‘Feel Better’, app per pazienti oncologici adolescenti

‘Feel Better’, app per pazienti oncologici adolescenti

🔈Firenze, presentata nella sede della Fondazione CR Firenze, ‘Feel Better’, l’’applicazione, per pazienti oncologici adolescenti, che è stata sviluppata dal team di OpenLab, come un gioco esplorativo per PC, tablet e smartphone, che aiuterà i ragazzi ad acquisire in modo interattivo molte informazioni utili ad affrontare la loro malattia.

Feel Better è specificamente dedicata ai giovani pazienti che si trovano ad affrontare aspetti nuovi e dolorosi, addirittura sconvolgenti, in un periodo di crescita già di per sé difficile, come un sostegno nella tempesta di sentimenti e sensazioni da cui vengono travolti; uno strumento che li aiuti ad affrontare con più fiducia e consapevolezza la loro quotidianità, sia con informazioni sullo stile di vita da seguire, sia attraverso la gestione delle emozioni, sia attraverso il confronto con i coetanei che si trovano a vivere la loro stessa esperienza, sia nel mantenere i contatti con la propria realtà.

Feel Better è un progetto di ‘Noi per Voi Onlus’ sviluppato dal team di OpenLab: Pietro Polsinelli e Pino Panzarella, come un gioco esplorativo per PC, tablet e smartphone, nell’ambito della campagna di crowdfunding promossa da Siamosolidali di Fondazione CR Firenze con il contributo dei donatori.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Serena Biagioni, Responsabile Progetto e Donatella Carmi, Vice Presidente della Fondazione CR Firenze:

L'articolo ‘Feel Better’, app per pazienti oncologici adolescenti proviene da www.controradio.it.

San Valentino, bando per allestimento a verde floreale al Piazzale

San Valentino, bando per allestimento a verde floreale al Piazzale

Firenze, “Nell’ambito di una serie di iniziative consistenti nell’allestimento a verde e nell’addobbo con fiori di luoghi particolarmente rappresentativi della città, l’Amministrazione intende realizzare, per il 14 febbraio 2018 (San Valentino) e per il successivo periodo fino al 2 aprile 2018, un allestimento a verde floreale al Piazzale Michelangelo allo scopo di evocare l’insieme dei sentimenti che i cittadini e i visitatori nutrono per Firenze”.

Così si legge in un avviso pubblico del Comune di Firenze per la ricerca di soggetti per la realizzazione di un allestimento a verde floreale al Piazzale Michelangelo nel periodo dal 14 febbraio, giorno di San Valentino, al 2 Aprile 2018.

L’area interessata coincide con la porzione ovest del piazzale, affacciata sul centro storico. I soggetti pubblici o privati interessati all’iniziativa, che dovrà essere gratuita, hanno l’obbligo d’inviare la propria disponibilità in busta chiusa alla direzione ambiente del Comune entro e non oltre le 12 del 29 gennaio.

L’apertura delle buste sarà effettuata, in seduta pubblica, alle 16.30 del 29 gennaio, negli uffici della direzione ambiente. Un’apposita commissione esaminerà le offerte, verificando la correttezza della documentazione, e poi stilerà la graduatoria.

In caso di valutazione di due o più proposte si procederà al loro esame attribuendo i punteggi secondo una serie di criteri tra i quali la qualità della soluzione progettuale complessiva proposta, la qualità del materiale offerto, il valore della prestazione e l’anticipo sulla consegna del prato pronto. Nel caso di presentazione di una sola proposta la commissione esprimerà solo un parere di congruità/validità.

Da parte sua il Comune consentirà al soggetto individuato di promuovere la propria immagine, associando nome/marchio/logo/attività/prodotto all’ evento, sia sui canali dell’amministrazione (pubblicità diretta), sia sui canali propri (pubblicità indiretta), sia all’esterno di essi. Tutto ciò limitatamente al periodo di durata dell’installazione.

A garanzia l’aggiudicatario dovrà fornire una fideiussione per coprire gli obblighi assunti, nonché quelli di ritiro del materiale vegetale fornito.

I soggetti interessati potranno presentare richieste di chiarimenti inviandoli al seguente indirizzo di posta elettronica certificata: direz.ambiente@pec.comune.fi.it.

ll testo dell’avviso pubblico:

L'articolo San Valentino, bando per allestimento a verde floreale al Piazzale proviene da www.controradio.it.

Uninvited – Marcelo Burlon. Arriva a Firenze il documentario su una delle personalità di spicco della moda in Italia

Uninvited – Marcelo Burlon. Arriva a Firenze il documentario su una delle personalità di spicco della moda in Italia

Giovedì 11 gennaio al cinema La Compagnia di Firenze, il film di Mattia Colombo, scritto da Andrea Batilla, Uninvited – Marcelo Burlon. Un ritratto pubblico e privato di una delle personalità più affascinanti e influenti del panorama della moda attuale, Marcelo Burlon, che sarà presente in sala insieme al regista e all’autore.

Un documentario che, attraverso la vita di una figura così sincera e diretta, e i luoghi che lo hanno accolto, riesce a raccontare il sistema della moda nella sua complessità, e riesce a farlo da una prospettiva totalmente diversa rispetto all’idea standardizzata che si ha di questo mondo. Allontanandosi dal consueto ritratto delle personalità eccentriche degli stilisti, UNINVITED – Marcelo Burlon racconta l’universo della moda attraverso un personaggio controverso e discusso che permette di trovare l‘autentico in un settore dove all’apparenza nulla sembra davvero esserlo, un sistema che si sta impoverendo perché non è più capace di parlare al proprio utente finale, il pubblico, una voce dimenticata nel dibattito estetico.

Nato in Patagonia da genitori italo-libanesi, Marcelo Burlon negli anni Novanta si trasferisce in Italia con la famiglia, compiendo una vera e propria emigrazione al contrario. In quegli anni Marcelo vive le esperienze più disparate e inizia a muovere i primi passi nel mondo della moda. Oggi la sua holding ha un fatturato milionario e, oltre al proprio marchio, ne produce altri cinque. Grazie a uno spirito brillante e ad unaabilità comunicativa sorprendente, Marcelo si è imposto quindi come rappresentante di una nuova generazione di direttori creativi, una generazione che forse non dev’essere giudicata per la bravura nel fare vestiti ma piuttosto con la capacità di saper raccontare al pubblico una storia che appassioni.

UNINVITED – Marcelo Burlon

Italia, 2017

prodotto da LABÁ – PROGETTI SPECIALI

produttrici esecutive CRISTINA MARCHETTI e SILVIA ARDINI

regia MATTIA COLOMBO

scritto da ANDREA BATILLA

fotografia JACOPO LOIODICE

suono PAOLO BENVENUTI

musica originale LUCA FOIS

www.cinemalacompagnia.it

L'articolo Uninvited – Marcelo Burlon. Arriva a Firenze il documentario su una delle personalità di spicco della moda in Italia proviene da www.controradio.it.

Brooks Brothers, Grassi: “Meno di 100 mila euro per tre giorni di allestimenti nel museo: siamo alla elemosina.”

Brooks Brothers, Grassi: “Meno di 100 mila euro per  tre giorni di allestimenti nel museo: siamo alla elemosina.”

 

Il consigliere di Sinistra Italiana ha presentato una interrogazione urgente sulla sfilata per capire costi e benefici per il Comune. Che accusa  “se poi si considera  che il Comune ha concesso, si legge sul loro sito, anche 4 giorni per allestire una mostra della Brooks Brothers dentro le stanze monumentali di Palazzo Vecchio, i 100mila euro diventano davvero una mancia che l’amministrazione ha accettato di incassare pur di ingraziarsi qualche potente del mondo della moda”.

“Meno di 100 mila euro per il Salone dei Cinquecento per la sfilata di Brooks Brothers. Un’elemosina in confronto ai disagi e alle perdite dovute alla chiusura del polo museale di Palazzo Vecchio”. Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze riparte a sinistra, attacca l’iniziativa della casa di moda. E incalza: “Per fare tutto ciò, il Comune ha dovuto chiudere con due giorni di anticipo ai turisti metà percorso museale e tutto Palazzo Vecchio per la giornata di mercoledì. Palazzo Vecchio e il Salone dei Cinquecento ‘sequestrati’ da tre giorni da un cantiere molto invasivo. Tre giorni di minori incassi, che da quanto abbiamo potuto vedere, hanno azzerato o quasi i visitatori, visto che le code alla biglietteria di Palazzo Vecchio sono scomparse e in tanti hanno girato i tacchi appena scoperto che il Salone dei Cinquecento era inaccessibile”.

“Potremmo dire che Pitti tutto può, perché la cifra richiesta è davvero irrisoria. Il Comune se proprio doveva ospitare questa sfilata, poteva almeno chiedere di più, visto che i soli incassi persi sfiorano la cifra incassata dal Comune, oltre ai rischi di danneggiamenti per il patrimonio artistico e per il pavimento che solo una volta rimosso tutte le strutture potranno essere verificati. Se poi si considera – continua Grassi – che il Comune ha concesso, si legge sul loro sito, anche 4 giorni per allestire una mostra della Brooks Brothers dentro le stanze monumentali di Palazzo Vecchio, i 100mila euro diventano davvero una mancia che l’amministrazione ha accettato di incassare pur di ingraziarsi qualche potente del mondo della moda”.

“Sembra proprio che sia in corso una svalutazione del valore dell’immagine di Firenze, che è sul mercato come una merce da acquistare a buon prezzo in cambio di benevolenza verso chi governa. Firenze è usata e sfruttata per l’immagine, in cambio di pochi spiccioli da un mondo, quello della moda, che sicuramente non percepisce la crisi e che anzi vede nel lusso un mercato in espansione, e che forse potrebbe restituire di più al territorio. Presenteremo una interrogazione per il Consiglio di lunedì prossimo – conclude Grassi – perché fatti due conti non ci pare neppure che siano state applicate per intero le tariffe del disciplinare del Comune di Firenze per l’affitto delle sale monumentali. E questo potrebbe significare che un incasso per l’amministrazione si possa trasformare in un danno economico”.

L'articolo Brooks Brothers, Grassi: “Meno di 100 mila euro per tre giorni di allestimenti nel museo: siamo alla elemosina.” proviene da www.controradio.it.

Salute, Toscana: per metà gennaio previsto picco influenza

Salute, Toscana: per metà gennaio previsto picco influenza

Il segretario regionale Fimmg, Alessio Nastruzzi:  quest’anno i casi sono più dell’anno scorso, ma meno gravi”.

“In Toscana stiamo registrando un aumento dei casi di influenza, ci stiamo avvicinando al picco che è atteso per metà gennaio”. Così il segretario regionale della Federazione italiana dei medici di famiglia (Fimmg), Alessio Nastruzzi.
“Gli ambulatori sono pieni, io stesso – afferma – sto visitando persone tutto il giorno, sia in ambulatorio che con visite a domicilio”. Al momento, spiega ancora Nastruzzi, “non siamo in condizioni di fornire dati ufficiali, che si avranno verso la fine del mese” tuttavia “posso dire che quest’anno i casi di influenza  sono più dell’anno scorso, ma meno gravi, sebbene per alcune persone l’infezione ci metta più tempo del solito a passare”.

L’incremento dei casi di influenza sta facendo registrare anche un picco degli accessi nei pronto soccorso. All’ospedale di Siena, dove ieri si sono registrati 194 accessi e oggi al momento 150, sono state disposte misure straordinarie, tra cui l’attivazione di 10 posti letto aggiuntivi, ore di straordinari per il personale medico sanitario e blocco dei ricoveri programmati di area medica.

Non tutti gli accessi sono dovuti a sintomi di influenza, ma si è registrato un incremento di oltre il 20% rispetto alla media degli accessi giornalieri. Non è esclusa la possibilità di incrementare ancora i posti letto a disposizione del pronto soccorso.

L'articolo Salute, Toscana: per metà gennaio previsto picco influenza proviene da www.controradio.it.