Rientrato a Pisa pullman con Ceccardi e turisti italiani

Rientrato a Pisa pullman con Ceccardi e turisti italiani

Si è concluso il viaggio dalla Spagna all’Italia del pullman, noleggiato da Susanna Ceccardi (Lega), con i turisti italiani che erano rimasti bloccati alle Canarie.

Il bus è giunto intorno alle 15 in uno dei posteggi scambiatori del Pisa mover. Ad attendere il gruppo di italiani forze di polizia e un medico dell’Asl: tutti i passeggeri sono stati identificati. Nessuno ha voluto parlare, molti manifestavano stanchezza e nervosismo.
Dal parcheggio a piccoli gruppi sono stati fatti salire sullo shuttle e condotti in aeroporto. A bordo del pullman oltre a Susanna Ceccardi, vi erano anche il senatore del Carroccio Gian Marco Centinaio, e l’assessore leghista del Comune di Pisa, Gianna Gambaccini, in qualità di medico.

È stata proprio Gianna Gambaccini a visitare ciascun passeggero (c’è anche un disabile), prima di farlo salire a bordo del pullman. Il gruppo di turisti è atterrato a Barcellona intorno alla mezzanotte con un volo interno da Fuerteventura e l’arrivo del pullman in Italia a Pisa è atteso nel pomeriggio. Dalla città toscana i turisti potranno raggiungere le loro città di provenienza (Massa, Fucecchio, Firenze, Livorno, Torino e alcuni residenti in Campania).

 

L'articolo Rientrato a Pisa pullman con Ceccardi e turisti italiani proviene da www.controradio.it.

Ceccardi sta rientrando in bus con gli italiani bloccati alle Canarie

Ceccardi sta rientrando in bus con gli italiani bloccati alle Canarie

Gli italiani rimasti bloccati in Spagna, dopo lo stop ai voli decretato dal governo iberico per contenere la diffusione del coronavirus, stanno rientrando in Italia con il pullman noleggiato dall’europarlamentare leghista Susanna Ceccardi, partito in nottata da Barcellona e ora già in Francia.

A bordo, insieme con la Ceccardi, ci sono 46 turisti, il senatore del Carroccio Gian Marco Centinaio, e l’assessore leghista del Comune di Pisa, Gianna Gambaccini, in qualità di medico.

È stata Gianna Gambaccini a visitare ciascun passeggero (c’è anche un disabile), prima di farlo salire a bordo del pullman. Il gruppo di turisti è atterrato a Barcellona intorno alla mezzanotte con un volo interno da Fuerteventura e l’arrivo del pullman in Italia a Pisa è atteso nel pomeriggio. Dalla città toscana i turisti potranno raggiungere le loro città di provenienza (Massa, Fucecchio, Firenze, Livorno, Torino e alcuni residenti in Campania).

“A ciascuno di loro – spiega Gambaccini – ho fatto l’anamnesi e chiesto di eventuali sintomi sospetti. A tutti ho misurato febbre, frequenza cardiaca e ossigeno nel sangue con il pulsiossimetro. A tutti abbiamo dato una mascherina e assegnato un posto fisso nel bus”.

Sulla sua pagina Facebook esulta invece Ceccardi per il buon esito della missione: “Si torna a casa. È stato un viaggio estenuante: 16 ore di pullman all’andata e sempre al telefono, abbiamo dormito pochissimo, abbiamo letto tanti complimenti da chi pensa sia giusto aiutare dei connazionali in difficoltà e tante offese da chi pensa che siamo stati a fare una gita di piacere ed evidentemente non sa di cosa parla”.

L’iniziativa, della quale Ceccardi assicura di avere preventivamente informato l’unità di crisi del ministero degli Esteri e il ministero dell’Interno, aveva infatti suscitato polemiche politiche e per questo Ceccardi dice che “ci sarà il tempo di rispondere a tutte le offese gratuite, alle falsità, alle inefficienze: ma ora finalmente dormo qualche ora e penso alla mia famiglia a cui non ho smesso di pensare per un secondo, si torna a casa, perché sarà dura stare chiusi in casa per giorni e giorni, ma vi assicuro che starne lontani è anche peggio”.

L'articolo Ceccardi sta rientrando in bus con gli italiani bloccati alle Canarie proviene da www.controradio.it.

Coronavirus: Ceccardi a Barcellona attende arrivo italiani

Coronavirus: Ceccardi a Barcellona attende arrivo italiani

 E’ arrivata in giornata a Barcellona l’eurodeputata leghista Susanna Ceccardi che ha noleggiato un pullman per riportare in Italia un gruppo di turisti bloccati alle Baleari per lo stop ai collegamenti in seguito all’emergenza coronavirus.

Nella  ‘missione’, aspramente criticata dal  Pd, e che non ha convinto nemmeno alcune parti del centrodestra, Ceccardi è accompagnata  dal  senatore del Carroccio, Gian Marco Centinaio, e dall’assessore alle politiche sociali della giunta a trazione leghista di Pisa, Gianna Gambaccini, che è un medico.

I circa 50 turisti italiani in attesa di essere rimpatriati sono attesi nella città catalana intorno alla mezzanotte e dopo essere visitati da Gambaccini saranno fatti
salire a bordo del pullman e riportati in Italia.

La vicenda ha scatenato la reazione di molti esponenti Pd, soprattutto a Pisa, dove il partito di opposizione ha chiesto le dimissioni dell’assessore leghista. Polemiche anche sui social
dove anche oggi il sindaco Michele Conti ha chiesto ai cittadini di “restare a casa nonostante la bella giornata di sole” e dove qualcuno complimentandosi per i provvedimenti adottati in questi giorni (parchi cittadini e litorale chiusi al traffico veicolare
e pedonale, escluso i residenti delle frazioni balneari) gli chiesto di “far rispettare le regole a tutti, nessuno escluso”.

Il riferimento è ovviamente a Susanna Ceccardi ma soprattutto all’assessore Gianna Gambaccini.

L'articolo Coronavirus: Ceccardi a Barcellona attende arrivo italiani proviene da www.controradio.it.

Turisti bloccati a Canarie: Ceccardi va a prenderli con pulmino. PD: irresponsabile

Turisti bloccati a Canarie: Ceccardi va a prenderli con pulmino. PD: irresponsabile

 L’europarlamentare Susanna Ceccardi (Lega) stamani è partita per Barcellona (Spagna) per raggiungere all’aeroporto della città catalana un gruppo di turisti italiani, circa 50, che sarebbero in arrivo dalle Canarie dove risultavano bloccati in seguito alla chiusura delle frontiere per l’emergenza coronavirus. Mazzeo e Nardini: “irresponsabile”

“In questi giorni – spiega Ceccardi in un comunicato stampa – ho ricevuto numerosi appelli di connazionali rimasti bloccati all’estero: persone che avevano organizzato una vacanza low-cost lasciate in balia degli eventi dopo che le compagnie aeree hanno cancellato i voli di rientro in Italia. Una situazione difficile, complicatissima ed incerta, che si interseca nello scenario terrificante di quella che è ormai una pandemia che sconvolgerà il nostro continente”.
“Quando ho iniziato a ricevere i messaggi d’aiuto – prosegue Ceccardi – di persone lontane da casa, dalla propria città e dalle proprie famiglie, ho subito pensato: devo fare qualcosa per aiutarli. Ho contattato l’Unità di Crisi della Farnesina ed ho scritto a Di Maio e Borrelli. Ma alla fine ho ritenuto che la cosa più semplice e più umana di tutte fosse quella di noleggiare un mezzo, dopo aver messo al corrente le autorità italiane, ed andare a recuperare direttamente i nostri connazionali in difficoltà”. Sul pullman, insieme a Susanna Ceccardi, anche l’assessore al sociale di Pisa, Gianna Gambaccini, che è medico e si preoccuperà di monitorare le condizioni di salute dei turisti nel viaggio di ritorno.
All’iniziativa ha aderito l’ex ministro al Turismo Gianmarco Centinaio. “Tutti dobbiamo fare la nostra parte -dichiara Centinaio – e nessuno deve essere lasciato indietro. Il messaggio di questi giorni è chiaro, dobbiamo il possibile per aiutare chi si trova in difficoltà”.

“Se il suo fosse solo bieco sciacallaggio politico non sarebbe neppure una novità. Ma questa è letteralmente irresponsabilità per di più da parte di chi ha ruoli istituzionali e si candida addirittura a guidare la Regione. E qui non si tratta di fare polemica politica ma di avere a cuore la salute delle persone”. Lo afferma in una nota il consigliere regionale del Pd, Antonio Mazzeo, commentando la scelta dell’eurodeputata leghista Susanna Ceccardi, che la Lega propone come candidata alla presidenza della Regione Toscana, di noleggiare un pullman per riportare a casa un gruppo di italiani bloccati all’estero.
“Mentre da tutte le parti si moltiplicano gli appelli a restare a casa – aggiunge Mazzeo – lei cosa fa? Noleggia un pullman per caricarci sopra 50 persone (come pensa di garantire la distanza di un metro di sicurezza prevista dalla legge?) e annuncia perfino che si porterà dietro la dottoressa/assessore” di Pisa “che invece di star qui a dare una mano e impegnarsi a far rispettare a tutti le regole ‘si occuperà di visitare le 50 persone prima di farle salire sull’autobus'”. Inoltre il consigliere regionale sottolinea “che la maggior parte delle persone contagiate è asintomatica per giorni: qualcuno ha spiegato alla Ceccardi che questo non è un giochino elettorale ma una pandemia e che tutti siamo chiamati a prendere il massimo delle precauzioni e a stare a casa? Qualcuno le ha detto che la Spagna, tra l’altro, è il Paese europeo in cui il contagio sta correndo più veloce?”.
“Provo imbarazzo per lei, per il suo costante bisogno di attenzione”, critica Susanna Ceccardi anche il consigliere regionale del Pd, Alessandra Nardini. “Ci sono momenti in cui anche gli ego più incontenibili come il suo – prosegue Nardini – dovrebbero recuperare il senso della misura e questo, in cui l’intero nostro Paese è bloccato in casa, è uno di quei momenti.
La sua è una pagliacciata indegna, fatta solo per mettersi in mostra in modo totalmente irresponsabile e mettendo in pericolo delle vite. Come pensa di garantire le distanze di sicurezza in un viaggio di andata e di ritorno in pullman che durerà giorni e attraverserà più Paesi?”

L'articolo Turisti bloccati a Canarie: Ceccardi va a prenderli con pulmino. PD: irresponsabile proviene da www.controradio.it.

Susanna Ceccardi, candidato presidente centrodestra in Toscana

Susanna Ceccardi, candidato presidente centrodestra in Toscana

Firenze, è quello di Susanna Ceccardi, europarlamentare della Lega ed ex sindaco di Cascina, il nome proposto dalla Lega agli alleati di centrodestra come candidato presidente della Toscana alle prossime elezioni regionali.

La candidatura ufficiale di Susanna Ceccardi è stata annunciata dal coordinatore della Lega in Toscana Daniele Belotti, con una diretta Facebook. “La Lega Toscana – ha detto Belotti – propone una candidatura giovane e competente come Susanna Ceccardi”

“Sono onorata di ricevere da voi questo mandato sicuramente difficile, ma che prenderò, come ho fatto con tutte le altre sfide, con il massimo impegno, con la massima responsabilità e con grande coraggio – ha detto Susanna Ceccardi – Per fare il candidato in Toscana ci vuole coraggio, non perché partiamo svantaggiati ma perché sappiamo che ci aspettano anni difficili di governo per mettere mano ai disastri che ha fatto il Partito Susanna Cdemocratico”.

“Siamo l’unica occasione di sviluppo vero per questa Regione e io ci credo altrimenti non mi sarei mai iscritta alla Lega. – ha aggiunto Ceccardi – So che la sfida è difficile, so che saranno mesi impegnativi, dovrò sacrificare la mia famiglia e molte cose, ma lo faccio perché guardo con tanta ammirazione i sacrifici che fa Matteo Salvini e i sacrifici che fanno i militanti non pagati della Lega per allestire gazebo e diffondere idee. In onore a tutte queste persone che credono in un vero cambiamento io credo che il mio sia soltanto un piccolo sacrifico”.

“Se avessi anche il minimo dubbio che c’è un accordo di desistenza tra Matteo Salvini e Matteo Renzi, non avrei mai accettato questa candidatura. Io conosco Matteo Salvini, il suo percorso di militanza, non spenderebbe nemmeno un minuto del suo tempo per fare un accordo con il ‘bomba’, l’uomo più bugiardo d’Italia”.

Per Ceccardi, “non sarebbe nemmeno intelligente fare un accordo con il ‘bomba’, i fiorentini lo hanno provato come sindaco, ma purtroppo gli italiani lo hanno provato sulla propria pelle come presidente del Consiglio, e noi di certo non vogliamo ritrovarcelo come alleato. Se avessi anche il minimo dubbio – ha ribadito – non sarei qua a ringraziarvi”

“Giani, il candidato presidente per il centrosinistra che ha una storia socialista – ha attaccato poi Susanna Ceccardi – ha un’impostazione democristiana, sta sempre al centro, non decide mai, non prende mai posizioni scomode, però qualche volta, soprattutto se sei chiamato a governare, le posizioni le devi prendere, anche se sono scomode e anche se danno fastidio ai tuoi amici che un tempo erano di centrodestra e oggi si chiamano responsabili, responsabili soltanto per mantenere la loro poltrona”.

“Chi pensa che la Toscana sia una sfida persa si sbaglia di grosso – ha concluso Ceccardi – la Regione Toscana ha bisogno di cambiamento, ha un bisogno vitale di cambiamento, perché tutte le ultime leggi che sono state approvate in Regione si sono rivelate fallimentari, soprattutto quelle più importanti”.

L'articolo Susanna Ceccardi, candidato presidente centrodestra in Toscana proviene da www.controradio.it.