’entità sfuggente e sotterranea per la saggistica italiana. Zombie Walk cerca di colmare questo vuoto raccontando l’ascesa di un mostro senza qualità, la claudicante avanzata di un anti (o super?) eroe senza precedenti che, con silenziosa ostinazione ha invaso l’immaginario e il linguaggio della quotidianità. Non si tratta dell’ennesimo repertorio per cinefili horror – maniaci , ma Zombie Walk  narra piuttosto le metamorfosi del Sublime Cadaverico attraverso i vari tempi e luoghi della storia, lungo le vie tortuose della pop culture e dell’arte colta, delle scienze e della cronaca cercando di cogliere – o almeno di raccontare- la sostanza di quella strana ‘increspatura epistemologica’ che porta e riporta ciclicamente ivivi a confondersi con i morti”

“Nascosti nelle pieghe della cultura erudita o sbandierati dallo show business orrifico, evocati nei manuali anatomici, mummificati dalle pratiche funerarie i morti risorgono, i moti amano, i morti lavorano, i morti mangiao. In televisione camminano, sul grande schermo scatenano guerre mondiali, nella rete globale esplodono, chiaccherano e infettano tutto”

ASCOLTA L’INTERVISTA ALL’AUTORE GIANMARIA CONTRO

 

“Da dove arrivano? chi li ha creati? Cosa voglioni da noi a parte mangiarci? Niente forse. Vogliono solo smettere  di volere, spegnere la coscienza e la civiltà, azzerare il contagiri. Dare a tutti noi una seconda chance”

 

L'articolo “Zombie Walk: l’irresistibile ascesa di un mostro senza qualità”. Intervista all’autore Gianmaria Contro proviene da www.controradio.it.

‘Raccon Ti Amo Firenze: Il Calcio in Costume’

‘Raccon Ti Amo Firenze: Il Calcio in Costume’

🔈Firenze, si svolgerà in Palagio di Parte Guelfa, Sabato 26 maggio, alle ore 10:30, il secondo incontro di ‘Raccon Ti Amo Firenze’, dedicato al Calcio in Costume.

La rassegna ‘Raccon Ti amo Firenze’ è l’iniziativa della commissione Cultura del Q1 in collaborazione con il Corteo della Repubblica Fiorentina e l’Assessorato alle Tradizioni Popolari che porta i cittadini a scoprire le nostre tradizioni attraverso incontri con personaggi di spicco del panorama cittadino.

Sarà un viaggio dal passato al futuro del calcio storico, ripercorremmo la storia per scoprire da dove proviene, come lo giocavamo ieri e perché, sarà un viaggio che ci porterà poi a scoprire come viene vissuto oggi il Calcio in costume e che futuro può avere in questa città.

A parlarci di questa grandissima nostra tradizione saranno Filippo Giovannelli Direttore del Corteo Storico della Repubblica Fiorentina, Michele Pierguidi Presidente del Calcio Storico Fiorentino, Umberto Bini scrittore proprio del Calcio Storico e presidente delle Vecchie glorie del Calcio in costume.

“Un iniziativa che porta in primo piano non soltanto il gioco, ma anche la storia della nostra città – commenta l’Assessore alle Tradizioni Popolari Andrea Vannucci – che ha bisogno di essere raccontata e tramandata per continuare a mantenere viva la tradizione e la nostra identità”.

“Racconteremo il Calcio Storico negli ultimi 10 anni ma – aggiunge il presidente del Calcio Storico Fiorentino Michele Pierguidi – verranno tratteggiate anche le figure di calcianti sia attuali che storici. L’appuntamento è al Palagio di Parte Guelfa, la casa del Calcio Storico Fiorentino”.

L’appuntamento è per Sabato 26 Maggio alle 10.30 al Palagio di Parte Guelfa, ingresso libero.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Alessandro Marchesi della direzione cultura del Comune di Firenze e Michele Pierguidi presidente del Calcio Storico Fiorentino:

L'articolo ‘Raccon Ti Amo Firenze: Il Calcio in Costume’ proviene da www.controradio.it.