‘Marine della Toscana’ alla conquista dell’Europa

‘Marine della Toscana’ alla conquista dell’Europa

🔈Firenze, sarà il salone nautico ‘Boot Düsseldorf’ la prima tappa ufficiale del tour internazionale 2020 di promozione di Marine della Toscana, il consorzio nato da pochi mesi per promuovere in modo unitario le marine e i porti della regione sui principali mercati esteri.

Al salone nautico internazionale in Germania, in programma dal 18 al 26 gennaio prossimi, il neonato raggruppamento si presenterà agli operatori grazie al supporto della Regione Toscana che ha finanziato un progetto di internazionalizzazione.

Dopo una prima presenza, lo scorso novembre, all’Ice di Vienna per una ricognizione nel mondo dei charter e la partecipazione a Düsseldorf, il consorzio andrà a proporsi sul mercato del Medio Oriente intervenendo al Dubai International Boat Show in programma a marzo (dal 10 al 14) negli Emirati Arabi Uniti. Marine della Toscana sarà poi presente anche agli appuntamenti internazionali, ospitati in Toscana, la prossima primavera: YARE, evento business B2B dedicato al refit e all’aftersales del settore superyacht (18/20 marzo a Viareggio) e la quarta edizione del Versilia Yachting Rendez-vous (28/31maggio sempre a Viareggio). La strategia di internazionalizzazione prevede, inoltre, l’apertura temporanea di uno show-room dedicato allo Yacht Club in occasione del Mon aco Yacht Show di Montecarlo (23/26 settembre 2020), oltre alla preparazione di tutti i materiali promozionali, del sito e della campagna di comunicazione.

Il Consorzio ha fra i propri obiettivi prioritari la promozione anche all’estero, sotto il brand Toscana, del meglio delle realtà del diporto turistico della regione, nell’ottica dello sviluppo di un turismo innovativo ed integrato, in grado di competere con quello offerto dalle strutture al di là dei confini italiani. Strategia che la Regione ha già adottato con il progetto di promozione integrata Costa Toscana | Isole Toscane che coinvolge le cinque province costiere (Massa, Lucca, Pisa, Livorno e Grosseto) e ne valorizza singole specificità e tipicità. Il tutto con l’obiettivo di perseguire un ulteriore sviluppo del turismo nell’area costiera attraverso la definizione di itinerari tematici e integrati che rendano possibile sia una destagionalizzazione dell’offerta sia il superamento, attraverso la sinergia, della competizione interna tra i singoli territori in modo da affrontare sempre meglio la concorrenza dei competitor nazionali e internazionali.

Del Consorzio, fanno già parte Marina Cala de’ Medici SpA, società che gestisce l’omonimo Porto turistico di Rosignano, la società cooperativa L’Ormeggio di Marina di Salivoli, Yacht Broker che opera all’interno del Porto di Viareggio, Porto Azzurro all’Isola d’Elba e La Chiusa di Pontedoro di futura realizzazione per accrescere la capacità di accogliere megayacht nell’area di Piombino. A queste 5 marine, si aggiungeranno altre importanti realtà toscane che rappresentano eccellenze dello yachting nel territorio toscano.

L’annuncio è stato fatto in conferenza stampa a Palazzo Strozzi Sacrati dall’assessore regionale alle attività produttive e al turismo Stefano Ciuoffo, dal presidente del Consorzio Italo Ratti e dal direttore generale del consorzio Pietro Angelini.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Italo Ratti e Pietro Angelini:

L'articolo ‘Marine della Toscana’ alla conquista dell’Europa proviene da www.controradio.it.

PortArgentario è ‘Best Italian Cruise Destination 2019’

PortArgentario è ‘Best Italian Cruise Destination 2019’

🔈Il progetto PortArgentario ha ottenuto il riconoscimento di ‘Best Italian Cruise Destination 2019’, miglior destinazione crocieristica italiana, premio assegnato ogni anno dalla CLIA, l’associazione internazionale che raggruppa le principali compagnie del settore, alle destinazioni che si sono messe in evidenza per attrattività, fascino, assistenza e organizzazione.

Il progetto PortArgentario raggruppa 15 Comuni (Monte Argentario, Grosseto, Siena, Orbetello, Capalbio, Manciano, Castiglione della Pescaia, Isola del Giglio, Pitigliano, Roccalbegna, Civitella Paganico, Cinigiano, Sorano e Massa Marittima) del promontorio toscano e l’Autorità Portuale Toscana.

Nel corso del ‘CLIA Italy annual dinner’ 2019 la giuria, composta da rappresentanti di compagnie e destinazioni crocieristiche, ha attribuito a PortArgentario il riconoscimento di miglior destinazione crocieristica italiana. Nell’edizione 2018 il raggruppamento era riuscito ad entrare nel terzetto dei finalisti. Nel 2019, nei due porti di arrivo sul Promontorio del Monte Argentario, hanno fatto scalo 20 navi da crociera medio-piccole e circa 150 superyacht.

“I numeri relativi al settore e alle tendenze indicano una crescita costante – ha detto Stefano Ciuoffo – e il ruolo dell’Italia è sempre più centrale nel Mediterraneo. Il lavoro di supporto della Regione in questo ambito è partito nel marzo 2019 con la realizzazione di una attività di incoming dedicata al turismo nautico per promuovere il territorio dell’Argentario e della Maremma ed i servizi dedicati. Attraverso l’invito di un selezionato numero di operatori, charter broker e comandanti in grado di indirizzare le scelte di un alto numero di imbarcazioni, sono stati coinvolti 50 soggetti provenienti da Italia ed Europa. Siamo soddisfatti per questo nuovo riconoscimento a una località toscana per la grande qualità del servizio offerto in un settore con un così ricco indotto”.

“Un riconoscimento che premia gli investimenti fatti e l’impegno di tutti i protagonisti – ha aggiunto Francesco Palumbo – confermando la Toscana crocevia di interesse per il turismo nautico grazie alla forza attrattiva delle destinazioni, permettendo di sviluppare sinergie non soltanto nell’area costiera ma anche nell’entroterra. A conferma che gli indicatori di qualità del sistema (accoglienza, tecnologia ed assistenza) sussistono e si integrano con l’offerta dei territori del progetto. Un metodo non soltanto per sviluppare e strutturare una rete che può fare leva sull’intero indotto, ma che rappresenta anche un modello virtuoso di sviluppo degli scali crocieristici”.

“Il successo – ha sottolineato Fabrizio Palombo – è segno che il lavoro realizzato da tutti gli aderenti al progetto è stato riconosciuto a livello nazionale ed è quindi da condividere tra tutti i 15 Comuni aderenti insieme all’Autorità Portuale Regionale e Banca Tema, ma anche con coloro che hanno sostenuto un lavoro spesso difficile e non visibile. Primo fra tutti il continuo e costante incremento degli scali, sia di yacht che di navi da crociera per le quali abbiamo già raggiunto il numero di 24 per la stagione 2020. I risultati finora ottenuti sono il primo passo di un lavoro che punta a fare del variegato territorio della Maremma una destinazione turistica anche per crocieristi e turisti nautici in generale. Aver rappresentato la Toscana, grazie ai comuni aderenti, non solo della costa ma anche dell’entroterra, è stato motivo di forte orgoglio. Ancora maggiore sapendo di rappresentarla grazie a due piccoli porti, Porto Santo Stefano e Porto Ercole, strutturalmente minori rispetto ad altri ma capaci di esaltarne fascino e peculiarità.”

“Come sindaco di Monte Argentario e come presidente del Comitato di coordinamento di PortArgentario – ha spiegato Fabrizio Borghini – esprimo soddisfazione ed orgoglio per i positivi risultati del progetto e per l’ambìto riconoscimento ricevuto da condividere con tutti gli altri Comuni aderenti e con i collaboratori. L’incremento, di numero e di qualità, degli scali di navi da crociera e di superyachts nei porti toscani nelle ultime due stagioni testimoniano l’ottimo lavoro fatto e ci danno la certezza che i risultati miglioreranno ancora. Crediamo in un turismo nautico sostenibile e rispettoso del nostro ambiente, ma anche compatibile con le nostre infrastrutture. Vogliamo crescere e migliorare, orgogliosi di poter ben rappresentare l’Argentario, la Maremma, la Toscana e l’Italia nel mercato internazionale del turismo nautico”.

L’annuncio del riconoscimento è stato dato a Palazzo Strozzi Sacrati a Firenze dall’assessore regionale alle attività produttive e al turismo Stefano Ciuoffo, dal direttore di Toscana Promozione Turistica Francesco Palumbo, dal sindaco di Monte Argentario e presidente del Comitato di coordinamento del progetto Franco Borghini ed dal direttore tecnico del progetto Fabrizio Palombo.

Gimmy Tranquillo ha intervistato l’assessore regionale alle attività produttive e al turismo Stefano Ciuoffo e il sindaco di Monte Argentario e presidente del Comitato di coordinamento del progetto Franco Borghini:

L'articolo PortArgentario è ‘Best Italian Cruise Destination 2019’ proviene da www.controradio.it.

‘Firenze Superabile’, presentata la guida dei percorsi in autonomia

‘Firenze Superabile’, presentata la guida dei percorsi in autonomia

Presentata in Palazzo Vecchio l’iniziativa ‘Firenze SuperAbile’, si tratta di una guida dei percorsi di autonomia per tutte le persone con esigenze speciali, un progetto realizzato attraverso una campagna crowdfunding da Handy Superabile onlus e Associazione Culturale Prisma.

Firenze Superabile ha come obiettivo, quello di permettere a chiunque, nessuno escluso, di visitare la città di Firenze e i suoi musei più importanti, dormire e mangiare, potendo scegliere le mete in base alle proprie esigenze, attraverso la consultazione delle informazioni raccolte all’interno della guida Firenze SuperAbile disponibile anche on line.

Districarsi tra monumenti, palazzi storici e musei nel centro di Firenze può sembrare una sfida impossibile per chi si sposta su sedia a ruote, ma anche per non vedenti, famiglie con bambini, anziani. Dove dormire o mangiare? Quali musei visitare? Dove trovare le informazioni per organizzare la visita in una delle città più belle del mondo?

Le informazioni raccolte sul campo da verificatori esperti sono messe a disposizione sia in forma cartacea che on-line, per una consultazione facile e immediata, che permetterà a chiunque di visitare Firenze, in piena autonomia, con percorsi adatti alle proprie esigenze e capacità.

Alla presentazione della guida sono intervenuti l’Assessore al Turismo della Regione Toscana Stefano Ciuoffo e Cecilia Del Re, Assessore al Turismo del Comune di Firenze. Il presidente dell’Associazione onlus Handy Superabile Stefano Paolicchi, per la Fondazione CR Firenze il Dirigente Ugo Bargagli e Giulio Caravella, Consigliere Fondazione Il Cuore si scioglie onlus, il Vicedirettore Confcommercio Firenze Stefano Guerri e Francesco Bechi Presidente Federalberghi Firenze.

Gimmy Tranquillo ha intervistato Ugo Bargagli della Fondazione CR Firenze e l’Assessore al Turismo della Regione Toscana Stefano Ciuoffo:

L'articolo ‘Firenze Superabile’, presentata la guida dei percorsi in autonomia proviene da www.controradio.it.

Gestione dei flussi turistici

Gestione dei flussi turistici, l’ambito fiorentino compie un anno e lancia la programmazione 2020

Oggi in Palazzo Vecchio gli assessori Del Re e Ciuoffo con i sindaci dei 17 comuni coinvolti. Presentati i risultati e i nuovi strumenti per la promozione del territorio metropolitano

Un kit di promozione turistica per ciascun comune dell’ambito fiorentino: 17 raccolte di materiali fotografici e video per realizzare strumenti efficaci di comunicazione del territorio. È il nuovo nato nel ‘pacchetto’ degli strumenti realizzati nell’ambito del patto siglato un anno fa tra Comune di Firenze e 17 comuni dell’area metropolitana: obiettivo dar vita a una programmazione forte e congiunta in materia di turismo e attuare la legge regionale per gli ambiti turistici. Tra gli strumenti anche le ‘mappe a strappo’, con una facciata dedicata all’ambito e l’altra specifica per ciascun comune, e la guida ‘Firenze for families’ in distribuzione negli infopoint per trasmettere alle famiglie il quadro dell’offerta culturale esistente in città e nel territorio circostante. Oggi l’ambito compie un anno e rinnova la propria ‘missione’ con la presentazione della programmazione per il 2020. All’evento, questa mattina nella sala d’Arme di Palazzo Vecchio, erano presenti l’assessore al Turismo del Comune di Firenze Cecilia Del Re, l’assessore regionale al Turismo Stefano Ciuoffo e i sindaci e assessori dei comuni dell’ambito. Foto e video sono stati realizzati con le risorse messe a disposizione da Toscana Promozione Turistica.

“E’ stato un anno importante per l’avvio di una diversa modalità di concepire e promuovere i nostri territori – ha detto l’assessore Del Re –. Sono tante le iniziative realizzate in questi mesi, ma molto rimane ancora da fare per arrivare davvero a comunicare e valorizzare il territorio in modo integrato. Per questo, lanciamo oggi una programmazione 2020 che va a consolidare e ampliare le azioni intraprese, aggiungendo nuove sfide come quella del nuovo portale e della app. Sarà anche il momento per incidere sul sistema dei trasporti e della mobilità dei turisti all’interno del territorio dell’ambito”.

“L’idea alla base della legge con cui abbiamo suddiviso il territorio regionale in 28 Ambiti turistici formati da località accomunate dalle medesime caratteristiche e attrattive – ha detto l’assessore Ciuoffo – è la forza che si può generare con il gioco di squadra. E l’Ambito fiorentino ha impostato bene il lavoro fin da subito cercando di mettere in evidenza la variegata offerta che non solo il centro storico di Firenze ma tutta l’aera metropolitana mette a disposizione per cercare di spalmare parte dei flussi turistici che oggi si concentrano in pochi km quadrati verso luoghi di interesse meno conosciuti ma di grandi potenzialità. Per supportare gli Ambiti nel loro lavoro di politiche congiunte per accoglienza e promozione, per il 2020 Toscana Promozione Turistica rimetterà altri 2,5 milioni di euro a disposizione dei comuni capofila”.

Il progetto di promozione turistica per l’anno 2020 prevede, tra gli altri interventi, la realizzazione di una guida cartacea dell’intero territorio dell’ambito e la realizzazione di azioni di promozione social. Iniziative che andranno ad aggiungersi al ‘pacchetto’ sviluppato nel corso del primo anno di attività, che comprende la promozione dei cammini (come ‘La via degli dei’ fra Firenze e Bologna, il ‘Cammino di Francesco’ da Firenze a La Verna e l’Anello del Rinascimento che sarà esteso a tutti i comuni dell’ambito); la nascita del patto tra Comune di Firenze, Università di Firenze, Camera di Commercio di Firenze e Città metropolitana per lo sviluppo di un turismo di qualità nel territorio fiorentino; la promozione della destinazione congressuale e di qualità attraverso l’individuazione di un soggetto unico; la creazione di un gruppo di lavoro sui dati turistici per l’individuazione di politiche di gestione dei flussi sul territorio.

I comuni dell’ambito turistico individuati dalla Regione Toscana sono Bagno a Ripoli, Calenzano, Campi Bisenzio, Fiesole, Figline e Incisa Valdarno, Firenze, Impruneta, Lastra a Signa, Londa, Pelago, Pontassieve, Reggello, Rignano sull’Arno, Rufina, Scandicci, Sesto Fiorentino, Signa e Vaglia.

Turismo: 2,8 milioni di presenze in Comuni dell’ambito fiorentino nel 2018

Turismo: 2,8 milioni di presenze in Comuni dell’ambito fiorentino nel 2018

I 17 Comuni dell’ambito turistico fiorentino, nel 2018, hanno registrato 2,8 milioni di presenze (in crescita rispetto ai 2,7 milioni del 2017) principalmente provenienti da Paesi Bassi, Cina e Germania. L’ambito turistico ha un’offerta composta da 711 esercizi e 23.172 posti letto con una variazione media annua di un +3,2%.

I dati sono emersi in occasione della presentazione dei risultati dell’ambito fiorentino, ad un anno dal patto siglato tra Comune di Firenze e 17 Comuni dell’area metropolitana per dar vita a una programmazione congiunta in materia di turismo.

Durante la conferenza stampa è stata inoltre presentata la programmazione per il 2020. Nel primo anno di vita dell’ambito turistico fiorentino sono stati realizzati un kit di promozione turistica per ciascun comune, ‘mappe a strappo’, la guida ‘Firenze for families’, iniziative per la promozione dei cammini, della destinazione congressuale e, infine, la creazione di un gruppo di lavoro sui dati turistici.

Per quanto riguarda il progetto di promozione turistica per l’anno 2020, tra le altre cose, è prevista la realizzazione di una guida cartacea del territorio dell’ambito e di azioni di promozione social.

“E’ stato un anno importante per l’avvio di una diversa modalità di concepire e promuovere i nostri territori – ha detto l’assessore al Turismo del Comune di Firenze Cecilia Del Re – sono tante le iniziative realizzate in questi mesi, ma molto rimane ancora da fare. Per questo, lanciamo oggi una programmazione 2020 che va a consolidare e ampliare le azioni intraprese, aggiungendo nuove sfide come quella del nuovo portale e della app”.

L’assessore regionale al Turismo Stefano Ciuoffo, ha detto che “per supportare gli ambiti nel loro lavoro di politiche congiunte per accoglienza e promozione per il 2020 Toscana Promozione Turistica rimetterà altri 2,5 milioni di euro a disposizione dei comuni capofila”.

L'articolo Turismo: 2,8 milioni di presenze in Comuni dell’ambito fiorentino nel 2018 proviene da www.controradio.it.